Gruppi politici al Parlamento europeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i partiti del Parlamento Europeo, vedi Partito politico europeo.

I gruppi politici al Parlamento europeo sono i gruppi parlamentari, tra loro distinti per orientamento politico, cui aderiscono i deputati eletti nei singoli Paesi dell'Unione europea.

La normativa relativa ai gruppi politici è esposta nel capitolo 4 del Regolamento del Parlamento europeo (16ª edizione, luglio 2004), e precisamente:

  • articolo 29: Costituzione di gruppi politici
  • articolo 30: Attività e status giuridico dei gruppi politici
  • articolo 31: Deputati non iscritti
  • articolo 32: Ripartizione dei posti in Aula

Attualmente i gruppi politici sono sette più il gruppo dei non iscritti.

I presidenti dei gruppi, assieme al presidente del Parlamento, formano la conferenza dei presidenti.

Storia dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1979: delegati nominati dai Parlamenti nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi le comunità (CECA, CEE, CEA) avevano come organo che rappresentasse i popoli degli stati membri un'Assemblea Comune, detta poi Assemblea Parlamentare e dal 1962 Parlamento Europeo. Tutti questi organi erano però formati da delegati nominati dai Parlamenti nazionali.

Il regolamento interno della prima Assemblea non prevedeva i gruppi politici. Esso prescriveva di tener conto di un'equa rappresentanza degli Stati membri e delle tendenze politiche nella composizione della stessa Assemblea. Il regolamento interno previde la costituzione dei gruppi politici a partire dal giugno 1953. I gruppi creatisi furono istituzionalizzati il 16 giugno del 1953 prevedendo la procedura per la creazione dei gruppi: una dichiarazione che conteneva il nome del gruppo, l'elenco dei membri e le informazioni sulla struttura interna del gruppo; numero minimo per creare un gruppo era di nove membri. Nel 1958 il numero minimo fu alzato a diciassette. Fino al 1962 erano tre gruppi politici:

  • il Gruppo Democratico Cristiano;
  • il Gruppo dei Socialisti;
  • il Gruppo dei Liberali e Apparentati.

Dal 1962 al 1973 si formano altri tre gruppi:

  • il Gruppo dell'Unione Democratica Europea, formato dai Gollisti usciti dal Gruppo Liberale nel 1965. Dopo l'ampliamento della Comunità nel 1973, si aggiungono i repubblicani irlandesi, e il gruppo si trasforma in Gruppo dei Democratici Europei di Progresso;
  • il Gruppo Comunista e Apparentati, formato dai comunisti italiani e francesi.
  • il Gruppo Conservatore Europeo, nato con l'adesione del Regno Unito e della Danimarca.

Dal 1979: eletti direttamente dai corpi elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1979, dopo le prime elezioni europee il Parlamento Europeo è composto da parlamentari eletti direttamente dai corpi elettorali. Il Parlamento e i Gruppi così rappresentano in modo più democratico i popoli europei.

I gruppi sono andati aumentandosi, con la creazione di gruppi Ambientalisti, Regionalisti, Nazionalisti e anche Euroscettici.

Ora il numero minimo di deputati richiesto per costituire un gruppo politico è fissato in 25 deputati, provenienti da almeno un quarto degli stati membri (attualmente 7[1]). Coloro che non appartengono a nessun gruppo politico si collocano tra i non iscritti. Un deputato non può aderire a più gruppi politici.

Cronologia dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

I gruppi politici al parlamento europeo dal 1979 al 2009.

     Cristianodemocratici (CD, EPP (79-92), EPP (92-99), FE, EPP-ED)

     Liberalconservatori (C, ED, ECR)

     Socialisti, Socialdemocratici e Progressisti (S, SOC, PES, S&D)

     Comunisti, Socialisti Democratici e Ecosocialisti (COM, LU, EUL, EUL/NGL)

     Liberali e Centristi (L, LD, LDR, ERA, ELDR, ALDE)

     Conservatori Nazionali (UDE, EPD, EDA, UFE, UEN)

     Ambientalisti (G)

     Ambientalisti e Regionalisti (RBW (84-89), RBW (89-94), G/EFA)

     Eterogenei (CDI, TGI)

     Indipendenti (NI)

