Pandemia di COVID-19 in Florida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 in Florida
epidemia
Dec. 1st, 2020 Total COVID-19 Cases by County (Florida).png
Casi confermati totali di COVID-19 in Florida per contea a partire dal rapporto del Dipartimento della salute della Florida del 1º dicembre 2020.
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
LuogoFlorida Florida
Nazione coinvoltaStati Uniti d'America
Periodo1º marzo 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi1 161 953 (residenti)
19 530 (non residenti)
1 181 483 (totale)
Numero di guariti59 602
Numero di morti20 401 (residenti)
289 (non residenti)
20 690 (totale)
Sito istituzionale

I primi casi della pandemia di COVID-19 in Florida, negli Stati Uniti d'America, sono stati confermati il 1º marzo 2020.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Marzo[modifica | modifica wikitesto]

Il governatore della Florida Ron DeSantis si rivolge alle truppe e ai media presso il sito di test basato sulla comunità all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens.

Il 1º marzo la Florida è diventata il settimo stato a confermare i suoi primi casi COVID-19: uno nella contea di Manatee e uno nella contea di Hillsborough con una donna che era appena tornata dall'Italia.

Il 7 marzo sono stati registrati i primi due decessi in Florida, i defunti erano residenti nelle contee di Santa Rosa e Lee.[2]

Il 9 marzo, i membri della Camera dei rappresentanti della Florida hanno annunciato che cinque membri hanno partecipato a una conferenza con partecipanti infettati da COVID-19[3] e il governatore Ron DeSantis ha dichiarato lo stato di emergenza.[4] Il 9 marzo hanno annunciato nove nuovi casi, con un totale di casi da 14 a 23,[5] Princess Cruises ha completato una fermata programmata della nave da crociera Caribbean Princess a Grand Cayman dopo che è stato scoperto che due dei suoi membri dell'equipaggio si erano recentemente trasferiti dalla Grand Princess in California. Alla nave da crociera è stato ordinato di ancorare al largo della costa di Fort Lauderdale, mentre i suoi passeggeri e l'equipaggio potranno svolgere test per il coronavirus. Inoltre, ad una quarta nave da crociera di Princess Cruises, la Regal Princess, è stato assegnato a un "no-sail order" al largo della Florida dopo che è stato scoperto che due dei suoi membri dell'equipaggio si erano recentemente trasferiti da Grand Princess.[6][7]

Aprile[modifica | modifica wikitesto]

Svolgimento di test-drive da parte della Guardia Nazionale della Florida.

Il 1º aprile, il governatore Ron DeSantis ha emesso un ordine statale di soggiorno a casa dopo le crescenti pressioni in tal senso.[8]

Il 17 aprile il governatore DeSantis consente ad alcune spiagge della Florida di riaprire se vengono mantenute in sicurezza,[9] 11 ma il giorno successivo è stato annunciato che le scuole sarebbero state chiuse per il resto del semestre.[10]

Il 20 aprile il Dipartimento per le opportunità economiche della Florida ha pubblicato un dashboard che mostrava che nell'ultimo mese sono state presentate 1,5 milioni di richieste di sussidio di disoccupazione.[11] La Guardia Nazionale degli Stati Uniti ha collaborato alla raccolta dei campioni di COVID-19 in una casa di cura statale per veterani a Pembroke Pines. Inoltre, hanno assistito in tutta la Florida a più di 50.000 test COVID-19 e numerose valutazioni negli aeroporti.[12]

Il 21 aprile la contea di Flagler ha annunciato che le sue spiagge sarebbero state riaperte per l'esercizio fisico e la pesca, ma non per la socializzazione.[13]

Maggio[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 maggio le contee di Broward e Miami-Dade sono entrate nella fase uno della riapertura.[14]

Il 22 maggio la Miami Beach City Commission ha votato che a giugno 2020 gli hotel e le spiagge di Miami-Dade riapriranno e aspetteranno che venga il 1º giugno 2020.[15]

Giugno[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º giugno le Florida Keys hanno riaperto e hanno rimosso l'ostacolo.[16]

