Pasturo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pasturo
comune
Pasturo – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
Sindaco Guido Agostoni (lista civica) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 45°57′00″N 9°26′00″E / 45.95°N 9.433333°E45.95; 9.433333 (Pasturo)Coordinate: 45°57′00″N 9°26′00″E / 45.95°N 9.433333°E45.95; 9.433333 (Pasturo)
Altitudine 641 m s.l.m.
Superficie 21,78 km²
Abitanti 1 957[1] (31-12-2010)
Densità 89,85 ab./km²
Frazioni Baiedo
Comuni confinanti Ballabio, Barzio, Cremeno, Esino Lario, Introbio, Mandello del Lario, Primaluna
Altre informazioni
Cod. postale 23818
Prefisso 0341
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 097065
Cod. catastale G368
Targa LC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti pasturesi
Patrono sant'Eusebio, 2 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pasturo
Posizione del comune di Pasturo nella provincia di Lecco
Posizione del comune di Pasturo nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Pasturo (Pastür in dialetto valsassinese[2][3]) è un comune italiano di 1.945 abitanti della provincia di Lecco, in Lombardia. Citato nei i Promessi Sposi del Manzoni come paese di origine di Agnese madre di Lucia Mondella. La poetessa Antonia Pozzi che trascorse a Pasturo i migliori anni della sua vita nella casa di villeggiatura della famiglia, è sepolta nel piccolo cimitero del paese. Situato ai piedi della Grigna Settentrionale e punto di partenza per le escursioni verso i Rifugi Pialeral e Brioschi è anche sede di importanti fiere locali quali la Sagra delle Sagre (agosto) e la Manifestazione Zootecnica Valsassinese (settembre).

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Comunità Montana[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte della Comunità Montana della Valsassina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 476.
  3. ^ Amanzio Aondio - Felice Bassani (a cura di), Dialetto da salvare, Oggiono, Cattaneo Editore, 1983, p. 216.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia