Splügen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Spluga (disambigua).
Splügen
comune
Splügen – Stemma
Splügen – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Grigioni
Distretto Hinterrhein
Amministrazione
Lingue ufficiali Tedesco
Territorio
Coordinate 46°33′N 9°19′E / 46.55°N 9.316667°E46.55; 9.316667 (Splügen)Coordinate: 46°33′N 9°19′E / 46.55°N 9.316667°E46.55; 9.316667 (Splügen)
Altitudine 1.475 m s.l.m.
Superficie 60,49 km²
Abitanti 446 (2005)
Densità 7,37 ab./km²
Frazioni Medels im Rheinwald
Comuni confinanti Madesimo (IT-SO), Mesocco, Nufenen, Safien, Sufers
Altre informazioni
Cod. postale 7435
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 3694
Targa GR
Nome abitanti Splügner
Circolo Rheinwald
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Splügen
Splügen – Mappa
Sito istituzionale

Splügen (in italiano Spluga, in romancio Spleia o Splegia, in lombardo Splüga o Splüghia[1]) è un comune svizzero del Canton Grigioni di 446 abitanti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Splügen è situato nel Rheinwald, sul versante settentrionale del passo dello Spluga alla sinistra del Reno Posteriore (o "Hinterrhein"). Dista 40 km da Chiavenna, 51 km da Coira, 66 km da Bellinzona e 27 km dalla stazione ferroviaria di Thusis. È servito dalle uscite autostradali di Splügen e Medels, sulla A13/E43.

Munito di impianti di risalita, il territorio di Spluga offre ottime possibilità agli appassionati dello sci. Le piste sono posizionate sui fianchi della strada del passo omonimo.

Il punto più elevato del comune è la cima del Pizzo Tambò (3279 m s.l.m.), sul confine con Madesimo e Mesocco.

Aggregazione comunale[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º gennaio 2006 ha incorporato il comune di Medels im Rheinwald.

Arte e Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Hotel Bodehaus.
  • La casa Schorsch.
  • La tipica casa montana.
  • Castello Spluga

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dialetto della Val San Giacomo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera