Michael Foot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Mackintosh Foot

Michael Mackintosh Foot (Plymouth, 23 luglio 1913Londra, 3 marzo 2010) è stato un politico, giornalista e scrittore inglese, leader del Partito Laburista dal 1980 al 1983.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fece parte del Partito Laburista inglese e fu membro della Camera dei Comuni dal 1945 al 1955 a Plymouth Devonport, e dal 1960 al 1992 prima nel collegio di Ebbw Vale e poi in quello di Blaenau Gwent.

Fu anche il leader dell'opposizione dal 1980 al 1983: sotto la sua guida, il Labour ottenne, alle elezioni generali del 1983 (trionfalmente vinte da Margaret Thatcher), il suo peggior risultato elettorale dalle elezioni generali del 1918.

Secondo Gerald Kaufman, il programma elettorale di Foot, vista la disastrosa sconfitta nelle urne, si rivelò essere «il più lungo suicidio politico della storia»[1]: a tal proposito, Margaret Thatcher sostenne che il programma del Labuor a guida Foot era «un irrealizzabile e pericoloso programma socialista d'antan»[1] e il responso elettorale mise la pietra tombale alla carriera politica di Foot[1].

Il 3 marzo 2010 è deceduto a Londra[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN73977697 · ISNI: (EN0000 0001 2028 5523 · LCCN: (ENn50060550 · GND: (DE11932685X · BNF: (FRcb12730298c (data) · NLA: (EN35092478