Éric Boullier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Éric Boullier (Laval, 9 novembre 1973) è un imprenditore e dirigente sportivo francese, Racing Director di McLaren Honda. È stato dal 2009 al 28/01/2014 il presidente della Lotus F1 Team[1]. Egli è anche vice presidente dal 2010 della Formula One Team Association[2].

Éric Boullier si è laureato all'Institut Polytechnique des Sciences Avancées[3].

il 29/01/2014 viene nominato direttore sportivo in McLaren.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 diventa Chef Engineer presso la Racing Engineering, responsabile del programma World Series by Nissan.

All'inizio del 2003, si è trasferito ai francesi della DAMS per diventare direttore tecnico. Alla fine del 2008, Boullier è diventato il CEO di Gravity Sport Management, responsabile di molti giovani piloti tra cui Ho-Pin Tung , Adrien Tambay , Jerome d'Ambrosio e Christian Vietoris.

Dopo la stagione 2009, la Renault F1 è stata acquistata dalla società di investimento Genii Capital. Una delle figure di spicco della Genii è Gerard Lopez , importante sostenitore di Gravity Sport. Il 5 gennaio 2010, Boullier è stato annunciato come nuovo team principal, pur non avendo mai lavorato in Formula Uno prima. Il team Renault F1 è arrivato quinto nel Mondiale Costruttori nel 2010 e, dopo il ritiro della Renault, il team Lotus Renault GP è arrivato quinto nella classifica Costruttori mondiali campionato nel 2011 . Per il 2012 e 2013, Boullier è rimasto come team principal. Si è dimesso il 24 gennaio 2014.

Il 29 gennaio, Boullier è stato nominato direttore sportivo della McLaren sotto Ron Dennis , Presidente e Amministratore Delegato di McLaren Group. L'annuncio è stato fatto come parte di una più ampia opera di revisione di senior management presso l'unità di corsa del Gruppo McLaren.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]