Diamant (lanciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diamant
Un Diamant A esposto al Musée de l'air et de l'espace, presso l'aeroporto Parigi-Le Bourget.
Un Diamant A esposto al Musée de l'air et de l'espace, presso l'aeroporto Parigi-Le Bourget.
Informazioni
Funzione Vettore non riutilizzabile
Produttore SEREB
Nazione di origine Francia Francia
Dimensioni
Altezza A: 18,95 m
B: 23,5 m
BP4: 21,6 m
Diametro 1,34 m
Massa 18.400 kg
Stadi 3
Capacità
Carico utile verso LEO 160 kg
Cronologia dei lanci
Stato Ritirato
Basi di lancio Hammaguir (A)
Kourou (B/BP4)
Lanci totali 12
A: 4
B: 5
BP4: 3
Successi 9
A: 3
B: 3
BP4: 3
Fallimenti 2
B: 2
Fallimenti parziali 1
A: 1
Volo inaugurale A: 26 novembre 1965
B: 10 marzo 1970
BP4: 6 febbraio 1975
Volo conclusivo A: 15 febbraio 1967
B: 21 maggio 1973
BP4: 27 settembre 1975
Primo stadio (Diamant A) - Émeraude
Propulsori 4 Vexin B
Spinta 301,55 kN (237.000 lbf)
Impulso specifico 221 s
Tempo di accensione 93 s
Propellente dimetilidrazina asimmetrica/tetraossido di diazoto
Secondo stadio (Diamant A) - Topaze
Propulsori 1 razzo a propellente solido
Spinta 165 kN
Impulso specifico 255 s
Tempo di accensione 44 s
Propellente solido composito
Terzo stadio (Diamant A) - P-6
Propulsori 1 razzo a propellente solido
Spinta 27-53 kN
Impulso specifico 211 s
Tempo di accensione 45 s
Propellente solido composito

Il razzo Diamant fu il primo razzo vettore di costruzione francese e il primo lanciatore di satelliti artificiali costruito al di fuori di Unione Sovietica e Stati Uniti.

Il Diamant derivò dal programma militare Pietre Preziose, con cui erano stati sviluppati diversi tipi di razzi (Agathe, Topaze, Émeraude, Rubis e Saphir) che tra il 1961 e il 1965 erano serviti a collaudare i motori, i propellenti e i sistemi di volo che sarebbero stati impiegati sul primo lanciatore nazionale. Il Diamant fu costruito in tre successive versioni denominate A, B e BP4. Tutte avevano tre stadi e la capacità di porre un carico di 160 kg in orbita bassa terrestre a 200 km di altezza.

Con il suo primo lancio, nel 1965, pose in orbita con successo il primo satellite francese, Astérix.

Diamant A[modifica | modifica wikitesto]

Fu la prima versione del razzo Diamant. Restò in servizio dal 1965 al 1967 e tutti i lanci vennero effettuati dalla base di Hammaguir in Algeria. Il Diamant A era composto da tre stadi; aveva una lunghezza di 18,95 metri, un diametro di 1,34 metri e pesava 18,4 tonnellate. Il primo usavano un bipropellente liquido, con dimetildrazina asimmetrica come combustibile e tetraossido di diazoto come comburente, mentre il secondo e il terzo stadio erano alimentati da propellente solido. Su quattro lanci effettuati con il Diamant A tre ebbero successo e riguardarono i satelliti Astérix, Diapason e Diademe.

Diamant B[modifica | modifica wikitesto]

Fu una versione migliorata del Diamant A e aveva un primo stadio più potente. Restò in servizio dal 1970 al 1972 e i lanci vennero effettuati dalla base di Kourou nella Guyana francese. Venne usato per effettuare cinque lanci, di cui tre ebbero successo. Il Diamant B era composto da tre stadi, aveva una lunghezza complessiva di 3,50 metri, un diametro di 1,50 metri e un peso di circa 27 tonnellate.

Diamant BP4[modifica | modifica wikitesto]

Questa versione aveva un secondo stadio nuovo e usava il primo e terzo stadio della versione precedente. Il Diamant BP4 aveva una lunghezza complessiva di 21,60 metri, un diametro di 1,40 metri e pesava complessivamente 26,3 tonnellate. Con questa versione vennero effettuati tre lanci nel 1975 che ebbero successo pieno e riguardarono i satelliti Starlette, Castor e Pollux e Aura.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica