Pandemia di COVID-19 nelle Isole Cayman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 nelle Isole Cayman
epidemia
Cayman Islands-CIA WFB Map.png
Mappa dell'arcipelago
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaIsole Cayman Isole Cayman
Periodo12 marzo 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi408[2] (11 febbraio 2021)
Numero di guariti377 (11 febbraio 2021)
Numero di morti2 (11 febbraio 2021)
Sito istituzionale

Il primo caso della pandemia di COVID-19 nelle Isole Cayman è stato confermato il 12 marzo 2020.[3]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[4][5]

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità del COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003,[6] la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base del COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, ed ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.[7]

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Le Isole Cayman hanno a metà febbraio 2020 hanno negato l'attracco a una nave da crociera registrata a Malta perché trasportava un caso probabilmente infetto dalla COVID-19.[8] Il 26 febbraio le autorità messicane hanno concesso il permesso all'attracco.[9]

Il 12 marzo 2020 è stato confermato il primo caso, si trattava di un uomo italiano di 68 anni in condizioni critiche, che era stato trasferito dalla nave da crociera Costa Luminosa in un ospedale nelle Isole Cayman il 29 febbraio, per problemi cardiaci e successivamente risultato positivo al test.[3][10] Due giorni dopo è stata confermata la morte dell'uomo.[11]

Il 16 novembre 2020 si è verificato un secondo decesso.

Il 17 dicembre 2020 una studentessa 18enne e il suo fidanzato 24enne, entrambi statunitensi, sono stati condannati a quattro mesi di carcere, poi ridotti a due, per aver violato la quarantena di due settimane obbligatoria nell'arcipelago dopo essere arrivati dagli Stati Uniti.[12][13] Il 15 gennaio 2021 la ragazza è stata rilasciata.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ Coronavirus Update, su worldometers.info.
  3. ^ a b (EN) Brooke Moore, First Case of COVID-19 in Cayman Islands Confirmed, su Health Services Authority. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  4. ^ NUOVO CORONAVIRUS–CINA (PDF), Ministero della salute, 12 gennaio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  5. ^ Novel Coronavirus Information Center, su elsevier.com, Elsevier. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  6. ^ Covid-19, Oms: non è mortale come Sars e Mers, su salute.gov.it, Ministero della salute, 18 febbraio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  7. ^ Michael Ryan, Il coronavirus ha ucciso più della Sars. L'Oms: "I contagi in Cina si stanno stabilizzando". E Amazon si ritira dal MWC a Barcellona, in La Repubblica, 9 febbraio 2020. URL consultato l'8 maggio 2020.
  8. ^ (ES) MSC Meraviglia cruise ship to dock in Cozumel, Mexico despite coronavirus fears, su El Universal, 26 febbraio 2020. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  9. ^ (EN) Mexico: No Coronavirus on MSC Meraviglia, su The Maritime Executive. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  10. ^ (EN) First case of COVID-19 confirmed in the Cayman Islands, su www.looptt.com. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  11. ^ (EN) Brooke Moore, Government Statement on Passing of COVID-19 Patient, su Health Services Authority. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  12. ^ (EN) Cayman Islands jails US college student in coronavirus case, su news.yahoo.com. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  13. ^ American Teen Jailed for Cayman Islands Quarantine Breach Has Sentence Reduced from 4 Months to 2, su www.msn.com. URL consultato l'11 febbraio 2021.
  14. ^ (EN) Jenny Gross, Student Who Was Jailed for Breaking Quarantine in Caymans Apologizes, in The New York Times, 19 gennaio 2021. URL consultato l'11 febbraio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]