Driot-Arnoux Motorsport

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da DAMS (automobilismo))
Jump to navigation Jump to search
Francia DAMS (Formula 2)
Giappone Nissan e.dams (Formula E)
SedeLe Mans
Categorie
Campionato FIA di Formula 2
Formula E
Dati generali
Anni di attivitàdal 1988
FondatoreJean-Paul Driot
René Arnoux
DirettoreJean-Paul Driot
Campionato FIA di Formula 2
Anni partecipazionedal 2005
Miglior risultatoTitolo piloti:
2011 (Grosjean)
2012 (Valsecchi)
2014 (Palmer)
Titoli squadra:
2011, 2012, 2014
Gare disputate300
Vittorie33
Aggiornamento: 2018
Piloti nel 2019
Brasile Sérgio Sette Câmara
Canada Nicholas Latifi
Vettura nel 2019Dallara F2 2018
Formula E
Anni partecipazionedal 2018-2019
Gare disputate10
Aggiornamento: E-Prix di Berlino 2019
Piloti nel 2019
Regno Unito Oliver Rowland
Svizzera Sébastien Buemi
Vettura nel 2019Nissan IM01

La Driot-Arnoux Motorsport (ufficialmente denominata Driot Associés Motorsport, comunemente chiamata DAMS) è una squadra motoristica francese, che prende parte al campionato di Formula 2 e quello di Formula E con il nome Nissan e.dams. La DAMS fu fondata nel 1988 da Jean-Paul Driot e dall'ex pilota di Formula 1 René Arnoux. Il suo quartier generale si trova a Le Mans, a 2 km dal Circuito Bugatti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costituita nel 1988, l'anno seguente la DAMS prese parte alla serie International Formula 3000, campionato in cui corse fino al 2001. Jean-Paul Driot cominciò a programmare anche un eventuale debutto in Formula 1, fissando il termine del progetto nel 1996 e affidando alla Reynard la costruzione del telaio. La scarsità di sponsor disponibili a immettere finanziamenti nell'impresa causò vari rallentamenti e, nonostante il debutto in pista fosse avvenuto nell'estate del 1995 e i primi test fossero stati svolti da Erik Comas a ottobre al Circuito Paul Ricard, Driot non riuscì a trovare il budget sufficiente per l'iscrizione al campionato e il progetto naufragò.[1][2]

Formula 3000/GP2/F2[modifica | modifica wikitesto]

La squadra ottenne fin da subito ottimi risultati, sfiorando la vittoria del titolo piloti all'esordio con Érik Comas e conquistando il titolo a squadre. La squadra era affiliata al programma Elf di sponsorizzazione di giovani piloti francesi da lanciare nelle categorie inferiori dell'automobilismo. In breve tempo si affermò come una delle scuderie più competitive del campionato, vincendo entrambi i titoli nel 1990 con lo stesso Comas, e nel 1993 e 1994 con alla guida rispettivamente Olivier Panis e Jean-Christophe Boullion.

Nonostante il fallimento del progetto Formula 1 nel 1996, DAMS continuò a competere in Formula 3000 fino al 2001 senza ottenere risultati di rilievo e, a partire dal 1997, diversificò la sua attività dedicandosi anche alle competizioni a ruote coperte. In particolare prese parte a diverse edizioni del Campionato FIA GT, in collaborazione con la Panoz, e all'American Le Mans Series. L'assenza di risultati di rilievo portò, nel 2003, all'abbandono di queste competizioni.

Maggiore fu il successo ottenuto nelle monoposto: oltre a divenire, con Super Nova Racing e Arden International, uno dei team più vincenti in Formula 3000, la squadra si impose anche nella Formula Renault V6 Eurocup, vincendo il titolo piloti nel 2003. Inoltre, esordì nel 2005 nel campionato di GP2 Series, ottenendo in quell'anno la sua prima vittoria nella serie e chiudendo al settimo posto. Dal 2006 al 2010 ottenne altre tre vittorie, ma andando non oltre il quinto posto del 2007 come miglior risultato. Nel 2010 inoltre il Team cambiò nome in Renault F1 Junior Team utilizzando gli stessi colori che il team francese userà per la Formula 1.

Nella stagione 2011 la squadra riprese la denominazione originaria, e corse con i piloti Romain Grosjean e Pål Varhaug[3]. Il francese Grosjean a fine stagione si laurea campione della categoria e permette alla squadra di vincere il suo primo titolo a squadre. Nella stagione successiva la DAMS corre con Davide Valsecchi e Felipe Nasr conquistando il titolo piloti con il pilota italiano e anche il secondo titolo per team. Dopo aver concluso al quarto posto nel 2013, torna a vincere il titolo nel 2014 con Jolyon Palmer. Dal 2015 al 2018 la squadra non riesce a vincere titoli, ma ottiene per due stagioni consecutive il terzo posto in entrambe le classifiche, con Oliver Rowland e Alexander Albon.