     Euroscettici (EN, I-EN, EDD, IND/DEM, EFD)

     Nazionalisti estremi (ER, DR, ITS)

Gruppo Dal Al
Cristiano-democratici
Gruppo Democratico Cristiano 23/6/1953 14/3/1978
Gruppo Democratico Cristiano (Gruppo del Partito Popolare Europeo) 14/3/1978 17/7/1979
Gruppo del Partito Popolare Europeo 17/7/1979 20/7/1999
Partito Popolare Europeo - Democratici Europei 20/7/1999 22/6/2009
Gruppo del Partito Popolare Europeo 22/6/2009 -
Socialdemocratici
Gruppo dei Socialisti 23/6/1953 1958
Gruppo Socialista 1958 21/4/1993
Gruppo del Partito dei Socialisti Europei 21/4/1993 20/7/2004
Gruppo Socialista 20/7/2004 23/6/2009
Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici 23/6/2009 -
Liberal-democratici
Gruppo dei Liberali e Apparentati 23/6/1953 1976
Gruppo Liberale e Democratico 1976 13/12/1985
Gruppo Liberale, Democratico e Riformatore 13/12/1985 19/7/1994
Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori 19/7/1994 20/7/2004
Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa 20/7/2004 2/7/2019
Renew Europe 2/7/2019
Ecologisti, Regionalisti
Gruppo Verde 25/7/1989 20/7/1999
I Verdi/Alleanza Libera Europea 20/7/1999 -
Nazionalisti
Europa delle Nazioni e delle Libertà 16/6/2015 1/7/2019
Identità e Democrazia 1/7/2019 -
Conservatori nazionali
Unione per l'Europa delle Nazioni 20/7/1999 1/7/2009
Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei 22/6/2009 -
Comunisti, Socialisti, Ecosocialisti
Gruppo Comunista 16/10/1973 25/7/1989
Sinistra Unitaria Europea 25/7/1989 19/7/1994
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica 19/7/1994 -
Euroscettici
Europa delle Nazioni 19/7/1994 10/11/1996
Indipendenti per l'Europa delle Nazioni 20/12/1996 20/7/1999
Europa delle Democrazie e delle Diversità 20/7/1999 20/7/2004
Indipendenza e Democrazia 20/7/2004 1/7/2009
Europa della Libertà e della Democrazia 1/7/2009 24/6/2014
Europa della Libertà e della Democrazia Diretta 24/6/2014 (1°), 20/10/2014 (2°) 16/10/2014 (1°), 2/7/2019 (2°)
Estrema destra
Gruppo delle Destre Europee 24/7/1984 24/7/1989
Gruppo Tecnico delle Destre Europee 25/7/1989 18/7/1994
Identità, Tradizione, Sovranità 15/1/2007 14/11/2007
Indipendenti
Gruppo di coordinamento tecnico e di difesa dei gruppi e dei deputati indipendenti 17/7/1979 24/7/1984
Gruppo tecnico dei deputati indipendenti lug. 1999 / dic. 1999 sett. 1999 / ott. 2001
Radicali, Ecologisti
Gruppo Arcobaleno 24/7/1984 19/7/1994
Alleanza Radicale Europea 19/7/1994 20/7/1999
Gollisti e liberali
Unione Democratica Europea 21/1/1965 16/1/1973
Democratici Europei del Progresso 16/1/1973 21/7/1984
Alleanza Democratica Europea 24/7/1984 6/7/1995
Unione per l'Europa 6/7/1995 20/7/1999
Liberal-conservatori
Gruppo Conservatore Europeo 16/1/1973 17/7/1979
Democratici Europei 17/7/1979 1/5/1992

Gruppi e ideologie[modifica | modifica wikitesto]

