Twin Peaks (serie televisiva 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twin Peaks
Twin peaks 2017.jpg
I titoli di testa della serie
Titolo originale Twin Peaks
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2017
Formato serie TV
Genere drammatico, thriller, horror, fantasy
Stagioni 1 Modifica su Wikidata
Episodi 18 Modifica su Wikidata
Durata 60 min (episodio)
Lingua originale inglese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Mark Frost, David Lynch
Regia David Lynch
Sceneggiatura Mark Frost, David Lynch
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Peter Deming
Montaggio Duwayne Dunham
David Lynch
Musiche Angelo Badalamenti
Scenografia Florencia Martin
Costumi Nancy Steiner
Produttore esecutivo Mark Frost, David Lynch, Sabrina S. Sutherland
Casa di produzione Rancho Rosa Partnership Production
Lynch/Frost Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal 21 maggio 2017
Al 3 settembre 2017
Rete televisiva Showtime
Prima TV in italiano
Dal 26 maggio 2017
All' 8 settembre 2017
Rete televisiva Sky Atlantic
Opere audiovisive correlate
Precedenti I segreti di Twin Peaks (1990-1991)
Fuoco cammina con me (film)

Twin Peaks, pubblicizzata anche come Twin Peaks - Il ritorno e Twin Peaks - La serie evento,[1] è una serie televisiva statunitense del 2017 creata da Mark Frost e David Lynch e trasmessa dalla rete via cavo Showtime.

Si tratta di un sequel dell'omonima serie televisiva distribuita in italiano con il titolo I segreti di Twin Peaks, originariamente trasmessa tra il 1990 e il 1991 dalla ABC; pertanto è anche nota come "terza stagione di Twin Peaks". La serie è stata sviluppata e scritta da Frost e Lynch nel corso di diversi anni ed è diretta interamente dallo stesso Lynch. Kyle MacLachlan ritorna nel ruolo dell'agente speciale Dale Cooper, a cui si affiancano vecchi e nuovi membri del cast. La trama della serie, tenuta segreta, è stata definita dal presidente di Showtime come "l'odissea di Dale Cooper di ritorno a Twin Peaks".[2]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 18 2017 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi de I segreti di Twin Peaks.

Twin Peaks[modifica | modifica wikitesto]

Governo[modifica | modifica wikitesto]

Las Vegas[modifica | modifica wikitesto]

Buckhorn, South Dakota[modifica | modifica wikitesto]

Esseri soprannaturali[modifica | modifica wikitesto]

Altri luoghi[modifica | modifica wikitesto]

New York City
Nuovo Messico, 1956
  • Moglie, interpretata da Leslie Berger
  • Disc Jockey, interpretato da Cullen Douglas
  • Ragazza, interpretata da Tikaeni Faircrest
  • Marito, interpretato da Tad Griffith
  • Ragazzo, interpretato da Xolo Mariduena
  • Receptionist, interpretata da Tracy Philips
Montana
Odessa, Texas

Artisti musicali[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di un sequel della serie televisiva di culto I segreti di Twin Peaks (Twin Peaks) fu annunciata per la prima volta il 6 ottobre 2014; il piano iniziale prevedeva la realizzazione per la rete televisiva via cavo Showtime di una miniserie in nove parti che sarebbe stata scritta interamente dai due ideatori della serie originale, David Lynch e Mark Frost, e diretta dallo stesso Lynch.[5] Il progetto era nato su iniziativa di Frost, il quale, molti anni dopo la fine prematura dell'opera originale, invitò Lynch a rimettere mano insieme a Twin Peaks.[6] Lynch spiegò di essersi spesso ritrovato, nonostante il passare del tempo, a pensare a un possibile seguito, essendo innamorato dell'universo ideato con Frost, quindi accettò l'invito e presto i due incominciarono ad abbozzare nuove sceneggiature usando Skype dalle rispettive abitazioni.[6]

Nel marzo del 2015 Lynch aveva espresso dubbi sul progetto a causa di "complicazioni" sorte nelle trattative con i dirigenti di Showtime, in particolare legate al budget messo a disposizione per la produzione.[7][8] Il 15 maggio 2015 tuttavia il progetto fu confermato ufficialmente e, circa una settimana più tardi, fu formalizzata la produzione di diciotto episodi, il doppio di quelli previsti inizialmente, oltre che annunciato il ritorno di Angelo Badalamenti come compositore musicale.[9][10]

Lynch affermò di considerare la nuova serie come un film autonomo, ma senza escludere del tutto la possibilità di estendere la storia narrata.[6] La trama, i cui dettagli vennero tenuti celati fino al debutto della serie, è ambientata nel presente, e i circa 25 anni passati dalla fine della serie originale si ricollegano agli eventi del suo finale, oltre che al film prequel Fuoco cammina con me (Fire Walk With Me).[11][12]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2015 fu annunciato il ritorno di Kyle MacLachlan nei panni dell'agente speciale Dale Cooper.[13] Nel mese di ottobre 2015 Michael Ontkean, interprete dello sceriffo Truman, ritiratosi dall'attività di attore, declinò l'offerta di ritornare nella fiction, venendo quindi rimpiazzato da Robert Forster nel ruolo dello sceriffo di Twin Peaks.[14] Negli ultimi mesi del 2015 fu confermato il ritorno anche di Miguel Ferrer, nei panni di Albert Rosenfield, Richard Beymer e David Patrick Kelly, interpreti di Benjamin e Jerry Horne, Alicia Witt, nei panni di Gersten Hayward, e Michael Horse, interprete di Tommy "Hawk" Hill.[15][16][17][18] All'inizio del 2016 fu confermato il ritorno di Sherilyn Fenn nel ruolo di Audrey Horne, mentre David Lynch confermò che avrebbe ripreso il ruolo di Gordon Cole.[19][20]

In seguito fu confermato il ritorno, tra gli altri, di Mädchen Amick (Shelly Johnson), Dana Ashbrook (Bobby Briggs), Sheryl Lee (Laura Palmer e Maddy Ferguson), Peggy Lipton (Norma Jennings), Kimmy Robertson (Lucy Moran), Wendy Robie (Nadine Hurley), Carel Struycken (Il Gigante), Russ Tamblyn (Lawrence Jacoby) e Catherine E. Coulson (Signora Ceppo), che fece in tempo a girare alcune scene prima della morte avvenuta alla fine di settembre 2015.[21] Oltre a Ontkean, gli altri membri del cast originale che non furono coinvolti nel progetto sono Piper Laurie (Catherine Martell), Lara Flynn Boyle (Donna Hayward), Michael J. Anderson (Il Nano), Joan Chen (Josie Packard), Eric Da Re (Leo Johnson) e Heather Graham (Annie Blackburn).[21]

Oltre a Robert Forster, tra i nuovi membri del ricco cast, interamente composto da 217 elementi tutti svelati il 25 aprile 2016, figurano diversi attori noti, tra cui: Jane Adams, Monica Bellucci, Jim Belushi, Michael Cera, Laura Dern, Francesca Eastwood, Meg Foster, Ashley Judd, Robert Knepper, Jennifer Jason Leigh, Jane Levy, Matthew Lillard, Sara Paxton, Tim Roth, Amanda Seyfried, Naomi Watts e Madeline Zima.[21] Anche David Bowie sarebbe dovuto comparire in un cameo, ma la sua morte lo impedì.[22]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese vennero effettuate sulla base di un'unica lunga sceneggiatura con le suddivisioni in episodi fatte solo in fase di montaggio.[23] I lavori sui set iniziarono nel mese di settembre 2015, terminando ad aprile 2016.[21][24]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche della serie sono composte da Angelo Badalamenti.[10]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Lynch e MacLachlan al Festival di Cannes 2017.

La serie ha debuttato il 21 maggio 2017 sul canale via cavo Showtime.[25] Inizialmente la serie era prevista per il 2016, ma nel luglio 2015 la première venne rimandata al 2017.[26] I primi due episodi vennero inoltre presentati al Festival di Cannes 2017.[27]

In Italia è andata in onda su Sky Atlantic dal 26 maggio 2017.[28][29] La serie è trasmessa anche in lingua originale in simulcast con Showtime.[30]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata acclamata dalla critica televisiva. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento del 93%, con un voto medio di 7.7 basato su 71 recensioni. Il commento del sito recita: "Surreale, ricco di suspense e visivamente splendido, questo nuovo Twin Peaks è un trionfo autoriale per David Lynch".[31] Su Metacritic ha un voto medio di 74 su 100 basato su 26 recensioni.[32]

Sonia Saraiya di Variety, recensendo i primi due episodi, ha scritto che "Twin Peaks: Il ritorno è strano e inquietante e lento. Ma è interessante [...] La visione di Lynch è così totale e assoluta che riesce a cavarsela anche con elementi che in altri casi sarebbero stati inaccettabili".[33] Laura Miller di Slate ha affermato che la serie "non è la fusione di sensibilità autoriale e mainstream che il pubblico si aspetta. È David Lynch allo stato puro –– ed è magnifico".[34] Daniel Fienberg di The Hollywood Reporter ha definito Twin Peaks "una sensazione che ti travolge, un viaggio da compiere, non una serie di eventi che accadono". Fienberg ha inoltre affermato che è difficile recensire due soli episodi della serie, poiché "è ovvio che Twin Peaks è un'unica opera di 18 ore. Non c'è una separazione tangibile tra gli episodi e se non ci fossero stati i titoli di coda, la seconda ora sarebbe potuta scorrere senza problemi nella terza ora. Questa non è una serie televisiva a episodi. È un'altra cosa".[35]

Emily L. Stevens di The A.V. Club ha dato ai primi due episodi il massimo punteggio, definendoli "una visione Lynchiana senza filtri, non legata alle strutture delle soap opera, dei procedurali di polizia, o dei thriller, che diedero forma ai primi episodi originali di Twin Peaks. Sono sfacciati nella loro perseveranza, nei loro lunghi e inquieti momenti e nei loro misteri non spiegati". Stevens ha inoltre parlato della possibile accoglienza della serie da parte della critica e del pubblico, scrivendo: "Sarà molto difficile per due persone andare d'accordo su questa première in due parti, in parte perché la valutazione del revival da parte dello spettatore dipenderà da quello che speravano di vedere. Se vi aspettate il ritorno dell'umorismo esagerato e talvolta amichevole delle due stagioni originali di Twin Peaks, questa première potrebbe essere uno shock. Se vi aspettate quel mix di generi un tempo turbante, ora familiare, questa première... non è così".[36]

Daniel D'Addario del TIME, al contrario, ha criticato i primi due episodi, scrivendo che "lo show, che ricavava la sua forza dalle conseguenze di un evento traumatico in una piccola comunità, ha deciso di raccontare una storia più strana e più grande -- così grande, in effetti, che ha per il momento soffocato tutto quello che faceva funzionare Twin Peaks.[37]

Al Festival di Cannes 2017 i primi due episodi vennero accolti da una standing ovation di cinque minuti.[27]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Twin Peaks - La serie evento - 1^TV: programmazione, in Sky Guida TV. URL consultato il 02 giugno 2017.
  2. ^ (EN) Michael Schneider, ‘Twin Peaks’: Showtime Boss on the Revival’s Launch Plans and How It’s ‘Pure Heroin’ David Lynch, su Indiewire, 9 gennaio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017.
  3. ^ a b c d e f g h i j Questi personaggi appaiono solo attraverso filmati d'archivio a eccezione di Phoebe Augustine e Walter Olkewicz, che appaiono anche in nuovi ruoli.
  4. ^ Nella serie originale Struycken interpretava il personaggio noto come Il Gigante. In questa serie viene accreditato anche come "???????".
  5. ^ (EN) Philiana Ng, 'Twin Peaks' Revival Lands at Showtime, in The Hollywood Reporter, 6 ottobre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  6. ^ a b c (EN) Michael O'Connell, David Lynch Makes Surprise TCA Appearance, Talks 'Twin Peaks' Revival, in The Hollywood Reporter, 9 gennaio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  7. ^ (EN) James Hibberd, Source: Twin Peaks reboot moving forward despite David Lynch's comments, in Entertainment Weekly, 16 marzo 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  8. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, Twin Peaks Revival: David Lynch Out as Director, Showtime 'Saddened' But Will 'Hold Out Hope' He Returns, in TVLine, 5 aprile 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  9. ^ (EN) Lesley Goldberg, David Lynch: 'Twin Peaks' Showtime Revival "Happening Again", in The Hollywood Reporter, 15 maggio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  10. ^ a b (EN) Kevin Jagernauth, ‘Twin Peaks’ Will Return With 18 Episodes, Angelo Badalamenti Composing All New Music, in IndieWire, 26 maggio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  11. ^ (EN) Cynthia Littleton, Twin Peaks Revival to Air on Showtime in 2016, in Variety, 6 ottobre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  12. ^ (EN) Michael Ausiello, David Lynch, Kyle MacLachlan Very Lightly Tease Twin Peaks Revival, in TVLine, 9 gennaio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  13. ^ (EN) Kimberly Roots, Kyle MacLachlan Set for Twin Peaks Revival, More Original Cast Expected, in TVLine, 12 gennaio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  14. ^ (EN) Michael Ausiello, Twin Peaks Recasts Major Role for Revival (and It's a Total Bummer), in TVLine, 8 ottobre 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  15. ^ (EN) Michael Ausiello, David Duchovny Teases Twin Peaks Return: 'Yeah, I'll Shave My Legs', in TVLine, 12 ottobre 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  16. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks' Follow-up Series: Miguel Ferrer To Reprise Role, in Deadline, 4 novembre 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  17. ^ (EN) Sam Rubin, Did Alicia Witt Just Reveal She Will Star in the Upcoming 'Twin Peaks' Series?, in KTLA 5, 6 novembre 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  18. ^ (EN) Michael Ausiello, Twin Peaks Revival on Showtime: Watch the First Teaser!, in TVLine, 18 dicembre 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  19. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks': Sherilyn Fenn To Return For Showtime Series, in Deadline, 8 gennaio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  20. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks' Revival: Naomi Watts & Tom Sizemore Join; David Lynch Reprising Role, in Deadline, 1º febbraio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  21. ^ a b c d (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks': Here Is the Full Cast Of David Lynch's Showtime Reboot, in Deadline, 25 aprile 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  22. ^ (EN) Christopher Wynn, Dallas actor returns to 'Twin Peaks', in The Dallas Morning News, 11 maggio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  23. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks' Update: Premiere Set For Early 2017, David Lynch Halfway Done, in Deadline, 12 gennaio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  24. ^ (EN) Michael Ausiello, Twin Peaks Revival: Showtime Boss Teases 'Big Surprises' and 'Familiar Faces,' Confirms Fall Start Date, in TVLine, 11 agosto 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  25. ^ (EN) Nellie Andreeva, 'Twin Peaks' Gets Premiere Date, Episode Count On Showtime, in Deadline, 9 gennaio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  26. ^ (EN) Nia Howe-Smith, Twin Peaks revival to premiere in 2017, says co-creator, in Entertainment Weekly, 8 luglio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  27. ^ a b (EN) Anthony D'Alessandro, David Lynch’s ‘Twin Peaks’ Revival Met With Standing Ovation In Cannes, su Deadline.com, 25 maggio 2017. URL consultato il 26 maggio 2017.
  28. ^ Pierpaolo Festa, Twin Peaks: i nuovi episodi a maggio. David Lynch rompe il silenzio sul ritorno dello show, in Film.it, 10 gennaio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  29. ^ Twin Peaks – Il Ritorno: finalmente LE PRIME FOTO!!, in Sky Atlantic, 24 marzo 2017. URL consultato il 26 marzo 2017.
  30. ^ Simona Vitale, Il revival di Twin Peaks arriverà su Sky Italia in contemporanea con gli USA, su MondoFox. URL consultato il 6 maggio 2017.
  31. ^ (EN) Twin Peaks: The Return, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 6 settembre 2017.
  32. ^ (EN) Twin Peaks - Season 3 Reviews, su Metacritic. URL consultato il 26 maggio 2017.
  33. ^ (EN) Sonia Saraiya, TV Review: David Lynch’s ‘Twin Peaks: The Return’, su Variety, 21 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  34. ^ (EN) Laura Miller, Lynch Unleashed, su Slate.com, 21 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  35. ^ (EN) Daniel Fienberg, 'Twin Peaks': TV Review, su The Hollywood Reporter, 21 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  36. ^ (EN) Emily L. Stevens, In its nightmarish two-part return, Twin Peaks is pure Lynchian horror, su The A.V. Club, 22 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  37. ^ (EN) Daniel D'Addario, Review: The New Twin Peaks is Strange and Not In a Good Way, su TIME, 22 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione