Pandemia di COVID-19 nel mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Pandemia di COVID-19.

Diffusione globale del virus.

     Da 1 a 99 casi confermati

     Da 100 a 999 casi confermati

     Da 1 000 a 9 999 casi confermati

     Da 10 000 a 99 999 casi confermati

     Da 100 000 a 999 999 casi confermati

     1 000 000+ casi confermati

Evoluzione dei casi attivi, delle guarigioni e dei decessi riconducibili al virus a livello mondiale

Questa voce tratta la diffusione a livello mondiale della COVID-19, il cui primo caso è stato individuato il 17 novembre 2019 a Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei. Il 12 gennaio 2020 l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa dell'infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della sopracitata città. Tale caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[1][2]

Al 5 gennaio 2022 il numero di casi della pandemia di COVID-19 confermati in tutto il mondo era 295 557 420, con il coinvolgimento di 231 tra Stati sovrani e territori, incluse 26 navi da crociera.[3] Del totale dei casi riscontrati, 33 998 138 erano ancora attivi, 5 473 593 avevano portato alla morte del paziente, mentre i guariti ammontavano a 256 085 689 (il 98% dei casi chiusi).[4]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione percentuale dei casi di COVID-19 nel mondo divisa per Stato, al 25 giugno 2020


Diffusione della pandemia di COVID-19 per Paese e territorio[5]
Luogo[A 1] Dett. Casi confermati Decessi Guarigioni Note
  Stati Uniti[A 2][A 3][A 4]
(inclusa la Cruise ship side view.svg Grand Princess)
dettagli 43 910 849 706 114 [6]
  India dettagli 33 766 707 448 339 33 043 144 [7]
  Brasile[A 5] dettagli 21 427 073 596 749 20 425 139 [8]
  Francia[A 6][A 7][A 8] dettagli 7 008 228 116 657 [9]
  Russia[A 9][A 10] dettagli 7 487 138 206 388 6 653 941 [10]
  Regno Unito[A 11][A 12][A 13] dettagli 7 841 625 136 789 [11]
  Turchia dettagli 7 182 943 64 264 6 642 132 [12]
  Italia dettagli 4 675 758 130 973 4 451 133 [13]
  Spagna[A 14][A 15] dettagli 4 961 128 86 463 [14]
  Germania[A 16][A 17] dettagli 4 234 810 94 132 3 999 988 [15][16]
  Polonia dettagli 2 907 071 75 650 2 662 484 [17]
  Argentina[A 18] dettagli 5 258 399 115 225 5 119 886 [18]
  Colombia dettagli 4 957 277 126 299 4 799 576 [19]
  Messico dettagli 3 671 611 277 978 3 021 123 [20]
  Iran dettagli 5 601 565 120 663 5 053 551 [21]
  Ucraina[A 19] dettagli 2 435 413 56 446 2 258 455 [22]
  Perù dettagli 2 176 321 199 395 2 152 700 [23][24]
  Rep. Ceca dettagli 1 691 489 30 459 1 654 206 [25]
  Indonesia dettagli 4 309 270 144 261 4 129 305
  Sudafrica dettagli 2 904 307 87 705 2 776 990 [26]
  Paesi Bassi[A 20] dettagli 2 003 050 18 170 [27][28]
  Cile[A 21][A 22][A 23] dettagli 1 654 264 37 468 1 609 512 [29]
  Canada dettagli 1 629 145 27 921 1 556 543 [30]
  Romania dettagli 1 233 668 37 041 1 118 816 [31]
  Iraq dettagli 2 003 303 22 260 1 910 908 [32]
  Belgio[A 24] dettagli 1 244 954 25 602 [33][34]
  Svezia dettagli 1 152 027 14 856 [35]
  Israele[A 25][A 26] dettagli 1 282 218 7 761 1 228 147 [36]
  Portogallo dettagli 1 069 279 17 975 1 020 693 [37]
  Pakistan dettagli 1 246 538 27 785 1 170 590 [38]
  Ungheria dettagli 822 072 30 185 784 539 [39]
  Bangladesh dettagli 1 572 127 27 912 1 536 111 [40][41]
  Giordania dettagli 823 919 10 718 800 745 [42][43]
  Serbia dettagli 941 989 8 234 [44]
  Svizzera dettagli 840 359 10 709 317 600 [45]
  Austria dettagli 743 095 11 009 711 844 [46]
  Giappone dettagli 1 699 636 17 605 1 652 318 [47]
  Libano 622 983 8 306 592 145 [48][49]
  Marocco dettagli 934 007 14 290 907 607 [50]
  Emirati Arabi Uniti 735 992 2 097 728 546 [51]
  Arabia Saudita dettagli 547 035 8 709 536 079 [52]
  Bulgaria dettagli 497 970 20 725 434 474 [53]
  Panama dettagli 467 113 7 228 456 590 [54]
  Ecuador dettagli 507 003 32 661 443 880 [55]
  Bielorussia dettagli 540 079 4 159 520 024 [56]
  Bolivia dettagli 500 445 18 735 460 004 [57]
  Nepal dettagli 795 959 11 148 766 696 [58]
  Kazakistan dettagli 889 040 11 253 826 090 [59][60]
  Rep. Dominicana 359 597 4 049 349 768 [61]
  Kuwait 411 655 2 449 408 545 [62]
  Egitto
(inclusa la Cruise ship side view.svg Ms River Anuket)
dettagli 304 524 17 231 256 886 [63]
  Guatemala dettagli 563 257 13 625 522 451 [64]
  Qatar 236 643 606 234 762 [65]
  Oman 303 769 4 096 297 832 [66]
  Costa Rica dettagli 532 185 6 386 437 328 [67]
  Etiopia dettagli 345 674 5 582 312 806 [68]
  Honduras dettagli 366 702 9 824 110 484 [69][70]
  Venezuela dettagli 368 968 4 469 351 141 [71]
  Cina[A 27][A 28] dettagli 96 081 4 636 90 463 [72]
  Bahrein 275 025 1 389 272 905 [73]
  Armenia dettagli 261 697 5 319 241 841 [74]
  Moldavia 294 392 6 777 277 659 [75]
  Uzbekistan 173 895 1 239 168 875 [76]
  Nigeria dettagli 205 940 2 724 193 812 [77]
  Singapore 99 430 103 79 124 [78]
  Paraguay dettagli 459 967 16 198 443 140 [79]
  Algeria dettagli 203 359 5 812 [80]
  Irlanda dettagli 390 989 5 249 [81]
  Kirghizistan dettagli 178 608 2 607 173 305 [82]
  Libia dettagli 341 091 4 664 260 885 [83]
  Tunisia dettagli 706 314 24 842 673 990 [84]
  Ghana dettagli 127 016 1 150 122 456 [85]
  Slovacchia 412 507 12 637 [86]
  Afghanistan 155 191 7 206 124 733 [87]
  Azerbaigian[A 29] 484 591 6 543 460 738 [88]
  Kenya dettagli 249 434 5 123 241 520 [89]
  Palestina 395 677 4 018 363 176 [90]
  Birmania 465 922 17 789 419 842 [91]
  El Salvador dettagli 104 348 3 234 86 851 [92]
  Australia dettagli 107 171 1 307 [93]
  Bosnia ed Erzegovina 235 536 10 635 192 218 [94]
  Corea del Sud dettagli 313 773 2 497 275 576 [95]
  Camerun dettagli 92 303 1 459 80 433 [96][97]
  Costa d'Avorio dettagli 47 760 306 47 239 [98][99]
  Danimarca[A 30] dettagli 358 369 2 654 350 776 [100][101]
  Porto Rico[A 31] dettagli 149 560 3 149 [102][103]
  Madagascar dettagli 43 597 960 41 283 [104][105]
  Macedonia del Nord dettagli 191 408 6 668 172 653 [106]
  Sudan dettagli 38 256 2 901 32 053 [107]
  Senegal dettagli 73 764 1 858 71 752 [108]
  Grecia dettagli 651 378 14 751 [109]
  Norvegia dettagli 189 142 861 88 952 [110]
  RD del Congo dettagli 56 862 1 084 30 858 [111][112]
  Guinea dettagli 30 392 378 28 822 [113]
  Malaysia dettagli 2 257 584 26 456 2 070 715 [114]
  Tagikistan 17 084 124 16 960 [115]
  Finlandia dettagli 140 889 1 062 31 000 [116][117]
  Haiti 21 647 610 19 463 [118][119]
  Guinea dettagli 30 392 378 28 822 [120]
  Gabon dettagli 29 126 178 26 541 [121]
  Mauritania dettagli 35 989 774 34 587 [122][123]
  Lussemburgo dettagli 78 130 835 76 129 [124]
  Gibuti dettagli 12 705 167 12 091 [125]
  Rep. Centrafricana dettagli 11 371 100 5 112 [126][127]
  Kosovo 160 072 2 953 154 191 [128]
  Croazia dettagli 404 790 8 640 387 275 [129]
  Albania dettagli 170 778 2 705 158 574 [130]
  Thailandia dettagli 1 626 604 16 943 1 496 273 [131]
  Guinea Equatoriale dettagli 12 214 146 10 721 [132]
  Somalia[A 32] dettagli 19 235 1 079 9 250 [133]
  Maldive 84 809 231 82 974 [134][135]
  Cuba
(inclusa la Cruise ship side view.svg MS Braemar)
dettagli 877 428 7 436 841 128 [136][137]
  Mali dettagli 15 182 548 14 285 [138]
  Nicaragua dettagli 13 911 203 [139]
  Sri Lanka 518 775 12 964 458 085 [140][141]
  Estonia dettagli 156 257 1 357 143 943 [142][143]
  Islanda dettagli 11 801 33 11 426 [144]
  Lituania dettagli 331 683 4 993 303 288 [145][146]
  Malawi dettagli 61 552 2 281 54 983 [147]
  Slovenia dettagli 292 333 4 556 [148]
  Zambia dettagli 209 046 3 648 204 983 [149]
  Rep. del Congo dettagli 14 244 193 8 208 [150][151]
  Montenegro 131 499 1 923 122 723 [152]
  Capo Verde dettagli 37 535 337 36 615 [153]
  Hong Kong dettagli 12 215 213 11 936 [154]
  Repubblica Popolare di Doneck 67 201 4 875 52 471 [155]
  Lettonia dettagli 158 291 2 717 146 449 [156]
  Ruanda dettagli 97 695 1 276 91 490 [157][158]
Cruise ship side view.svg USS Theodore Roosevelt 1 102 1 751 [159][160]
Cruise ship side view.svg Charles De Gaulle 1 081 0 0 [161]
  Mozambico dettagli 150 723 1 917 146 969 [162]
  eSwatini dettagli 45 904 1 217 44 060 [163]
  Cipro[A 33] dettagli 118 421 553 [164]
  Uganda dettagli 123 572 3 156 96 097 [165]
  Andorra dettagli 15 222 130 15 004 [166]
  Giamaica dettagli 83 737 1 869 52 817 [167]
  Malta dettagli 37 148 457 35 359 [168]
  Zimbabwe dettagli 130 485 4 616 122 621 [169]
  Suriname 41 419 879 26 909 [170]
  Somaliland 6 558 417 4 738 [171][172]
Flag of the Luhansk People's Republic.svg Repubblica Popolare di Lugansk 12 897 1 353 9 768 [173]
  Namibia dettagli 127 493 3 494 122 788 [174]
  Jersey dettagli 10 008 78 9 676 [175]
  Siria 33 323 2 215 23 599 [176]
  Angola dettagli 56 583 1 537 47 567 [177]
  Botswana dettagli 173 788 2 354 171 434 [178]
  Guam[A 34] 14 897 196 11 171 [6][179]
  Guyana 31 638 783 26 762 [180]
  Guadalupa 182 14 157 [181]
  Trinidad e Tobago 49 822 1 466 44 575 [182]
  Artsakh 3 004 31 337 [183]
  Isole Vergini americane[A 35] 6 721 71 6 472 [184][185]
  Cipro del Nord[A 36] dettagli 19 386 78 18 419 [186]
  Bahamas 20 842 523 18 321 [187]
  Aruba 15 472 166 15 065 [188]
  Ossezia del Sud 5 962 60+ 5 091 [189]
  Polinesia francese 44 942 620 21 469 [190][191]
  Gambia dettagli 9 934 338 9 588 [192]
  Abcasia 27 775 417 22 680 [193]
  Belize dettagli 20 568 409 17 956 [194]
  Sudan del Sud dettagli 11 981 128 10 917 [195][196]
  Uruguay dettagli 388 928 6 055 381 559 [197]
  Benin dettagli 23 255 154 20 930 [198][199]
  Burkina Faso dettagli 14 213 183 13 869 [200]
  Guinea-Bissau dettagli 6 102 135 5 237 [201][202]
  Sierra Leone dettagli 6 393 121 4 381 [203]
  Togo dettagli 25 368 228 22 908 [204]
  Yemen 9 067 1 721 5 634 [205]
  Lesotho dettagli 14 395 403 6 830 [206]
  Nuova Zelanda dettagli 3 962 27 3 696 [207]
  Ciad dettagli 5 042 174 4 857 [208]
  Liberia dettagli 5 794 283 5 488 [209][210]
  Niger dettagli 6 008 201 5 754 [211]
  Vietnam dettagli 797 712 19 437 636 081 [212]
  São Tomé e Príncipe dettagli 3 504 51 2 781 [213]
  Curaçao 16 465 162 15 892 [214]
  San Marino dettagli 5 428 91 5 310 [215]
  Sint Maarten 4 307 66 4 081 [216]
Cruise ship side view.svg Diamond Princess[A 37] dettagli 712 14 698 [217][218]
  Turks e Caicos 2 859 23 2 780 [219]
  Gibilterra dettagli 5 549 97 5 377 [220]
  Papua Nuova Guinea dettagli 20 221 229 18 449 [221]
  Burundi dettagli 17 728 14 773 [222]
  Taiwan dettagli 16 244 843 No data [223][224]
  Saint-Martin 43 3 37 [225]
  Comore dettagli 4 147 147 3 966 [226]
  Fær Øer 1 178 2 1 072 [227][228]
  Eritrea dettagli 6 722 42 6 635 [229]
  Mauritius dettagli 15 695 84 1 854 [230][231]
  Liechtenstein 3 449 60 3 368 [232][233]
  Isola di Man dettagli 7 544 51 6 790 [234]
  Bhutan 2 600 3 2 593 [235]
  Mongolia dettagli 247 212 982 241 501 [236]
  Cambogia 112 651 2 319 102 827 [237][238]
  Monaco dettagli 3 314 33 3 254 [239]
  Guernsey dettagli 1 603 19 1 505 [240]
  Isole Cayman dettagli 853 2 781 [241]
  Barbados 8 180 69 6 819 [242]
  Bermuda 5 244 72 3 719 [243]
  Seychelles dettagli 21 347 115 20 903 [244][245]
Cruise ship side view.svg Costa Atlantica dettagli 148 0 148 [246][247]
  Brunei dettagli 6 950 47 4 722 [248][249]
  Bonaire dettagli 2 060 19 1 921 [250]
Cruise ship side view.svg Greg Mortimer dettagli 128 1 [251][252]
  Antigua e Barbuda 3 188 76 2 134 [253]
  Georgia[A 38] 614 763 8 976 586 704 [254]
  Isole Marianne Settentrionali[A 39] 269 2 32 [255][256]
  Isole Vergini britanniche 2 642 37 2 555 [257][258]
  Saint Vincent e Grenadine 3 508 21 2 436 [259]
  Macao dettagli 71 0 63 [260]
  Saint Lucia 11 459 201 9 718 [261]
  Figi 51 023 624 37 080 [262]
  Dominica dettagli 3 602 21 3 006 [263]
  Timor Est 19 382 113 18 275 [264]
  Grenada 5 140 139 3 417 [265][266]
  Città del Vaticano dettagli 29 0 27 [267][268]
  Nuova Caledonia 7 428 119 58 [269]
  Laos 23 846 18 8 687 [270]
  Saint Kitts e Nevis 1 965 13 1 000 [271][272]
  Groenlandia 584 0 504 [273][274]
  Saint-Pierre e Miquelon dettagli 31 0 31 [275][276]
  Isole Falkland 67 0 63 [277]
Cruise ship side view.svg MS Zaandam[A 40][A 41] dettagli 13 4 [278][279]
  Montserrat dettagli 33 1 30 [280]
  Sint Eustatius 28 0 23 [281]
Cruise ship side view.svg Coral Princess dettagli 12 3 [282]
  Sahara Occidentale dettagli 10 1 8 [283]
Cruise ship side view.svg HNLMS Dolfijn 8 0 8 [284][285]
  Isole BES 7 0 7 [286]
  Saint-Barthélemy 6 0 6 [287]
  Saba 11 0 11 [288]
  Anguilla 409 1 374 [289]
  Isole Salomone 20 0 18 [290][291]
  Isole Marshall 4 0 4 [292][293]
Cruise ship side view.svg Leopold I 1 0 0 [294]
  Vanuatu 3 0 3 [295][296]
  Wallis e Futuna 445 7 438 [297]
  Tanzania[A 42] dettagli 25 846 719 183 [298][299]
234 339 711 4 793 164 [300]

"" indica dati non ancora disponibili.

  1. ^ Stato, territorio o mezzo di trasporto internazionale in cui è stato diagnosticato il caso. La nazionalità e la posizione dell'infezione originale possono variare.
  2. ^ Inclusi i casi di Porto Rico, di Guam, delle Isole Marianne Settentrionali e delle Isole Vergini americane, ma elencati separatamente
  3. ^ Il caso riportato nella base navale della Baia di Guantánamo non è incluso nei conteggi di alcuna nazione o territorio. Dall'aprile 2020, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha ordinato a tutte le basi, compresa la baia di Guantanamo, di non riportare più le statistiche sui casi.
  4. ^ I casi della l'USS Theodore Roosevelt, attaccata a Guam, vengono riportati separatamente dai dati nazionali ma inclusi nei totali della Marina.
  5. ^ Dal 6 giugno, il governo brasiliano ha ordinato al Ministero della Salute di interrompere la comunicazione del numero totale di decessi e casi attivi. Successivamente, il Consiglio nazionale dei segretari sanitari ha assunto la funzione di riportare il numero totale di decessi e casi attivi.
  6. ^ Esclusi i casi delle regioni d'oltremare della Guyana francese, della Guadalupa, della Martinica, la Mayotte e la Reunion e delle collettività di Saint Barthélemy e Saint-Martin
  7. ^ Esclusi i casi delle collettività di Nuova Caledonia, Polinesia francese e Saint Pierre e Miquelon
  8. ^ I guariti comprendono solo casi precedentemente ospedalizzati
  9. ^ Inclusi anche i casi della Crimea e di Sebastopoli
  10. ^ Esclusi i casi dalla nave da crociera Diamond Princess che sono classificati come "su trasporto internazionale".
  11. ^ Esclusi i casi di tutti i territori d'oltremare britannici e le dipendenze della Corona.
  12. ^ Esclusi i casi confermati tramite test sierologici.
  13. ^ Il Regno Unito ha deciso di non pubblicare più i dati relativi alle guarigioni dal 23 marzo 2020. L'ultimo dato risale al 22 marzo con 135 guariti.
  14. ^ Esclusi i casi confermati tramite test sierologici.
  15. ^ L'ultimo dato inerente alle guarigioni in Spagna è risalente al 18 maggio 2020, pari a 150 376.
  16. ^ Non tutte le autorità statali della Germania comunicano i guariti
  17. ^ I guariti includono stime dell'Istituto Robert Koch
  18. ^ Esclusi i casi confermati sul territorio dichiarato delle Isole Falkland. Anche se dall'11 aprile, il Ministero della Salute argentino li include nei loro rapporti ufficiali.
  19. ^ Esclusi i casi dalla contestata Crimea e Sebastopoli. I casi in questi territori sono inclusi nel totale russo.
  20. ^ Non sono inclusi i casi di Saba, Bonaire, Sint Eustatius, Sint Maarten, Curaçao e Aruba
  21. ^ Sono inclusi anche i casi dell'Isola di Pasqua
  22. ^ I decessi includono solo casi con test PCR positivi e catalogati come "Decesso correlato a COVID-19" dal Registro Civile e dal Servizio di identificazione. Questo numero è pubblicato sui rapporti giornalieri del Ministero della Salute. Il 20 giugno 2020, il Ministero ha comunicato che il numero totale di decessi era di 7.144, inclusi casi sospetti senza test PCR. Tuttavia, questo numero non verrà rilasciato quotidianamente ma solo settimanalmente
  23. ^ Il 2 giugno 2020, il governo cileno ha deciso di non pubblicare il numero dei pazienti guariti.
  24. ^ Il numero dei decessi comprende anche casi non testati e casi in case di riposo che presumibilmente sono morti a causa del COVID-19, mentre la maggior parte dei paesi include solo decessi di casi testati negli ospedali
  25. ^ Compresi i casi dalle controverse Alture del Golan
  26. ^ Esclusi i casi della Palestina
  27. ^ Sono esclusi 413 casi asintomatici sotto osservazione medica
  28. ^ I casi asintomatici non sono stati segnalati prima del 31 marzo 2020
  29. ^ Esclusi i casi dello stato de facto della Repubblica dell'Artsakh.
  30. ^ I casi dei territori autonomi delle Isole Faroe e della Groenlandia vengono elencati separatamente
  31. ^ I casi vengono conteggiati nel totale degli Stati Uniti
  32. ^ Esclusi i casi dello stato de facto del Somaliland
  33. ^ Non sono inclusi i casi dello stato de facto di Cipro del Nord
  34. ^ I casi vengono conteggiati nel totale degli Stati Uniti
  35. ^ I casi vengono conteggiati nel totale degli Stati Uniti
  36. ^ I casi di Cipro del Nord non vengono conteggiati in quelli di Cipro
  37. ^ La nave da crociera è, al 25 febbraio 2020, messa in quarantena nelle acque giapponesi e gestita dal governo giapponese. Tuttavia, l'OMS classifica i casi a bordo come ubicati "su un trasporto internazionale" anziché in Giappone. Questi casi non sono inclusi nel conteggio ufficiale del governo giapponese.
  38. ^ Non sono inclusi i casi degli stati di facto dell'Abcasia e dell'Ossezia del Sud
  39. ^ I casi vengono conteggiati nel totale degli Stati Uniti
  40. ^ La nave da crociera è, al 28 marzo 2020, messa in quarantena nelle acque panamensi e gestita dal governo panamense. Tuttavia, l'OMS classifica i casi a bordo come ubicati "su un trasporto internazionale" anziché a Panama. Questi casi non sono inclusi nel conteggio ufficiale del governo panamense.
  41. ^ Inclusi i casi della MS Rotterdam
  42. ^ Dal 29 aprile 2020 la Tanzania ha deciso momentaneamente di non pubblicare più aggiornamenti riguardanti l'andamento della pandemia nel Paese. Gli ultimi dati disponibili risalgono al 29 aprile con 509 casi, 21 decessi e 183 guariti.


La pandemia nei continenti[modifica | modifica wikitesto]

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in Africa.

     Da 10 000 a 99 999 casi

     Da 1 000 a 9 999 casi

     Da 100 a 999 casi

     Da 10 a 99 casi

     Da 1 a 9 casi

La diffusione dei casi al 15 settembre
La diffusione dei casi di COVID-19 in Sudafrica al 16 ottobre

I primi contagi nel continente africano si sono registrati nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, essendo essi quelli che hanno un maggior numero di contatto con i paesi europei, tra cui l'Italia, in cui la COVID-19 si è diffuso poco dopo la sua comparsa in Cina. Così, il primo caso è stato registrato nel continente il 14 febbraio, in Egitto, portato da una persona non africana mentre nell'Africa subsahariana il primo contagio è stato confermato il 28 febbraio, in Nigeria, e anche in questo caso non si trattava di una persona africana o comunque residente in Africa, bensì di un italiano partito dall'Italia e atterrato all'aeroporto internazionale di Lagos il 25 febbraio.[301] Dopo questi primi casi, il virus si è via via sparso in tutti gli Stati del continente africano, e, stando a quanto riportando dal quotidiano The New York Times, la maggior parte dei casi risultati positivi all'inizio della pandemia nei vari paesi era costituita da persone arrivate o rientrate dall'Europa e dagli Stati Uniti d'America piuttosto che dalla Cina.[302]

Verso la metà e la fine di marzo sono stati registrati i primi casi nell'Africa più interna, dove comunque i contagi si sono mantenuti bassi almeno fino alla metà di aprile, sia perché si tratta di nazioni in cui le infrastrutture stradali non sono molte e quindi la trasmissione del virus è anche ostacolata da motivi logistici, sia perché molte nazioni, consce di quanto stava accadendo attorno a loro avevano messo in atto misure preventive ancora prima che il primo caso di COVID-19 fosse registrato nei loro confini. A metà aprile, con più di 20 000 casi confermati e di 1 000 morti nel continente, gli unici due paesi non toccati dalla pandemia risultavano essere il Lesotho e le Comore, mentre i più colpiti erano, come detto, gli stati che affacciano sul Mediterraneo, primo fra tutti l'Egitto, e il Sudafrica.

La maggior parte degli addetti sanitari ha dichiarato molta preoccupazione per una possibile diffusione della COVID-19 in Africa, poiché i sistemi sanitari di molti paesi del continente sarebbero del tutto inadeguati a rispondere a una simile pandemia, dato che già in condizioni non di emergenza soffrono di carenza di equipaggiamenti (per fare un esempio, in Sudan del Sud sono disponibili solo 4 ventilatori polmonari per una popolazione di 11 milioni di abitanti), di mancanza di fondi, di personale sanitario non sufficientemente addestrato e di strumenti inadatti a tracciare la diffusione del virus (ad esempio a São Tomé e Príncipe mancano laboratori di analisi e i tamponi usati vanno mandati in Gabon perché possano essere analizzati). Quello che si teme è che, se non tenuta sotto controllo sin da subito e dai pochi primi casi, l'epidemia potrebbe dilagare in Africa, causando danni economici, politici e naturalmente sanitari, incalcolabili.[302][303][304][305] Anche per questo l'OMS ha aiutato diversi paesi africani ad approntare laboratori dove realizzare test per la COVID-19.[303]

Antartide[modifica | modifica wikitesto]

L'Antartide è stato a lungo l'unico continente a non essere stato raggiunto dalla pandemia di COVID-19.[306][307][308] La British Antarctic Survey ha adottato misure precauzionali:[309] le persone che giungono alle stazioni di ricerca in Antartide devono sottoporsi all'isolamento e allo screening per COVID-19.[306] Le basi in Antartide al momento contengono solo squadre di personale al minimo indispensabile per il funzionamento, i visitatori sono stati limitati e la ricerca scientifica ha subito una forte riduzione.[310] Tuttavia nel dicembre 2020 per la prima volta sono stati rilevati casi di contagio nel continente australe, in particolare nella base generale Bernardo O'Higgins, stazione di ricerca cilena.[311]

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in Asia.

     100 000+ casi

     Da 10 000 a 99 999 casi

     5 000 a 9 999 casi

     1 000 a 4 999 casi

     Da 500 a 999 casi

     Da 100 a 499 casi

     Da 50 a 99 casi

     Da 1 a 49 casi

     nessun caso/nessun dato

     casi sospetti

La diffusione della COVID-19 in Asia al 10 ottobre
La densità dei casi confermati di COVID-19 in Giappone

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[1][2]

In seguito il governo cinese ha rivelato che il primo paziente confermato ha mostrato i primi sintomi il 1º dicembre 2019,[312] anche se in seguito il South China Morning Post ha riferito che il primo paziente potrebbe essere un uomo di 55 anni dalla provincia dello Hubei che ha mostrato i primi sintomi già dal 17 novembre.[313][314][315] Da Wuhan poi, complice anche l'imminente Capodanno cinese, il virus si è diffuso nell'intera provincia dell'Hubei e poi in quelle limitrofe, tanto che, all'inizio del 2020 la Cina aveva già rilevato 266 casi.

Il primo caso in un paese asiatico al di fuori della Cina è stato confermato nel sud-est asiatico, in Thailandia, il 13 gennaio 2020, quando il governo del paese ha annunciato il suo primo caso sul suo territorio di COVID-19: una donna cinese di 66 anni residente a Wuhan e arrivata in Thailandia l'8 gennaio all'aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi, dove le era stata misurata la temperatura.[316] Il primo caso nel subcontinente indiano e in tutta l'Asia meridionale è invece stato riscontrato in Nepal, il 24 gennaio: uno studente nepalese che studiava all'Università di Wuhan e che era tornato in patria pochi giorni prima.[317]

Se i contagi nell'Asia orientale sono stati diffusi quasi sempre da cittadini cinesi, è il caso ad esempio anche del primo caso giapponese, la diffusione in Medio Oriente è stata dovuta sia a nazioni europee, è il caso della Giordania, il cui primo contagio era un cittadino giordano da poco rientrato dall'Italia,[318] sia, soprattutto, all'Iran, dove la COVID-19 è stato confermata già il 19 febbraio e che, a metà aprile, risultava il Paese con più casi confermati (oltre 80 000) della regione assieme alla Turchia. Dall'Iran, infatti, il contagio si è sparso in Armenia,[319] in Azerbaigian,[320] in Georgia[321] e in molti altri Paesi asiatici.

Il 7 aprile la Cina ha dichiarato che per la prima volta non era stato registrato nessun nuovo caso e, alla mezzanotte dello stesso giorno, il governo ha tolto Wuhan dal regime di isolamento che durava dal 23 gennaio. Nel corso del mese anche le curve dei contagi di paesi come la Corea del Sud e Singapore si sono appiattite, ma, stando a quanto affermato Takeshi Kasai, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità per il Pacifico occidentale, l'epidemia poteva comunque dirsi tutt'altro che finita dato che ancora a metà aprile continuavano a comparire nuovi focolai nella regione.[322] Molte sono infatti le realtà asiatiche che mettono in agitazione la comunità internazionale. Da un lato ci sono infatti paesi come l'India, che ha una popolazione di oltre un miliardo e 400 milioni di persone, dove, pur essendoci una relativa stabilità politica, oltre un quarto della popolazione vive in condizioni di miseria assoluta e la maggior parte delle infrastrutture è ritenuta inadeguata ad affrontare una simile catastrofe sanitaria.[323] Dall'altro ci sono invece realtà come la Siria e lo Yemen, prive di qualunque tipo di stabilità. In entrambe le nazioni infuriano guerre civili, in Siria dal 2011 e in Yemen dal 2015, guerre che hanno portato a carestie, a epidemie, come quella di colera che imperversa in Yemen dal 2016, e alla quasi totale distruzione di tutte le infrastrutture sanitarie. Secondo l'opinione di esperti sanitari e politici, la diffusione in questi paesi dell'epidemia si tradurrebbe in una immane catastrofe.[324][325]

A metà aprile, con più di 330 000 casi confermati e di 10 000 morti nel continente, le uniche nazioni asiatiche dove non era stato confermato alcun caso di COVID-19 erano Corea del Nord, Tagikistan e Turkmenistan, anche se molti dubbi sono stati sollevati in merito alla comunicazione dei casi da parte di questi Stati.[326]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in Europa.
Numero di casi in relazione alla popolazione del Paese (casi ogni 100 000 abitanti)
I casi confermati di COVID-19 in Italia, aggiornati al 15 ottobre 2020:

     Da 100 a 499 casi

     Da 500 a 999 casi

     Da 1 000 a 4 999 casi

     Da 5 000 a 9 999 casi

     Da 10 000 a 19 999 casi

     20 000+ casi

Casi iniziali in Europa sono stati segnalati in Francia, Germania e altri paesi con un numero relativamente basso di casi.

Il 23 gennaio, due turisti cinesi a Roma si sono rivelati positivi al virus. I due erano arrivati a Milano tramite l'aeroporto di Milano-Malpensa e si erano recati a Roma con un autobus turistico.

Il 31 gennaio è stato registrato il primo caso in Spagna: un turista tedesco in villeggiatura a La Gomera, nelle Canarie.Il 9 febbraio il secondo caso è stato riportato in un uomo britannico in visita a Palma di Maiorca.

Il 21 febbraio è stato segnalato un importante focolaio in Italia. Il governo italiano ha risposto, tra l'altro, con misure di quarantena per le oltre 50 000 persone residenti negli undici comuni del Nord Italia più colpiti.[327][328]

In Spagna, il 24 febbraio un medico italiano dalla Lombardia, in vacanza a Tenerife, è risultato positivo all'Hospital Universitario Nuestra Señora de Candelaria.[329] Il 25 febbraio quattro nuovi casi relativi al focolaio italiano sono stati confermati in Spagna. La moglie del medico lombardo, che era in vacanza a Tenerife, è risultata anch'essa positiva. Anche un'altra donna italiana di 36 anni residente in Spagna, la quale ha soggiornato a Bergamo e Milano dal 12 al 22 febbraio, è risultata positiva a Barcellona. Un uomo spagnolo di Vila-real, che di recente era stato a Milano, è risultato positivo ed è stato ricoverato all'Ospedale Universitario De La Plana. Un uomo di 24 anni, recentemente tornato dal Nord Italia, è risultato positivo ed è stato ricoverato all'Ospedale Carlos III di Madrid. Il 26 febbraio anche altri due turisti italiani, che erano in vacanza insieme al medico italiano e sua moglie, sono risultati positivi. Il gruppo è stato trasferito all'Hospital Universitario Nuestra Señora de Candelaria e sottoposto a quarantena. A Barcellona, un uomo di 22 anni, di ritorno da una visita in Italia di pochi giorni prima, è risultato positivo. Viene riportato anche un secondo caso a Madrid. A Siviglia si conferma il primo caso in Andalusia e il 12° nel paese, un uomo di 62 anni.

In Italia, al 26 febbraio, ci sono stati 455 casi confermati di coronavirus e 12 decessi,[330] che ha il secondo numero più alto di infezioni per paese nel mondo, dopo la Cina. Da allora l'epidemia si è velocemente diffusa e al 1º marzo, erano 1 694 i casi confermati (tra cui 34 casi mortali) in Italia, la maggior parte in Lombardia.[331] Al 5 marzo i dati parlano di 3858 contagiati, di cui 148 morti e 440 guariti.

Nel continente, al 6 marzo nuovi casi vennero registrati in Andorra, Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Città del Vaticano, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein,[332] Lituania, Lussemburgo, Macedonia del Nord, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria.[333] La maggior parte era legata all'Italia, dove le autorità hanno lottato per contenere un focolaio che ha infettato almeno 400 persone, la maggior parte delle quali nel nord vicino a Milano.[334]

All'11 marzo 2020 (ore 17:00), l'Italia divenne il secondo Paese al mondo per numero di infezioni, dopo la Cina con un numero 15113 casi e 1016 vittime; lo stesso giorno è stato emanato il "decreto #IoRestoACasa", che ha esteso la quarantena a tutti i cittadini italiani, con conseguente chiusura di tutte le attività commerciali non indispensabili.

Americhe[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in America.

     1-9 casi confermati

     10-99 casi confermati

     100-999 casi confermati

     1 000-9 999 casi confermati

     10 000-99 999 casi confermati

     100 000+ casi confermati

La diffusione della COVID-19 nelle Americhe (al 1º agosto)
Casi ogni 100 000 residenti negli Stati Uniti d'America.

Il primo caso di COVID-19 nel Nordamerica è stato confermato il 20 gennaio 2020, quando la malattia è stata riscontrata in un trentacinquenne cinese che il 15 gennaio era tornato nello Stato di Washington dopo essere stato a visitare la sua famiglia a Wuhan e che il 19 gennaio aveva fatto richiesta di assistenza medica. Dopo gli USA il secondo paese dell'America settentrionale e confermare un caso di COVID-19 è stato il Canada, dove un uomo tornato a Toronto da Wuhan è stato trovato positivo al virus il 25 gennaio. Da allora il virus si è via via diffuso e al 25 marzo tutti i paesi dell'America del Nord, inclusi quelli dell'America centrale e dei Caraibi avevano confermato almeno un caso di COVID-19.

A partire dagli ultimi giorni di marzo gli Stati Uniti d'America sono risultati il paese più colpito al mondo,[335] tanto che il 25 aprile il numero di casi confermati avevano superato le 900 000 unità, ossia circa il 33% del totale mondiale, e le morti erano state più di 50 000.

Per quanto riguarda il Sudamerica, il primo caso della malattia è stato confermato nella regione il 25 febbraio, quando il Brasile ha annunciato di aver trovato positivo alla COVID-19 un sessantunenne brasiliano di San Paolo rientrato il giorno prima dalla Lombardia.[336] Il secondo paese dopo il Brasile è stato l'Argentina, dove il primo casi di COVID-19 è stato registrato il 3 marzo, e, quando il 3 aprile è stato confermato un caso anche nelle isole Falkland, tutti gli Stati e i territori dell'America meridionale avevano registrato almeno un caso della malattia nei loro confini.[337] Un così tardivo scoppio dell'epidemia nel continente sudamericano rispetto a quando accaduto nel Nordamerica è, secondo molti, frutto del fatto che i paesi sudamericani sono riusciti a prepararsi all'arrivo del virus quando questo ha cominciato a diffondersi nell'America del Nord e prima ancora di avere registrato casi nel proprio territorio. Così, ad esempio, il Brasile ha portato il livello di allerta da 2 a 3, considerando la COVID-19 un "pericolo imminente" per il paese, già il 28 gennaio, ossia quasi un mese prima della prima conferma in territorio brasiliano.[338]

Sono diversi gli aspetti che suscitano preoccupazione negli esperti sanitari per la sempre maggior diffusione nelle Americhe della COVID-19. Per quanto riguarda gli Stati Uniti d'America, dove New York risulta essere la città più colpita di tutto il mondo, il problema maggiore è costituito da coloro i quali non sono coperti da assicurazione medica, essendo quello degli USA un sistema assicurativo privatistico, infatti, molti temevano già a inizio marzo che il proliferare del virus nelle classi meno abbienti avrebbe portato a un'ecatombe.[339] Per quanto invece riguarda il Sudamerica, in cui, come detto, la tempestività nel mettere in atto le prime misure di sicurezza sembra aver avuto un certo effetto nel contenere i contagi, suscitano molta preoccupazione la situazione dei luoghi periferici delle grandi metropoli brasiliane, le cosiddette favelas, dove la popolazione vive in condizioni igieniche carenti e dove è quasi impossibile mantenere il distanziamento sociale,[340] e anche la situazione dei popoli indigeni dell'Amazzonia, dove il virus è arrivato all'inizio di aprile, che potrebbero essere sterminati da una simile epidemia.[341]

Oltre a questi casi particolari, esistono poi nell'America meridionale intere nazioni già in crisi da tempo, come il Venezuela, l'Ecuador e la Bolivia, paesi in cui il sistema sanitario è da molti ritenuto insufficiente a fronteggiare un'epidemia come quella che si è scatenata in Europa e nell'America del Nord.[342] In particolare, in Venezuela, nel contesto della fame e dell'inadeguatezza del sistema sanitario pubblico, sono stati segnalati tentativi di repressione, censura e violazione dei diritti umani da parte del governo socialista di Maduro.[343][344][345]

Oceania[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in Oceania.

     Da 1 a 9

     Da 10 a 99

     Da 100 a 999

     Da 1 000 a 9 999

     Più di 10 000

La diffusione dei casi confermati di COVID-19 in Oceania (all'11 dicembre 2021)

Il primo caso della COVID-19 nel continente oceaniano è stato riscontrato in Australia il 25 gennaio 2020; in particolare si trattava di un cittadino cinese arrivato a Melbourne da Guangzhou il 19 gennaio, e più tardi lo stesso giorno furono confermati altri tre casi a Sydney, dove tre cittadini cinesi provenienti da Wuhan furono esaminati all'aeroporto e trovati positivi alla malattia. Dopo l'Australia, il secondo Paese raggiunto dalla COVID-19 è stata la Nuova Zelanda, che ha confermato il primo caso dell'epidemia sul proprio territiorio il poco più di un mese dopo, il 28 febbraio.[346]

Da allora il contagio si è via via diffuso e, a metà aprile, i paesi oceaniani coinvolti erano in tutto 6 su un totale di 16, con il numero totale di casi confermati che aveva superato le 8 000 unità e le morti che avevano superato di poco la soglia delle 80 unità, la maggior parte dei quali riscontrato in Australia.

A metà aprile solo sei, tra stati sovrani e collettività di altre nazioni, avevano confermato la presenza di casi di COVID-19 nei loro confini, mentre altri 10 non erano ancora entrati in contatto con il virus. In particolare i territori colpiti erano: Australia, isole Figi, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea e Polinesia francese, mentre gli stati ancora negativi al contagio erano: Kiribati, le Isole Marshall, gli Stati Federati di Micronesia, Nauru, Palau, Samoa, le Isole Salomone, Tonga, Tuvalu e Vanuatu.

In tutti gli Stati, che prendono decisioni autonomamente l'uno dall'altro, sono state attuate misure di prevenzione per limitare il più possibile la diffusione dei contagi. Tali misure sono state all'inizio solamente il controllo degli arrivi nel paese da altre nazioni ma presto, nella maggior parte dei casi, tutti i viaggi da e per l'estero che non riguardassero beni di prima necessità sono stati interrotti. Uno dei problemi che si riscontra in Oceania è proprio il fatto che molti degli arcipelaghi insulari sono dipendenti da altre nazioni, prime fra tutti l'Australia e la Nuova Zelanda, anche per beni di prima necessità e che quindi i viaggi tra i paesi non possono essere del tutto interrotti. Se, quindi, il relativo isolamento geografico di questi piccoli Stati li preserva in parte dal contagio, tale isolamento pone però dei problemi di sopravvivenza economica dovuti alla significativa diminuzione di rifornimenti fondamentali, quali ad esempio quelli sanitari.[347]

A metà aprile, anche gli Stati in cui la COVID-19 non era stata ancora rilevata avevano attuato misure di prevenzione, dichiarando quasi tutti lo stato di emergenza, diminuendo il numero di voli provenienti dalla terraferma e di navi da crociera o da pesca straniere nelle proprie acque e arrivando, nel caso di Vanuatu e di Samoa (che sta riprendendosi da un recente focolaio di morbillo che ha colpito il 3% della popolazione[348]), alla chiusura totale delle attività.[349][350]

Stando alle dichiarazioni degli economisti esperti della regione, la maggior minaccia derivante dalla COVID-19 per gli arcipelaghi del Pacifico è più economica che sanitaria: molti di questi arcipelaghi infatti vedono nel turismo la loro più grande fonte di introiti e il turismo è proprio uno dei settori economici maggiormente messi in crisi dalla pandemia.[351][352]

Diffusione extra-nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 sulle navi da crociera.

L'epidemia di coronavirus ha avuto anche una diffusione extra-territoriale. Diverse navi da crociera hanno registrato casi di SARS-CoV-2, dando origine a diversi focolai. Il caso più noto è quello della nave da crociera Diamond Princess, nelle coste giapponesi, che ha registrato 712 casi.[353]

Nazioni senza alcun caso confermato[modifica | modifica wikitesto]

Al 5 gennaio 2022, 4 nazioni non hanno alcun caso confermato di COVID-19.

Corea del Nord[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pandemia di COVID-19 in Corea del Nord.

Nonostante il regime nordcoreano dichiari che il Paese non ha ancora mai presentato casi di contagio, alcuni media sudcoreani specializzati in affari nordcoreani affermano che ciò non è veritiero. La testata giornalistica sudcoreana NK ha dichiarato che, tra gennaio e febbraio, i contagiati deceduti sarebbero stati circa 180 soldati e 3 700 sarebbero stati messi in quarantena. L'agenzia ufficiale sudcoreana Yonhap aggiunge che sarebbero quasi 10.000 i nordcoreani messi in isolamento, ma che 4.000 sarebbero stati lasciati liberi di circolare perché non presentavano sintomi. Nonostante i dubbi sollevati dalle testate giornalistiche sudcoreane, il 9 marzo 2020 il regime nordcoreano, tramite il quotidiano controllato Rodong Sinmun, ha dichiarato che l'infezione non era ancora presente nel Paese.[354]

Il 23 aprile 2020, il Daily NK ha riferito che un nordcoreano disertore a cui hanno sparato mentre tentava di attraversare il fiume Tumen, che segna il confine tra Corea del Nord e Cina, è risultato positivo al virus.[355]

Turkmenistan[modifica | modifica wikitesto]

Anche il Turkmenistan, ufficialmente repubblica presidenziale, de facto dittatura personale, dichiara che la pandemia non ha ancora raggiunto il suo territorio, tuttavia la trasparenza nel comunicare le informazioni è ambigua. Non esiste una stima del vero numero di infetti nel paese.[356]

Cronologia dei casi confermati[modifica | modifica wikitesto]

Comparsa del primo caso per Paese o territorio
Data Paese o territorio
1º dicembre 2019   Cina
13 gennaio 2020   Thailandia
16 gennaio 2020   Giappone
20 gennaio 2020   Corea del Sud  Stati Uniti
21 gennaio 2020   Taiwan[Nota 1]
22 gennaio 2020   Hong Kong[Nota 2]  Macao[Nota 2]
23 gennaio 2020   Singapore  Vietnam
24 gennaio 2020   Francia  Nepal
25 gennaio 2020   Australia  Canada  Malaysia
27 gennaio 2020   Cambogia  Germania  Sri Lanka
29 gennaio 2020   Emirati Arabi Uniti  Finlandia
30 gennaio 2020   Filippine  India  Italia
31 gennaio 2020   Regno Unito  Russia  Spagna  Svezia
4 febbraio 2020   Belgio
14 febbraio 2020   Egitto
19 febbraio 2020   Iran
21 febbraio 2020   Israele  Libano
24 febbraio 2020   Afghanistan  Bahrein   Iraq  Kuwait   Oman
25 febbraio 2020   Algeria  Austria   Brasile  Croazia  Svizzera
26 febbraio 2020   Georgia  Grecia  Macedonia del Nord  Norvegia  Pakistan  Romania
27 febbraio 2020   Danimarca  Estonia  Paesi Bassi  Nigeria  San Marino
28 febbraio 2020   Azerbaigian  Bielorussia  Islanda  Lituania  Messico  Monaco  Nuova Zelanda
29 febbraio 2020   Ecuador  Irlanda  Lussemburgo  Qatar
1º marzo 2020   Armenia  Rep. Ceca  Rep. Dominicana  Saint-Barthélemy [Nota 3]  Saint-Martin[Nota 3]
2 marzo 2020   Andorra  Indonesia  Giordania  Lettonia  Marocco  Portogallo  Arabia Saudita  Senegal  Tunisia
3 marzo 2020   Argentina  Cile  Gibilterra[Nota 4]  Liechtenstein  Ucraina
4 marzo 2020   Fær Øer[Nota 5]  Guyana francese[Nota 6]  Polonia  Slovenia  Ungheria
5 marzo 2020   Bosnia ed Erzegovina  Martinica[Nota 6]  Palestina  Sudafrica
6 marzo 2020   Bhutan  Camerun  Colombia  Costa Rica  Perù  Serbia  Slovacchia  Togo  Città del Vaticano
7 marzo 2020   Maldive  Malta  Moldavia  Paraguay
8 marzo 2020   Albania  Bangladesh  Bulgaria
9 marzo 2020   Brunei  Cipro  Guernsey[Nota 7]  Panama
10 marzo 2020   Bolivia  Burkina Faso  Cipro del Nord[Nota 1]  Giamaica  Jersey[Nota 7]  Mongolia  RD del Congo  Turchia
11 marzo 2020   Costa d'Avorio  Cuba  Guyana  Honduras  Polinesia francese[Nota 3]  Riunione[Nota 6]
12 marzo 2020   Saint Vincent e Grenadine  Trinidad e Tobago
13 marzo 2020   Antigua e Barbuda  Aruba[Nota 8]  Curaçao[Nota 8]  Etiopia  Gabon  Ghana  Guadalupa[Nota 6]  Guatemala  Guinea  Isole Cayman[Nota 4]  Isole Vergini americane[Nota 9]  Kazakistan  Kenya  Kosovo[Nota 1]  Porto Rico[Nota 9]  Saint Lucia  Sudan  Suriname  Uruguay  Venezuela
14 marzo 2020   Guinea Equatoriale  eSwatini  Mauritania  Mayotte [Nota 6]  Namibia  Rep. Centrafricana  Rep. del Congo  Ruanda  Seychelles
15 marzo 2020 Akrotiri e Dhekelia[Nota 4]  Bahamas  Guam[Nota 9]  Uzbekistan
16 marzo 2020   Benin  Groenlandia[Nota 5]  Liberia  Somalia  Tanzania
17 marzo 2020   Barbados  Gambia  Montenegro  Sint Maarten[Nota 8]
18 marzo 2020   Bermuda[Nota 4]  El Salvador  Gibuti  Kirghizistan  Mauritius  Montserrat[Nota 4]  Nuova Caledonia[Nota 10]  Nicaragua  Zambia
19 marzo 2020   Angola  Ciad  Figi  Haiti  Isola di Man[Nota 7]  Niger
20 marzo 2020   Capo Verde  Madagascar  Papua Nuova Guinea  Timor Est  Uganda  Zimbabwe
21 marzo 2020   Eritrea  Transnistria[Nota 11]
22 marzo 2020   Dominica  Grenada  Isole Åland[Nota 12]  Mozambico  Siria
23 marzo 2020   Belize  Birmania  Turks e Caicos[Nota 4]
24 marzo 2020   Laos  Libia
25 marzo 2020   Guinea-Bissau  Isole Vergini britanniche[Nota 4]  Mali  Saint Kitts e Nevis
26 marzo 2020   Anguilla[Nota 4]
28 marzo 2020   Isole Marianne Settentrionali[Nota 9]
30 marzo 2020   Botswana
31 marzo 2020   Burundi  Repubblica Popolare di Doneck[Nota 13]Repubblica Popolare di Lugansk[Nota 13]  Sierra Leone  Sint Eustatius[Nota 14]  Somaliland[Nota 15]
2 aprile 2020   Malawi
3 aprile 2020   Isole Falkland[Nota 4][Nota 16]
4 aprile 2020   Sahara Occidentale[Nota 16]
5 aprile 2020   Saint-Pierre e Miquelon[Nota 3]  Sudan del Sud
6 aprile 2020   São Tomé e Príncipe
7 aprile 2020   Abcasia[Nota 1]  Artsakh[Nota 11]
10 aprile 2020   Yemen
11 aprile 2020   Saba[Nota 14]
16 aprile 2020   Bonaire[Nota 14]
30 aprile 2020   Comore  Tagikistan
6 maggio 2020   Ossezia del Sud[Nota 11]
13 maggio 2020   Lesotho
3 ottobre 2020   Isole Salomone
16 ottobre 2020   Wallis e Futuna[Nota 3]
28 ottobre 2020   Isole Marshall
9 novembre 2020   Samoa Americane[Nota 9]
10 novembre 2020   Vanuatu
18 novembre 2020   Samoa
21 dicembre 2020   Antartide[Nota 17]
8 gennaio 2021   Micronesia
18 maggio 2021   Kiribati
31 maggio 2021   Palau
5 ottobre 2021   Svalbard e Jan Mayen[Nota 18]
29 ottobre 2021   Tonga
3 dicembre 2021   Isole Cook[Nota 19]
  1. ^ a b c d Stato non membro dell'ONU riconosciuto solo da alcuni membri dell'ONU
  2. ^ a b Regione amministrativa speciale della Cina
  3. ^ a b c d e Collettività d'oltremare francese
  4. ^ a b c d e f g h i Territorio d'oltremare britannico
  5. ^ a b Territorio autonomo della Danimarca
  6. ^ a b c d e Dipartimento d'oltremare francese
  7. ^ a b c Dipendenza della Corona britannica
  8. ^ a b c Paese del Regno dei Paesi Bassi
  9. ^ a b c d e Territorio degli Stati Uniti d'America
  10. ^ Collettività sui generis francese
  11. ^ a b c Stato non membro dell'ONU riconosciuto solo da altri Stati non membri dell'ONU
  12. ^ Regione autonoma della Finlandia
  13. ^ a b Uno o due proto-stati mutualmente riconosciuti stabiliti da ribelli supportati da Russia e riconosciuti anche dall'Ossezia del Sud
  14. ^ a b c Municipalità speciale dei Paesi Bassi
  15. ^ Stato non membro dell'ONU non riconosciuto da nessun altro Stato
  16. ^ a b Soggetto a disputa territoriale
  17. ^ Territorio de facto governato dai firmatari del Trattato Antartico
  18. ^ Territorio della Norvegia
  19. ^ Stato in ibera associazione con la Nuova Zelanda

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b NUOVO CORONAVIRUS–CINA (PDF), Ministero della salute, 12 gennaio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  2. ^ a b Novel Coronavirus Information Center, su elsevier.com, Elsevier. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  3. ^ Mallapaty Smriti, What the cruise-ship outbreaks reveal about COVID-19, in Nature, vol. 580, n. 7801, 26 marzo 2020, p. 18, DOI:10.1038/d41586-020-00885-w, PMID 32218546. URL consultato il 23 aprile 2020 (archiviato il 1º aprile 2020).
  4. ^ COVID-19 Coronavirus Pandemic, su worldometers.info, Worldometer. URL consultato il 5 gennaio 2022.
  5. ^ Casi confermati, decessi e guarigioni in ciascun territorio:(EN) Confirmed Cases and Deaths by Country, Territory, or Conveyance, su Worldometer.
  6. ^ a b COVID-19/Coronavirus Real Time Updates With Credible Sources in US and Canada, su coronavirus.1point3acres.com. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  7. ^ COVID-19 India, su mohfw.gov.in, Ministry of Health and Family Welfare (India) Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Module:Complex date' not found..
  8. ^ (PT) Painel Coronavírus, su covid.saude.gov.br, Ministry of Health (Brazil). URL consultato il 1º ottobre 2021.
  9. ^ (FR) COVID-19 : bilan et chiffres clés en France, su santepubliquefrance.fr. URL consultato il 30 settembre 2021.
  10. ^ (RU) ru:Оперативные данные [Operational data], su Стопкоронавирус.рф. URL consultato il 29 settembre 2021.
  11. ^ Coronavirus (COVID-19) in the UK, su coronavirus.data.gov.uk. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  12. ^ Turkiye COVID-19 Hasta Tablosu, su covid19.saglik.gov.tr. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  13. ^ COVID-19 ITALIA, su opendatadpc.maps.arcgis.com, Protezione Civile. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  14. ^ (ES) La pandemia del coronavirus, en datos, mapas y gráficos, su RTVE. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  15. ^ (DE) Corona-Karte Deutschland: COVID-19 live in allen Landkreisen und Bundesländern, su Tagesspiegel. URL consultato il 30 settembre 2021.
  16. ^ (DE) Wie sich das Coronavirus in Ihrer Region ausbreitet, su zeit.de, Zeit Online. URL consultato il 30 settembre 2021.
  17. ^ (PL) Ministerstwo Zdrowia, su twitter.com, Ministry of Health (Poland), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Twitter.
  18. ^ (ES) Información epidemiológica, su argentina.gob.ar, Ministerio de Salud. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  19. ^ Coronavirus Colombia, su Instituto Nacional De Salud, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  20. ^ (ES) Covid-19 Mexico, su coronavirus.gob.mx, Instituciones del Gobierno de México. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  21. ^ COVID-19 kills 235 more Iranians over past 24 hours, IRNA, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  22. ^ Coronavirus epidemic monitoring system, su covid19.rnbo.gov.ua, National Security and Defense Council of Ukraine. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  23. ^ (ES) Ministry of Health (Peru), Sala Situacional COVID-19 Perú, su covid19.minsa.gob.pe, 30 settembre 2021.
  24. ^ (ES) Resultados de busqueda, su gob.pe. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  25. ^ (CS) Aktuálně o koronavirus, su koronavirus.mzcr.cz, Ministry of Health of the Czech Republic. URL consultato il 30 settembre 2021.
  26. ^ COVID-19 Statistics in South Africa, su sacoronavirus.co.za, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  27. ^ (NL) Actuele informatie over het nieuwe coronavirus (COVID-19), su rivm.nl, RIVM, 30 agosto 2021. URL consultato il 30 agosto 2021.
  28. ^ Statistieken over het Coronavirus en COVID-19, su allecijfers.nl. URL consultato il 30 settembre 2021.
  29. ^ (ES) Casos confirmados COVID-19, in Gobierno de Chile. URL consultato il 30 settembre 2021.
  30. ^ Tracking every case of COVID-19 in Canada, CTV News, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  31. ^ (RO) Comunicate de presă, su mai.gov.ro, Ministry of Internal Affairs (Romania). URL consultato il 30 settembre 2021.
  32. ^ (AR) ar:الموقف الوبائي والتلقيحي اليومي لجائحة كورونا في العر [The daily epidemiological and vaccination situation of the Corona pandemic in Iraq], su facebook.com, Ministry of Health of Iraq, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  33. ^ (NL) COVID-19 – Epidemiologische situatie, su Sciensano. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  34. ^ (NL) Coronavirus COVID-19, su info-coronavirus.be. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  35. ^ (SV) Antal fall av covid-19 i Sverige – data uppdateras 11:30 och siffrorna är tillgängliga 14:00, su Public Health Agency of Sweden – Official statistics at arcgis. URL consultato il 29 settembre 2021.
  36. ^ (HE) he:נגיף הקורונה בישראל – תמונת מצב כללית [Corona virus in Israel], su datadashboard.health.gov.il. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  37. ^ (PT) Ponto de Situação Atual em Portugal, su covid19.min-saude.pt, Direção-Geral da Saúde. URL consultato il 30 settembre 2021.
  38. ^ COVID-19 Situation, su covid.gov.pk, Government of Pakistan. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  39. ^ Tájékoztató oldal a koronavírusról, su koronavirus.gov.hu, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  40. ^ (BN) bn:করোনা ভাইরাস ইনফো ২০১৯ [COVID-19 info], su corona.gov.bd. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  41. ^ কোভিড-১৯ ট্র্যাকার [COVID-19 Tracker], su covid19tracker.gov.bd. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  42. ^ COVID-19 Statistical report, su corona.moh.gov.jo, Ministry of Health (Jordan), 31 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  43. ^ mohgovjo, COVID-19 Statistical report in Jordan (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  44. ^ Latest Information about COVID-19 in the Republic of Serbia, su covid19.rs, Ministry of Health (Serbia). URL consultato il 30 settembre 2021.
  45. ^ Current situation in Switzerland, su bag.admin.ch, Federal Office of Public Health. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  46. ^ (DE) Bundesministerium für Inneres: Aktuelle Zahlen zum Corona-Virus, su ots.at, Innenministerium. URL consultato il 30 settembre 2021.
  47. ^ (JA) ja:新型コロナウイルス感染症の現在の状況と厚生労働省の対応について [About the current situation of new coronavirus infection and the response of the Ministry of Health, Labor and Welfare], su mhlw.go.jp, Ministry of Health, Labour and Welfare (Japan), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  48. ^ (AR) ar:الجمهورية اللبنانية – وزارة اﻹعلام – الموقع الرسمي لمتابعة أخبار فيروس الكورونا في لبنان [The Lebanese Republic - Ministry of Information - The official website to follow up on the news of the Corona virus in Lebanon], su corona.ministryinfo.gov.lb, Ministry of Information (Lebanon), 30 luglio 2021. URL consultato il 31 luglio 2021.
  49. ^ COVID-19 surveillance in Lebanon, su twitter.com, Ministry of Public Health - Lebanon, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su Twitter.
  50. ^ (FR) Le Portail Officiel du Coronavirus au Marocco, in Ministère de la santé. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  51. ^ UAE Coronavirus (COVID-19) Updates, su covid19.ncema.gov.ae, National Emergency Crisis and Disaster Management Authority (UAE), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  52. ^ (AR) COVID 19 Dashboard: Saudi Arabia, su covid19.moh.gov.sa, Ministry of Health (Saudi Arabia), 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  53. ^ COVID-19 in Bulgaria, su coronavirus.bg, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  54. ^ Ministerio de Salud de Panamá, su twitter.com, Ministry of Health (Panama), 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021. Ospitato su Twitter.
  55. ^ (ES) Situatión epidemiológica COVID-19, National (PDF), su salud.gob.ec, Ministerio de Salud Pública, 19 settembre 2021. URL consultato il 23 settembre 2021.
  56. ^ (RU) За сутки в Беларуси зарегистрированы 1993 пациента с COVID-19, выписаны 1309, su Belarusian Telegraph Agency, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  57. ^ (ES) Inicio, su Ministerio de Salud y Deportes de Bolivia, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  58. ^ COVID-19 Dashboard, su covid19.mohp.gov.np, Ministry of Health and Population (Nepal). URL consultato il 1º ottobre 2021.
  59. ^ (RU) ru:Ситуация с коронавирусом официально [The situation with the coronavirus is official], su coronavirus2020.kz, Kazinform, 30 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  60. ^ (KK) kk:Қазақстан Республикасы Денсаулық сақтау министрлігі [Ministry of Health of the Republic of Kazakhstan], su gov.kz, Ministry of Health (Kazakhstan). URL consultato il 2 ottobre 2021.
  61. ^ Homepage, in Dominican Today, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  62. ^ COVID 19 Updates, su corona.e.gov.kw, Ministry of Health (Kuwait), 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  63. ^ (AR) ar:الصحة:أعلنت وزارة الصحة والسكان [The Ministry of Health and Population announced], su facebook.com, Egyptian Ministry of Health and Population, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021. Ospitato su Facebook.
  64. ^ (ES) Coronavirus, su tablerocovid.mspas.gob.gt, Ministerio de Salud Pública (Guatemala), 1º ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  65. ^ Coronavirus Disease 2019 (COVID-19), su covid19.moph.gov.qa, Ministry of Public Health (Qatar). URL consultato il 30 settembre 2021.
  66. ^ (AR) OmaniMOH, Statement No. 443 (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  67. ^ (ES) Situacion Nacional Covid-19, su ministeriodesalud.go.cr, Ministerio de Salud (Costa Rica), 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  68. ^ (AM) Covid-19, su covid19.et, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  69. ^ (ES) Secretaría de Salud, su twitter.com, Secretary of Health (Honduras), 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021. Ospitato su Twitter.
  70. ^ (ES) Coronavirus en Honduras, su covid19honduras.org, Secretaria de Salud de Honduras. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  71. ^ (ES) Estadísticas Venezuela, in MPPS COVID Patria, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  72. ^ (ZH) zh:截至9月27日24时新型冠状病毒肺炎疫情最新情况 [The latest situation of the novel coronavirus pneumonia epidemic as of 24:00 on September 27], su nhc.gov.cn, National Health Commission, 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  73. ^ Daily COVID-19 Report, su healthalert.gov.bh, Ministry of Health (Bahrain), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  74. ^ (HY) hy:Հաստատված դեպքերն ըստ օրերի [Confirmed cases by days], su ncdc.am, NCDC Armenia, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  75. ^ (RO) COVID-19 în Republica Moldova: situaţia la zi [COVID-19 in the Republic of Moldova: current situation], su gismoldova.maps.arcgis.com. URL consultato il 30 settembre 2021.
  76. ^ (RU) ru:Коронавирусная инфекция (COVID-19) [Coronavirus infection (COVID-19)], su coronavirus.uz, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  77. ^ NCDC Covid-19 Page, in Nigeria Centre for Disease Control, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  78. ^ COVID-19 Situation Report [Current Situation], su covidsitrep.moh.gov.sg, Ministry of Health (Singapore), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  79. ^ (ES) COVID-19, su mspbs.gov.py, Ministry of Public Health and Social Welfare (Paraguay), 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  80. ^ Coronavirus nombre de cas en Algérie, su coronavirus-statistiques.com, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  81. ^ Ireland's COVID-19 Data Hub – Confirmed Headline Figures, su covid19ireland-geohive.hub.arcgis.com, Department of Health (Ireland), 1º ottobre 2021.
  82. ^ (RU) ru:Информации, su med.kg, Ministry of Health (Kyrgyz Republic), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  83. ^ (AR) ar:البوابة الجغرافية لمراقبة انتشار فيروس كورونا في ليبيا [The geographical portal to monitor the spread of the corona virus in Libya], su ncdc.org.ly, National Centre of Disease Control (Libya), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  84. ^ (AR) The main figures, su facebook.com, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su Ministère de la santé وزارة الصحة (Tunisia) on Facebook.
  85. ^ COVID-19 Updates, su ghs.gov.gh, Ghana Health Service, 24 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  86. ^ Coronavirus (COVID-19) in the Slovak Republic in numbers, su korona.gov.sk, National Health Information Center, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  87. ^ Afghanistan Covid-19 Cases, su covid.moph-dw.org, Ministry of Public Health (Afghanistan), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  88. ^ (AZ) Azərbaycanda cari vəziyyət [Current situation in Azerbaijan], su koronavirusinfo.az, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  89. ^ Ministry of Health, su twitter.com, Ministry of Health (Kenya), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Twitter.