Risposta del governo statale[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º marzo il governatore DeSantis ha dichiarato un'emergenza sanitaria pubblica nella contea di Manhattan e nella contea di Hillsborough dopo la conferma di due casi. Il 17 marzo ordinò la chiusura di 30 giorni di tutti i bar e le discoteche, prolungò la chiusura delle scuole fino al 15 aprile e annullò i test scolastici del governo.[17]

Nella terza settimana dell'epidemia in Florida, DeSantis ha iniziato ad attirare critiche da parte dello stato per la sua lenta risposta all'epidemia, specialmente durante le vacanze di primavera per aver evitato la chiusura delle spiagge locali durante le vacanze. Il comitato di redazione del Miami Herald ha scritto un editoriale in cui condanna l'incapacità di DeSantis di chiedere aiuto al governo federale, mentre fa notare il suo forte sostegno per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.[18] Si ipotizzava che la decisione di DenSantis di non bloccare lo stato fosse influenzata da interessi commerciali piuttosto che da esperti sanitari. Le lobby delle imprese, inclusa la Camera di commercio della Florida, hanno esortato il governatore a non prendere misure drastiche che potrebbero arrestare l'economia dello stato. Il 27 marzo, più di 900 operatori sanitari hanno chiesto a DeSantis di ordinare ai cittadini di tornare nelle loro case e adottare ulteriori misure per ridurre la diffusione del COVID-19. Una di queste lettere, scritta da medici per gli Stati Uniti, è stata firmata pochi giorni prima da 500 operatori sanitari.[19]

Il 27 marzo DeSantis ha esteso l'ordine precedente richiedendo un'auto-quarantena di quattordici giorni per i passeggeri degli aerei provenienti da New York, compresi quelli che entrano nell'Internastate dalla Louisiana.[20]

Il 30 marzo DeSantis ha emesso ordini di soggiorno per le contee della Florida meridionale Broadway, Miami-Dade, Palm Beach e Monroe, dove si concentrava il 58% dei casi di coronavirus dello stato. Ha affermato che l'ordine sarebbe rimasto in vigore almeno fino a metà maggio.[21]

Il 1º aprile DeSantis, dopo aver incontrato il presidente, ha emesso un ordine di dimissioni di 30 giorni per l'intero stato. Ciò ha portato a critiche da parte degli esperti sulla necessità di misure più rigorose per controllare il virus.[22]

Impatto[modifica | modifica wikitesto]

Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 marzo Walt Disney Parks and Resorts ha annunciato che il Walt Disney World Resort sarebbe stato chiuso dal 15 marzo alla fine di maggio, dopodiché è stato annunciato che i parchi e i resort sarebbero stati chiusi a tempo indeterminato.[23][24] Universal Parks and Resorts ha anche annunciato che Universal Orlando sarebbe stato chiuso dal 15 marzo almeno per la fine del mese, riferendo successivamente che il parco e il resort sarebbero rimasti chiusi fino al 19 aprile. Anche altri parchi a tema della Florida come Sea World Orlando, Legoland Florida e Bush Garden Tampa Bay hanno deciso di chiudere dal 13 marzo al 1º aprile.[25][26]

Università pubbliche[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 marzo il prevosto Joseph Glover dell'Università della Florida ha inviato una raccomandazione ai professori dell'UF per trasferire le loro classi online.[27][28] Il giorno successivo, l'UFC ha annunciato che tutte le sue lezioni del semestre primaverile sarebbero state trasferite online entro il lunedì successivo, e ha incoraggiato gli studenti a tornare in patria.[29]

L'11 marzo l'Università statale della Florida ha annunciato che le lezioni sarebbero iniziate online dal 23 marzo al 5 aprile, con le lezioni individuali che dovrebbero riprendere il 6 aprile. Il consiglio dei rettori del sistema dell'Università statale della Florida ha ordinato a tutte le università statali di attuare immediatamente piani per il cambiamento nell'apprendimento remoto. Le attività essenziali, come i servizi di ristorazione e biblioteca, sono ancora in funzione.[30] L'Università Internazionale della Florida di Miami ha annunciato che passerà all'apprendimento remoto dal 12 marzo almeno fino al 4 aprile.[31] L'Università della Florida del sud a Tampa ha annunciato che tutte le classi includeranno l'istruzione a distanza per il resto del semestre della primavera 2020.[32]

Giochi[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte delle squadre sportive nello stato sono state colpite dall'epidemia. Molti campionati hanno rinviato o sospeso la loro stagione dal 12 marzo. La Major League Baseball (MLB) ha cancellato il resto dell'allenamento primaverile e ha annunciato che la stagione sarebbe stata rinviata a tempo indeterminato. La National Basketball Association ha annunciato che la stagione sarà sospesa per 30 giorni, influenzando i Miami Heat e gli Orlando Magic. La stagione della National Hockey League è stata sospesa a tempo indeterminato, influenzando le Florida Panthers e l'illuminazione di Tampa Bay.

