Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Dervio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dervio
comune
Dervio – Stemma Dervio – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
Sindaco Davide Vassena (lista civica Insieme per Dervio) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 46°05′00″N 9°18′00″E / 46.083333°N 9.3°E46.083333; 9.3 (Dervio)Coordinate: 46°05′00″N 9°18′00″E / 46.083333°N 9.3°E46.083333; 9.3 (Dervio)
Altitudine 220 m s.l.m.
Superficie 11,7 km²
Abitanti 2 694[2] (01-01-2014)
Densità 230,26 ab./km²
Frazioni Corenno Plinio, Castello, Monastero, Borgo, La Foppa, Pianezzo, Monte, Roncacci, Villa, Balma, Ronchi di Vesgallo[1]
Comuni confinanti Bellano, Cremia (CO), Dorio, Introzzo, Pianello del Lario (CO), San Siro (CO), Sueglio, Tremenico, Vendrogno, Vestreno
Altre informazioni
Cod. postale 23824
Prefisso 0341
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 097030
Cod. catastale D280
Targa LC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti derviesi
Patrono San Pietro e san Paolo
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Dervio
Dervio
Posizione del comune di Dervio nella provincia di Lecco
Posizione del comune di Dervio nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Dervio, (Derf in dialetto laghée[3][4], pronuncia fonetica IPA: /ˈdɛrf/), è un comune italiano di 2.694 abitanti della provincia di Lecco, situato sulla sponda orientale del Lago di Como, in Lombardia. Vi si tiene il Festival Internazionale Cinema d'Animazione e Fumetto. Il toponimo"Dervio" si pensa derivi dal latino "Delphum" che significa quercia, pare infatti che in tempi remoti la zona dell'Alto Lario fosse completamente ricoperta da querceti.

Dervio deve la sua particolare forma a conoide al Varrone, torrente che taglia in due il paese stesso e che nasce dall'omonima Val Varrone. Durante il suo incessante corso ha eroso e trasportato sedimenti rocciosi, i quali si sono pian piano adagiati sul fondo del lago, fino ad emergere e formare la penisola derviese.

Il clima è caratterizzato da estati calde, rinfrescate dal vento che spira lungo le sponde (i due venti sono la "Breva" e il "Tivano": ideali per gli amanti della vela, del windsurf e del kitesurf) ed inverni non eccessivamente rigidi, per via dell'effetto mitigatore delle acque del lago.

Dervio è una gradita meta per il turismo lombardo e non. D'estate le sue spiagge si riempiono di turisti, che si rilassano al sole ed alternano rinfrescanti bagni nelle acque del lago. La primavera e l'autunno sono invece periodi ideali per le passeggiate e il trekking; il sentiero del Viandante (conosciuto da tutti gli appassionati, che parte da Abbadia Lariana ed attraversa tutta la sponda orientale del lago di Como), infatti, attraversa Dervio e si inoltra verso Dorio, passando per Corenno Plinio (fraz. di Dervio); questa è quindi una meta ideale per una gita fuori porta.

Altri sentieri si inerpicano lungo la montagna che sovrasta l'abitato di Dervio, con scalotte in pietra, risalenti all'epoca romana. Oltre alle frazioni più importanti, sono presenti altre località di "montagna", quali: Pianezzo, Mai, Monte, Pratolungo e Vignago; inoltre da Dervio parte la strada provinciale della Valvarrone (SP67) che permettette di raggiungere Lavadee, rinomata località turistica, ed il Rifugio Roccoli Lorla da cui parte il sentiero per il "Monte Legnone" che con i suoi 2609 m d'altezza è la cima più alta della provincia di Lecco e del settore più occidentale delle Alpi Orobie.

