Fort Lauderdale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fort Lauderdale
city
Fort Lauderdale – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Florida.svg Florida
Contea Broward
Amministrazione
Sindaco Jack Seiler
Territorio
Coordinate 26°08′09″N 80°08′31″W / 26.135833°N 80.141944°W26.135833; -80.141944 (Fort Lauderdale)Coordinate: 26°08′09″N 80°08′31″W / 26.135833°N 80.141944°W26.135833; -80.141944 (Fort Lauderdale)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 100 km²
Abitanti 172 389 (2013)
Densità 1 723,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 33301-33340, 33345-33349
Prefisso 754, 954
Fuso orario UTC-5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Fort Lauderdale
Fort Lauderdale
Fort Lauderdale – Mappa
Sito istituzionale

Fort Lauderdale, in forma abbreviata Ft. Lauderdale, è una città degli Stati Uniti, nella parte sudorientale dello Stato della Florida, capoluogo della Contea di Broward e parte dell'aggregato urbano denominato South Florida Metropolitan Area (o Grande Miami), facendo così parte d'un'area metropolitana di circa 5 milioni e mezzo di abitanti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Posta su una striscia di terra pianeggiante sulla foce del New River, fra gli Stretti della Florida ad Est e le Everglades ad Ovest, Ft. Lauderdale è nella zona di transizione fra il tipico clima temperato umido degli ex-Stati Confederati d'America ed il clima tropicale tipico della Florida. Nonostante la vicinanza di malsane paludi, la città grazie alla sua posizione favorevole sull'Oceano Atlantico gode di condizioni climatiche alquanto favorevoli: le temperature medie di gennaio non scendono mai sotto i 15°, mentre le massime di luglio non vanno oltre i 35°. Le condizioni meteorologiche sono serene per circa 300 giorni l'anno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene l'area fosse già abitata dai nativi Seminole, che avevano trucidato i nativi Tequesta, precedenti abitatori, nonché sterminato un piccolo avamposto di coloni Bianchi nel 1830, la città deve il suo nome al maggiore dell'esercito William Lauderdale, che ivi installò nel 1838 un avamposto militare (New River Fort) nel corso della seconda guerra contro i pellerossa di quella zona, assieme ad un altro sul Tarpon Bend, ora sede del quartiere di Sailboat Bend, più un terzo a Bahia Mar Marina: tutti presero il loro nome dal Maggiore Lauderdale, per poi passarlo alla città. Paradossalmente non fu comunque l'afflusso di soldati a determinare le fortune della città, visto che già nel 1843 l'area, partite le ultime truppe, era ritornato al suo stato di malsana palude, ma l'impresario Francis Strahan, che nel 1893 attivò un servizio di traghetti sul New River durante la costruzione della Ferrovia Atlantica. La città, da semplice agglomerato di baracche per gli operai della ferrovia, crebbe così fino a raggiungere lo status di comune autonomo nel 1911 ed a diventare sede della Contea di Broward nel 1915.

Ma è durante la febbre immobiliare degli anni venti che Fort Lauderdale, come del resto tutta la Florida, vide i maggiori tassi di sviluppo, dovuti all'atteggiamento alquanto tollerante verso alcool e gioco d'azzardo. Il devastante uragano nel 1926[1] e la Grande Depressione del 1929-1941 misero tuttavia una forte ipoteca sulla crescita della città, subito riscattata dalla sua posizione strategica all'imbocco del Mar dei Caraibi, che la resero sede di caserme, piazzeforti e distaccamenti dell'Esercito, della Marina e dell'Aviazione degli Stati Uniti. Tra l'altro, fu proprio nei pressi di Fort Lauderdale che avvenne l'incidente aereo che coinvolse la Squadriglia 19.