La National Collegiate Athletic Association ha cancellato tutti i tornei invernali e primaverili, compresi i tornei di basket maschile e femminile di divisione, che interessano i college e le università di tutto lo stato. Il 16 marzo, la National Junior College Athletic Association ha annullato la stagione invernale così come il resto della stagione primaverile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ (EN) Florida reports its first 2 coronavirus deaths. 7 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Florida House members possibly exposed to coronavirus cleared to return to House floor. URL consultato il 6 novembre 2020.
  4. ^ (EN) Second Volusia County woman tests positive for coronavirus. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Florida Department of Health announces 8 new positive cases of COVID-19. 10 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Another Princess cruise ship kept at sea pending virus tests. Archiviato l'11 aprile 2020 in Internet Archive. 9 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  7. ^ Second Florida cruise ship with no-sail order to test crew members for coronavirus. 9 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  8. ^ (EN) Florida Gov. Ron DeSantis issues statewide stay-at-home order. 1º aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  9. ^ (EN) Gov. Ron DeSantis gives some Florida beaches green light to reopen. 17 aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  10. ^ (EN) DeSantis Announces K-12 Schools Will Stay Closed for the Remainder of the School Year. 20 aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  11. ^ (EN) Delayed Unemployment Claims, Uncertainty Persist in Florida. 20 aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  12. ^ (EN) Florida Guard Aids COVID-19 Testing at Veterans Nursing Home. 20 aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  13. ^ (EN) Brevard Cities Lift Beach Restrictions on Sunbathing, Group Activity. 21 aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  14. ^ ‘The New Normal': Broward, Miami-Dade Enter Phase One of Reopening. 18 maggio 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  15. ^ (EN) Miami-Dade targets June 1 opening date for hotels, beaches following Miami Beach vote. 22 maggio 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  16. ^ (EN) Tourists return to the Florida Keys as island chain lifts the roadblock and reopens. 1º giugno 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  17. ^ (EN) DeSantis shuts down bars, extends schools closures across Florida to fight coronavirus. 17 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  18. ^ (EN) Florida governor takes heat for state's slow response to coronavirus crisis. 24 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  19. ^ (EN) Gov. Ron DeSantis won’t shut down Florida. Here’s who he’s talking to about that. 25 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  20. ^ (EN) Florida coronavirus cases pass 4000: state border checkpoints begin, vacation rentals halted. 29 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  21. ^ (EN) Governor issues stay-at-home order for South Florida. 30 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  22. ^ (EN) Florida Governor, at Long Last, Orders Residents to Stay Home to Avoid Coronavirus. 1º aprile 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  23. ^ (EN) Coronavirus closes Sea World, Walt Disney World, Disneyland Paris, Universal Orlando Resort. 13 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  24. ^ (EN) Disney to Close U.S. and Paris Resorts Temporarily as Coronavirus Spurs Cancellations. 12 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  25. ^ (EN) SeaWorld to close all theme parks due to coronavirus. 13 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  26. ^ (EN) SeaWorld, Busch Gardens, Legoland in Florida close due to ‘evolving COVID-19 situation’. 13 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  27. ^ (EN) UF recommends professors move classes online; this left many unanswered questions. 10 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  28. ^ (EN) en COVID-19 AND ONLINE CLASSES. 9 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  29. ^ (EN) UF coronavirus: classes required to move online; Shands hospital has first coronavirus case. 11 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  30. ^ (EN) State University System Statement on COVID-19. 11 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  31. ^ (EN) Coronavirus update: FIU moves to remote instruction starting Thursday, March 12. 11 marzo 2020. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  32. ^ (EN) Most Recent Community Update. URL consultato il 28 dicembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]