Doppelgänger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Doppelgänger (disambigua).

Doppelgänger (/ˈdɔpəlˌɡɛŋɐ/ pronuncia[?·info]; letteralmente "doppio viandante", assimilabile a "bilocato")[1] è un termine preso in prestito dal tedesco, composto da doppel, "doppio", e Gänger, "che va", "che passa" (da gehen, "andare").[2]

Si riferisce a un qualsiasi doppio o sosia di una persona, più comunemente in relazione al cosiddetto gemello maligno o alla bilocazione; descrive anche il fenomeno nel quale si vede la propria immagine con la coda dell'occhio. In leggende e romanzi è un duplicato spettrale o reale di una persona vivente; nel folklore è inoltre descritto come uno spirito incapace di scomparire. In alcune mitologie vedere il proprio doppelgänger è un presagio di morte, mentre visto da amici o da parenti di una persona può anche portare sfortuna o annunciare il sopraggiungere di una malattia.

Nel folclore[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il folclore i doppelgänger non proiettano ombre e non si riflettono negli specchi o nell'acqua. Si suppone che forniscano consigli alla persona di cui hanno le sembianze, che possono essere fuorvianti o maliziosi. Possono anche, in rari casi, instillare idee nella mente delle loro vittime o apparire ad amici e parenti, provocando confusione. In molti casi una volta che si è visto il proprio doppelgänger si è condannati a essere perseguitati da immagini della propria controparte spettrale.

In psicoanalisi[modifica | modifica wikitesto]

Gli studi psicologici e psicoanalitici sui doppelgänger hanno investigato sia casi clinici, sia miti (ad esempio quello di Narciso), sia racconti fantastici e della tradizione popolare.[3] Nella maggior parte dei casi il fenomeno del doppelgänger è collegato al concetto freudiano di Das Unheimliche ("il perturbante") oppure al disturbo narcisistico di personalità.

Alcuni autori connettono l'apparizione di un doppio con crisi legate allo sviluppo dell'io, o a fasi in cui il vissuto esistenziale spinge a una riconfigurazione dell'identità. In questi casi la comparsa di un doppio è sempre sintomatica di una necessaria trasformazione del proprio , che può essere vissuta in maniera persecutoria, da qui il carattere perturbante del doppelgänger.

Testimonianze sul fenomeno doppelgänger[modifica | modifica wikitesto]

  • Stando a quanto scrive Plutarco, Marco Giunio Bruto, uno dei congiurati delle Idi di Marzo e figlio adottivo di Caio Giulio Cesare, era ossessionato dal suo doppelgänger. Bruto riceveva in sogno la visione di un fantasma, che secondo alcuni era lo spettro dello stesso Cesare. Alle tre del mattino del giorno fatidico della battaglia di Filippi, mentre stava curando i dettagli della strategia da seguire in battaglia, a Bruto apparve quello che Plutarco definisce "un fantasma". Quando il Cesaricida chiede all'ombra: «Chi sei tu? Da dove vieni?», essa gli risponde: «Sono il tuo cattivo demone, Bruto: ci rivedremo a Filippi». Bruto risponde, a sua volta: «Ti vedrò!». Rivide il fantasma durante la notte della vigilia della battaglia.
  • La notte del 25 giugno 363 l'imperatore Flavio Claudio Giuliano fatica a prender sonno per il caldo opprimente vicino a Samarra, durante la sua campagna contro i persiani. Gli sembra di scorgere nel buio della sua tenda una figura: è il Genius Publicus, quello che gli era apparso nell'esaltante notte di Lutetia e lo aveva invitato a non lasciarsi sfuggire l'occasione di prendere il potere. Ora ha però il capo velato a lutto, lo guarda senza parlare, poi si volta e lentamente svanisce.
  • Abraham Lincoln avrebbe detto alla moglie di aver visto due sue facce allo specchio, subito dopo essere stato eletto presidente, una delle quali era mortalmente pallida. La moglie avrebbe ritenuto che ciò significasse che sarebbe stato eletto per un secondo mandato, ma non sarebbe vissuto fino alla fine.
  • John Donne, il poeta metafisico inglese, avrebbe incontrato il doppelgänger della moglie a Parigi, che gli avrebbe preannunciato la morte della figlia non ancora nata.
  • Emilie Sagée[4] sarebbe stata un'insegnante del XIX secolo. Le pretese apparizioni pubbliche del suo doppelgänger sarebbero state registrate da Robert Dale Owen, dopo che gli sarebbero state riportate da Julie von Güldenstubbe.
  • Percy Bysshe Shelley, poeta inglese, avrebbe incontrato il suo doppelgänger che gli preannunciava la propria morte. Shelley comunque affermò di aver incontrato questo doppelgänger in sogno,[5] non nella vita reale.
  • Guy de Maupassant scrisse il racconto Lui, fingendo di registrare le esperienze con il proprio doppelgänger. Alcuni pretendono che sia un reportage reale.[6]
  • Nigel Watson ha riportato alcuni resoconti di avvistamenti di dischi volanti, nei quali ricorrono fenomeni di doppelgänger.[7]
  • Robert Dale Owen fu autore dello studio di un singolo caso di doppelgänger relativo a Emilie Sagée. L'episodio gli venne riferito da Julie von Güldenstubbe, un'aristocratica lettone. La Von Güldenstubbe riferì che tra il 1845 e il 1846, all'età di tredici anni, sarebbe stata testimone insieme ad altri bambini del fenomeno di bilocazione della sua insegnante di lingua francese Sagée, in pieno giorno, all'interno dell'istituto educativo (Pensionat von Neuwelcke). Il doppelgänger di Sagée avrebbe mimato l'azione dello scrivere e del mangiare, si sarebbe mossa indipendentemente da Sagée, apparendo in piena salute mentre Sagée era gravemente malata. Inoltre il doppelgänger avrebbe esercitato resistenza al tocco, pur non avendo consistenza fisica (una ragazza sarebbe passata attraverso il corpo del doppelgänger).[4]

I doppelgänger nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

I doppelgänger appaiono in diverse opere narrative ascrivibili al fantastico e alla fantascienza.

Un doppelgänger temporale è una qualsiasi versione di sé stessi che si può incontrare durante un viaggio nel tempo, cioè è un duplicato di sé stessi in una diversa linea temporale della propria storia presente o futura, reale o alternativa. È un paradosso temporale che si verifica quando, ad esempio, una versione di un individuo viaggia all'indietro nel tempo attraverso un flusso temporale e incontra una versione più giovane di sé stesso, oppure quando due o più versioni dello stesso individuo da differenti flussi temporali convergono allo stesso momento nel loro futuro.

Un doppelgänger dimensionale è un duplicato di se stessi in un'altra dimensione. Doppelgänger possono anche essere generati da mutaforma che imitano un particolare individuo.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'inquilino del terzo piano, in Dylan Dog, Albo Gigante n. 2 (1994)[8][9]
  • Nel manga Sailor Moon, la perfida Nehellenia è il doppelgänger di Serenity, come la Lady Nera lo è di Chibiusa
  • Nel manga One Piece, il malvagio Gekko Moria può manovrare le ombre, tra cui la sua, che può combattere al suo posto: afferma che sia il suo doppelgänger
  • Nel manga Saint Seiya i Black Saints sono i doppelgänger dei normali Saints e, benché non vengano mai definiti come tali, ne compaiono quattro: Black Pegasus (controparte malvagia di Pegasus), Black Cygnus (controparte malvagia di Crystal), Black Dragon (controparte malvagia di Dragone) e Black Andromeda (controparte malvagia di Andromeda); nella versione anime del manga appare anche Black Phoenix (controparte malvagia di Phoenix)
  • Nel manga Hunter x Hunter, durante l'incontro dell'arena celeste tra Hisoka e Kastro, quest'ultimo riesce a materializzare un suo doppio grazie al nen
  • Las calles de arena, di Paco Roca
  • Nel manga Naruto il protagonista, Naruto Uzumaki, si ritrova a combattere contro una copia di se stesso creata dalla Volpe a Nove Code nel suo subconscio, durante un allenamento nella Cascata della Verità
  • Nell'Universo Marvel il doppelgänger di Peter Parker è un mostro a sei braccia, in parte umano e in parte ragno, che indossa il costume dell'Uomo Ragno.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel quindicesimo episodio (intitolato Orpheus) della quarta stagione di Angel il protagonista, Angel il vampiro con l'anima, incontra Angelus, il proprio doppio malvagio con cui ingaggia una lotta all'ultimo sangue, finché Angelus non scompare nuovamente, entrando ancora una volta nel profondo della psiche di Angel che riacquista l'anima e con essa anche il controllo del proprio corpo. Angel e Angelus sono un esempio perfetto di doppelgänger.
  • 6teen, una sitcom animata canadese del 2004.
  • Nella saga fantascientifica di Spazio 1999 si hanno tre episodi di doppelgänger. L'episodio della prima serie dal titolo Un altro tempo, un altro luogo contempla lo sdoppiamento della Luna e di tutto ciò che vi si trova, inclusa la base lunare e i suoi abitanti, che subiscono differenti destini (addirittura il comandante e il capo pilota sono deceduti in uno dei due universi paralleli). Sempre della stessa serie va citato l'episodio Circolo chiuso, dove i protagonisti sbarcati su un pianeta alieno subiscono la trasformazione nella loro controparte preistorica. A sua volta l'episodio Gli amanti dello spazio vede lo sdoppiamento del comandante della base lunare che si trova contemporaneamente sulla base e su un pianeta alieno ospite della locale comunità. Tutti gli episodi sono del periodo 1975-1976.
  • Due episodi di doppia realtà si hanno anche nella prima serie della saga fantascientifica UFO del 1969. Nell'episodio Il triangolo quadrato una coppia di amanti uccide un extraterrestre scambiandolo per il marito della donna. Gli uomini dell'organizzazione terrestre SHADO non vogliono modificare il corso degli eventi denunciando la coppia di amanti alla giustizia, per cui il finale dell'episodio mostra i due presunti omicidi di fronte alla tomba del marito di lei senza specificare le cause del decesso del marito. Analogamente nell'episodio E.S.P. - Percezioni extrasensoriali il protagonista, dotato appunto di tali poteri miracolosi, nel tenere sotto la minaccia delle armi il personale della SHADO, alterna momenti in cui sembra posseduto mentalmente dagli extraterrestri a momenti in cui è perfettamente lucido, quasi si trattasse di due persone differenti.
  • L'episodio della serie televisiva Alias intitolato Doppelgänger, scritto da J.J. Abrams. Inoltre nel episodio Fase uno della seconda stagione Allison Doren sarebbe poi diventata il doppelgänger dell'amica di Sydney Francie Calfo. Sempre in Alias, nell'episodio C'è una sola Sydney Bristow della quinta stagione Anna Espinosa sarebbe diventata il doppelgänger della protagonista.
  • Nell'episodio della serie televisiva a cartoni animati American Dragon intitolato The Doppelganger Gang il protagonista Jake crea un doppelgänger per partecipare alle riunioni scout, fare il babysitter a Haley, pulire casa e andare a scuola. In seguito alla creazione involontaria di un doppelgänger malvagio per combattere Brad, egli decide di cancellarli tutti.
  • Gli episodi Il mondo parallelo e Il desiderio di Buffy.
  • Nell'episodio Sakura e l'altra Sakura di Card Captor Sakura la Carta dello Specchio impersona la protagonista e la rende colpevole di una serie di incidenti. Prima di essere catturata conduce il fratello di Sakura sul bordo di un precipizio, rischiando di ucciderlo. Cambiando totalmente personalità, la carta si lascia infine catturare da Sakura.
  • L'episodio Per il bene o per il male? della serie televisiva Streghe tratta del combattimento delle tre sorelle con i loro doppelgänger.
  • Nell'episodio tredici della seconda serie di CSI: Crime Scene Investigation, intitolato "Millander è tornato", il serial killer Paul Millander impersona un giudice di Las Vegas e pretende di avere un doppelgänger con cui Gil Grissom lo ha scambiato.
  • La serie televisiva Twin Peaks di David Lynch.
  • L'episodio Firefall della serie televisiva degli anni settanta Night Stalker.
  • Nell'anime Inuyasha il demone Naraku inganna Inuyasha e Kikyo con un doppelgänger: trasformandosi nel primo, ferisce mortalmente Kikyo, che con le sue ultime forze sigilla il vero Inuyasha inchiodandolo a un albero, dove rimane in animazione sospesa per cinquant'anni.
  • Nell'episodio della serie animata Martin Mystère intitolato La vendetta del Doppelgänger, una giovane donna ha esorcizzato il suo doppelgänger, ma questo continua a cercarla rubando il volto a tre donne che le assomigliano. Diana Lombard lo cita come «quei piccoli tizi che compaiono sulle spalle nei cartoni animati».
  • Nell'episodio Lost in Time della serie animata Sealab 2021 i protagonisti vengono catturati da un warp temporale che li proietta in continuazione nel passato di quindici minuti, incontrando quindi se stessi diverse volte.
  • Nella serie televisiva Sliders, trattando di spostamenti attraverso diverse dimensioni, diversi episodi rappresentano incontri con versioni parallele dei protagonisti.
  • Nella serie televisiva Star Trek esiste un universo specchio popolato da versioni malvagie dei personaggi. Inoltre nell'episodio Il duplicato il Capitano Kirk viene diviso in due persone, una buona e l'altra malvagia.
  • Nell'episodio Il reparto di Eddie della serie televisiva So Weird Annie vede il doppelgänger dell'uomo in carica dei reparti. Le viene detto che non è morto e Fi le spiega che un doppelgänger è una parte di una persona che si è separato da quella perché ha lasciato qualcosa di incompleto. Quando la completa il doppelgänger si riunisce a Eddie.
  • Nell'episodio sei di Supernatural intitolato Skin i Winchester incontrano un mutaforma, che incolpa le persone trasformandosi in questi e uccidendo mentre trasformato. Quando viene ucciso mentre aveva la forma di Dean, la polizia lo pronuncia morto.
  • Larry della serie televisiva Teen Titans è il doppelgänger di Robin, che appare in una forma deformata. La sua identità segreta è Kcid Nosyarg, cioè Dick Grayson al contrario.
  • L'episodio "Mirror Image" della serie Ai confini della realtà tratta di doppelgänger.
  • Nell'episodio Doppelgänger della serie animata Un regno incantato per Zelda, tratto dal videogioco The Legend of Zelda.
  • Nell'episodio Bad Dreams della serie televisiva Fringe è citato al termine.
  • In One Piece Gecko Moria, grazie al suo potere di manipolazione delle ombre, riesce a creare un suo duplicato che chiama Doppelman
  • Nella serie televisiva The Vampire Diaries la diciassettenne Elena Gilbert è la doppelgänger di Katherine Pierce, vampira spietata e manipolatrice, che a sua volta è doppelgänger di Tatia Petrova. L'intera prima stagione ruota attorno alla misteriosa somiglianza tra l'umana e la vampira, mentre la seconda ruota intorno al sacrificio del doppelgänger Petrova per spezzare una maledizione. Nell'ultima puntata della quarta stagione si viene a sapere che il vampiro Stefan Salvatore non è altro che il doppelgänger dell'immortale Silas. Nella quinta stagione appare un nuovo personaggio, Amara, che è un'altra doppelgänger di Elena Gilbert.
  • Nella decima puntata della della stagione numero dieci di Smallville Clark Kent prende il posto di Clark Luthor in un mondo parallelo. Lionel Luthor torna nel mondo reale e nelle puntate successive prende il posto del defunto doppelgänger.
  • Nel dodicesimo episodio della seconda stagione di NCIS - Unità anticrimine intitolato Doppelgänger.
  • Nel quarto episodio della quarta stagione di Stargate Atlantis intitolato Doppelgänger un'entità prende la forma di John Sheppard e appare negli incubi dei protagonisti.
  • Nella serie How I Met Your Mother (Alla fine arriva mamma) si scopre che ognuno dei cinque protagonisti ha un sosia: Il sosia di Ted è un wrestler messicano mascherato, quello di Lily una spogliarellista russa, quello di Marshall è un avvocato ispanico con i baffi, Robin ha una sosia che si comporta come un maschiaccio (Robin lesbica) e infine quello di Barney è un dottore della fertilità.
  • Nell'anime RockMan.EXE Stream esiste una versione malvagia di MegaMan: Dark MegaMan.
  • Nel cartone animato Due Fantagenitori gli antimaghi sono la versione perfida dei padrini fatati. Compaiono infatti un AntiCosmo, intelligentissimo, e una AntiWanda, estremamente stupida.
  • In Doctor Who, nell'episodio La carne ribelle il Dottore, Amy Pond e Rory Williams vengono portati dal TARDIS nei pressi di un monastero, su un'isola della Terra nell XXII secolo. Il monastero è stato trasformato in una fabbrica che pompa l'acido a largo dell'isola e che gli operai utilizzano per la "materia programmabile", detta "carne", che crea un doppelgänger (chiamato Ganger), il quale viene usato e controllato dagli operai stessi. Sulla fabbrica si scaglia una tempesta solare e i Ganger diventano indipendenti, furiosi e violenti; Il Dottore, Amy e Rory dovranno lottare duramente affinché non scoppi la guerra tra le due fazioni.
  • Nel tredicesimo episodio della seconda stagione della serie televisiva The Flash, Benvenuti su Terra-Due, Cisco incontra per la prima volta il suo alter ego malvagio e entrambi completano a vicenda la parola "Doppelganger". Inoltre tutta la seconda stagione della serie è incentrata sulla possibilità di viaggiare in un'altra dimensione dove ogni persona di Terra 1 ha un doppelganger in Terra 2.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

  • In Metroid Fusion Samus Aran affronta SA-X, una versione malvagia della cacciatrice originatasi dalle parti della sua tuta energia infettate dai parassiti X.
  • Nella trilogia di giochi della Nintendo Metroid Prime la protagonista Samus Aran combatte contro una sua versione malvagia chiamata Samus Oscura.
  • Nel primo episodio di Tomb Raider (e anche nel suo remake Tomb Raider: Anniversary) l'eroina Lara Croft ha a che fare con un doppelgänger senza pelle in grado di imitare i movimenti di Lara in perfetta sincronia nel capitolo finale dell'episodio. Per procedere è necessario ucciderlo ricorrendo all'astuzia. Ciò avviene anche nel videogioco Tomb Raider: Underworld, in cui una misteriosa entità prende le sembianze di Lara Croft, facendo esplodere il maniero di quest'ultima attraverso un detonatore.
  • Nel videogioco arcade Mutant Fighter c'è un doppelgänger tra i personaggi non utilizzabili. Si tratta dello scheletro di un ragazzino, dalle qualità sconosciute, in quanto si muta subito nel personaggio scelto dal giocatore.
  • Nel videogioco BloodRayne i doppelgänger Sigmund e Simon Kreiger sono due gemelli narcisisti.
  • Nel quarto livello di Prince of Persia, un videogioco "storico" di Jordan Mechner creato nel 1989 dalla Brøderbund, l'immagine riflessa del protagonista scappa da uno specchio incantato; durante il resto del gioco questo doppelgänger si comporta come sua copia malvagia, ostacolando la missione del giocatore.
  • Nel videogioco per computer Guild Wars il giocatore deve sconfiggere i suoi doppelgänger.
  • Nella serie di videogiochi The Legend of Zelda il protagonista Link si è trovato più volte ad affrontare un suo doppelgänger, noto come Dark Link o Shadow Link.
  • Heather, protagonista di Silent Hill 3, combatte una sua versione oscura su una giostra al Lakeside Amusement Park.
  • Uno degli stili di combattimento di Dante in Devil May Cry 3 - Dante's Awakening è chiamato doppelgänger e permette di utilizzare l'ombra per un doppio attacco. Doppelgänger è anche il boss della missione numero diciassette e assomiglia a una versione oscura della forma demoniaca di Dante, tanto che usa attacchi e movimenti simili a quelli di Dante con la Rebellion e Beowulf. Nel contenuto scaricabile Vergil Downfall di DmC Devil May Cry la tecnica più potente di Vergil è nota appunto come doppelgänger, con cui riesce a creare una copia di sé stesso per duplicare la potenza di attacco.
  • Nel videogioco della Konami Castlevania: Lament of Innocence il protagonista, Leon Belmont, deve affrontare il suo doppio per poter proseguire il suo cammino all'interno del castello di Walter. Il doppelgänger in questione usa spesso attacchi con l'acqua santa e combo con la frusta alchemica. In un altro videogioco della serie, Castlevania: Symphony of the Night, Alucard deve affrontare nel corso del gioco due doppelgänger di sé stesso; il secondo è una versione potenziata del primo e nel gioco sono chiamati rispettivamente Doppelganger10 e Doppelganger40. Nel videogioco Castlevania: Dawn of Sorrow è invece presente un'abilità dal nome di Doppelgänger, acquisibile verso l'inizio del gioco. In una sequenza Soma Cruz deve inoltre assistere all'uccisione di un doppelgänger dalle sembianze di un suo compagno da parte di un'antagonista. Infine in Castlevania: Portrait of Ruin ci si trova ad affrontare un nemico dal nome di Doppelganger come boss di fine livello.
  • Nel videogioco Super Mario Sunshine Mario (il protagonista) deve affrontare Mario Ombra, una sua versione malvagia caratterizzata da un aspetto acquatico, mentre in alcuni livelli di Super Mario Galaxy Mario deve sfidare un suo doppelgänger in una corsa.
  • In Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty Ocelot diventa il doppelgänger di Liquid Snake, morto nel capitolo precedente, mentre in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain Venom Snake è il doppelgänger di Big Boss.
  • In .hack//G.U. in tutti e tre i volumi, Rebirth, Reminisce e Redemption, il protagonista può imbattersi nel proprio doppelgänger. Esso è sempre di otto livelli superiore a quello di Haseo, il protagonista, lo si può incontrare solo nei territori di tipo "Field" e dopo aver atteso cinque minuti senza toccare il joypad, oppure impostando "Moonlight" come terza parola. Dopo ciò lo si può vedere aggirarsi nei pressi delle piattaforme di warp blu, mentre una freccia rossa ne segnalerà la posizione rispetto a Haseo.[10]
  • Nel MMORPG Ragnarok Online è presente un MVP chiamato doppelgänger, dalle sembianze di uno spadaccino.
  • Nel primo God of War, durante la battaglia finale contro Ares, Kratos deve proteggere sua moglie e sua figlia da centinaia di suoi doppelgänger armati non solo delle spade del Caos, ma anche della spada di Artemide e dell'ira di Zeus. Questi nemici, fisicamente identici a Kratos, hanno però delle movenze (se si escludono gli attacchi) simili a quelle di uno zombie.
  • Un doppelgänger è presente in Soul Calibur 3: affrontando la modalità storie di anime e spade con Zasalamel, al livello della torre orologio incontrerete e vi batterete con il suo doppelgänger. Inoltre lo stesso doppelgänger si sarebbe poi trasformato in Abyss (utilizzando qualunque altro personaggio, gli eventi sopra scritti sarebbero tutti eseguiti da Zasalamel).
  • In Simon the Sorcerer 4 Simon si trova a dover riparare ad alcuni problemi che si creano per colpa di un clone.
  • Nel videogioco Genji: Dawn of the Samurai i protagonisti devono sconfiggere i propri doppi per terminare un allenamento speciale.
  • Nel videogioco The Last Story uno dei boss è chiamato Doppelganger e si trasforma in copie spettrali dei protagonisti.
  • Doppelgänger è anche un personaggio della Marvel, il quale assume l'aspetto maligno selvaggia dell'Uomo Ragno, caratterizzato per le sei braccia del personaggio, ricopiandone inoltre i poteri.
  • Nel videogioco Max Payne verso la fine del prologo della parte tre si ritrova a combattere contro il suo doppelgänger per l'assassinio della moglie. In questo caso Max accusa sé stesso.
  • Nel videogioco Alan Wake il protagonista rimane intrappolato in un mondo oscuro, mentre il suo doppelgänger sarebbe uscito nella vita reale.
  • In Super Street Fighter IV è possibile utilizzare il personaggio Evil Ryu, controparte malvagia del combattente Ryu.
  • In Borderlands:The Pre-sequel è possibile utilizzare il personaggio Jack the Doppelgänger, copia di Jack il Bello.
  • In Kingdom Hearts Birth by Sleep è presente un personaggio chiamato Vanitas che si rivela poi essere l'incarnazione del lato oscuro del cuore di Ventus.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

  • Doppleganger è il titolo di una canzone dei Ginkgo Dawn Shock, gruppo emergente molfettese
  • Doppelgänger è il titolo di un celebre Lied di Franz Schubert su testo di Heinrich Heine
  • Doppelgänger è il titolo di un album del 1983 di Daniel Amos e vi è presente anche una canzone intitolata The Double, che tratta il tema del doppelgänger
  • Doppelgänger è il titolo dell'album di esordio del gruppo The Fall of Troy
  • Doppelgänger è il nome dell'album di debutto del gruppo inglese Curve, composta da Toni Halliday e Dean Garcia
  • Doppelgänger è il titolo di una canzone del cantautore statunitense Dory Previn che tratta della paranoia e della barbarie latente nell'umanità
  • Doppelganger è il titolo di una canzone della cantautrice asiatica americana Cynthia Lin, con una visione più allegra del fenomeno del "gemello malvagio"
  • Doppelgänger è una canzone della cantante giapponese Ringo Shiina
  • Doppelgänger è il titolo di una canzone del gruppo inglese These New Puritans
  • Il brano Till Death Do Us Part dei Belladonna parla di una lotta interiore tra una donna e la sua doppelgänger, quasi una guerra tutta interna a essa stessa, una guerra che nessuna delle due parti può vincere finché sono in vita
  • Doppelgänger è il titolo di una canzone del gruppo danese Efterklang tratta dall'album del 2004 Tripper
  • Doppelgänger è il titolo di una canzone del gruppo giapponese ONE OK ROCK tratta da Kanjou Effect
  • Doppelgänger è il titolo di una canzone del gruppo statunitense The Antlers tratta dall'album Familiars del 2014
  • Doppelgänger è il titolo del primo album solista del rapper MadMan

Giochi di ruolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel gioco di ruolo fantasy Dungeons & Dragons è presente un mostro doppelgänger che è in grado di assumere l'aspetto di qualsiasi persona
  • Nel gioco di carte Magic: l'Adunanza (Magic: The Gathering) sono presenti quattro carte che si richiamano al doppelgänger; esse sono: Vesuvan Doppelgänger, Shifty Doppelgänger, Dimir Doppelgänger e Renegade Doppelgänger.
  • Nel gioco di ruolo Munchkin è presente la carta Doppelgänger, che permette di sdoppiare il personaggio assieme a tutti i suoi bonus durante un combattimento.
  • Nel gioco di ruolo Ragnarok è presente un MVP col nome appunto Doppelgänger, che è il ritratto di un tipo di classe selezionabile dai giocatori.

Nella commercializzazione digitale[modifica | modifica wikitesto]

Viene definita Dopplegänger brand image (o D.B.I.) la rappresentazione negativa di un marchio commerciale effettuata sotto forma di testo critico e/o immagini caricaturali. Essa viene creata e diffusa dagli utenti del web attraverso i social media e rappresenta una critica pubblica all'autenticità e genuinità del messaggio promozionale che sostiene un prodotto.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Deutsches Wörterbuch von Jacob Grimm und Wilhelm Grimm, voce Doppelgänger: «jemand von dem man wähnt er könne sich zu gleicher zeit an zwei verschiedenen orten zeigen» («chi si crede possa mostrarsi contemporaneamente in due luoghi distinti»).
  2. ^ In tedesco, come ogni sostantivo, Doppelgänger è scritto con l'iniziale maiuscola. Per comodità o per anglicizzazione spesso è scritto in minuscolo e senza l'umlaut sulla lettera "a": doppelganger. La umlaut può all'occorrenza essere sostituita da una "e" dopo la lettera "a": doppelgaenger.
  3. ^ Funari, La chimera e il buon compagno, storie e rappresentazioni del doppio, Milano, Raffaello Cortina Editore, 1998.
  4. ^ a b True Stories of Doppelgangers, paranormal.about.com. URL consultato il 29 giugno 2014.
  5. ^ Neurotic Poets - Percy Bysshe Shelley
  6. ^ The light continent
  7. ^ Nell'edizione del febbraio 2006 del Fortean Times (pp. 50-53) fa una riflessione su UFO, fate e sui loro legami con la moderna fantascienza.
  8. ^ Craven Road 7, Dylan Dog, Albo Gigante n. 2, 1994 - L'inquilino del terzo piano, cravenroad7.it. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  9. ^ Craven Road 7, Wikidyd, l'enciclopedia dylaniata, Dylan Dog, Albo Gigante n. 2, 1994 - L'inquilino del terzo piano, cravenroad7.it. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  10. ^ Doppelganger - .hack//Wiki - LINK, G.U., SIGN, .hack games, and more
  11. ^ How Doppelgänger Brand Images Influence the Market Creation Process: Longitudinal Insights from the Rise of Botox Cosmetic by Markus Giesler - Journal of Marketing

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Greene, The Magic of Shapeshifting. York Beach, ME: Weiser, 2000, ISBN 1578631718.
  • C. Sandburg, Abraham Lincoln: The Prairie Years and The War Years. Harvest Books, 2002, ISBN 0156027526.
  • Craig J. Thompson, Aric Rindfleisch e Zeynep Arsel, Emotional Branding and the Strategic Value of the Doppelganger Brand Image, Journal of Marketing, 70, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]