Homunculus (alchimia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un alchimista durante la creazione di un Omuncolo

L'homunculus od omuncolo è una leggendaria forma di vita creata attraverso l'alchimia.

Secondo il celebre medico e alchimista Philippus Theophrastus Von Hohenheim, detto Paracelso, per creare un Homunculus bisogna sigillare ermeticamente il seme umano in una provetta di vetro e magnetizzarlo, quindi lasciarlo imputridire tra il letame di cavallo per quaranta giorni finché non diventa visibilmente vivo e mobile; a questo punto si inizia a nutrire la creatura appena nata con "l'arcano del sangue umano" continuando a mantenerla tra i calori e i fumi dello sterco di cavallo.[1][2]

Paracelso affermò di non aver mai eseguito il procedimento perché sarebbe stata una sfida al potere di Dio. Riteneva però che diversi alchimisti lo avessero fatto (i nani, infatti, altro non sarebbero che i discendenti di qualche homunculus).[1]

Interpretazione di uno spermatozoo come omuncolo

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli homunculi sono fra i personaggi principali del manga e delle serie anime Fullmetal Alchemist. La loro origine è molto diversa fra il fumetto/seconda serie animata e la prima serie animata, ma in entrambi i casi sono comandati da qualcuno, nemici dei protagonisti e dotati di poteri speciali. Nel fumetto e nella seconda serie anime il loro creatore (il "Padre") è l'evoluzione di un homunculus a sua volta creato col sangue di Van Hohenheim (il cui nome è un riferimento a Paracelso, pseudonimo di Philippus von Hohenheim), ed unito poi con una pietra filosofale.
  • Hideo Yamamoto, fumettista giapponese, è il creatore di una serie chiamata Homunculus, basata su temi psicologici.
  • Omuncolo, essere umano di dimesioni ridotte perfettamente proporzionato (Leonard Hofstader).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gian Luca Margheriti, Paracelso. Alchimia e creazione della vita; l'homunculus visse davvero?, in "I personaggi più misteriosi della storia", Newton Compton 2014
  2. ^ Aarathi Prasad, Storia naturale del concepimento, Bollati Boringhieri 2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia