Ruud Lubbers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruud Lubbers
Ruud Lubbers 1985.jpg

Primo ministro dei Paesi Bassi
Durata mandato 4 novembre 1982 –
22 agosto 1994
Monarca Beatrice
Predecessore Dries van Agt
Successore Wim Kok

Presidente del Consiglio europeo
Durata mandato 1º luglio 1991 –
31 dicembre 1991
Predecessore Jacques Santer
Successore Aníbal Cavaco Silva

Leader dell'Appello Cristiano Democratico
Durata mandato 25 ottobre 1982 –
29 gennaio 1994
Predecessore Dries van Agt
Successore Elco Brinkman

Ministro degli Affari economici
Durata mandato 11 maggio 1973 –
19 dicembre 1977
Predecessore Harry Langman
Successore Gijs van Aardenne

Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati
Durata mandato 2001 –
2005
Predecessore Sadako Ogata
Successore António Guterres

Presidente del WWF
Durata mandato 2000
Predecessore Syed Babar Ali
Successore Sara Morrison

Dati generali
Partito politico Appello Cristiano Democratico
Professione Diplomatico
Economista
Imprenditore
Attivista
Professore
Firma Firma di Ruud Lubbers

Ruud Lubbers, all'anagrafe Rudolphus Franciscus Marie Lubbers (Rotterdam, 7 maggio 1939), è un politico olandese, membro dell'Appello Cristiano Democratico e Primo Ministro dal 4 novembre 1982 al 22 agosto 1994.

Nel 1982 è stato nominato primo ministro dei Paesi Bassi con il supporto di una coalizione di centro-destra, poi è diventato il leader politico del CDA. Nel 1989, in seguito alla rottura dell'alleanza di governo, ha formato una grande coalizione con il partito laburista. Considerato di avere un temperamento politico conservatore, è descritto da alcuni come "erede" di Margaret Thatcher. Uno dei suoi più famosi slogan elettorali è "più mercato, meno Stato" ("Meer Markt Minder overheid").

Nel 1994, si è ritirato dalla politica dopo più di undici anni alla guida del paese, che costituì un record di longevità. Nel 1995 si presenta alla carica di Segretario generale della NATO, ma gli Stati Uniti metteranno il loro veto.

Cinque anni più tardi, è stato nominato Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati e si insedierà nel 2001. Compromesso in uno scandalo di molestie sessuali nel 2004, viene finalmente assolto, ma si dimette nel 2005, pochi mesi prima della fine del suo mandato. Nel 2006 e nel 2010, si è mostrato in due missioni d'inchiesta, su richiesta della regina Beatrice.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lubbers è nato in una famiglia cattolica di imprenditori. Ha frequentato il liceo presso i Gesuiti al Canisius College di Nijmegen e ha studiato dal 1957 al 1962 economia presso la Scuola di Economia olandese di Rotterdam; Si è laureato con lode. Il padre ebbe Hollandia, un laboratorio di costruzione e di ingegneria a Krimpen aan den IJssel, di cui era proprietario. Quando Lubbers anziano morì improvvisamente nel 1963, la guida del business fu presa dai figli Rob e Ruud.

Ruud Lubbers è stato un membro della Catholic Student Association Sanctus Laurentius e divenne presidente dell'allora Unione delle associazioni studentesche cattoliche nei Paesi Bassi. Si è sposato nel 1962 con Ria Hoogeweegen. Ha avuto tre figli: Paolo, Bart e Helen.

Nel 2000 è stato presidente del WWF.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Dall'11 maggio 1973 al 19 dicembre 1977 Ruud Lubbers è stato ministro degli affari economici nel Governo Den Uyl e membro del partito cattolico popolare (KVP). Era un efficace, se a volte era un po' un ministro di cattivo umore. Ha scelto di tornare in Parlamento sulla formazione del Governo Van Agt nel 1977, diventando anziano Vice-leader parlamentare dell'Appello Cristiano Democratico (CDA), l'alleanza tra il KVP e gli altri due principali partiti cristiani. La sua carriera ha ottenuto una spinta inaspettata quando il leader della fazione parlamentare del CDA, Willem Aantjes, dovette dimettersi nel 1978 perché gli vennero volte le accuse di aver servito nella germanische-SS durante la seconda guerra mondiale. Lubbers gli succedette e improvvisamente si trovò in una posizione politica forte.

Nel 1982, dopo le elezioni generali vinte dal primo ministro Dries van Agt, lo stesso Van Agt annunciò che non sarebbe stato disponibile per un terzo mandato. Lubbers assunse la carica. Era il più giovane primo ministro nella storia olandese. I principali aspetti del suo ufficio inclusero gli ampi tagli alla spesa pubblica, il lancio di vasta portata della deregolamentazione e della privatizzazione dei programmi e una massiccia manifestazione a L'Aia (1983) contro l'installazione prevista nei Paesi Bassi di armi nucleari dei missili da crociera degli Stati Uniti (che fu annullata dopo tutto a causa di colloqui per la riduzione delle armi tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica).

Dopo aver lasciato il governo, Lubbers venne proposto come candidato per la testa della Nato, ma gli Stati Uniti posero il veto alla sua nomina. Fa parte del comitato consultivo del Forum Ufficiale delle Istituzioni monetarie e finanziarie.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
— 11 aprile 1978
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
— 8 ottobre 1994

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Samen onderweg, 1991
  • Geloof in de samenleving: christen-democratie in drie generaties: Ruijs, Klompé, Lubbers, 1998
  • Vluchtelingen in onze tijd, mijn hart voor vluchtelingen, 2005
  • De vrees voorbij: een hartenkreet/Ruud Lubbers in gesprek met Carolina Lo Galbo, 2007

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alto Commissario dell'ONU per i Rifugiati Successore UNHCRlogo.svg
Sadako Ogata 2001 - 2005 António Guterres
Predecessore Presidente del WWF Successore WWF.jpg
Syed Babar Ali 2000 Sara Morrison
Predecessore Primo ministro dei Paesi Bassi Successore Flag of the Netherlands.svg
Dries van Agt 4 novembre 1982 - 22 agosto 1994 Wim Kok
Predecessore Presidente del Consiglio europeo Successore Flag of Europe.svg
Jacques Santer luglio - dicembre 1991 Aníbal Cavaco Silva
Predecessore Leader dell'Appello Cristiano Democratico Successore Christen Democratisch Appèl (nl) Logo.svg
Dries van Agt 25 ottobre 1982 - 29 gennaio 1994 Elco Brinkman
Predecessore Ministro degli Affari economici Successore
Harry Langman 11 maggio 1973 - 19 dicembre 1977 Gijs van Aardenne
Controllo di autorità VIAF: (EN57419700 · LCCN: (ENn80062478 · ISNI: (EN0000 0001 0975 7489 · GND: (DE119207613