Lady Blue Shanghai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lady Blue Shanghai è un cortometraggio destinato ad una promozione su internet per Dior. Dura 16 minuti e tra gli interpreti ci sono Marion Cotillard, Gong Tao, Emily Stofle, Hong Cheng, Lu Yong e Nie Fei. È stato scritto, diretto e montato da David Lynch; le musiche sono di David Lynch, Dean Hurley, e Nathaniel Shilkret. All'interno della trama ci sono importanti rimandi onirici, tipici della produzione di Lynch, quali le tende rosse ad esempio, e particolare attenzione è stata prestata alla scelta del tema musicale di sottofondo.

Il film racconta di Cotillard che -entrata nella propria camera d'albergo a Shanghai- sente un tango del 1920, mentre tra una nube di fubo gli appare una borsa della maison Dior.

Tolto dal sito Dior nell'ottobre del 2010, il film è comunque visibile su youtube.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cotillard, il cui personaggio non ha un nome nel film (quindi potrebbe interpretare se stessa), entra nella sua camera d'albergo di Shanghai durante la notte. Mentre si avvicina alla sua stanza sente un tango del 1920. Aperta la porta della camera, si rende conto che la musica arriva proprio da li, da un vecchio giradischi sul quale c'è un 78 giri di "Tango Valentino", composto da Nathaniel Shilkret nel 1926. Finita la musica, una borsa Dior appare nella stanza in mezzo ad una nuvola di fumo. In preda al panico, Cotillard chiama la reception perché qualcuno potrebbe essersi introdotto nella sua stanza, ma le due guardie della security dell'albergo, non trovando nessuno, le chiedono se la borsa possa essere stata lasciata da qualche suo ospite. In un primo momento, Cotillard afferma di essere appena arrivata a Shanghai e che nessuno sa di questo suo viaggio, poi racconta di essere stata alla Shanghai Oriental Pearl Tower quel pomeriggio. Attraverso un flashback, Lynch mostra Cotillard in una Shanghai del passato, che incontra un uomo cinese in una stanza con le tende rosse, ma mentre lo bacia, la scena torna alla Shanghai attuale e l'uomo dice che vorrebbe restare, ma che non può. Appena la visione dell'amante finisce, lui gli porge una rosa blu e il flashback finisce. Cotillard piange, apre la borsa di Dior e -tra lampi di elettricità- trova una rosa blu. Il cortometraggio finisce con lei che stringe la borsa al proprio cuore.

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema