Pandemia di COVID-19 del 2020 a Saint-Pierre e Miquelon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 del 2020 a Saint-Pierre e Miquelon
epidemia
Map Saint Pierre et Miquelon.svg
Mappa dell'isola
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaSaint-Pierre e Miquelon Saint-Pierre e Miquelon
Periodo5 aprile 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi4 (18 luglio 2020)
Numero di guariti1 (18 luglio 2020)
Numero di morti- (18 luglio 2020)

Il primo caso della pandemia di Covid-19 a Saint-Pierre e Miquelon è stato confermato il 5 aprile 2020. Nella collettività sono stati registrati un totale di due casi di positività, dei quali uno guarito.[2]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[3][4]

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità della COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003,[5] la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base della COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, e ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.[6]

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Casi di COVID-19 a Saint-Pierre e Miquelon  V · D · M )
      Morti         Guarigioni         Casi attivi
Data
Numero di casi
(incremento giornaliero in %)
Numero di morti
(incremento giornaliero in %)
05-04-2020
1(n.a.)
1(=)
11-05-2020
1(=)
1(=)
10-07-2020
2(+100%)
Dati provenienti da diverse fonti

Aprile[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 aprile, è stato confermato il primo caso.[7]

Il 25 aprile, il ministro d'oltremare ha annunciato un graduale deconfinamento a Saint Pierre e Miquelon a partire da lunedì 27 aprile. La maggior parte delle aziende riaprirà, tranne i bar e i ristoranti. Le scuole riapriranno probabilmente nella prima settimana di maggio. Il viaggio tra le due isole riprenderà l'11 maggio. Restrizioni sugli sport e sui raduni rimarranno in vigore e ci sarà una revisione del deconfinamento ogni due settimane.[8]

Maggio[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 maggio, è stato riferito che gli oltre 270 studenti bloccati nella Francia metropolitana e in Canada torneranno a Saint Pierre e Miquelon dal 12 maggio in poi. Saranno messi in quarantena per 14 giorni e testati. Gli studenti in Francia saranno rimpatriati in due gruppi.[9]

Luglio[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio nella collettività viene registrato un nuovo caso, portando il totale dei casi riscontrati a due.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]