Cristianodemocratici e Liberalconservatori[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono il centro-destra europeo.
Dal Gruppo Democratico Cristiano, con la creazione del Partito Popolare Europeo, nasce il Gruppo del Partito Popolare Europeo e dal Gruppo Conservatore Europeo nasce il Gruppo Democratico Europeo. Il primo gruppo, originariamente e storicamente cristianodemocratico, comincia ad accettare le adesioni anche di partiti conservatori con la fine degli anni '80 e nel 1992 il gruppo conservatore aderisce in blocco al primo, creando un sottogruppo: i Democratici Europei. Dal 1999 al 2009 il gruppo popolare diventa così il Gruppo del Partito Popolare Europeo - Democratici Europei. Nel 1994 nasce un nuovo gruppo di centro-destra, il Gruppo Forza Europa, formato dai parlamentari di Forza Italia; nel 1995 tale gruppo si unisce al Gruppo dell'Alleanza Democratica Europea per formare il Gruppo dell'Unione per l'Europa, ma nel 1998 Forza Italia entra nel PPE. Nel 1999 anche i Gollisti entrano nel PPE.
Nel 2009 il gruppo popolare perde i conservatori inglesi e cechi, che formano il Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei.

Gruppo Democratico Cristiano 23/6/1953 14/3/1978
Gruppo Democratico Cristiano (Gruppo del Partito Popolare Europeo) 14/3/1978 17/7/1979
Gruppo Conservatore Europeo 16/1/1973 17/7/1979
Gruppo Democratico Europeo 17/7/1979 1/5/1992
Gruppo del partito popolare europeo (Gruppo democratico cristiano) 17/7/1979 20/7/1999
Forza Europa 19/7/1994 6/7/1995
Gruppo del Partito popolare europeo (Democratici-cristiani) e dei Democratici europei 20/7/1999 22/6/2009
Gruppo del Partito popolare europeo (Democratico Cristiano) 22/6/2009 -
Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei 24/6/2009 -

Socialdemocratici e Progressisti[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono il centro-sinistra europeo.
Il Gruppo dei Socialisti, poi detto Gruppo Socialista, nato nel 1953, continua ad esistere anche nel Parlamento Europeo. Intanto i partiti nazionali che formano il gruppo costituiscono la Confederazione dei Partiti Socialisti della Comunità Europea, che poi nel 1992 sarà il Partito del Socialismo Europeo. Il Gruppo dal 1993 diventa Gruppo del Partito dei Socialisti Europei, che nel 2004 cambia nome in Gruppo Socialista al Parlamento Europeo. Nel 2009 i Socialisti, per far aderire l'italiano Partito Democratico italiano, il Partito Socialdemocratico Armonia lettone; il Partito Democratico cipriota, creano il Gruppo dell'Alleanza Progressista dei Socialisti & dei Democratici al Parlamento Europeo.

Gruppo dei Socialisti 23/6/1953 1958
Gruppo Socialista 1958 21/4/1993
Gruppo del Partito del Socialismo Europeo 21/4/1993 23/6/2009
Gruppo dell'Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici al Parlamento europeo 23/6/2009 -

Liberali e Centristi[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono il centro per il Parlamento europeo.
È un gruppo eterogeneo, comprendendo partiti che fanno riferimento al liberalismo classico, al liberalismo sociale e anche al radicalismo, sia partiti di sinistra e di destra. Il Gruppo dei Liberali e Alleati diventa nel 1976 Gruppo Liberale e Democratico, e poi nel 1985 Gruppo Liberale e Democratico Riformista. Con la nascita del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori diventa nel 1994 Gruppo del Partito dei Liberali Democratici e Riformatori Europei. Questo nel 2004 si allea col Partito Democratico Europeo e forma il Gruppo dell'Alleanza dei Liberali e Democratici per l'Europa, cambiato poi il 1º luglio 2019 in Rigenerare l'Europa con l'ingresso di La République En Marche. Tra il 1994 e il 1999 i Radicali Italiani e francesi hanno dato vita al Gruppo dell'Alleanza Radicale Europea, poi confluito nell'ELDR.

Gruppo dei Liberali e Apparentati 23/6/1953 1976
Gruppo Liberale e Democratico 1976 12/12/1985
Gruppo Liberale, Democratico e Riformatore 13/12/1985 19/7/1994
Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori 19/7/1994 20/7/2004
Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa 20/7/2004 1/7/2019
Renew Europe 1/7/2019 -

Ambientalisti e Regionalisti[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono un raggruppamento eterogeneo, ambientalisti e movimenti delle nazioni senza stato, che si collocano nel centro-sinistra progressista.
Gli ambientalisti entrano per la prima volta in Parlamento nel 1984 e costituiscono il Gruppo Arcobaleno insieme a movimenti di ispirazione regionalista. Nel 1989 gli ambientalisti lasciano il Gruppo Arcobaleno e ne fondano uno proprio: nasce il Gruppo Verde. Nel 1994 il gruppo Arcobaleno muta in Alleanza Radicale Europea; quest'ultima, a sua volta, cessa di esistere nel 1999. Nel 1999 l'Alleanza Radicale Europea si ricongiunge ai Verdi: nasce il gruppo dei Verdi Europei - Alleanza Libera Europea.

Gruppo Arcobaleno: Federazione delle Reti Verdi Alternative Europee, Agalev-Ecolo, il Movimento Popolare Danese contro la Comunità Europea, Alleanza Libera Europea, al Parlamento europeo 24/7/1984 25/7/1989
Gruppo Arcobaleno nel Parlamento europeo 25/7/1989 19/7/1994
Il Gruppo Verde al Parlamento europeo 25/7/1989 19/7/1999
Gruppo Parlamentare dei Verdi - Alleanza Libera Europea al Parlamento europeo 10/7/1999 -

NazionalConservatori[modifica | modifica wikitesto]

Costituivano la destra gollista, conservatrice e nazionale.
Nel 1965 i gollisti francesi si distaccano dal Gruppo Liberale e formano il Gruppo dell'Unione Democratica Europea. Nel 1973, con l'arrivo dei repubblicani irlandesi, il gruppo diventa Gruppo dei Democratici Europei Progressisti e poi ancora Gruppo dell'Alleanza Democratica Europea. Questo, insieme al Gruppo Forza Europa, dà vita al Gruppo Unione per l'Europa. Mentre nel 1998 Forza Italia e nel 1999 il Raggruppamento per la Repubblica passano al PPE, il Fianna Fàil con Alleanza Nazionale fonda il Gruppo dell'Unione per l'Europa delle Nazioni, espressione del partito europeo Alleanza per l'Europa delle Nazioni. Il gruppo si scioglierà nel 2009, poiché tutti suoi partiti più rappresentativi hanno cambiato gruppo: il Fianna Fàil nell'ALDE, AN nel PPE (come PdL), la Lega Nord nel gruppo EFD ed il polacco Diritto e Giustizia nel gruppo ECR.

Gruppo dell'Unione Democratica Europea 21/1/1965 16/1/1973
Gruppo dei Democratici Progressisti Europei 16/1/1973 21/7/1984
Gruppo dell'Alleanza Democratica Europea 24/7/1984 6/7/1995
Gruppo Unione per l'Europa 6/7/1995 20/7/1999
Gruppo Unione per l'Europa delle Nazioni 20/7/1999 1/7/2009

Comunisti, Socialisti Democratici e Ecosocialisti[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono l'estrema sinistra al Parlamento Europeo.
Nel 1973 nasce il Gruppo Comunista e Apparentati. Nel 1989 il gruppo si scinde in: Gruppo della Coalizione delle Sinistre e il Gruppo della Sinistra Unitaria Europea. Questo si sciolse nel 1993 quando il Partito Comunista Italiano diventò Partito Democratico della Sinistra e passò al Gruppo Socialista. Dal 1994 il gruppo della sinistra diventa Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea e nel 1995 Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica.

Gruppo Comunista e Apparentati 16/10/1973 25/7/1989
Sinistra Unitaria Europea 25/7/1989 1993
Coalizione delle Sinistre 25/7/1989 19/7/1994
Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea 19/7/1994 6/1/1995
Gruppo Confederale della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica 6/1/1995 -

Euroscettici[modifica | modifica wikitesto]

Raggruppano coloro che sono contrari alle politiche dell'Unione europea, all'allargamento della giurisdizione comunitaria negli affari nazionali e all'introduzione dell'euro come moneta unica.
Il primo gruppo euroscettico nasce nel 1994 è il Gruppo Europa delle Nazioni, fino al 1996. Suo successore è il Gruppo degli Indipendenti per un'Europa delle Nazioni, fino al 1999. Il gruppo si riorganizza nel 1999 e chiamato Gruppo Europa delle Democrazie e delle Diversità. Nel 2004 diventa Gruppo Indipendenza/Democrazia, espressione dei partiti Alleanza dei Democratici Indipendenti in Europa e EUDemocrats. Nel 2009 gli euroscettici si riorganizzano nel Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia.

Gruppo Europa delle Nazioni (Gruppo di coordinamento) 19/7/1994 10/11/1996
Gruppo degli Indipendenti per un'Europa delle Nazioni 20/12/1996 20/7/1999
Gruppo per un'Europa delle Democrazie e delle Diversità 20/7/1999 20/7/2004
Gruppo Indipendenza/Democrazia 20/7/2004 1/7/2009
Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia 1/7/2009 24/6/2014
Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia Diretta 24/6/2014 (1°), 20/10/2014 (2°) 16/10/2014 (1°), 2/7/2019 (2°)

Nazionalisti estremi[modifica | modifica wikitesto]

Costituiscono l'estrema destra al Parlamento europeo.
Nel 1984 il partito francese Fronte Nazionale e il Movimento Sociale Italiano fondano il Gruppo delle Destre Europee. Nel 1989 i nazionalisti francesi, tedeschi e belgi fondano il Gruppo Tecnico della Destra Europea, fino al 1994. Nel 2007 i nazionalisti francesi, italiani, romeni, bulgari e belgi riescono a creare il Gruppo Identità, Tradizione, Sovranità, che si scioglierà tuttavia alla fine dello stesso anno.

Gruppo delle Destre Europee 24/7/1984 24/7/1989
Gruppo Tecnico delle Destre Europee 25/7/1989 18/7/1994
Gruppo Identità, Tradizione, Sovranità 15/1/2007 14/11/2007
Europa delle Nazioni e delle Libertà 16/6/2015 1/7/2019
Identità e Democrazia 1/7/2019 -

Non iscritti[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi nelle legislature del Parlamento europeo[modifica | modifica wikitesto]

I legislatura (1979-1984)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Ideologia Europarlamentari
Gruppo Socialista (SOC) Socialismo 112
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) (PPE) Cristianesimo democratico 108
Democratici Europei (DE) Conservatorismo 63
Gruppo Comunista e Apparentati (COM) Comunismo 44
Gruppo Liberale e Democratico (LD) Liberalismo 40
Democratici Europei del Progresso (DPE) Conservatorismo nazionale 22
Gruppo di coordinamento tecnico e di difesa dei gruppi e dei deputati indipendenti (CDI) Vari 11
Non iscritti Indipendenti 10

II legislatura (1984-1989)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Ideologia Europarlamentari
Gruppo Socialista (SOC) Socialismo 130
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) Cristianesimo democratico 110
Democratici Europei Conservatorismo 50
Gruppo Comunista e Apparentati Comunismo 41
Gruppo Liberale e Democratico (LD)
Poi Gruppo Liberale, Democratico e Riformatore (LDR)
Liberalismo 31
Alleanza Democratica Europea Conservatorismo nazionale 29
Gruppo Arcobaleno Ambientalismo e Regionalismo 20
Gruppo delle Destre Europee Estrema destra 16
Non iscritti Indipendenti 7

III legislatura (1989-1994)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Ideologia Europarlamentari
Gruppo Socialista (SOC) Socialismo 180
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) (PPE) Cristianesimo democratico e Conservatorismo 121
Gruppo Liberale, Democratico e Riformatore (LDR) Liberalismo 49
Democratici Europei (DE) Conservatorismo 34
Gruppo Verde (GV) Ambientalismo 30
Sinistra Unitaria Europea (GUE) Sinistra 28
Alleanza Democratica Europea (ADE) Conservatorismo nazionale 20
Gruppo Tecnico delle Destre Europee (GDE) Estrema destra 17
Coalizione delle Sinistre (CG) Comunismo 14
Gruppo Arcobaleno (ARC) Regionalismo 13
Non iscritti Indipendenti 12

IV legislatura (1994-1999)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito del Socialismo Europeo Partito del Socialismo Europeo Socialismo e Socialdemocrazia 198
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani e Democratici Europei) Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo 156
Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori (ELDR) Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori Liberalismo 44
Sinistra Unitaria Europea (GUE) (fino al 1995) - Comunismo e Socialismo democratico 28
Forza Europa (FE) (fino al 1995) - Cristianesimo democratico e Conservatorismo 27
Alleanza Democratica Europea (ADE) (fino al 1995) - Conservatorismo nazionale 26
Gruppo Verde (GV) Federazione Europea dei Partiti Verdi Ambientalismo 23
Alleanza Radicale Europea (ARE) - Liberalismo e Regionalismo 19
Europa delle Nazioni (EN) - Regionalismo e Euroscetticismo 19
Non iscritti (NI) - Indipendenti 27
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) (dal 1995) - Comunismo, Socialismo democratico ed Ecosocialismo -
Unione per l'Europa (UPE) (dal 1995) - Conservatorismo -

V legislatura (1999-2004)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) e dei Democratici Europei (PPE-DE) Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo 232
Gruppo del Partito del Socialismo Europeo (PSE) Partito del Socialismo Europeo Socialismo 180
Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori (ELDR) Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori Liberalismo 50
I Verdi/Alleanza Libera Europea (V/ALE) Federazione Europea dei Partiti Verdi
Alleanza Libera Europea
Ambientalismo e Regionalismo 48
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) nessuno Eurocomunismo, Ecosocialismo e Socialismo democratico 42
Unione per l'Europa delle Nazioni (UEN) Alleanza per l'Europa delle Nazioni Conservatorismo nazionale 31
Gruppo tecnico dei deputati indipendenti (GTI) (fino al 2001) nessuno Indipendenti 18
Europa delle Democrazie e delle Diversità (EDD) nessuno Regionalismo e Conservatorismo nazionale 16
Non iscritti (NI) nessuno Indipendenti 9

VI Legislatura (2004-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Nella VI Legislatura il PPE-DE si confermò primo gruppo e secondo il gruppo del PSE.

Terzo il nuovo gruppo nato dall'unione tra i liberali e democratici, l'Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l'Europa. Si confermarono gli ambientalisti e regionalisti del gruppo Verdi-Alleanza Libera Europea, i conservatori nazionali de Unione dell'Europa delle Nazioni e i comunisti del GUE-NGL.

Si formano anche: il gruppo Indipendenza/Democrazia, che raccoglieva vari partiti euroscettici e indipendentisti; e nel 2007 si formò il gruppo Identità Tradizione Sovranità, che raccoglieva i nazionalisti e i partiti dell'ultra-destra, che però nacque all'inizio del 2007 e si sciolse alla fine dello stesso anno.

In questa Legislatura parteciparono anche i partiti degli stati che hanno aderito all'Unione nel 2004 e fu deciso che dalla prossima un gruppo per potersi formare dovesse avere come minimo 25 parlamentari che rappresentino almeno 7 stati.

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) e dei Democratici Europei (PPE) Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo 268
Gruppo del Partito del Socialismo Europeo (PSE) Partito del Socialismo Europeo Socialdemocrazia 200
Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori
Partito Democratico Europeo
Liberalismo e Centrismo 88
I Verdi/Alleanza Libera Europea (V/ALE) Partito Verde Europeo
Alleanza Libera Europea
Ambientalismo e Regionalismo 42
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) Partito della Sinistra Europea
Alleanza della Sinistra Verde Nordica
Eurocomunismo, Ecosocialismo e Socialismo democratico 41
Indipendenza e Democrazia (IND/DEM) Alleanza dei Democratici Indipendenti in Europa
EUDemocrats
Regionalismo e Conservatorismo nazionale 37
Unione per l'Europa delle Nazioni (UEN) Alleanza per l'Europa delle Nazioni Conservatorismo nazionale 27
Non iscritti (NI) nessuno Indipendenti 29
Identità, Tradizione, Sovranità (ITS) (2007) Euronat Estrema destra -

VII Legislatura (2009-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Con la fuoriuscita dei Conservatori britannici dal gruppo PPE, il 30 maggio 2009, è stata annunciata la creazione del Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei, composto dagli stessi britannici, dai polacchi del PiS (Diritto e Giustizia) e dai cechi dell'ODS. Il 22 giugno questo gruppo cambia leggermente nome e dichiara 55 deputati provenienti da 8 Stati diversi (4º o 5º gruppo al Parlamento europeo[2]). L'Unione delle Forze Democratiche (Bulgaria), che fa sempre parte del PPE, non sembra più avere intenzioni di lasciare questo partito per gli antifederalisti, come era stato detto nel 2007. In conseguenza, il gruppo del Partito popolare europeo (Democratici-cristiani) e dei Democratici europei (PPE/DE) ritorna al suo nome originario di PPE (1979).

L'11 giugno, il segretario del PD Dario Franceschini ha annunciato che è stato trovato un accordo tra il PD ed il PSE per la nascita dell'Alleanza dei Socialisti e Democratici per l'Europa, con il compito di raccogliere in un solo gruppo riformisti sia di estrazione socialista, che di estrazione democratica[3]. Il 23 giugno, questo gruppo si chiama Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (APSD): comprende tutti i partiti membri del PSE e il PD italiano.

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) (PPE) Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo liberale 265
Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (S&D) Partito del Socialismo Europeo Socialdemocrazia e Progressismo 184
Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori
Partito Democratico Europeo
Liberalismo e Centrismo 84
I Verdi/Alleanza Libera Europea (V/ALE) Partito Verde Europeo
Alleanza Libera Europea
Ambientalismo e Regionalismo 55
Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei (ECR) Alleanza dei Conservatori e dei Riformisti Europei
Movimento Politico Cristiano d'Europa
Conservatorismo ed Anti-Federalismo 55
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) Partito della Sinistra Europea
Alleanza della Sinistra Verde Nordica
Eurocomunismo, Ecosocialismo e Socialismo democratico 35
Europa della Libertà e della Democrazia (EFD) Movimento per un'Europa della Libertà e della Democrazia
Libertas
Alleanza Europea per la Libertà
Conservatorismo nazionale e Regionalismo 32
Non iscritti (NI) nessuno Indipendenti 26

VIII Legislatura (2014-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 maggio 2015 Raffaele Fitto, dopo la rottura con Forza Italia, annuncia la sua adesione al gruppo dei Conservatori e riformisti europei. Fino ad allora l'Italia non aveva rappresentanza in tale gruppo.

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici Cristiani) (PPE) Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo liberale 221
Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (S&D) Partito Socialista Europeo Socialdemocrazia e Progressismo 191
Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei (ECR) Alleanza dei Conservatori e dei Riformisti Europei
Movimento Politico Cristiano d'Europa
Conservatorismo ed Anti-Federalismo 70
Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) Partito dell'Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l'Europa
Partito Democratico Europeo
Liberalismo e Centrismo 67
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) Partito della Sinistra Europea
Alleanza della Sinistra Verde Nordica
Eurocomunismo, Ecosocialismo e Socialismo democratico 52
I Verdi/Alleanza Libera Europea (V/ALE) Partito Verde Europeo
Alleanza Libera Europea
Ambientalismo e Regionalismo 50
Europa della Libertà e della Democrazia Diretta (EFDD) Alleanza per la Democrazia Diretta in Europa Conservatorismo nazionale e Euroscetticismo 48
Non iscritti (NI) nessuno Indipendenti 52
Europa delle Nazioni e della Libertà (ENF) (dal 2015) Movimento per un'Europa delle Nazioni e della Libertà
Alleanza Europea per la Libertà
Nazionalismo estremo, Euroscetticismo, Conservatorismo nazionale ed Alter-globalizzazione -

IX Legislatura (2019-)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Partito Ideologia Europarlamentari
Gruppo del Partito Popolare Europeo Partito Popolare Europeo Cristianesimo democratico e Conservatorismo liberale 182
Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (S&D) Partito del Socialismo Europeo Socialdemocrazia e Progressismo 154
Renew Europe Partito dell'Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l'Europa
Partito Democratico Europeo
Liberalismo e Centrismo 108
I Verdi/Alleanza Libera Europea (V/ALE) Partito Verde Europeo
Alleanza Libera Europea
Partito Pirata Europeo
Volt Europa
Ambientalismo e Regionalismo 74
Identità e Democrazia (ID) Partito Identità e Democrazia Nazionalismo, Sovranismo, Euroscetticismo, Conservatorismo nazionale ed Alter-globalizzazione 73
Gruppo dei Conservatori e dei Riformisti Europei (ECR) Partito dei Conservatori e dei Riformisti Europei
Movimento Politico Cristiano d'Europa
Conservatorismo nazionale
Sovranismo
ed Euroscetticismo
62
Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL) Partito della Sinistra Europea
Alleanza della Sinistra Verde Nordica
Eurocomunismo, Ecosocialismo e Socialismo democratico 41
Non iscritti (NI) nessuno Indipendenti 57

