Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

John Major

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il filosofo, vedi John Mair.
John Major
John Major 2014.jpg

Primo ministro del Regno Unito
Durata mandato 28 novembre 1990 –
2 maggio 1997
Monarca Elisabetta II
Predecessore Margaret Thatcher
Successore Tony Blair

Presidente del Consiglio europeo
Durata mandato 1º luglio 1992 –
31 dicembre 1992
Predecessore Aníbal Cavaco Silva
Successore Poul Schlüter

Cancelliere dello Scacchiere
Durata mandato 26 ottobre 1989 –
28 novembre 1990
Capo del governo Margaret Thatcher
Predecessore Nigel Lawson
Successore Norman Lamont

Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth
Durata mandato 24 luglio 1989 –
26 ottobre 1989
Capo del governo Margaret Thatcher
Predecessore Geoffrey Howe
Successore Douglas Hurd

Leader del Partito Conservatore
Durata mandato 28 novembre 1990 –
19 giugno 1997
Predecessore Margaret Thatcher
Successore William Hague

Parlamentare del Regno Unito
Durata mandato 3 maggio 1979 –
7 giugno 2001
Predecessore David Renton
Successore Jonathan Djanogly
Collegio Huntingdon

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Suffisso onorifico KG CH
Partito politico Partito Conservatore
Università St John's College, Oxford

Sir John Roy Major (Londra, 29 marzo 1943) è un politico britannico.

Membro del Partito Conservatore, è stato Primo ministro del Regno Unito dal 28 novembre 1990 al 2 maggio 1997. È stato inoltre ministro nei precedenti governi conservatori guidati da Margaret Thatcher nel ruolo di Segretario Capo del Tesoro, Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth e Cancelliere dello Scacchiere.

Quando la Thatcher comprese che la sua eventuale rielezione alla guida dei tories avrebbe provocato una grave lacerazione nel partito, decise di proporre Major per la leadership. Il 22 novembre 1990 la Thatcher si dimise da entrambi gli incarichi e Major le subentrò dopo aver vinto le elezioni per la guida del Partito Conservatore, sbaragliando Michael Heseltine, che aveva dato filo da torcere alla Lady di ferro. Major vinse con ampio margine le elezioni generali del 1992 e mantenne la carica di Primo ministro per cinque anni. Alle elezioni generali del 1997 fu battuto da Tony Blair. Dopo le elezioni generali del 2001 si ritirò dalla Camera dei Comuni, rivestendo il ruolo di capo della divisione europea del gruppo di Private Equity Carlyle fino al 2004.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Sir John Major
Coat of Arms of John Major.svg

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dei Compagni d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dei Compagni d'Onore
«Per il suo lavoro nel processo di pace in Irlanda del Nord.»
— 31 dicembre 1998[1]
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 23 aprile 2005

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante (Giappone)
«In riconoscimento del suo contributo prezioso per il Giappone e il Regno Unito attraverso il suo lavoro in politica e nell'arena economica e alla promozione della comprensione reciproca»
— 8 maggio 2012[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Major leads honours list for peace, BBC News, 31 dicembre 1998. URL consultato il 13 marzo 2011.
  2. ^ Japanese Government honours The Rt. Hon Sir John Major, uk.emb-japan.go.jp. URL consultato il 4 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13108875 · ISNI (EN0000 0001 0777 4728 · LCCN (ENn91093020 · GND (DE119037157 · BNF (FRcb125681880 (data) · NLA (EN36009120