Gollismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles de Gaulle, nella sua uniforme da generale.

Il gollismo (meno comunemente gaullismo[1]; in francese gaullisme), è la dottrina politica che trae ispirazione dall'azione politica di Charles de Gaulle, nonostante il termine fosse contestato dal suo ispiratore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I movimenti politici gollisti hanno avuto vari nomi nel corso degli anni:

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del gollismo si distinguono delle correnti:

Si può tuttavia ragionevolmente affermare che la quarta corrente è allo stato attuale inesistente. È la prima corrente ad esercitare inequivocabilmente un ruolo di maggioranza, appoggiata dalla terza e, naturalmente, dalla discreta presenza della seconda.

Sarkozismo[modifica | modifica wikitesto]

L'ascesa alla guida del movimento neogollista di Nicolas Sarkozy, ha spazzato le tradizionali componenti interne, associando ideologia e agenda politica alla tradizione gollista, unendovi però riformismo e apertura alla società. Così i valori fondanti sono il partito-nazione, l'etica del lavoro, l'apertura al volontariato, e secondo alcuni politologi, il ritorno a una certa dose di culto della personalità[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gollismo, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato l'11 novembre 2015.
  2. ^ http://www.lepoint.fr/actualites-politique/2007-05-10/qu-est-ce-que-le-sarkozysme/917/0/182519

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Choisel, Francis , Bonapartisme et gaullisme, Paris, Albatros, 1987.
  • Touchard, Jean, Le gaullisme (1940-1969), Paris, Seuil, coll. Points Histoire.1978.