Elezioni europee del 1994

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni europee del 1994
Unione europea Unione europea
European Parliament election, 1994.png
Commissione europea Commissione Santer (1995 - 1999)
Commissione Marín (1999)
Precedenti 1989
Successive 1999

Le elezioni europee del 1994 si tennero nei 12 stati membri dell'Unione europea nel mese di giugno per eleggere la IV legislatura del Parlamento Europeo.

Queste elezioni videro l'unione del Partito Popolare Europeo con i Democratici Europei, oltre ad un incremento nel numero totale dei seggi (567 membri) e un abbassamento dell'affluenza alle urne, attestatasi al 57%.

Sistema di voto[modifica | modifica wikitesto]

Non vi fu un sistema di voto unico per tutti gli stati membri ma ognuno di essi adottò un proprio metodo, stabilito con legge nazionale.

Il Regno Unito utilizzò in Inghilterra, Galles e Scozia un sistema di voto uninominale a un turno (uninominale secco), formato da 78 circoscrizioni, mentre in Irlanda del Nord vennero assegnati 3 seggi con sistema proporzionale. Il Belgio, l'Irlanda e l'Italia usarono un sistema proporzionale con suddivisione del territorio in circoscrizioni. La Danimarca, la Francia, la Germania, la Grecia, il Lussemburgo, i Paesi Bassi, il Portogallo e la Spagna utilizzarono un sistema proporzionale unico nazionale.

Distribuzione dei seggi[modifica | modifica wikitesto]

Il numero dei seggi passò da 518 a 567 e la distribuzione rimase stabilita in base alla popolazione degli Stati membri:

Mappa della Comunità Europea al 1994.
Stato Seggi
Germania Germania 99
Francia Francia 87
Italia Italia 87
Regno Unito Regno Unito 87
Spagna Spagna 64
Paesi Bassi Paesi Bassi 31
Belgio Belgio 25
Grecia Grecia 25
Portogallo Portogallo 25
Danimarca Danimarca 16
Irlanda Irlanda 15
Lussemburgo Lussemburgo 6
Totale 567

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi Descrizione Presieduto da Seggi
  Partito del Socialismo Europeo (PSE) Socialdemocrazia Pauline Green 198
Partito Popolare Europeo (PPE) Conservatorismo e Cristianesimo Democratico Wilfried Martens 157
  Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori (ELDR) Liberali e Liberal Democratici Gijs De Vries 43
  Sinistra Unitaria Europea (GUE) Comunisti ed estrema sinistra Alonso José Puerta 28
  Forza Europa (FE) Conservatori e Cristiano-Democratici Giancarlo Ligabue 27
  Alleanza Democratica Europea (EDA) Conservatori nazionali Jean-Claude Pasty 26
  Verdi Europei - Alleanza Libera Europea (EGP-ALE) Verdi Alexander Langer
Claudia Roth
23
  Alleanza Radicale Europea (ERA) Liberali e Liberal Democratici Catherine Lalumière 19
  Europa delle Nazioni (EN) Euroscettici James Goldsmith 19
  Non Iscritti (Parlamento Europeo) (NI) Indipendenti nessuno 27
Totale 567

PE1994e.png

Ripartizione dei seggi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo politico
Nazione
PSE PPE-DE ELDR GUE-NGL FE RDE Verdi-ALE ARE EDN NI - Misto Totale
Belgio 3 (PS)
3 (SP-A)
4 (SVP)
3 (PSC)
3 (VLD)
3 (PRF-FDF)
1 (AGALEV)
1 (Ecolo)
1 (VU) 2 (VB)
1 (FN)
25
Danimarca 3 (SD) 3 (KF) 4 (Venstre)
1 (RV)
1 (SF) 2 (JuniB)
2 (FolkeB)
16
Francia 15 (PS) 13 (UDF)[1] 1 (UDF) 7 (PCF) 14 (RPR) 13 (MRG) 13 (MPF) 11 (FN) 87
Germania 40 (SPD) 39 (CDU)
8 (CSU)
12 (B'90/Grünen) 99
Grecia 10 (PASOK) 9 (ND) 2 (KKE)
2 (Synaspismós)
2 (PolAn) 25
Irlanda 1 (Labour) 4 (FG) 1 (Ind.) 7 (FF) 2 (GP) 15
Italia 16 (PDS)
2 (PSI)
8 (PPI)
3 (Patto)
1 (SVP)
6 (LN)
1 (PRI)
5 (PRC) 27 (FI) 3 (FdV)
1 (La Rete)
2 (LP) 11 (AN)
1 (PSDI)
87
Lussemburgo 2 (LSAP) 2 (CSV) 1 (DP) 1 (Verdi) 6
Paesi Bassi 8 (PvdA) 10 (CDA) 6 (VVD)
4 (D66)
1 (GL) 2 (RPF-GPF-SGP) 31
Portogallo 10 (PS) 1 (PSD)[2] 8 (PSD) 3 (PCP)[3] 3 (CDS-PP) 25
Regno Unito 62 (Labour)
1 (SDLP)
18 (Cons.)
1 (UUP)
2 (LD) 2 (SNP) 1 (DUP) 87
Spagna 22 (PSOE) 28 (PP)
1 (UDC)[4]
1 (PNV) [5]
2 (CDC) 9 (IU) 1 (CC) 64
Totale 198 157 43 28 27 26 23 19 19 27 567

I membri dei Democratici Europei si erano uniti al Partito Popolare Europeo, alcuni come membri associati, come il Partito Conservatore del Regno Unito, che non voleva sottoscrivere la posizione pro-federalismo del PPE. Nonostante l'unione, il PPE non riuscì ancora una volta a diventare il partito maggiore, posizione che detenne il Partito del Socialismo Europeo con 41 seggi di vantaggio sul PPE.

Nel 1994 si presentò Forza Italia, che formò un gruppo a sé stante e di breve durata, Forza Europa, che poi si unì all'Alleanza Democratica Europea nel 1995 per costituire il gruppo Unione per l'Europa.

Un ulteriore gruppo fu quello costituito da Europa delle Nazioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lista UDF-RPR: totale 28 seggi, di cui 14 conseguiti dall'UDF (13 PPE, 1 ELDR) e 14 dal RPR (RDE)
  2. ^ La lista ottiene 9 seggi, di cui 1 aderisce al PPE e 8 all'ELDR
  3. ^ Nella Coalizione Democratica Unitaria
  4. ^ Lista Convergenza e Unione: totale 3 seggi, di cui 1 Unione Democratica di Catalogna (PPE) e 2 Convergenza Democratica di Catalogna (ELDR)
  5. ^ Lista Coalizione Nazionalista: totale 2 seggi, di cui 1 al Partito Nazionalista Basco (PPE) e 1 alla Coalizione Canaria (Alleanza Radicale Europea)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]