Val Tidone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Val Tidone
Il lago di Trebecco nell'alta val Tidone
Il lago di Trebecco nell'alta val Tidone
Stati Italia Italia
Regioni Emilia-Romagna Emilia-Romagna

Lombardia Lombardia

Province Piacenza Piacenza

Pavia Pavia

Località principali Romagnese e Zavattarello in provincia di Pavia, Pecorara, Nibbiano, Pianello Val Tidone, Castel San Giovanni, Borgonovo Val Tidone, Sarmato in quella di Piacenza.
Comunità montana Unione dei comuni Valle del Tidone
Fiume Tidone
Sito internet
La costruzione della diga ad archi di Molato, nel 1928, originò il lago di Trebecco

La val Tidone è una vallata italiana formata dal torrente Tidone situata nelle province di Pavia e Piacenza.

Per la particolare conformazione del confine interregionale la parte bassa e settentrionale della valle (che è anche quella preponderante per estensione), si trova in Emilia Romagna, mentre la parte alta e meridionale è in Lombardia.

Questa valle che si incunea tra la val Luretta ad est e la valle Staffora e l'Oltrepò pavese ad ovest, inizia alle pendici del monte Penice (1460 m s.l.m.) e si estende in una zona collinare fino alla pianura dove il torrente omonimo confluisce nel Po.

In prossimità di Molato di Nibbiano, una poderosa diga (ultimata nel 1928) forma il lago di Trebecco, un bacino di modesta estensione la cui acqua è utilizzata per l'irrigazione e la produzione di energia elettrica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La vallata fu abitata fin dal neolitico, come testimoniano i reperti che sono raccolti nel Museo archeologico della Val Tidone, ospitato nella Rocca Comunale di Pianello Val Tidone. Le prime notizie storiche ci vengono dall'epoca romana, insieme ai numerosi resti archeologici rinvenuti in molte località tra cui: Arcello, Ganaghello, Borgonovo, Trevozzo, Piana di San Martino; alcuni dei suoi vicus vengono citati nella tabula alimentaria traianea.

Il territorio entrò insieme ad altri nel controllo con vari possedimenti dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio.

A ricordare l'importanza strategica che ebbe la val Tidone nei secoli, rimangono numerosi castelli, si può dire che ogni paese ne abbia uno:

  • Corano
  • Pianello
  • Nibbiano
  • Trebecco
  • Castelnovo val Tidone
  • Romagnese

Di particolare imponenza sono:

  • Castello di Zavattarello: menzionato su diplomi imperiali di Ottone II nel 971 apparteneva al vescovo di Bobbio. Nel 1169 fu conquistato dai piacentini e vide scontri tra famiglie seguaci di Guelfi e Ghibellini fino all'insediamento di Jacopo Dal Verme nel 1385 che ampliò le strutture fortificate, organizzando al suo interno una scuola di guerra. Nel 1975 i suoi discendenti lo donarono al comune, ora è sede di eventi culturali e meta di visite guidate.
Rocca d'Olgisio
  • Rocca d'Olgisio: imponente complesso posto su di una rupe scoscesa a cavallo tra la val Tidone e la Val Chiarone a 564 m di altezza, che in questa zona di non elevati rilievi permette una vista panoramica sulla pianura Padana e la valli circostanti. Le prime notizie che ci sono pervenute risalgono al 1037 quando divenne proprietà dei monaci di San Savino, una leggenda vuole che il castello fosse precedentemente di un certo Giovannato. Nel 1378 ne entrarono in possesso i Dal Verme, che lo mantennero fino all'estinzione della famiglia. All'interno possiamo vedere il mastio, l'oratorio, il pozzo, saloni affrescati e un loggiato cinquecentesco, all'esterno alcune grotte, che ospitavano una necropoli preistorica, sono legate ad avvenimenti leggendari e sacri: la grotta delle sante (Faustina e Liberata) dei coscritti e del cipresso.
  • Castello di Sarmato
  • Castello di Borgonovo Val Tidone

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

La parte alta di questa valle fa parte del territorio culturalmente omogeneo delle quattro province, caratterizzato da usi e costumi comuni e da un repertorio di musiche e balli molto antichi. Strumento principe di questa zona è il piffero appenninico. Tra le tradizioni che continuano a vivere vi è quella del Cantamaggio: nella notte dell'ultimo giorno di aprile gruppi di canterini passano per le cascine, suonando e cantando strofe augurali (diverse per i vari paesi), chiedendo uova, si chiama la galina grisa. Nella zona di Pianello si conclude con una cena in piazza con una tavolata ininterrotta per tutti i partecipanti, a Romagnese si svolge il sabato Santo mentre a Cicogni si tiene nei primi giorni di maggio.

Importanti iniziative in ambito culturale sono gli Eventi Musicali Internazionali della Val Tidone[1] (Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone, Val Tidone Festival e Val Tidone Summer Camp), promossi ed organizzati dalla Fondazione Val Tidone Musica in collaborazione con l'Associazione Culturale Tetracordo.

Amministrativamente è divisa tra i comuni di Romagnese, Ruino e Zavattarello in provincia di Pavia e Caminata, Nibbiano, Pianello Val Tidone, Pecorara, Ziano Piacentino, Castel San Giovanni, Borgonovo Val Tidone, Sarmato in quella di Piacenza.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Principalmente a carattere agricolo, molto importante la produzione di vino, vede svilupparsi zone artigianali e industriali soprattutto nella parte pianeggiante.

Eventi e Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Antiche e storiche manifestazioni si tengono annualmente in Val Tidone; di seguito l'elenco delle principali che ricoprono un importante ruolo nella promozione del territorio e dei prodotti tipici locali.

  • Fiera del Po - Ultima domenica di marzo - Calendasco
  • Fiera dell'Angelo - Lunedì dell'Angelo - Borgonovo Val Tidone
  • Festa d'la Galeina Grisa - Primo maggio - Pianello Val Tidone
  • Quattro Passi fra i Vigneti - Tutte le Domeniche di maggio - Ziano Piacentino
  • Festa del Salame - Ultimo fine settimana di maggio - Sarmato
  • Festa delle Rose - Primo fine settimana di giugno - Trevozzo
  • Pecorara in Piazza - Prima domenica di giugno - Pecorara
  • Festa del Buslanein - Secondo fine settimana di giugno - San Nicolò
  • Fiera di San Giovanni - Giorno di San Giovanni 24 giugno - Castel San Giovanni
  • Festa della Pastafrolla - Primo fine settimana di agosto - Pecorara
  • Festa di San Rocco - 16 agosto - Sarmato
  • Fiera di Sant' Elena - Patrono di Sant' Elena metà agosto - Rottofreno
  • Festa Medievale - Agosto - Caminata
  • Antica Fiera d'Agosto - il penultimo martedì di agosto - Nibbiano
  • Grande Fiera d'Agosto - Ultimo mercoledì di agosto - Pianello Val Tidone
  • Festa del Cotechino - Ultima domenica di agosto - Pianello Val Tidone
  • Val Tidone Wine Fest - Tutte le domeniche di settembre - Comuni di Borgonovo Val Tidone, Ziano, Nibbiano, Pianello Val Tidone
  • Festa d'la Chisola - Primi di settembre - Borgonovo Val Tidone
  • Festa dell'Uva - Seconda domenica di settembre - Ziano Piacentino
  • DiTerreDiCibiDiVini - Metà settembre - Nibbiano
  • Festa Patronale di San Maurizio - Domenica utile al giorno di San Maurizio - Pianello Val Tidone
  • Rassegna Provinciale del Tartufo - Terza domenica di ottobre - Pecorara
  • Cioccolandia - Prima domenica di ottobre - Castel San Giovanni
  • Eventi Musicali Internazionali della Val Tidone - da giugno ad ottobre - Pianello Val Tidone, Sarmato, Agazzano, Borgonovo Val Tidone, Calendasco, Castel San Giovanni, Gragnano Trebbiense, Nibbiano, Pecorara, Rottofreno, Ziano Piacentino e Piacenza

Comunità montane[modifica | modifica wikitesto]

Per la parte piacentina fa capo alla Unione dei comuni Valle del Tidone, per quella pavese alla Comunità Montana Oltrepò Pavese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Val Tidone International Music Events: Music Competitions - Summer Camp - Festival

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]