Gruppi europei e partiti italiani[modifica | modifica wikitesto]

Partito 1979-1984 1984-1989 1989-1994 1994-1999 1999-2004 2004-2009 2009-2014 2014-2019 2019-2024
Democrazia Cristiana PPE PPE PPE / / / / / /
Partito Comunista Italiano COM COM EUL / / / / / /
Partito Socialista Italiano SOC SOC SOC / / PES S&D / /
Movimento Sociale Italiano NI ER NI / / / / / /
Partito Socialista Democratico Italiano SOC SOC SOC / / / / / /
Partito Liberale Italiano LD LDR LDR / / / / / /
Partito Repubblicano Italiano LD LDR LDR ELDR ELDR / / / /
Südtiroler Volkspartei PPE PPE PPE PPE PPE-DE PPE-DE PPE PPE PPE
Partito Radicale - Lista Bonino CDI NI, TGI V ERA ELDR ALDE / / /
Democrazia Proletaria CDI ARC V / / / / / /
Liste Verdi - Verdi Arcobaleno - Verdi / / V V V/ALE V/ALE / / /
Lega Lombarda - Lega Nord - Lega Salvini / / ARC ELDR, NI NI, TGI, NI I/D, NI, UEN EFD NI, ENF ID
Forza Italia / / / FE, UPE, PPE PPE-DE PPE-DE / PPE PPE
PDS - Democratici di Sinistra / / SOC, PSE PSE PSE PSE / / /
Alleanza Nazionale / / / NI UEN UEN / / /
Partito della Rifondazione Comunista / / / GUE/NGL GUE/NGL GUE/NGL / GUE/NGL /
Patto Segni / / / PPE UEN / / / /
Partito Pensionati / / / / PPE-DE PPE-DE / / /
Italia dei Valori / / / / / ALDE ALDE / /
Partito Popolare Italiano / / / PPE PPE-DE / / / /
Centro Cristiano Democratico / / / PPE PPE-DE / / / /
Cristiani Democratici Uniti / / / / PPE-DE / / / /
Rinnovamento Italiano / / / / PPE-DE / / / /
Popolari UDEUR / / / / PPE-DE PPE-DE / / /
I Democratici / / / / ELDR / / / /
La Margherita / / / / / ALDE / / /
Partito dei Comunisti Italiani / / / / GUE/NGL GUE/NGL / / /
Socialisti Democratici Italiani / / / / PSE PSE / / /
Movimento Sociale Fiamma Tricolore / / / / NI NI, ITS, NI / / /
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro / / / / / PPE-DE PPE PPE /
Partito Democratico / / / / / / S&D S&D S&D
Popolo della Libertà / / / / / / PPE / /
Alleanza per l'Italia / / / / / / ALDE / /
Futuro e Libertà per l'Italia / / / / / / PPE / /
I Popolari di Italia Domani / / / / / / PPE / /
Nuovo Centrodestra / / / / / / / PPE /
Movimento 5 Stelle / / / / / / / EFDD NI
L'Altra Europa con Tsipras / / / / / / / GUE/NGL /
Fratelli d'Italia / / / / / / / / ECR
Democrazia Solidale / / / / / / / / S&D
Italia Viva / / / / / / / / RE
Azione / / / / / / / / S&D

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nuovo regolamento approvato nel 2008 per la legislatura 2009. Art. 30-2. Prima del 2009, era di 20 deputati provenienti da almeno un quinto degli stati membri.
  2. ^ I Verdi europei/ALE rivendicano 55 deputati.
  3. ^ Europarlamento, Franceschini: ci sono condizioni per nuovo gruppo - Il Messaggero, su ilmessaggero.it. URL consultato il 13 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Unione europea Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano l'Unione europea