A differenza di quanto era avvenuto nel 1843, stavolta gli uomini distaccati decisero di trasferirsi in pianta stabile nei confini della città, portando così Fort Lauderdale ad un'esplosione demografica anche maggiore di quella degli anni venti e facendole sfondare il tetto delle 85.000 anime nel 1960, con un incremento pari al 230%. Questa crescita tumultuosa ebbe un discreto rallentamento, però, già negli anni settanta, e con gli anni ottanta il saldo divenne negativo, facendola passare dai 155.000 abitanti del 1980 ai 150.000 del 1990. Gli anni 2000 hanno visto comunque un leggero incremento demografico, anche se dovuto essenzialmente all'annessione di sette comunità all'interno della Contea di Broward. Al 2010, Fort Lauderdale è così una fiorente città di 152.250 abitanti, amena località di villeggiatura, ma anche centro nevralgico di un'area metropolitana di oltre 2 milioni di abitanti.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Come molte città della Florida, l'economia di Fort Lauderdale si basa in gran parte sul turismo balneare: fino a poco tempo fa era infatti una delle mete predilette delle cosiddette "Vacanze di Primavera", ossia la sospensione didattica nei collegi americani durante il periodo pasquale, con centinaia di migliaia di studenti attratti dalle sue spiagge. Scoraggiato dalle severe leggi della contea, promulgate in seguito ai gravi problemi di ordine pubblico che erano valsi alla città il poco simpatico nomignolo di "Fort Liquordale", il tradizionale flusso degli studenti ha visto negli ultimi tempi un ridimensionamento, passando dalle 350.000 unità del 1986 alle 10.000 del 2006. Altre tipologie di visitatori ne hanno preso in ogni caso il posto, mantenendo il flusso turistico sulla media di quasi 11.000.000 di persone l'anno. Un altro pilastro dell'economia locale è l'industria della nautica, essendo organizzatrice della più grande fiera della nautica mondiale nonché porto d'attracco per le navi in crociera per le Antille.

L'amore della città verso il mare, che ben giustifica il suo appellativo di "Venezia d'America" è testimoniato inoltre dalle quasi 45.000 barche a vela per 185.000 abitanti e dai suoi 100 porticcioli ed ormeggi. La sua estesa rete di canali interni all'area urbana, pari a circa 270 km (170 miglia), l'ha portata a stringere un gemellaggio proprio con Venezia. Anche la città di Rimini è gemellata con Fort Lauderdale, i cui circa 4000 ristoranti e 120 discoteche, distribuiti lungo quasi 15 chilometri di litorale, ne rendono una sorta di versione d'Oltreoceano.

Fra i principali luoghi d'interesse a Fort Lauderdale c'è l'associazione fondata da James Randi, la James Randi Educational Foundation, nota per il suo impegno contro la pseudoscienza, la superstizione e l'irrazionalismo. Altri luoghi d'interesse sono il cinema "drive-in" Swap Shop, conosciuto per ospitare al suo interno anche il mercato delle pulci più grande del mondo, il museo International Swimming Hall of Fame, dedicato alla conservazione ed alla promozione degli sports acquatici, e la Galleria Henry E.Kinney, l'unica galleria stradale di tutta la Florida. Fra le attrattive naturali va segnalato il Parco Statale Hugh Taylor Birch, polmone verde della città, al cui interno il Terramar Visitor Center illustra la fauna tipica della Florida sudorientale.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Fort Lauderdale è sede della squadra di hockey dei Florida Panthers. Lo stadio cittadino ospita il ritiro primaverile degli Yankee di New York e degli Orioles di Baltimora, mentre lo stadio Lockhart ospita la squadra di calcio dei Florida Atlantic University Owl. La città è inoltre sede di un altro club calcistico, i Fort Lauderdale Strikers, che hanno militato nell'originale North American Soccer League; la squadra ha schierato, tra gli altri, gli ex nazionali inglesi Gordon Banks e Ian Callaghan, il nordirlandese George Best ed il tedesco Gerd Müller.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2000, ci sono 152.397 abitanti, 68.468 persone che vivono nella stessa casa e 33.001 famiglie residenti nella città. La densità di popolazione è di 1854,4 km². Ci sono 80,862 unità abitative e una densità media di 984,0 km². La composizione della città è 64,27% bianchi, 28,88% afroamericani, 0,23% nativi americani, 1,03% asiatici, 0,05% isolani del Pacifico, 1,76% di altre razze e 3,79% di due o più razze. Il 9,45% della popolazione è ispanica o latina di qualunque stirpe. Il 75% circa dei lodardeiliani parla l'inglese; seguono a debita distanza lo spagnolo (10% circa) ed il francese (10 % circa). Italiano e portoghese vedono la stessa percentuale di locutori (1% circa).

