Pandemia di COVID-19 in Indonesia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 del 2020 in Indonesia
epidemia
Indonesia Map of COVID-19 Cases Per Million.svg
Casi ogni 100.000 abitanti per provincia
Diffusione al 30 gennaio 2021
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaIndonesia
Periodo2 marzo 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi1 099 687 (2 febbraio 2021)
Numero di guariti896 530 (2 febbraio 2021)
Numero di morti30 581 (2 febbraio 2021)

I primi casi della pandemia di COVID-19 in Indonesia sono stati confermati nel paese il 2 marzo; si trattava in particolare di due donne indonesiane, madre e figlia, che erano state a contatto con un cittadino giapponese la cui positività al virus era stata riscontrata in Malaysia, dopo che l'uomo aveva lasciato l'Indonesia.[2]

Entro il 9 aprile 2020, la pandemia si era diffusa in tutte le 34 province del Paese. Giacarta, Giava Occidentale e Giava Centrale erano le province più colpite, rappresentando oltre la metà dei casi totali nazionali. Il più grande aumento di nuovi casi in un solo giorno si è verificato il 30 gennaio 2021, durante la seconda ondata, quando sono stati confermati 14.518 nuovi casi, 12.848 guariti e 476 decessi in 24 ore. Il 13 luglio 2020, i guariti hanno superato per la prima volta i casi attivi.[3]

Al 2 febbraio 2021, l'Indonesia aveva 1.099.687 casi totali, di cui 896.530 guariti e 30.581 decessi, registrando così il più alto numero di casi totali nel Sud-est asiatico, davanti alle Filippine, e il 3° numero di decessi dell'Asia e il 17º al mondo.[4] La revisione dei dati, tuttavia, ha indicato che il numero di decessi potrebbe essere molto più alto di quello che è stato riportato poiché coloro che sono morti con sintomi acuti di COVID-19 ma non erano stati confermati o testati non sono stati conteggiati nella cifra ufficiale dei decessi.[5]

L'Indonesia al 2 febbraio aveva fatto 9.358.604 test per la COVID-19 pur avendo 275 milioni di abitanti.[4] L'Organizzazione mondiale della sanità ha chiesto alla nazione di eseguire più test, soprattutto su pazienti sospetti.[6]

Anziché implementare un lockdown nazionale, il governo aveva approvato "restrizioni sociali su larga scala" per alcune reggenze e città. A partire dalla fine di maggio 2020, hanno iniziato ad applicare la "nuova normalità", insieme ad altre regioni della zona verde e gialla. Questa politica ha ricevuto molte critiche.[7]

Il 13 gennaio 2021, il presidente Joko Widodo è stato vaccinato nel palazzo presidenziale, dando ufficialmente il via al programma di vaccinazione dell'Indonesia.[8] Al 2 febbraio 2021, 596.260 persone avevano ricevuto la prima dose del vaccino e 51.999 persone erano state completamente vaccinate.[9]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[10][11]

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità della COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003,[12] la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base della COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, e ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ hermesauto, In Indonesia la situazione è critica, in Il Post, 8 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  3. ^ Indonesia’s Covid-19 Recoveries Beat Active Cases for First Time, su Jakarta Globe. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  4. ^ a b (EN) Coronavirus Update (Live): 104,014,973 Cases and 2,249,934 Deaths from COVID-19 Virus Pandemic - Worldometer, su www.worldometers.info. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  5. ^ (EN) Tom Allard, Kate Lamb, Exclusive: More than 2,200 Indonesians have died with coronavirus symptoms, data shows, in Reuters, 28 aprile 2020. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) The Jakarta Post, WHO urges Indonesia to test more suspected patients amid high death rate, su The Jakarta Post. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  7. ^ (EN) James P. Bean, Indonesia’s ‘new normal’ a disaster in the making, su Asia Times, 11 giugno 2020. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  8. ^ (EN) Stanley Widianto, Indonesia launches one of world's biggest COVID-19 vaccination drives, in Reuters, 13 gennaio 2021. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  9. ^ Kementerian Kesehatan Republik Indonesia, su www.kemkes.go.id. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  10. ^ NUOVO CORONAVIRUS–CINA (PDF), Ministero della salute, 12 gennaio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  11. ^ Novel Coronavirus Information Center, su elsevier.com, Elsevier. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  12. ^ Covid-19, Oms: non è mortale come Sars e Mers, su salute.gov.it, Ministero della salute, 18 febbraio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]