Tocilizumab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tocilizumab
Caratteristiche generali
Massa molecolare (u)ca. 145 kDa
Numero CAS375823-41-9
DrugBankDB06273
Dati farmacologici
Categoria farmacoterapeuticaImmunosoppressore - anticorpo monoclonale umanizzato
Indicazioni di sicurezza

Il tocilizumab, o atlizumab, è un anticorpo monoclonale umanizzato sviluppato dalle case farmaceutiche Hoffmann-La Roche e Chugai e posto in vendita con i nomi commerciali Actemra e RoActemra.

È un farmaco immunosoppressore, studiato soprattutto per il trattamento dell'artrite reumatoide[1][2][3] e dell'artrite idiopatica giovanile sistemica,[4] una grave forma di artrite reumatoide dei bambini.

Il farmaco è stato infine approvato dall'OMS nel luglio 2021 per il trattamento dei malati di COVID-19 assieme al cortisone e sarilumab.[5]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il tocilizumab è attivo contro il recettore dell'interleuchina 6 (IL-6R). L'interleuchina 6 (IL-6) è una citochina che gioca un ruolo importante nella risposta immunitaria ed è implicata nella patogenesi di molte malattie, quali le malattie autoimmuni, il mieloma multiplo e il cancro della prostata.

Nel 2016 è stato oggetto di un trial, con riscontri positivi, per il trattamento di gravi casi di asma con componente immunodegenerativa;[senza fonte] tuttavia, non è stato ancora approvato per il trattamento di tale patologia.

Coronavirus e COVID-19[modifica | modifica wikitesto]

Il tocilizumab è stato sperimentato in Cina e in Italia contro gli effetti del virus SARS-CoV-2 nel corso della pandemia di COVID-19.[6] Il trattamento viene effettuato tramite un'unica somministrazione, senza interferire con il protocollo terapeutico basato sulla somministrazione di altri farmaci antivirali.[7][8]

In Italia, nell'ambito di una collaborazione tra l'Azienda Ospedaliera dei Colli (Ospedale Monaldi), la Fondazione IRCCS Istituto nazionale dei tumori Fondazione Pascale e l'Università di scienze e tecnologia della Cina, sono stati trattati con tocilizumab due pazienti affetti da polmonite severa da COVID-19. A distanza di 24-48 ore dall'infusione, sono stati evidenziati nei pazienti trattati dei miglioramenti definiti «incoraggianti» dai medici curanti.[9]

In Cina sono stati trattati ventuno pazienti, che hanno mostrato importanti segni di miglioramento del quadro clinico già nelle prime 24-48 ore dall'inizio della terapia. Ai primi di marzo 2020, le autorità sanitarie hanno approvato l'uso di questo farmaco inibitore dell'interleuchina-6, una citochina coinvolta nell'infiammazione sistemica secondaria derivante dall’artrite reumatoide.[10] Il Paese rappresentava il secondo mercato mondiale per la casa farmaceutica Roche che lo commercializzava a un prezzo compreso fra i 20 000 e i 30 000 dollari per un anno di trattamento contro l'artrite reumatoide.[11] Il 7 marzo 2020, pur essendo già nella fase calante della curva di diffusione, la Commissione Nazionale di Sanità ha pubblicato le linee guida per l'impiego contro la COVID-19.[12][13]

Al 14 marzo 2020, è stata avviata una sperimentazione off-label su 50 pazienti in tutto il territorio italiano.[14][15] A Cosenza è stato somministrato con successo per via sottocutanea in assenza del farmaco somministrabile per via endovenosa.[16]

La Roche ha dichiarato all'AIFA la propria disponibilità ad avviare uno studio clinico sui pazienti affetti da COVID-19 in Italia ed ha annunciato la cessione gratuita sul territorio italiano:[17][18]

«Il gruppo si impegna a fornire gratuitamente per il periodo dell’emergenza, tocilizumab (RoActemra) a tutte le Regioni che ne facciano richiesta, fatte salve le scorte necessarie a consentire la continuità terapeutica ai pazienti affetti da patologie per cui il prodotto è autorizzato. Il farmaco, attualmente impiegato per il trattamento dell’artrite reumatoide, non è indicato per il trattamento della polmonite da Covid-19, ma la comunità scientifica sta dimostrando interesse al suo utilizzo dopo l’inserimento nelle linee guida cinesi.»

(Comunicato "Roche si fa in 4"[19][18])

Il 14 marzo 2020, l'AIFA ha autorizzato l'avvio della sperimentazione in 5 ospedali del nord.[20] Il 17 giugno 2020, l'AIFA ha interrotto la sperimentazione per valutare l’efficacia della somministrazione in fase precoce.[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RoActemra approved in Europe to treat patients suffering from Rheumatoid Arthritis, su roche.com, Hoffmann–La Roche, 21 gennaio 2009. URL consultato il 5 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2009).
  2. ^ Assessment report for RoActemra (PDF), su ema.europa.eu, European Medicines Agency.
  3. ^ Roy Fleischmann et al., LITHE: Tocilizumab Inhibits Radiographic Progression and Improves Physical Function in Rheumatoid Arthritis (RA) Patients (Pts) at 2 Yrs with Increasing Clinical Efficacy Over Time, ACR, 2009.
  4. ^ S. Yokota, T. Tanaka; T. Kishimoto, Efficacy, safety and tolerability of tocilizumab in patients with systemic juvenile idiopathic arthritis., in Ther Adv Musculoskelet Dis, vol. 4, n. 6, dicembre 2012, pp. 387-97, DOI:10.1177/1759720X12455960, PMID 23227116.
  5. ^ ANSA - Covid:Oms raccomanda tocilizumab e sarilumab a malati gravi
  6. ^ (EN) Roxanne Liu e John Miller, China approves use of Roche drug in battle against coronavirus complications, in Reuters, 4 marzo 2020.
  7. ^ Cotugno: esiti incoraggianti da una terapia sperimentale contro il Covid-19, in Napolitoday, 8 marzo 2020.
  8. ^ Farmaco antireumatico contro il coronavirus, la ricerca è anche foggiana. Il messaggio di speranza del prof Pannone, su immediato.net, 13 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato il 16 marzo 2020).
  9. ^ Coronavirus, parla Ascierto: dal Tocilizumab risultati importanti, in Il Sole 24 Ore, 13 marzo 2020.
  10. ^ La Cina ha approvato tocilizumab per la cura dei casi gravi di coronavirus, su socialfarma.it, 5 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato il 16 marzo 2020).
  11. ^ Roxanne Liu e John Miller, China approves use of Roche drug in battle against coronavirus complications, su reuters.com, Reuters (archiviato il 12 marzo 2020). Ospitato su archive.is.
  12. ^ UN anti-infiammatorio contro il coronavirus, su osservatoriosanitaesalute.org (archiviato il 10 marzo 2020). Ospitato su archive.is.
  13. ^ (EN) Latest developments in epidemic control on March 7 (1) [collegamento interrotto], su en.nhc.gov.cn, Beijing, 7 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020. Ospitato su archive.is.
  14. ^ Coronavirus, a Cosenza migliorano i pazienti trattati con il farmaco anti artrite, su corrieredellacalabria.it, 14 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato il 16 marzo 2020).
  15. ^ Il farmaco anti artrite funziona sulla polmonite anche a Fano, Modena, Cosenza e Milano, su Agenzia Giornalistica Italia, 14 marzo 2020 (archiviato il 16 marzo 2020).
  16. ^ Salvatore Bruno, Cosenza, c’è speranza: migliorano i pazienti trattati con l'antireumatico, su lacnews24.it. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato il 16 marzo 2020).
  17. ^ Coronavirus, via libera dell'Aifa al farmaco anti-artrite efficace su 3 pazienti e a un antivirale: test in 5 centri, in Il Messaggero, 13 marzo 2020 (archiviato il 14 marzo 2020). Ospitato su archive.is.
  18. ^ a b David Puente, Coronavirus. Il farmaco Tocilizumab funziona contro il virus? No! Facciamo chiarezza, su open.online, 13 marzo 2020 (archiviato il 14 marzo 2020).
  19. ^ Roche si fa in 4. Farmaci e dispositivi medici, risorse economiche e umane per combattere la pandemia da coronavirus, su roche.it. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato il 14 marzo 2020). Ospitato su archive.is.
  20. ^ Paolo Russo, Ecco i farmaci per combattere il coronavirus, fra sperimentazione e speranze, 14 marzo 2020 (archiviato il 14 marzo 2020).
  21. ^ COVID-19: Studio randomizzato italiano, nessun beneficio dal tocilizumab, su aifa.gov.it, 17 giugno 2020.
Controllo di autoritàBNF (FRcb16764118r (data)