Esteban Ocon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Esteban Ocon
Esteban Ocon 2017 Malaysia 1.jpg
Nazionalità Francia Francia
Altezza 186 cm
Peso 66 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Ruolo Pilota
Squadra Regno Unito Force India
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 28 agosto 2016
Stagioni 2016-
Scuderie Manor 2016
Force India 2017-2018
Regno Unito Racing Point Force India 2018-
Miglior risultato finale 8°(2017)
GP disputati 46
Punti ottenuti 136
Statistiche aggiornate al Gran Premio del Giappone 2018

Esteban Ocon (Évreux, 17 settembre 1996) è un pilota automobilistico francese, vincitore del campionato GP3 nel 2015 e attivo in Formula 1 dal 2016 con Manor e Force India.

Nel Gran Premio del Belgio 2016 è diventato, a 19 anni e 345 giorni, il più giovane francese a partecipare ad una gara di F1; poi quando nel 2017 è stato assunto dalla Force India è diventato il più giovane francese a concludere una gara a punti nella massima categoria, Gran Premio d'Australia 2017.

Detiene il particolare record di aver completato le prime 27 gare di Formula 1 a cui ha partecipato (dal Gran Premio del Belgio 2016 al Gran Premio del Messico 2017).

Il suo numero di gara è il 31.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Karting (2006-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Ocon iniziò a gareggiare nel karting nel 2006, anno nel quale concluse ottavo il Campionato minore francese[1], vinto invece l'anno seguente[2]. Continuò la sua striscia di vittorie nel 2008 vincendo il Campionato Cadetti francese, prima di spostarsi sulla scena internazionale nel 2009. Passò quindi nella categoria KF3, rimanendovi fino alla fine del 2011, quando vinse il titolo francese di KF3 e finì secondo nel WSK Euro Series[3].

Le formule minori (2012-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 Ocon fece il suo debutto sulle monoposto, prendendo parte alla Eurocup Formula Renault 2.0 con la Koiranen Motorsport. Finì quattordicesimo arrivando a punti quattro volte, compreso un podio al suo Gran Premio di casa al Paul Ricard[3]. Disputò, inoltre, parte del campionato di Formula Renault 2.0 Alps con la Koiranen, finendo settimo con due podi, entrambi conquistati al Red Bull Ring.

Esteban Ocon in F3 - Hockenheimring 2014

Nel 2013 Ocon decise di spostarsi all'ART Junior Team[4]. Conquistò tre podi, compresa la sua prima vittoria a Le Castellet, concludendo la stagione al terzo posto della classifica generale. Lo stesso anno Ocon fece il suo debutto in Formula 3 al Gran Premio di Macao, correndo per la Prema Powerteam. Nel 2014 continuò la sua collaborazione con il team Prema disputando il campionato di F3 europea, nel quale conquistò la vetta della classifica sin dalla prima gara a Silverstone per poi vincere il campionato con un turno d'anticipo[5]. Sempre lo stesso anno fece la propria apparizione nella Formula Renault 3.5 Series, disputando le corse all'Hungaroring e al Circuito Paul Ricard.

Ocon non riuscì a raggiungere il budget minimo per trovare un sedile in GP2 o in Formula Renault 3.5, rischiando seriamente di rimanere appiedato; solo grazie alla “borsa di studio” offerta dalla Pirelli al campione in carica della F3 Europea, Ocon poté partecipare al campionato di GP3 con il team ART Grand Prix[6]. Ocon si aggiudicò la vittoria nel campionato dopo un serrato confronto con l'italiano Luca Ghiotto, conquistando 14 podi, ma una sola vittoria.

DTM[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 febbraio 2016 la Mercedes annunciò che Ocon avrebbe corso nella stagione 2016 del DTM[7], impegno che si aggiunse a quello di terzo pilota in Renault. Ocon prese quindi il posto di Pascal Wehrlein, campione DTM 2015, che era stato ingaggiato dalla Manor Racing in F1 per la nuova stagione.[8]

La stagione nel DTM fu piuttosto avara di soddisfazioni per il pilota francese, che nei primi cinque appuntamenti della stagione colse appena due punti. In seguito, Ocon abbandonò il campionato, essendo stato chiamato dalla Manor a sostituire Rio Haryanto.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Ocon ebbe il primo contatto con la Formula 1 il 21 novembre 2014, quando prese parte alla prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi guidando per la Lotus. La collaborazione con la scuderia inglese, tuttavia, non andò a buon fine.

Prima del suo esordio in GP3 nel 2015, la Mercedes annunciò di aver inserito Ocon nel proprio programma per giovani piloti, assegnandogli anche la posizione di pilota di riserva per il DTM[9][10]. A maggio Ocon prese parte ai test per giovani piloti organizzata sul circuito di Barcellona, sostituendo l'indisposto Pascal Wehrlein al volante della Force India[11][12].

2016[modifica | modifica wikitesto]

Esteban Ocon durante la Q1 del Gran Premio di Malesia 2016

La Mercedes rinnovò l'appoggio ad Ocon anche per la stagione 2016. A febbraio 2016, la Renault lo ufficializzò come terzo pilota per la stagione, con un accordo di prestito con la scuderia tedesca[13]. Durante l'anno provò la Renault RS16 nelle prime prove libere dei Gran Premi di Spagna, Gran Bretagna, Germania e Ungheria e durante i test seguenti al Gran Premio stesso.

Il 10 agosto 2016 fu annunciato il suo ingaggio come pilota ufficiale con la Manor già a partire dal Gran Premio del Belgio. Il pilota francese sostituì Rio Haryanto, escluso dalla scuderia dati gli scarsi risultati e a causa del mancato appoggio dei suoi sponsor[senza fonte].

Ocon giunse al traguardo in tutte le gare a cui prese parte. Nel penultimo Gran Premio della stagione, in Brasile, Ocon sfruttò lo svolgimento caotico della corsa, interrotta a più riprese per la pioggia, per risalire fino all'ottava posizione; decimo a due tornate dal termine, il pilota francese fu superato da Fernando Alonso e Valtteri Bottas, chiudendo dodicesimo e fuori dai punti. Questo piazzamento rimase, comunque, il suo miglior risultato stagionale.

2017[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 novembre 2016 la Force India annunciò l'ingaggio di Ocon per la stagione seguente, come compagno di squadra di Sergio Pérez[14].

Il pilota francese andò a punti al debutto con la nuova scuderia, tagliando il traguardo in decima posizione nel Gran Premio d'apertura in Australia. Ocon ripeté il risultato in Cina e Bahrein, cogliendo poi un settimo posto in Russia e un quinto in Spagna, migliore risultato della stagione poi bissato in Messico. A Monaco Ocon ebbe una battuta d'arresto, venendo eliminato nella prima fase delle qualifiche e tagliando il traguardo in dodicesima posizione dopo una gara trascorsa nelle retrovie.

Il pilota francese si rifece nel successivo Gran Premio del Canada, che chiuse in sesta posizione. La gara canadese segnò, tuttavia, l'inizio di un periodo di tensione con Pérez: nella seconda metà di gara, mentre i due erano in lotta con Daniel Ricciardo per la terza posizione, il pilota messicano si rifiutò di far passare Ocon, che disponeva di pneumatici più performanti. I due piloti della Force India non riuscirono a sopravanzare Ricciardo e subirono poi la rimonta di Sebastian Vettel, dal quale vennero superati entrambi[15]. Le tensioni si acuirono nel Gran Premio d'Azerbaigian, nel quale Ocon e Pérez vennero nuovamente a contatto mentre si trovavano nelle posizioni a ridosso del podio[16]. Ocon riuscì comunque a tornare in gara e rimontare fino alla sesta posizione finale.

Ocon giunse a punti anche nelle tre gare seguenti, disputate in Austria, Gran Bretagna e Ungheria. In Belgio il pilota francese ebbe nuovamente dei contrasti col compagno di squadra: dopo un contatto senza conseguenze nelle prime fasi di gara, i due si scontrarono una seconda volta nella velocissima Eau Rouge. Come in Azerbaigian, Pérez ebbe la peggio, dovendosi ritirare per le conseguenze dell'incidente, mentre Ocon riuscì a tagliare il traguardo in nona posizione, continuando la sua serie utile. Quest'ultimo episodio spinse la scuderia a minacciare i piloti di sospenderli per una gara se si fossero verificati ulteriori contatti[17]. Al Gran Premio d'Italia Ocon ottenne un'ottima terza posizione nelle qualifiche sotto la pioggia. In gara, nonostante in partenza avesse guadagnato la seconda posizione, non riuscì a concludere a podio, ottenendo comunque un sesto posto.

Ocon continuò a segnare punti anche nelle gare successive, bissando il proprio miglior risultato stagionale (quinto) nel Gran Premio del Messico. La sua serie di piazzamenti utili si interruppe in Brasile, dove il pilota della Force India subì il primo ritirò della sua carriera in Formula 1 in seguito a una collisione con Romain Grosjean. Nel conclusivo Gran Premio di Abu Dhabi Ocon giunse ottavo, chiudendo la stagione in ottava posizione assoluta con 87 punti.

2018[modifica | modifica wikitesto]

Ocon durante il Gran Premio di Cina 2018

Ocon fu confermato dalla Force India anche per il 2018, insieme a Sergio Pérez.

L'inizio della stagione non fu facile né per Ocon, né per la squadra: il pilota francese tagliò il traguardo fuori dai punti nell'inaugurale Gran Premio d'Australia, rimanendo nelle retrovie sia in qualifica che in gara. Il Gran Premio del Bahrein vide una parziale ripresa, con Ocon che conquistò il decimo posto dopo essere partito ottavo. In Cina il pilota francese concluse nuovamente fuori dalla zona punti, mentre in Azerbaigian Ocon, qualificatosi settimo, fu coinvolto in un incidente con Kimi Räikkönen nelle fasi iniziali di gara, che lo costrinse al ritiro.

Nel Gran Premio di Spagna Ocon si ritirò per un problema meccanico per la prima volta in carriera. Questa doppia battuta d'arresto fu seguita da due risultati utili consecutivi, frutto di un sesto posto nel Gran Premio di Monaco e di un nono nel Gran Premio del Canada. Nella gara di casa, invece, Ocon dovette nuovamente ritirarsi, in questa occasione per una collisione nel primo giro con i connazionali Romain Grosjean e Pierre Gasly. Nelle successive tre gare riuscì ad andare a punti con il sesto posto in Austria, il settimo in Gran Bretagna e l'ottavo in Germania. Al successivo Gran Premio d'Ungheria, dopo aver ottenuto il diciottesimo posto in qualifica, non riesce ad andare oltre il tredicesimo posto in gara. Nel Gran Premio del Belgio ottiene un inaspettato terzo posto in una qualifica condizionata dalla pioggia, e riesce a concludere la gara in sesta posizione. Ottiene lo stesso risultato nel successivo Gran Premio d'Italia, mentre nel Gran Premio di Singapore è costretto al ritiro appena dopo la partenza, a causa di un contatto col compagno di squadra Sergio Pérez, in seguito al quale si schianta sulle protezioni che delimitano il tracciato.

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Riassunto della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campionato Team Gare Vittorie Pole Giri Veloci Podi Punti Posizione
2012 Eurocup Formula Renault 2.0 Koiranen Motorsport 14 0 0 0 1 31 14°
Formula Renault 2.0 Alps 9 0 0 1 2 69
2013 Eurocup Formula Renault 2.0 ART Junior Team 14 2 1 1 5 159
Formula Renault 2.0 NEC 8 1 0 1 3 122 12°
Gran Premio di Macao - Formula 3 Prema Powerteam 2 0 0 0 0 N/A 10°
2014 F3 Europea Prema Powerteam 33 9 15 7 21 478
Formula Renault 3.5 Series Comtec Racing 3 0 0 0 0 2 23°
Formula 1 Lotus F1 Collaudatore
2015 GP3 Series ART Grand Prix 18 1 3 5 14 253
DTM Mercedes AMG Riserva
Formula 1 Force India Collaudatore
2016 Formula 1 Renault Sport Formula One Team Terzo pilota
DTM Mercedes AMG 10 0 0 0 0 2 26°
Formula 1 Manor Racing MRT 9 0 0 0 0 0 23°
2017 Formula 1 Force India 20 0 0 0 0 87
2018 Formula 1 Force India / Racing Point Force India 17 0 0 0 0 49

Gp3 Series[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 punti pos.
2015 ART Grand Prix CAT
Spagna
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
BAH
Bahrein
YMC
Emirati Arabi Uniti
253
1 7 3 SQ 6 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 2 4 3

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2014 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Russia.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Lotus E22 SP
2016 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Renault[18] / Manor Racing R.S. 16 MRT05 SP SP SP SP 16 18 18 16 21 18 21 12 13 0 23º
2017 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Force India VJM10 10 10 10 7 5 12 6 6 8 8 9 9 6 10 10 6 6 5 Rit 8 87
2018 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Russia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Force India VJM11 12 10 11 Rit Rit 6 9 Rit 6 7 8 13 6 6 Rit 9 9 49
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Championnat de France — Minime 2006, su driverdb.com. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  2. ^ Championnat de France — Minime 2007, su driverdb.com. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  3. ^ a b (EN) Ant Musker, Lotus’s one to watch: Esteban Ocon, in Paddock Scout, 4 ottobre 2013. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  4. ^ (EN) Lotus F1 Junior Team drivers announced, su GPUpdate.net, 15 febbraio 2013. URL consultato il 15 febbraio 2013.
  5. ^ FIA Formula 3 European Championship - THE 2014 SEASON OF THE FIA FORMULA 3 EUROPEAN CHAMPIONSHIP, su www.fiaf3europe.com. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  6. ^ Ufficiale: Esteban Ocon in GP3 con ART Grand Prix, su formulapassion.it. URL consultato il 14 maggio 2018.
  7. ^ DTM, Ocon rileva il sedile di Wehrlein [collegamento interrotto], su Autosprint. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  8. ^ Formula 1: la Manor ingaggia Wehrlein, protetto Mercedes, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  9. ^ (EN) Esteban Ocon receives Mercedes support for 2015 season, su motorsports.nbcsports.com. URL consultato il 14 maggio 2018.
  10. ^ F1 | Ocon passa dal programma junior Lotus a quello Mercedes, su FormulaPassion.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  11. ^ Test Barcellona: Ocon per la prima volta sulla Force India - News Formula 1, su f1grandprix.motorionline.com. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Ocon to get Force India test outing on Wednesday, su Formula1.com, 12 maggio 2015. URL consultato il 14 maggio 2018.
  13. ^ Renault presenta la RS 16 F1 Sarà Ocon il terzo pilota - FORMULA 1 - ITALIARACING.net, su italiaracing.net. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) Lawrence Barretto, F1 2017: Force India signs Mercedes junior Ocon to partner Perez, su autosport.com, 10 novembre 2016. URL consultato il 14 maggio 2018.
  15. ^ (EN) Perez, Ocon at odds over Force India’s lost podium in Canada (VIDEO), su motorsports.nbcsports.com, 11 giugno 2017. URL consultato il 14 maggio 2018.
  16. ^ (EN) Crash cost Force India potential victory - Perez, su Formula1.com, 25 giugno 2017. URL consultato il 14 maggio 2018.
  17. ^ (EN) Force India threatens Ocon, Perez with race ban, su motorsport.com, 28 agosto 2017. URL consultato il 14 maggio 2018.
  18. ^ Solo nelle prove libere, fino al Gran Premio di Germania

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]