Colli piacentini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vigne dei Colli Piacentini

I Colli Piacentini sono una regione geografica nella provincia di Piacenza delimitata dal versante settentrionale dell'Appennino Ligure, nel tratto che va dal confine tra Lombardia ed Emilia (Provincia di Pavia) fino a quello che separa le province di Piacenza e Parma. L'area abbraccia le quattro principali vallate piacentine, ossia: Val Tidone, Val Trebbia, Val Nure e Val d'Arda.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Si può affermare senza tema di smentita che la vite era già conosciuta nel territorio piacentino tra il 2000 ed il 700 a.C.: lo testimoniano tracce di vinaccioli e radici di viti fossili rinvenute in zona.

Molto più documentata è la vitivinicoltura locale ai tempi dei romani. Si memoria di una citazione bacchica addirittura nel Senato di Roma: Marco Tullio Cicerone attaccò il suo avversario politico Lucio Calpurnio Pisone, nativo di Piacenza, rimproverandogli pubblicamente di far onore eccessivamente ai vini della sua provincia.

Attorno alla fine del Duecento crebbe la fama dei vini piacentini che venivano esportati addirittura in Francia.

Nel 1391, nel "corpus" degli antichi Statuti del comune di Piacenza, figurano severe disposizioni tendenti a scoraggiare le frodi, tutelando la genuinità del vino.

Sante Lancerio, bottigliere di Papa Paolo III, nella sua memoria cinquecentesca sui vini d'Italia, loda a lungo i vini di Piacenza. Gli elogi poi si susseguirono nei secoli successivi da parte di studiosi e letterati italiani e stranieri. L'esportazione dei vini piacentini è confermata infatti da varie fonti, tra cui il libro "I piaceri della tavola", scritto nel 1903 da Alberto Cougnet, e la "Historie du Luxe", dello scrittore francese Brandillard.

Prodotti tipici[modifica | modifica sorgente]

La zona dei Colli Piacentini forma una zona vitivinicola relativamente omogenea che ha creato una serie di vini a Denominazione di Origine Controllata, conosciuta come la DOC dei Colli Piacentini.

In specifico, l'area dei Vini D.O.C. Colli Piacentini comprende diciotto D.O.C.

Anni '70[modifica | modifica sorgente]

Anni '80[modifica | modifica sorgente]

Anni recenti[modifica | modifica sorgente]

La DOC dei Colli Piacentini conta circa 3,000 strutture di produzione (di cui circa 650 in forma di Cantine Sociali) su una estensione di 6792 ettari il 98% sito in collina ad altezza compresa tra i 150 e 450 metri s.l.m. Gli ettari iscritti all'Albo della DOC Colli Piacentini sono 4.550 ovvero il 67% del totale.
La produzione di uva della provincia si aggira attorno ai 60,000 tonnellate da cui si ricavano poco meno di litri 40,000,000 di vino.

La produzione reale della DOC risulta essere litri 22,800,000

Quantità max producibile: Litri 25,697,800 Quantità prodotte: litri 14,832,200

Strutture associative[modifica | modifica sorgente]

I produttori di vini denominati Colli Piacentini sono associati nell'ente Consorzio Tutela dei Vini Doc Colli Piacentini. Fondato nel 2000, raggruppa attualmente 820 soci produttori di cui:

  • 150 ditte associate
  • 670 i soci delle cantine sociali

che rappresentano il 66% rispetto a tutti i produttori locali e il 71% totale dell'uva vendemmiata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia