Cooperazione strutturata permanente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stati partecipanti alla PESCO

La Cooperazione strutturata permanente (acronimo PESCO, dall'inglese Permanent Structured Cooperation) è un'iniziativa dell'Unione europea nell'ambito della Politica di sicurezza e di difesa comune volta all'integrazione strutturale delle forze armate di 25 dei 27 Stati membri; essa si basa sull'articolo 42.6 e sul protocollo 10 del Trattato sull'Unione europea. La PESCO è stata prevista dal Trattato di Lisbona del 2009, avviata nel 2017 e lanciata nel 2018 con il primo di una serie di gruppi di progetti.

La PESCO è simile a una cooperazione rafforzata, poiché non richiede l'adesione di tutti gli Stati membri per poter essere avviata.

La funzione di segretariato della PESCO è svolta congiuntamente dal Servizio europeo per l'azione esterna e dall'Agenzia europea per la difesa[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Trattato di Lisbona[modifica | modifica wikitesto]

Il Trattato di Lisbona ha previsto la possibilità che gli stati membri che «rispondono a criteri più elevati in termini di capacità militari e che hanno sottoscritto impegni più vincolanti in materia ai fini delle missioni più impegnative instaurino una cooperazione strutturata permanente nell'ambito dell'Unione»[2].

Attivazione[modifica | modifica wikitesto]

In occasione del Consiglio europeo del 22 e 23 giugno 2017 i capi di stato e di governo dell'Unione hanno convenuto sulla necessità del lancio di una cooperazione strutturata permanente che sia inclusiva e ambiziosa al fine di rafforzare la sicurezza e la difesa dell'Unione.

Il 13 novembre 2017 è stato raggiunto un accordo tra i ministri degli esteri di 23 stati membri per avviare la Cooperazione strutturata permanente in materia di difesa con 10 progetti iniziali; a margine della riunione del Consiglio dell'Unione europea hanno dunque siglato la notificazione per l'avvio della PESCO che è stata inviata all'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e al Consiglio[3]. Il Regno Unito non ha partecipato alla notificazione in vista della sua decisione di uscire dall'Unione; anche Danimarca, Irlanda, Malta e Portogallo non hanno firmato il documento iniziale. Il 7 dicembre successivo Irlanda e Portogallo hanno sottoscritto la notificazione.

L'11 dicembre 2017 il Consiglio dell'Unione europea formato dai ministri degli affari esteri ha adottato una decisione che stabilisce la cooperazione strutturata permanente in materia di difesa tra 25 stati membri[4]. Con la stessa decisione gli stati partecipanti hanno anche adottato una lista dei primi 17 progetti che dovranno essere intrapresi nel quadro della PESCO in settori come la formazione, lo sviluppo di capacità e la prontezza operativa in materia di difesa. Tali progetti iniziali saranno adottati con una decisione formale del Consiglio all'inizio del 2018[5].

Progetti[modifica | modifica wikitesto]

La PESCO prevede il finanziamento e la realizzazione di progetti di sviluppo delle capacità e delle strumentazioni militari; ciascun progetto è portato avanti da un gruppo di stati membri che può variare di volta in volta ed è coordinato da uno o più stati membri che partecipano al progetto. Gli stati partecipanti al progetto possono permettere di comune accordo ad altri stati membri di aderire al progetto o di diventarne osservatore.

Una prima lista di 17 progetti da sviluppare nell'ambito della PESCO è stata approvata dal Consiglio dell'Unione europea il 6 marzo 2018; essi sono riportati nella tabella seguente.