Sindaci di Dervio[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Generalità Carica
1866 - 1874  Lodovico Venini
1875 - 1877  Carlo Andreani
1878 - 1882  Luigi Orio
1882 - 1885  Antonio Porta
1890 - 1895  Innocente Cariboni
1896 - 1897  Pietro Greppi
1898 - 1901  Dionigi Vitali
1902 - 1905  Dionigi Ghezzi
1905 - 1912  Luigi Ripamonti
1913 - 1914  Renato Ghezzi
1915 - 1919  Giuseppe Cariboni
1919 - 1926  Guido Vitali
1926  Enrico Violi  commissario prefettizio
1926 - 1929  Arnaldo Bombaglio  podestà
1929 - 1930  Giuseppe Ferré  commissario prefettizio
1930 - 1931  Leopoldo Carta  commissario prefettizio
1931 - 1932  Ermanno Ferri  commissario prefettizio
1932 - 1935  Antonio Pandiani  podestà
1936 - 1943  Mario Longoni  podestà
1944 - 1945  Carlo Venini  commissario prefettizio
1945  Oreste Valentini
1946  Battista Salvioni
1947 - 1951  Leonardo Balbiani
1952 - 1954  Italo Zorzi
1955 - 1960  Emilio Cattaneo
1961 - 1970  Pancrazio Perico
1970 - 1990  Fulvio Balbiani
1990  Vittorio Rusconi
1990 - 1995  Fulvio Balbiani
1995 - 2004  Vittorio Rusconi
2004 - 2009  Gianmario Macchi
2009 -  Davide Vassena

Fonte: Quaderni Derviesi

Parrocchia prepositurale dei Santi Pietro e Paolo[modifica | modifica wikitesto]

Parroci con il grado di Prevosti

  • don Giovanni Maria Frotta (1566-1569)
  • don Pietro Maria Herra (1569-1583)
  • don Francesco Ruglerio (1583-1595)
  • don Giovanni Pecchi (1595-1598)
  • don Agostino Boldoni (1598-1630)
  • don Cesare Oltramonti (1630-1664)
  • don Francesco Prata (1665-1667)
  • don Tommaso Magni (1668-1693)
  • don Carlo Abbondio Magni (1694-1695)
  • don Antonio Bonalini (1696-1706)
  • don Carlo Carovelli (1707-1716)
  • don Francesco Marizzoli (1717-1740)
  • don Antonio Uslenghi (1740-1781)
  • mons. Gerolamo Rubini (1781-1797)
  • don Carlo Francesco Maglia (1797-1801)
  • don Antonio Bertarini (1801-1819)
  • don Giacomo Maglia (1819-1855)
  • don Francesco Guenzati (1855-1880)
  • don Giovanni Fogliani (1880-1900)
  • don Ambrogio Invernizzi (1901-1932)
  • don Luigi Penati (1933-1954)
  • don Luigi Saronni (1954-1967)
  • mons. Ernesto Cereda (1967-1994)
  • don Italo Miotto (1994-2007), responsabile e poi amministratore parrocchiale della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2007-2008)
  • don Silvio Andrian, prevosto di Dervio (2008-2011) e responsabile moderatore della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2011-2013)
  • don Michele Crugnola, responsabile moderatore e coparroco della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2013-)

Vicari Coadiutori

  • don Domenico Parravicini (1845-1851)
  • don Fedele Rusca (1851-1861)
  • don ... Viglienghi (1861-1875)
  • don Giacomo Silvetti (1875-1877)
  • don Giuseppe Sirtori (1877-1880)
  • don Francesco Frattini (1889-1912)
  • don Luigi Penati (1901-1933)
  • don Andrea Baj (1937-1945)
  • don Gerolamo Bonfanti (1945-1954)
  • don Angelo Galbusera (1954-1968)
  • don Luigi Perego (1969-1971)
  • don Giuseppe Brivio (1977-1985)
  • don Bruno Giovanni Maggioni (1985-1989), parroco di Corenno Plinio (1985-1989)
  • don Carlo Motta (1989-1992)
  • padre Diego Giacomo Arfani, Oblato Vicario (1992-1994)
  • don Virginio Vergani (1997-1999)
  • don Luigi Colombo (2000-2006), responsabile della pastorale giovanile del Decanato Alto Lario
  • padre Diego Minoni, Oblato Vicario (-2007), incaricato della pastorale giovanile della futura comunità pastorale dell'Alto Lario (-2007)
  • don Andrea Piccotti (2008-2011), vicario della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2008-2011) e incaricato della pastorale giovanile del Decanato Alto Lario (2008-2011)

Collaboratori

  • don Attilio Battista Cantoni, responsabile della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2011-2013) e coparroco moderatore della comunità pastorale San Carlo Borromeo (2013-2015)
  • don Rino Luigi Valente, vicario della comunità pastorale San Carlo Borromeo in Alto Lario (2011-) e cappellano dell'ospedale Umberto I di Bellano (2011-)

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Dervio - Statuto.
  2. ^ Dato ISTAT
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 249.
  4. ^ Amanzio Aondio - Felice Bassani (a cura di), Dialetto da salvare, Oggiono, Cattaneo Editore, 1983, p. 215.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia