Comitato economico e sociale europeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comitato Economico e Sociale Europeo
EESC logo.svg
AbbreviazioneCESE
Affiliazione internazionaleUnione europea
Fondazione1958
Sede centraleBelgio Bruxelles
PresidenteItalia Luca Jahier
Sito web

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE in acronimo), che ha sede a Bruxelles, è un organo consultivo dell'Unione europea, creato con il Trattato di Roma del 1957 nell'ambito dell'allora Comunità Economica Europea.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

I membri del comitato, nominati in proporzione alla popolazione dei 28 stati membri, rappresentano le categorie economiche esprimenti gli interessi economici, sociali e culturali nei rispettivi paesi. In base all'articolo 257 del Trattato di Roma, come modificato dal Trattato di Nizza: «Il comitato è costituito da rappresentanti delle varie componenti di carattere economico e sociale della società civile organizzata, in particolare dei produttori, agricoltori, vettori, lavoratori, commercianti e artigiani, nonché delle libere professioni, dei consumatori e dell'interesse generale».

I membri del CESE sono eletti dal Consiglio dell'Unione europea in base a candidature presentate dai governi degli stati membri dell'Unione europea e ricevono un incarico quinquennale rinnovabile; ciascun membro del Comitato, una volta eletto, è indipendente dal governo che lo ha candidato.

Il CESE si riunisce una volta al mese a Bruxelles. Presidente, per il periodo 2018-2020, è il italiano Luca Jahier.

Funzioni del Comitato[modifica | modifica wikitesto]

Il CESE svolge una doppia funzione consultiva:

Il CESE in media adotta 150 pareri all'anno, svolgendo un attivo ruolo nella preparazione della politica comunitaria.[1]

Le materie di consultazione del CESE sono state ampliate dal Trattato di Maastricht e sono le seguenti:

Per alcune di queste materie il CESE coopera con il Comitato delle regioni.

Il sito ufficiale del Comitato conserva un database di tutti i pareri espressi del CESE dal gennaio 1990, in tutte le lingue ufficiali dell'UE[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) Fonctionnement du Comité économique et social européen, su Comité économique et social européen. URL consultato il 17 luglio 2017.
  2. ^ L'interfaccia in italiano è consultabile qui

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Unione europea - Trattati, Istituzioni, storia dell'integrazione europea
1951-52 1957-58 1965-67 1986-87 1992-93 1997-99 2001-03 2007-09
Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA)
Comunità europea dell'energia atomica (CEEA o Euratom)
Comunità economica europea (CEE) Comunità europea (CE)
Comunità europee: CECA, CEEA, CEE Giustizia e
affari interni
(GAI)
 
Cooperazione giudiziaria e di polizia in materia penale (GAI)
Politica estera e di
sicurezza comune
(PESC)
U N I O N E   E U R O P E A   (U E)
Trattato di
Parigi
Trattati di
Roma
Trattato di
fusione
Atto unico
europeo
Trattato di
Maastricht
Trattato di
Amsterdam
Trattato di
Nizza
Trattato di
Lisbona