Lista dei progetti PESCO approvati nel marzo 2018 per paesi partecipanti:[6][7][8]
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali
Centro di formazione dell'Unione europea sulle competenze di missione EU TMCC formazione P P N P N N N N P C N P P N N P P N P P N O P P N 13 (+1 oss.)
Centro europeo di certificazione della formazione per eserciti europei [1] formazione N N N N N N N N N N P N C N N N N N N N N N O N N 2 (+1 oss.)
Pacchetto per capacità militare impiegabile nel soccorso in caso di disastri [2] terrestri P N O N N P N N N N P N C N N N N N N N N N P N N 5 (+1 oss.)
Veicolo da combattimento per fanteria corazzata / Veicolo d'assalto anfibio / Veicolo corazzato leggero [3] terrestri N N N O N N N N N N P N C N N N N N O N P N O N O 3 (+ 4 oss.)
Capacità di supporto indiretto di fuoco EuroArtillery terrestri N N O O N N N N N N N N P N N N N N O N C O O N O 2 (+ 5 oss.)
Nucleo operativo per la risposta alle crisi di EUFOR EUFOR CROC terrestri N O N O P N N N P C N N P N N N N N O N N O P N N 5 (+ 2 oss.)
Sistemi marittimi semi-autonomi per cacciamine MAS MCM marittimi N C N N N N O N O N P N N P N N P P P P N N O N N 7 (+3 oss.)
Sorveglianza e protezione portuali e marittime HARMSPRO marittimi N O N N N N N N N N P N C N N N O P P N N N N N N 4 (+2 oss.)
Aggiornamento della sorveglianza marittima [4] marittimi N N P N P P N N N N C P P N N N N N O N N N P N N 7 (+ 1 oss.)
Comando medico europeo EMC comuni N N O P N N N N P C N N P N O O P N N P P N P P N 9 (+3 oss.)
Rete di hub logistici in Europa e supporto alle operazioni [5] comuni N P P N P P N N P C P N P N N N P P N N P P P N P 14
Mobilità militare [6] comuni P P P P P P P P P P P O P P P P C P P P P P P P P 24 (+1 oss.)
Funzione operativa dell'energia EOF comuni N P N N O N N N C O N O P N N N O N O N N N P N N 4 (+5 oss.)
Software-defined Radio sicura europea ESSOR informatici N P N N N N O P C P N N P N N N P P P N N N P N N 9 (+1 oss.)
Piattaforma di condivisione d'informazioni per la risposta alle minacce e agli incidenti informatici [7] informatici P O N N P N O O N O C N P N O N N N P N N O P N P 7 (+ 6 oss.)
Gruppi di risposta rapida informatica e mutua assistenza nella sicurezza informatica [8] informatici N O N N N P P P P O O N N N C N P P N P N O P N N 9 (+ 4 oss.)
Sistema di comando e controllo strategico per missioni e operazioni della PSDC [9] informatici N N N N N N N N P P N N P N N O N N P N N N C N N 5 (+1 oss.)
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali

Un secondo gruppo di 17 progetti da sviluppare, riportati nella tabella seguente, è stato deciso nel Consiglio del 19 novembre 2018[9].

Lista dei progetti PESCO approvati nel novembre 2018 per paesi partecipanti:[10]
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali
Formazione intensiva ed elevata per gli elicotteri H3 Training formazione N N N N N N N N N N C N P N N N N N N P N N N N N 3
Scuola comune d'intelligence dell'Unione europea [10] formazione N N N N P N N N N N C N N N N N N N N N N N N N N 2
Centri di verifica e valutazione dell'UE [11] formazione N N N N N N N N C N N N N N N N N N N N P N P C N 4
Sistemi sul campo integrati senza pilota UGS terrestri N P N P N N C P P P N N N P N N P P N N N N P N P 11
Sistemi missilistici da campo terrestri oltre la linea della visuale (BLOS) dell'UE [12] terrestri N P N N P N N N C N N N N N N N N N N N N N N N N 3
Pacchetto impiegabile per la capacità d'intervento subacquea modulare DIVEPACK marittimi N N C N N N N N P N P N N N N N N N N N N N N N N 3
Sistemi europei per velivoli a pilotaggio remoto di lunga autonomia per media altitudine - MALE RPAS Eurodrone aerei N N N P N N N N P C N N P N N N N N N N N N P N N 5
Elicotteri d'assalto europei Tiger Mark III [13] aerei N N N N N N N N C P N N N N N N N N N N N N P N N 3
Sistemi anti-droni C-UAS aerei N N N P N N N N N N N N C N N N N N N N N N N N N 2
Sorveglianza chimica, batteriologica, radiologica e nucleare (CBRN) come servizio CBRN SaaS comuni C N N N N P N N P N N N N N N N N N N N N P N N P 5
Condivisione delle basi [14] comuni N P N P N N N N C P N N N N N N P N N N N N P N N 6
Elemento di coordinazione per il supporto geo-meteorologico e oceanografico GMSCE comuni N N N N N N N N P C P N N N N N N N N P N N N N N 4
Piattaforma europea per aerostato in alta atmosfera - Capacità persistente d'intelligence, sorveglianza e riconoscimento EHAAP-ISR informatici N N N N N N N N P N N N C N N N N N N N N N N N N 2
Un Posto di comando e controllo tattico dislocabile per piccole operazioni congiunte con forze per operazioni speciali (SOCC) for SJO informatici N N N N P N N N N N C N N N N N N N N N N N N N N 2
Capacità e programma d'interoperabilità per guerra elettronica per futura cooperazione d'intelligence, sorveglianza e riconoscimento comune [15] informatici N N N C N N N N N P N N N N N N N N N N N N N N N 2
Soluzione di navigazione radio dell'UE EURAS spaziali N P N N N N N N C P N N P N N N N N N N N N P N N 5
Rete militare europea di consapevolezza della sorveglianza spaziale EU-SSA-N spaziali N N N N N N N N P N N N C N N N N N N N N N N N N 2
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali

Un terzo gruppo di 13 progetti da sviluppare, riportati nella tabella seguente, è stato deciso nel Consiglio del 12 novembre 2019[11][12].

Lista dei progetti PESCO approvati nel novembre 2019 per paesi partecipanti:[13]
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali
Centro congiunto europeo integrato di formazione e simulazione EUROSIM formazione N N N N N N N N P P N N N N N N N P N N N P N N C 5
Accademia informatica e Hub dell'innovazione dell'Unione europea EU CAIH formazione N N N N N N N N N N N N N N N N N N C N N N P N N 2
Centro di formazione medica delle forze per le operazioni speciali SMTC formazione N N N N N N N N N N N N N N N N N C N N N N N N P 2
Campo di formazione per la difesa CBRN CBRNDTR formazione N N N N N N N N P N N N P N N N N N N C N N N N N 3
Rete dei centri d'immersione dell'Unione europea EUNDC formazione N N P N N N N N P N N N N N N N N N N C N N N N N 3
Sistema marittimo anti-sottomarino senza equipaggio MUSAS marittimi N N N N N N N N P N N N N N N N N N C N N N P P N 4
Corvetta pattugliatrice europea EPC marittimi N N N N N N N N P N N N C N N N N N N N N N N N N 2
Attacco elettronico aerotrasportato AEA aerei N N N N N N N N P N N N N N N N N N N N N N C P N 3
Centro di coordinamento del dominio informatico e informativo CIDCC informatici N N N P N N N N N C N N N N N N P N N N N N P N P 5
Avviso tempestivo e intercettazione con sorveglianza di teatro spaziale TWISTER comuni N N N N N N N P C N N N P N N N P N N N N N P N N 5
Materiali e componenti per la competitività tecnologica dell'Unione europea MAC-EU comuni N N N N N N N N C N N N N N N N N N P P N N P N N 4
Capacità di guerra collaborativa dell'Unione europea ECoWAR comuni N P N N N N N N C N N N N N N N N N N P N N P P P 6
Sistema architettonico globale europeo per l'inserimento dei droni (RPAS) [16] comuni N N N N N N N N P N N N C N N N N N N P N N N N N 3
Nome del progetto Abbr. e link Tipo di progetto Austria Belgio Bulgaria Rep. Ceca Cipro Croazia Estonia Finlandia Francia Germania Grecia Irlanda Italia Lettonia Lituania Lussemburgo Paesi Bassi Polonia Portogallo Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Ungheria Partecipanti totali
Legenda
C Stato coordinatore
P Stato partecipante
O Stato osservatore
N Stato non partecipante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alessandro Marrone, Permanent Structured Cooperation: An Institutional Pathway for European Defence, su iai.it, 20 novembre 2017. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  2. ^ Versione consolidata del trattato sull'Unione europea, articolo 42 §6, su eur-lex.europa.eu, 7 giugno 2016. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  3. ^ (EN) NOTIFICATION ON PERMANENT STRUCTURED COOPERATION (PESCO) TO THE COUNCIL AND TO THE HIGH REPRESENTATIVE OF THE UNION FOR FOREIGN AFFAIRS AND SECURITY POLICY (PDF), su consilium.europa.eu, 13 novembre 2017. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  4. ^ Cooperazione in materia di difesa: il Consiglio istituisce la cooperazione strutturata permanente (PESCO), con la partecipazione di 25 Stati membri, su consilium.europa.eu, 11 dicembre 2017. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) EU deepens Defence cooperation, with 25 countries agreeing to prepare 17 projects for Permanent Structured Cooperation, su eeas.europa.eu, 11 dicembre 2017. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  6. ^ http://www.consilium.europa.eu/media/32020/draft-pesco-declaration-clean-10122017.pdf
  7. ^ (DE) Thomas Wiegold, Vollzugsmeldung: PESCO, mehr Zusammenarbeit in der Verteidigung, in Kraft (Update) : Augen geradeaus, su augengeradeaus.net, 11 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  8. ^ Establishing the list of projects to be developed under PESCO, su Council of the European Union. URL consultato il 17 luglio 2018.
  9. ^ (EN) Cooperazione in materia di difesa: il Consiglio avvia 17 nuovi progetti PESCO, su consilium.europa.eu, 19 novembre 2018. URL consultato il 31 gennaio 2019.
  10. ^ https://www.consilium.europa.eu/media/37315/table-pesco-projects-updated.pdf
  11. ^ Cooperazione in materia di difesa: il Consiglio avvia 13 nuovi progetti PESCO, su consilium.europa.eu, 12 novembre 2019. URL consultato il 12 novembre 2019.
  12. ^ (EN) European cooperation on defence: EU Ministers agree to 13 new PESCO projects, su eeas.europa.eu, 12 novembre 2019. URL consultato il 12 novembre 2019.
  13. ^ Permanent Structured Cooperation (PESCO)'s projects - Overview (PDF), su consilium.europa.eu. URL consultato il 12 novembre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]