Ci sono 39.522 persone che vivono nella stessa casa delle quali il 19,6% ha bambini al di sotto dei 18 anni che vivono con loro, il 32,2% sono coppie sposate che vivono insieme, il 11,5% ha un capofamiglia femmina senza marito presente e il 51,8% non sono considerate famiglie. Il 40,3% di tutte le persone che vivono nella stessa casa sono composte da singoli individui e il 11,7% è composto da persone che vivono da sole e che hanno dai 65 anni in su. La misura medie di persone che vivon nella stessa casa è di 2,14 e la misura media di una famiglia è di 2,97.

Nella città la popolazione è distribuita con il 19,4% sotto i 18 anni, 7,7% dai 18 ai 24, 32,8% dai 25 ai 44, 24,8% dai 45 ai 64 e 15,3% dai 65 anni in su. L'età media è di 39 anni. Per ogni 100 femmine ci sono 110,0 maschi. Per ogni 100 femmine dai 18 anni in su, ci sono 111,1 maschi.

Il reddito medio per una persona che vive nella stessa casa con qualcun altro è di $37.887 e il reddito medio per una famiglia è di $46.175. I maschi hanno un reddito di $34.478 contro i $27.230 per le femmine. Il reddito pro capite per la città è di $27.798. Il 13,8% della popolazione e il 17,7% delle famiglie sono al di sotto del soglia di povertà. Tra la popolazione totale, il 29,0% di quelli al di sotto dei 18 anni e l'11,1% di quelli dai 65 anni in su vivono al di sotto del livello di povertà.

La comunità gay della città è consistente, attiva, organizzata (specie nel settore del turismo) e tra le più importanti e conosciute degli Stati Uniti.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il trasporto pubblico locale su gomma è in carico al Boward County Transit, che serve tutta la contea, con tratte anche per Miami, West Palm Beach e Boca Raton, mentre il trasporto privato verte su una rete costituita da tre autostrade dell'Interstate Highway System, altrettante U.S. Routes, una superstrada a pedaggio ed una strada statale. Per decongestionare le arterie stradali dal flusso ormai insostenibile di pendolari, residenti e visitatori è attualmente in fase di avanzata progettazione un'innovativa tramvia ad energia solare, denominata "the Wave" (L'Onda). Miami è anche raggiungibile tramite il servizio ferroviario suburbano Tri-Rail, il quale serve inoltre l'Aeroporto Internazionale di Fort Lauderdale-Hollywood, snodo di notevole importanza verso l'America Latina ed i Caraibi. Quattro linee ferroviarie transitano per Ft. Lauderdale ma solo una, la Ferrovia Atlantica, è dedicata al traffico passeggeri: dalla locale stazione, gestita dalla Amtrak, partono treni giornalieri per Orlando, Savannah, Charleston, Richmond e Washington D.C., con termine corsa a New York. Il traffico marittimo, sia passeggeri sia merci, viene smistato attraverso il porto di Port Everglades, attualmente il terzo per volume merci/passeggeri di tutti gli Stati Uniti d'America.

Persone legate a Ft. Lauderdale[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Top 10 Weather Events - Broward County, National Weather Service Forecast Office. URL consultato il 6 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2008).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN139013722 · LCCN: (ENn79133168 · GND: (DE4205502-7 · BNF: (FRcb13186564g (data)
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America