  90. ^ (AR) ar:فايروس كورونا (COVID-19) في فلسطين [Corona Virus (COVID-19) in Palestine], su corona.ps, 25 settembre 2021. URL consultato il 25 settembre 2021.
  91. ^ Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) Surveillance Dashboard (Myanmar), su mohs.gov.mm, Ministry of Health and Sports (Myanmar), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  92. ^ (ES) SITUACIÓN NACIONAL, su covid19.gob.sv, Ministry of Health (El Salvador), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  93. ^ Coronavirus (COVID-19) current situation and case numbers, su health.gov.au, Australian Government Department of Health, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  94. ^ COVID-19 in Bosnia and Herzegovina, su mcp.gov.ba, Ministry of Civil Affairs of Bosnia and Herzegovina, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  95. ^ Coronavirus Disease-19, Republic of Korea, su ncov.mohw.go.kr, Ministry of Health and Welfare (South Korea). URL consultato il 1º ottobre 2021.
  96. ^ (FR) STATISTIQUES COVID-19, su covid19.minsante.cm, 8 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021.
  97. ^ Covid-19 dashboard, su covid19.who.int, WHO. URL consultato il 29 settembre 2021.
  98. ^ COVID -19: point de la situation de la maladie à coronavirus du 30 avril 2021, su sante.gouv.ci, 30 aprile 2020. URL consultato il 1º maggio 2020.
  99. ^ (EN) Ministère de la Santé et de l'Hygiène Publique, su facebook.com, 14 giugno 2021. URL consultato il 15 giugno 2021. Ospitato su Facebook.
  100. ^ (DA) Tal og overvågning af COVID-19, su sst.dk, Sundhedsstyrelsen (Danish Health Authority), 17 settembre 2021. URL consultato il 17 settembre 2021.
  101. ^ (DA) Statens Serum Institut – COVID-19 – Danmark, su experience.arcgis.com, State Serum Institute. URL consultato il 29 settembre 2021.
  102. ^ (ES) Covid-19 en Cifras en Puerto Rico (Estadísticas), su covid19datos.salud.gov.pr, Departamento de Salud de Puerto Rico, 29 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  103. ^ (ES) Puerto Rico COVID-19, su bioseguridad.maps.arcgis.com, 29 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  104. ^ Situation Covid-19, su sante.gov.mg, Ministry of Public Health (Madagascar), 20 giugno 2021. URL consultato il 20 giugno 2021.
  105. ^ Madagascar: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 29 settembre 2021.
  106. ^ (MK) Real-time Coronavirus condition in North Macedonia, su gdi-sk.maps.arcgis.com. URL consultato il 30 settembre 2021.
  107. ^ (AR) ar:التقرير الوبائي التراكمي ليوم الأحد 11 يوليو 2021م, su facebook.com, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  108. ^ (FR) Coronavirus : Riposte à l'épidémie : Tableau Récapitulatif des dons", su sante.gouv.sn, Ministry of Health and Social Action (Senegal), 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  109. ^ (EL) el:Δεδομένα για τον κορωνοϊό στην Ελλάδα - Τελευταία Ενημέρωση [Coronavirus data in Greece - Latest Update], su covid19.gov.gr, Government of Greece, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  110. ^ Av Sondre Nilsen, Oda Leraan Skjetne, Yasmin Sfrintzeris, Hanna Haug Røset, Carina Hunshamar, Sofie Fraser e Ole Løkkevik, Live: Corona-viruset sprer seg i Norge og verden, su VG Nett. URL consultato il 30 settembre 2021.
  111. ^ Situation Épidémiologique Covid-19 En Republique Democratique du Congo au 21 août 2021, su us3.campaign-archive.com, CMR COVID-19, 21 agosto 2021. URL consultato il 22 agosto 2021.
  112. ^ Democratic Republic of the Congo: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 27 settembre 2021.
  113. ^ (FR) Situation du coronavirus en Guinée, su anss-guinee.org, Agence Nationale de Sécurité Sanitaire, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  114. ^ Confirmed COVID-19 Cases [Data for Malaysia], in COVIDNOW, Ministry of Health, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  115. ^ Tajikistan: КОРОНАВИРУС (COVID-19) Dashboard, su covid.tj. URL consultato il 22 settembre 2021.
  116. ^ Situation update on coronavirus [Finland's situation in brief], su thl.fi, Finnish Institute for Health and Welfare, 22 settembre 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.
  117. ^ Varmistetut koronatapaukset Suomessa (COVID-19), su experience.arcgis.com, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  118. ^ COVID-19 : Situation en Haiti, su mspp.gouv.ht, Ministère de la Santé Publique et de la Population du Republique d'Haiti. URL consultato il 24 luglio 2021.
  119. ^ COVID-19 : Situation en Haiti, su mspp.gouv.ht, Ministère de la Santé Publique et de la Population du Republique d'Haiti. URL consultato il 27 settembre 2021.
  120. ^ (FR) Situation du coronavirus en Guinée, su anss-guinee.org, Agence Nationale de Sécurité Sanitaire, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  121. ^ (FR) Situations Épidémiologique au Gabon, su infocovid.ga, Comité de Pilotage du Plan de Veille, 25 settembre 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  122. ^ Mauritania COVID-19 Situation Report 2021-04-18AR, su sante.gov.mr, Ministère de la Santé Mauritania, 18 aprile 2021.
  123. ^ (AR) ar:حالة اليوم [Today's Status], su facebook.com, Ministère de la Santé du Mauritania, 29 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  124. ^ Coronavirus: COVID-19, su data.public.lu, Government of Luxembourg, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  125. ^ Communique De Presse COVID-19, su facebook.com, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Ministere de la Santé de Djibouti on Facebook.
  126. ^ WHO daily Report, su covid19.who.int. URL consultato il 24 settembre 2021.
  127. ^ Ministère de la Santé et de la Population [MSPCentrafrique], Communiqué de Presse (Tweet), su Twitter, 10 ottobre 2020.
  128. ^ (SQ) Covid-19, su Koha Ditore, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  129. ^ Službena stranica Vlade, su koronavirus.hr, Croatian Institute of Public Health. URL consultato il 30 settembre 2021.
  130. ^ (SQ) Coronavirus Albania Statistika, su coronavirus.al, Agjencia Kombëtare e Shoqerisë së Informacionit. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  131. ^ (TH) th:ไทยรู้สู้โควิด, su twitter.com, Ministry of Health (Thailand), 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021. Ospitato su Twitter.
  132. ^ (ES) Covid 19 de Guinea Ecuatorial, su guineasalud.org, Guinea Ecuatorial Salud, 27 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  133. ^ COVID-19 Dashboard, Somalia, su moh.gov.so, Ministry of Health (Somalia), 21 settembre 2021. URL consultato il 20 settembre 2021.
  134. ^ COVID-19 Statistics Dashboard, su covid19.health.gov.mv, Ministry of Health (Maldives), 31 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  135. ^ HPA_MV, Coronavirus in Maldives (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  136. ^ (ES) Nota informativa sobre la COVID-19 en Cuba, su sld.cu, Ministerio de Salud (Cuba), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  137. ^ (ES) MINSAPCuba, Coronavirus en Cuba (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  138. ^ (FR) Du Ministere de la sante et du développement social sur le suivi des actions de prevention et de riposte face a la maladie a coronavirus, su sante.gov.ml, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  139. ^ (ES) Estadísticas de COVID-19 en Nicaragua, su observatorioni.org, Observatorio Ciudadano, 22 settembre 2021. URL consultato il 25 settembre 2021. Ospitato su Ministerio de Salud (Nicaragua).
  140. ^ COVID-19 : Live Situational Analysis Dashboard of Sri Lanka, su hpb.health.gov.lk, Health Promotion Bureau (Sri Lanka), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  141. ^ Epidemiology Unit, su epid.gov.lk, Ministry of Health (Sri Lanka), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  142. ^ Information about Coronavirus disease COVID-19, su koroonakaart.ee, Estonian Health Board. URL consultato il 30 settembre 2021.
  143. ^ Koroonaviiruse andmestik, su terviseamet.ee, Estonian Health Board. URL consultato il 30 settembre 2021.
  144. ^ (IS) COVID-19 á Íslandi – Tölfræði, su covid.is. URL consultato il 30 settembre 2021.
  145. ^ Relevant information about Coronavirus (COVID-19), su koronastop.lrv.lt, Government of the Republic of Lithuania, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  146. ^ (LT) COVID-19 ligos apžvalga Lietuvoje, su osp.maps.arcgis.com. URL consultato il 30 settembre 2021.
  147. ^ Covid 19 National Information Dashboard, su covid19.health.gov.mw, Ministry of Health and Population (Malawi), 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  148. ^ (SL) Statistični pregled koronavirusa v Sloveniji, su rtvslo.si, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  149. ^ ZMPublicHealth, Daily Status Update (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021.
  150. ^ WHO daily Report, su covid19.who.int. URL consultato il 27 settembre 2021.
  151. ^ Ministere de la Sante, de la Population, de la Promotion de la Femme et de l'integration de la Femme au Developpement, su sante.gouv.cg. URL consultato il 31 ottobre 2020.
  152. ^ (CNR) Statistički podaci o COVID/19, su covidodgovor.me, Government of Montenegro, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  153. ^ (PT) Situação Atual, su covid19.cv, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  154. ^ Coronavirus Disease (COVID-19) in HK, su chp-dashboard.geodata.gov.hk, Hong Kong, Department of Health, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  155. ^ (RU) ru:По состоянию на 10:00 30 сентября всего 67201 заболевших инфекцией COVID-19 на территории Донецкой Народной Республики, su mzdnr.ru. URL consultato il 30 settembre 2021.
  156. ^ (LV) Covid-19 izplatība Latvijā, su covid19.gov.lv, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  157. ^ Covid-19 Rwanda Cases, su rbc.gov.rw, Rwanda Biomedical Centre. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  158. ^ Rwanda Ministry of Health [RwandaHealth], Amakuru Mashya Update (Tweet), su Twitter, 1º ottobre 2021.
  159. ^ U.S. Navy COVID-19 Updates, su Navy Live, 12 aprile 2020. URL consultato il 29 aprile 2020.
  160. ^ USS Theodore Roosevelt resumes operations more than two months after COVID-19 outbreak began, su The San Diego Union-Tribune, 4 giugno 2020.
  161. ^ Florence Parly s'exprime devant les députés de la commission de la Défense nationale et des forces armées, su defense.gouv.fr, 17 aprile 2020.
  162. ^ (PT) Início, su covid19.ins.gov.mz, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  163. ^ EswatiniGovern1, COVID-19 Update (Tweet), su Twitter, 20 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  164. ^ COVID-19 Spread in Cyprus, su covid19.ucy.ac.cy, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  165. ^ Ministry of Health- Uganda [MinofHealthUG], Covid-19 Daily Updates (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  166. ^ (CA) Coronavirus updates, su govern.ad, Govern d'Andorra, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  167. ^ COVID-19 Clinical Management Summary, su moh.gov.jm, Ministry of Health and Wellness (Jamaica), 29 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  168. ^ Official COVID-19 figures, su facebook.com, Ministry of Health (Malta), 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  169. ^ MoHCCZim, COVID-19 Daily Update (Tweet), su Twitter, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  170. ^ (NL) COVID-19, su COVID SURINAME. URL consultato il 30 settembre 2021.
  171. ^ (SO) Warbixinta Maalinlaha Jamhuriyadda Somaliland ee Covid-19, su Ministry Of Health Development Somaliland (MoHD) via Facebook, Ministry Of Health Development Somaliland (MoHD). URL consultato il 29 settembre 2021.
  172. ^ (SO) Wasaaradda Horumarinta Caafimaadka JSL, su Somaliland COVID-19, Ministry Of Health Development Somaliland (MoHD). URL consultato il 29 maggio 2021.
  173. ^ (RU) ru:Всего по состоянию на 09:00 30 сентября [Total as of 09:00 September 30], 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  174. ^ Summary of the national update, su facebook.com, Ministry of Health and Social Services (Namibia), 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  175. ^ Coronavirus (COVID-19) cases, su gov.je:80, States of Jersey. URL consultato il 29 settembre 2021.
  176. ^ Syrian Arab Republic, su moh.gov.sy, Syrian Ministry of Health, 27 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  177. ^ (PT) Últimos dados sobre o COVID-19, su cisp.gov.ao:10443, COMISSÃO INTERMINISTERIAL DE ANGOLA - CISP, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  178. ^ COVID-19 Botswana Dashboard, su covid19portal.gov.bw, Government of Botswana, 24 settembre 2021. URL consultato il 24 settembre 2021.
  179. ^ JIC RELEASE NO. 805, su ghs.guam.gov, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  180. ^ Home, su health.gov.gy, Ministry of Health (Guyana). URL consultato il 30 settembre 2021.
  181. ^ COVID-19 : points de situation hebdomadaire et recommandations, su Préfet de la région Guadeloupe. URL consultato il 2 luglio 2020.
  182. ^ Ministry of Health, Trinidad & Tobago: COVID-19 Tracker, su experience.arcgis.com. URL consultato il 29 settembre 2021.
  183. ^ (RU) ru:В Арцахе подтвержден один случай заболевания коронавирусом [One case of coronavirus confirmed in Artsakh], in Armenpress, 26 agosto 2021.
  184. ^ COVID-19, su covid19usvi.com, USVI Department of Health. URL consultato il 29 settembre 2021.
  185. ^ Governor Bryan Ends Beach Curfew, Eases COVID-19 Restrictions for Restaurants, su vi.gov, Government of the United States Virgin Islands. URL consultato il 29 aprile 2021.
  186. ^ (TR) KKTC Sağlık Bakanlığı, su saglik.gov.ct.tr. URL consultato il 28 settembre 2021.
  187. ^ COVID-19 Report Update #549, su bahamas.gov.bs, Ministry of Health (Bahamas). URL consultato il 26 settembre 2021.
  188. ^ (PAPEN) Casonan di Corona Virus na Aruba 29 di-09-2021, su arubacovid19.org. URL consultato il 29 settembre 2021.
  189. ^ (RU) ru:Коронавирус выявлен за сутки еще у 54 жителей Южной Осетии [Coronavirus was detected in another 54 residents of South Ossetia in a day], in RES, 29 settembre 2021.
  190. ^ Point de situation sur le Coronavirus, su presidence.pf, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  191. ^ French Polynesia: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 24 settembre 2021.
  192. ^ The Gambia COVID-19 Outbreak Situational Report, su moh.gov.gm, Ministry of Health (The Gambia), 27 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  193. ^ ОПЕРШТАБ: ДИАГНОЗ COVID-19 ПОДТВЕРЖДЁН У 165 ЧЕЛОВЕК, in Apsnypress, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  194. ^ Belize COVID-19 Cumulative Report, su facebook.com, Ministry of Health and Wellness (Belize), 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  195. ^ Update on COVID-19 Response, su moh.gov.ss, Ministry of Health Republic of South Sudan, 6 settembre 2021. URL consultato l'8 settembre 2021.
  196. ^ South Sudan: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 29 settembre 2021.
  197. ^ (ES) Visualizador de casos coronavirus COVID-19 en Uruguay, su gub.uy, Sistema Nacional de Emergencias. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  198. ^ (FR) Coronavirus (Covid-19), su gouv.bj, Gouvernement de la République du Bénin. URL consultato il 14 settembre 2021.
  199. ^ (FR) Ministère de la Santé du Bénin, su facebook.com, Ministère de la Santé du Bénin via Facebook, 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  200. ^ (FR) Service d'Information du Gouvernement – Burkina Faso, su facebook.com, 28 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  201. ^ (PT) Dashboard Bissau Covid, su Dados Bissau. URL consultato il 27 settembre 2021.
  202. ^ Boletim Epidemiológico Semanal de 14 a 20 de Junho de 2021 Nr.52, su Alto Comissariado para a Covid-19. URL consultato l'11 agosto 2021.
  203. ^ The Ministry of Information and Communication – Sierra Leone, su facebook.com. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  204. ^ (FR) Situation au Togo, su covid19.gouv.tg, Government of Togo, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  205. ^ (AR) YSNECCOVID19, ar:آخر إحصائيات انتشار فيروس #كورونا في #اليمن#معا_لمواجهة_كورونا (Tweet), su Twitter. URL consultato il 30 settembre 2021.
  206. ^ nacosec, Lesotho COVID-19 Statistics (Tweet), su Twitter, 26 agosto 2021.
  207. ^ COVID-19 – current cases, su health.govt.nz, Ministry of Health (New Zealand), 2 ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  208. ^ (FR) Communiqué N* 533 de la Coordination Nationale de Riposte Sanitaire, su facebook.com, Ministère de la Santé Publique du Tchad, 1º ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021. Ospitato su Facebook.
  209. ^ Liberia COVID-19 Daily Case Update By County, su facebook.com, 2 agosto 2021. URL consultato il 3 agosto 2021. Ospitato su National Public Health Institute of Liberia (NPHIL) on Facebook.
  210. ^ COVID-19 SITUATION REPORTS, su nphil.gov.lr, 22 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021. Ospitato su National Public Health Institute of Liberia (NPHIL).
  211. ^ (FR) Communiqué du 29/09/2021, su facebook.com, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Ministère de la Santé du Niger on Facebook.
  212. ^ (VI) Cổng Thông Tin Của Bộ Y Tế Về Đại Dịch COVID-19 [Portal Of The Ministry Of Health About COVID-19 Pandemic], su ncov.moh.gov.vn, Ministry of Health (Vietnam), 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  213. ^ (PT) Situação Actual em São Tomé e Príncipe, su covid.ms.gov.st, Ministério da Saúde (São Tomé e Príncipe), 1º ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  214. ^ 38 positive COVID-19 cases; 1695 tested, su Curacao Chronicle. URL consultato il 29 settembre 2021.
  215. ^ Aggiornamento settimanale epidemia COVID-19 e Campagna Vaccinale, su iss.sm, Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino. URL consultato il 27 settembre 2021.
  216. ^ COVID-19 update October 1st, 2021, su Government of Sint Maarten. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  217. ^ (JA) ja:国内感染者1万6395人 死者773人(クルーズ船除く)新型コロナ, su www3.nhk.or.jp, 20 maggio 2020.
  218. ^ How lax rules, missed warnings led to Japan's second coronavirus cruise-ship hot spot, su Reuters, 7 maggio 2020. URL consultato il 9 maggio 2020.
  219. ^ TCI COVID-19 DASHBOARD 1 ottobre 2021, su Government of Turks and Caicos. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  220. ^ GibraltarGov, Coronavirus: COVID-19 Information (Tweet), su Twitter, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  221. ^ Covid-19 In PNG Statistics, su covid19.info.gov.pg, Joint Agency Task Force National Control Centre for COVID-19, Government of Papua New Guinea, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  222. ^ Burundi: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 29 settembre 2021.
  223. ^ COVID-19 全球即時疫情地圖, su covid-19.nchc.org.tw, 2 ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  224. ^ 新增10例境外移入COVID-19確定病例, su cdc.gov.tw, 2 ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  225. ^ Profilo ufficiale Facebook Prefettura di Saint Martin e Saint Barthélemy, https://www.facebook.com/prefet971/photos/pcb.3041602145953883/3041601492620615/. URL consultato il 2 luglio 2020.
  226. ^ Coordination Comores Contre COVID-19, Pandémie COVID-19/Union des Comores Communiqué N°370, su facebook.com, 1º ottobre 2021.
  227. ^ Numbers in the Faroe Islands, su corona.fo, 29 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  228. ^ (DA) Overvågning af COVID-19, su ssi.dk, Statens Serum Institut, 6 novembre 2020. URL consultato il 6 novembre 2020.
  229. ^ Announcement from the Ministry of Health, su shabait.com, Eritrea Ministry Of Information. URL consultato il 30 settembre 2021.
  230. ^ COVID-19 Updates & News in Mauritius, su covid19mu.com, Ministry of Health and Wellness (Mauritius), 17 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  231. ^ Mauritius: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 30 settembre 2021.
  232. ^ (DE) Ministerium für Gesellschaft, su regierung.li, 31 luglio 2021. URL consultato il 31 luglio 2021.
  233. ^ (DE) Situationsbericht zu COVID-19 im Fürstentum Liechtenstein (PDF), su llv.li, 2 ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  234. ^ Latest updates, su covid19.gov.im, Isle of Man Government, 29 settembre 2021. URL consultato il 29 settembre 2021.
  235. ^ COVID-19 In Bhutan, in Government of Bhutan. URL consultato il 28 settembre 2021.
  236. ^ Mongolian COVID-19 Coronavirus Tracker, su covid19mongolia.mn, Ministry of Health (Mongolia), 9 settembre 2021. URL consultato il 9 settembre 2021.
  237. ^ (KM) km:ចំនួនករណីឆ្លងជំងឺកូវីដសរុប [Total number of coronavirus infections], su covid19-map.cdcmoh.gov.kh, Ministry of Health (Cambodia), 7 agosto 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  238. ^ (KM) km:ក្រសួងសុខាភិបាលនៃព្រះរាជាណាចក្រកម្ពុជា [Ministry of Health of the Kingdom of Cambodia], su facebook.com, Ministry of Health of the Kingdom of Cambodia, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  239. ^ Covid-19 : 1 nouveau cas positif et 2 guérisons ce jeudi 30 septembre, su gouv.mc. URL consultato il 30 settembre 2021.
  240. ^ COVID-19 Coronavirus – Testing results, su gov.gg, St Peter Port, Public Health Services (Guernsey), 30 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  241. ^ COVID-19 Statistics For The Cayman Islands, in Cayman Islands Government, 1º ottobre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  242. ^ COVID-19 Update: 199 New Cases, 858 In Isolation, su gisbarbados.gov.bb, Barbados GIS, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  243. ^ Novel Coronavirus (COVID-19), su gov.bm, Government of Bermuda, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  244. ^ COVID-19 Local Situation, su health.gov.sc, Ministry of Health (Seychelles), 26 giugno 2021. URL consultato il 26 giugno 2021.
  245. ^ COVID-19 in Seychelles, su health.gov.sc, Ministry of Health (Seychelles), 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  246. ^ ngs_ken_iryou, ja:令和2年4月25日(土)18時現在、長崎県内の新型コロナウイルス感染症状況 (Tweet), su Twitter, 25 aprile 2020.
  247. ^ Virus-hit Italian cruise ship leaves Nagasaki, su The Japan Times.
  248. ^ One new import case COVID-19 reported today, 07-05-2021, su moh.gov.bn, Ministry of Health (Brunei), 7 maggio 2021. URL consultato il 7 maggio 2021.
  249. ^ Latest News, su moh.gov.bn, Ministry of Health (Brunei). URL consultato il 29 settembre 2021.
  250. ^ Numbers Bonaire COVID-19, su facebook.com, Openbaar Lichaam Bonaire, 1º ottobre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021. Ospitato su Facebook.
  251. ^ Nearly 130, Including Australians, On Antarctic Cruise Ship Have Coronavirus, su 10daily.com.au. URL consultato l'8 aprile 2020.
  252. ^ El Sinae confirmó décimo fallecido y 528 casos positivos.
  253. ^ Home, su covid19.gov.ag, Government of Antigua and Barbuda, 29 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  254. ^ StopCOV.ge. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  255. ^ CNMI COVID-19 Dashboard, su cnmichcc.maps.arcgis.com, 15 ottobre 2020. URL consultato il 26 aprile 2021.
  256. ^ Northern Mariana Islands (Commonwealth of the): WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  257. ^ Coronavirus COVID-19, su facebook.com, Government of the Virgin Islands, 8 settembre 2021. URL consultato il 9 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  258. ^ Ministry Of Health Reports Three More COVID Related Deaths, su bvi.gov.vg, Government of the Virgin Islands, 23 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  259. ^ Latest News, su health.gov.vc, Government of Saint Vincent and the Grenadines. Ministry of Health, Wellness and the Environment, 29 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  260. ^ Special webpage against Epidemics, su ssm.gov.mo, 28 settembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  261. ^ Saint Lucia's COVID-19 Dashboard [Statistics], su covid19response.lc, Ministry of Health and Wellness (Saint Lucia), 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  262. ^ COVID-19 Updates, su health.gov.fj, Ministry of Health and Medical Services, 30 settembre 2021. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  263. ^ Dominica Coronavirus Update, su covid19.dominica.gov.dm, Ministry of Health, Wellness and New Health Investment Response to COVID-19 (Commonwealth of Dominica), 30 settembre 2021. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  264. ^ [Current Situation] COVID-19 cases in Timor-Leste, su covid19.gov.tl, COVID-19 Timor-Leste Dashboard, 26 settembre 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  265. ^ GRENADA RECORDS THREE MORE COVID-19 CASES, su gov.gd, Ministry of Health (Grenada), 13 agosto 2021. URL consultato il 14 agosto 2021.
  266. ^ COVID-19 Update COVID-19 Grenada Dashboard, su facebook.com, Ministry of Health (Grenada) via Facebook, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  267. ^ Dichiarazione del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, 06.06.2020, su Official The Holy See website. URL consultato il 7 giugno 2020.
  268. ^ Vaticano, nuovo caso di positività al Covid-19, su vaticannews.va. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  269. ^ (FR) Info coronavirus Covid-19, su gouv.nc. URL consultato il 30 settembre 2021.
  270. ^ (LO) ຄະນະສະເພາະກິດເພື່ອປ້ອງກັນ, ຄວບຄຸມ ແລະ ແກ້ໄຂການລະບາດ: ຂອງພະຍາດອັກເສບປອດ ຈາກເຊື້ອຈຸລະໂລກສາຍພັນໃຫມ່ (COVID-19) [Task Force to Prevent, Control and Address Outbreaks: New strain of pneumonia (COVID-19)], su covid19.gov.la, Laos Coronavirus Task Force, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  271. ^ Government of St. Kitts and Nevis – COVID – 19 Updates, su covid19.gov.kn. URL consultato il 30 settembre 2021.
  272. ^ St.Kitts-Nevis COVID-19 Situation Report No. 465, in Government of St. Kitts and Nevis, 7 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  273. ^ (DA) Coronavirus i Grønland, su corona.nun.gl. URL consultato il 29 settembre 2021.
  274. ^ (DA) Overvågning af COVID-19, su ssi.dk, State Serum Institute, 1º ottobre 2020. URL consultato il 9 ottobre 2020.
  275. ^ (FR) Bulletin de veille sanitaire du 13 septembre 2021, su saint-pierre-et-miquelon.gouv.fr. URL consultato il 16 settembre 2021.
  276. ^ Saint Pierre and Miquelon: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 28 aprile 2021.
  277. ^ COVID-19: Information and Guidance, su fig.gov.fk, Falkland Islands Government, 1º settembre 2021. URL consultato il 2 settembre 2021.
  278. ^ Deal is done: Cruise ship with sick passengers and sister ship will be allowed to dock in Florida, su nbcnews.com, NBC News. URL consultato il 2 aprile 2020.
  279. ^ Indonesian crew member of virus-hit Zaandam cruise ship dies in Florida, su South China Morning Post, 10 aprile 2020. URL consultato l'11 aprile 2020.
  280. ^ Covid-19, in Government of Montserrat, 19 settembre 2021. URL consultato il 19 settembre 2021.
  281. ^ Government of Sint Eustatius, su facebook.com, Government of Sint Eustatius. URL consultato il 30 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  282. ^ Passengers on the Coral Princess are still trying to get home, su CNN Travel, 1º gennaio 2021.
  283. ^ (EN) Western Sahara Coronavirus: 10 Cases and 1 Deaths - Worldometer, su www.worldometers.info. URL consultato il 26 giugno 2020.
  284. ^ (NL) Zr.Ms. Dolfijn breekt reis af vanwege corona – Nieuwsbericht – Defensie.nl, su defensie.nl, 30 marzo 2020.
  285. ^ (NL) Bemanning onderzeeboot Dolfijn na corona-besmetting weer uit isolatie, su Noordhollands Dagblad. URL consultato il 19 giugno 2020.
  286. ^ Worldometer, caribbean netherlands, su worldometers.info. URL consultato il 3 luglio 2020.
  287. ^ coronavirus information et recommandations, su guadeloupe.ars.sante.fr. URL consultato il 3 luglio 2020.
  288. ^ COVID-19 Update, su facebook.com, Government of Saba. URL consultato il 4 settembre 2021. Ospitato su Facebook.
  289. ^ COVID-19 Dashboard [Statistics], su beatcovid19.ai, COVID-19 : The Anguillian Response, 29 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  290. ^ Solomon Islands: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 18 aprile 2021.
  291. ^ New COVID-19 Case Reported, su solomons.gov.sb. URL consultato il 14 aprile 2021.
  292. ^ Marshall Islands: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 28 aprile 2021.
  293. ^ RMI Covid-19 Update, RMI Ministry of Health and Human services, 21 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021. Ospitato su Facebook.
  294. ^ Contamination au coronavirus : le Leopold I reste à quais, su mil.be, 27 marzo 2020.
  295. ^ Vanuatu Ministry of Health Covid-19 Updates, su Vanuatu Ministry of Health COVID-19 Updates, 22 aprile 2021. URL consultato il 22 maggio 2021.
  296. ^ Vanuatu Situation Report #38 – 3-06-2021 (PDF), su Vanuatu Ministry of Health COVID-19 Updates, 13 giugno 2021. URL consultato il 5 giugno 2021.
  297. ^ Covid info n°62 du 21 mai 2021 / Actualités / Accueil - Les services de l'État à Wallis et Futuna, su wallis-et-futuna.gouv.fr. URL consultato il 23 maggio 2021.
  298. ^ (FR) Covid-19: Tanzania updates will resume after improvements at national laboratory, in THECITIZEN. URL consultato l'8 maggio 2020.
  299. ^ United Republic of Tanzania: WHO Coronavirus Disease (COVID-19) Dashboard, su covid19.who.int. URL consultato il 29 settembre 2021.
  300. ^ COVID-19 Dashboard by the Center for Systems Science and Engineering (CSSE) at Johns Hopkins University (JHU), su ArcGIS, Johns Hopkins University. URL consultato il 2 ottobre 2021.
  301. ^ Alexis Akwagyiram, Uomo italiano diventa primo caso di coronavirus in Nigeria, su Reuters, 28 febbraio 2020. URL consultato il 16 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2020).
  302. ^ a b Ruth Maclean, Africa Braces for Coronavirus, but Slowly, su The New York Times, 17 marzo 2020. URL consultato il 25 marzo 2020.
  303. ^ a b African Countries Respond Quickly To Spread Of COVID-19, su NPR.org. URL consultato il 23 marzo 2020.
  304. ^ Covid-19: l'Africa è una bomba a orologeria, su DottNet, 10 aprile 2020. URL consultato il 17 aprile 2020.
  305. ^ Francesco Malgaroli, Botswana, chiuse le frontiere per fermare il Covid-19, in La Repubblica, 27 marzo 2020. URL consultato il 14 aprile 2020.
  306. ^ a b Adam Taylor e Stefano Pitrelli, One continent remains untouched by the coronavirus: Antarctica, in The Washington Post, 24 marzo 2020. URL consultato il 3 aprile 2019.
  307. ^ Elle Torres, What life is like on Antarctica, the only continent without a case of coronavirus, in ABC News, 20 marzo 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  308. ^ Agence France-Presse, Pacific islands, Antarctic bases: coronavirus-free living in some of Earth's most isolated places, in South China Morning Post, 31 marzo 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  309. ^ British Antarctic Survey response to COVID-19, in British Antarctic Survey, 24 marzo 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  310. ^ (EN) 'Isolated within isolation': keeping out coronavirus in the frozen Antarctic, in Reuters, 14 aprile 2020. URL consultato il 17 aprile 2020.
  311. ^ Sono stati rilevati i primi casi di coronavirus in Antartide, in Il Post, 22 dicembre 2020. URL consultato il 23 dicembre 2020.
  312. ^ (EN) Chaolin Huang, Yeming Wang, Xingwang Li, Lili Ren, Jianping Zhao, Yi Hu, Li Zhang, Guohui Fan, Jiuyang Xu, Xiaoying Gu e Zhenshun Cheng, Clinical features of patients infected with 2019 novel coronavirus in Wuhan, China, in The Lancet, vol. 395, n. 10223, 15 febbraio 2020, pp. 497–506, DOI:10.1016/S0140-6736(20)30183-5, ISSN 0140-6736 (WC · ACNP), PMID 31986264.
  313. ^ (EN) China’s first confirmed Covid-19 case traced back to November 17, in South China Morning Post, 13 marzo 2020. URL consultato il 23 marzo 2020.
  314. ^ James Walker, China Traces Coronavirus to First Confirmed Case, Nearly Identifying 'Patient Zero', in Newsweek, 14 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  315. ^ Helen Davidson, First Covid-19 case happened in November, China government records show—report, in The Guardian, 13 marzo 2020, ISSN 0261-3077 (WC · ACNP). URL consultato il 15 marzo 2020.
  316. ^ Tedros Adhanom Ghebreyesus, Nuovo virus in Cina, primo caso isolato in Thailandia, in La Repubblica, 13 gennaio 2020. URL consultato il 15 aprile 2020.
  317. ^ Virus Cina, un caso in Nepal: è il primo in Asia meridionale, su Tgcom24, Mediaset, 25 gennaio 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  318. ^ Coronavirus, casi in Tunisia, Giordania e Russia: vengono tutti dall'Italia. Ecco i Paesi che chiudono le frontiere, in Il Messaggero, 2 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  319. ^ Italo Consentino, Primo caso di coronavirus in Armenia: chiuse scuole e università, Osservatorio sulla Sicurezza Internazionale - LUISS, 4 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  320. ^ Arzu Gebullayeva, L'Azerbaigian annuncia il lockdown e un inasprimento della lotta contro il coronavirus, GlobalVoices, 2 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  321. ^ Marilisa Lorusso, Covid 19 in Georgia: le misure governative e i territori secessionisti, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, 18 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  322. ^ Andrea De Angelis, Covid-19, la pandemia in Asia non è finita. Italia prolunga blocco, Vatican News, 1º aprile 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  323. ^ Elena Camino, Il COVID-19 e l’India. Tra numeri, stime, previsioni, incognite…, Centro Studi Sereno Regis, 13 aprile 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  324. ^ Siria: il virus e la guerra (quella vera), ISPI, 30 marzo 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  325. ^ Coronavirus Covid-19: Jaloud (Yemeni Archive), “se si diffonde in Yemen catastrofe del secolo”, Sir, 31 marzo 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  326. ^ Kelly Kasulis, La Corea del Nord cerca di nascondere l'epidemia, Internazionale, 26 marzo 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  327. ^ Coronavirus, in dieci comuni lombardi: 50 mila persone costrette a restare in casa. Quarantena all'ospedale milanese di Baggio, su La Repubblica. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  328. ^ Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana del 23 febbraio 2020, su gazzettaufficiale.it.
  329. ^ Turista italiano positivo al test a Tenerife: mille in quarantena. Primo caso sospetto nelle Asturie, su La Repubblica. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  330. ^ Elena de Stabile, Coronavirus in Italia: aggiornamento ora per ora, su la Repubblica, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  331. ^ Coronavirus in Italia: aggiornamento ora per ora, su La Repubblica, 23 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  332. ^ Coronavirus, com’è cambiata la mappa del contagio in sole cinque settimane, su Scienze fanpage. URL consultato il 6 marzo 2020.
  333. ^ Coronavirus, diretta: primo contagio in Vaticano. Bimba di 45 giorni positiva. Italia: 3 858 casi di cui 414 guariti e 148 morti, su Il Messaggero. URL consultato il 6 marzo 2020.
  334. ^ (EN) In U.S. and Germany, Community Transmission Is Now Suspected, in The New York Times, 5 marzo 2020. URL consultato il 6 marzo 2020.
  335. ^ Coronavirus, Usa primi al mondo per contagi: 81 321, superata l'Italia. Trump chiama Xi: "Collaboriamo", in La Repubblica, 26 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  336. ^ Primo caso positivo in Brasile: era stato in Lombardia per lavoro, in Il Secolo XIX, 27 febbraio 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  337. ^ I paesi dove il coronavirus non è ancora arrivato (ufficialmente), in Il Post, 4 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  338. ^ (PT) Carolina Cruz, Ministério da Saúde investiga caso suspeito de coronavírus em MG, 28 gennaio 2020. URL consultato il 28 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2020).
  339. ^ Coronavirus in Usa: senza sanità pubblica, il numero di contagi e vittime potrebbe essere impressionante, in Il Fatto Quotidiano, 19 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  340. ^ Pablo Cesio, Brasile: il Covid-19 arriva nelle favelas di Rio de Janeiro, Aleteia, 24 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  341. ^ Francesca Mancuso, Coronavirus: primo caso in tribù remota dell’Amazzonia, è un 15enne. Si teme sterminio degli indigeni, greenMe, 10 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  342. ^ Damiano Mattana, Coronavirus, tra crisi, lavoro e lockdown: cosa succede in Sud America, In Terris, 3 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  343. ^ Covid in Venezuela: tra fame, repressione e omicidi, su lanuovabq.it.
  344. ^ In Venezuela sta andando male, su ilpost.it.
  345. ^ Venezuela, cittadini alla fame. Accordo Maduro-Guaido, su avantionline.it.
  346. ^ Virus Cina, primo caso in Australia, Rai News, 25 gennaio 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  347. ^ Plague in Paradise: How Oceania fights COVID-19, United World International, 12 aprile 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  348. ^ È sempre epidemia di morbillo a Samoa e i morti sono ormai 81, TIO, 29 dicembre 2019. URL consultato il 20 aprile 2020.
  349. ^ (EN) Coronavirus: Kiribati blocks Chinese travellers, su Radio New Zealand, 1º febbraio 2020. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  350. ^ (EN) Giff Johnson, Marshall Islands bans direct travel from China, in Radio New Zealand, 25 gennaio 2020. URL consultato il 28 gennaio 2020.
  351. ^ Joshua Mcdonald, Pandemic in the Pacific: COVID-19 to Hit Pacific Economies Hard, in The Diplomat, 30 marzo 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  352. ^ Il virus arriva anche tra i Moai. La paura sull’Isola di Pasqua: “Potrebbe essere la nostra fine”, in La Stampa, 24 marzo 2020. URL consultato il 20 aprile 2020.
  353. ^ ', su Statista. URL consultato il 12 maggio 2020.
  354. ^ Coronavirus, centinaia di soldati morti in Corea del Nord ma Kim Jong un appare senza mascherina, su IlMattino.it, 10 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  355. ^ (EN) N. Korean tests positive for COVID-19 in China, su dailynk.com, 23 aprile 2020. URL consultato il 2 luglio 2020.
  356. ^ In Turkmenistan è stata vietata la parola “coronavirus”, su ilpost.it, 31 marzo 2020. URL consultato il 18 luglio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]