Nella stagione 2019 il team conferma Nicholas Latifi per la quarta stagione[4], e ingaggia Sérgio Sette Câmara, proveniente dalla Carlin.[5]

A1 Grand Prix[modifica | modifica wikitesto]

La DAMS si è inoltre occupata della gestione di varie monoposto nel periodo in cui la serie A1 Grand Prix è esistita. In particolare ha seguito le vetture del team francese, vincitore del campionato inaugurale, e messicano, oltre che quelle svizzere durante la prima stagione e sudafricane, a partire dalla seconda.[6] Le squadre gestite dalla DAMS hanno ottenuto svariate vittorie, imponendosi in ben 16 gare su 22 nel 2005. Nelle stagioni seguenti i successi risultarono più saltuari e non andò mai oltre il quarto posto in campionato. Con la chiusura della serie avvenuta nel 2009, il team francese terminò la propria esperienza nella categoria.

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Come Renault-e.dams[modifica | modifica wikitesto]

2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Il team aderisce al nuovo campionato di Formula E nel 2014 sotto il nome di "e.dams-Renault", con la collaborazione di Alain Prost e della Renault. Sébastien Buemi viene ingaggiato come primo pilota della scuderia e a lui viene affiancato Nicolas Prost, la squadra riesce a vincere il titolo a squadre della prima stagione con 8 vittorie e 13 podi mentre Buemi arriva secondo nella classifica piloti, ad un punto dal vincitore Nelson Piquet Jr.

2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2015-2016 la line-up del team rimane invariata e a fine campionato conquista sia il titolo piloti con Sébastien Buemi che quello costruttori, il secondo in due anni.

2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2016-2017 il team riesce ancora una volta a vincere il titolo costruttori, ma perde quello piloti che si decide all'ultima gara; complice la squalifica di Sébastien Buemi (per un peso della sua monoposto inferiore al limite consentito) Lucas Di Grassi riesce a vincere il titolo.

2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Nella quarta stagione della categoria il team conferma i propri piloti, ma si rivela essere la peggiore stagione per il team, che per la prima volta nella storia del campionato non riesce ad ottenere alcuna vittoria e si ferma al quinto posto della classifica a squadre, dopo aver vinto le precedenti tre edizioni. I risultati migliori della stagione sono i quattro podi conquistati da Sébastien Buemi, mentre Prost ottiene soltanto otto punti.

Come Nissan-e.dams[modifica | modifica wikitesto]

2018-2019[modifica | modifica wikitesto]
La vettura della stagione 2018-2019.

Dopo la fine della stagione viene annunciato l'abbandono del campionato da parte della Renault e l'ingresso della Nissan al suo posto per la stagione 2018-2019.[7]

Con l'arrivo di Nissan, Alain Prost lascia il suo ruolo di direttore e vende le sue quote a Jean-Paul Driot che ritorna al 100% proprietario del team di Formula E. Insieme al campione del mondo di F1 lascia il team anche il figlio Nicolas Prost. Il nuovo nome della scuderia è Nissan-e.dams. Per quanto riguarda i piloti viene confermato Buemi a cui viene affiancato l'inglese Oliver Rowland, che nel 2015-16 aveva già disputato un E-Prix con la Mahindra in sostituzione dell'infortunato Nick Heidfeld all'E-Prix di Punta del Este.[8]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

GP2/F2[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[9]
Stagione Vettura Piloti Gare Vittorie Pole Giri veloci Punti C.P. C.S.
2005 Dallara - Mecachrome Argentina José María López 22 1 0 0 36
Malaysia Fairuz Fauzy 22 0 0 0 0 24°
2006 Dallara - Mecachrome Francia Franck Perera 21 0 0 0 8 17° 12°
Italia Ferdinando Monfardini 20 0 0 0 6 21°
2007 Dallara - Mecachrome Giappone Kazuki Nakajima 21 0 1 3 44
Francia Nicolas Lapierre 20 2 1 2 23 12°
2008 Dallara - Mecachrome Belgio Jérôme d'Ambrosio 20 0 0 0 21 11°
Giappone Kamui Kobayashi 20 1 0 2 10 16°
2009 Dallara - Mecachrome Belgio Jérôme d'Ambrosio 20 0 0 0 29
Giappone Kamui Kobayashi 20 0 0 0 13 16°
2010 Dallara-Mecachrome Belgio Jérôme d'Ambrosio 18 1 1 0 21 12°
Cina Ho-Pin Tung 14 0 0 0 0 28°
Francia Romain Grosjean 8 0 0 0 14 14°
2011 Dallara-Mecachrome Francia Romain Grosjean 18 5 1 6 89
Norvegia Pål Varhaug 18 0 0 0 0 23°
2012 Dallara-Mecachrome Italia Davide Valsecchi 24 4 2 5 247
Brasile Felipe Nasr 24 0 0 0 95 10°
2013 Dallara-Mecachrome Svezia Marcus Ericsson 22 1 2 4 121
Monaco Stéphane Richelmi 22 0 1 0 103
2014 Dallara-Mecachrome Regno Unito Jolyon Palmer 22 4 3 6 276
Monaco Stéphane Richelmi 22 1 1 0 73
2015 Dallara-Mecachrome Francia Pierre Gasly 21 0 3 1 110
Regno Unito Alex Lynn 21 2 2 1 110
2016 Dallara-Mecachrome Regno Unito Alex Lynn 22 3 0 0 124
Canada Nicholas Latifi 22 0 0 0 23 16º
2017 Dallara-Mecachrome Regno Unito Oliver Rowland 22 2 1 2 191
Canada Nicholas Latifi 21 1 0 4 178
2018 Dallara-Mecachrome Thailandia Alexander Albon 24 4 3 0 212
Canada Nicholas Latifi 24 1 0 2 91

Auto GP[modifica | modifica wikitesto]

Risultati in Auto GP
Stagione Vettura Piloti Punti C.P. C.S.
2010 Lola-Zytek Regno Unito Duncan Tappy 37
Bulgaria Vladimir Arabadzhiev 8 11°
Italia Fabrizio Crestani 0 22°
Francia Romain Grosjean 58
Italia Edoardo Piscopo 42

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Come Renault-e.dams[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vettura Gomme N. Piloti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Punti Pos
2014-15 Spark-Renault SRT 01E M PEC MAL PDE BNA MIA LHB MON BER MOS LON 232
8 Francia Nicolas Prost 12† 4 7 2 1 14 6 10 8 7 10
9 Svizzera Sébastien Buemi Rit 3 1 Rit 13 4 1 2 9 1 5
2015-16 Spark-Renault Z.E. 15 M PEC PUT PDE BNA MEX LHB PAR BER LON 270
8 Francia Nicolas Prost Rit 10 5 5 3 11 4 4 1 1
9 Svizzera Sébastien Buemi 1 Rit 1 2 2 16 3 1 5 Rit
2016-17 Spark-Renault Z.E.16 M HKG MAR BNA MEX MON PAR BER NYC MYR 268
8 Francia Nicolas Prost 4 4 4 5 9 5 5 8 8 6 6 Rit
9 Svizzera Sébastien Buemi 1 1 1 13 1 1 SQ 1 SQ 11
Francia Pierre Gasly 7 4
2017-18 Spark-Renault Z.E. 17 M HKG MAR SAN MEX PDE ROM PAR BER ZUR NYC 133
8 Francia Nicolas Prost 9 8 13 10 Rit 15 14 16 14 Rit 10 11
9 Svizzera Sébastien Buemi 11 10 2 3 3 Rit 6 5 4 5 3 4

Come Nissan-e.dams[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vettura Gomme N. Piloti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Punti Pos
2018-19 Spark-Nissan IM01 M DIR MAR SAN MEX HKG SAY ROM PAR MON BER BRN NYC 124
23 Svizzera Sébastien Buemi 6 8 Rit 21 Rit 8 5 15 5 2
22 Regno Unito Oliver Rowland 7 15 Rit 20 Rit 2 6 12 2 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collins, pp. 8-14.
  2. ^ (EN) DAMS misses the cut, grandprix.com, 27 novembre 1995. URL consultato il 31 ottobre 2009.
  3. ^ Kral-Palmer in Arden, Grosjean-Varhaug in DAMS Archiviato il 1º febbraio 2011 in Internet Archive., 422race.com
  4. ^ Nicholas Latifi correrà in FIA F2 anche nel 2019 e lo farà sempre con il team DAMS, su it.motorsport.com, 11 dicembre 2018. URL consultato il 15 gennaio 2019.
  5. ^ Sette Camara passa in DAMS "Possiamo fare un ottimo campionato", su italiaracing.net, 14 dicembre 2018. URL consultato il 15 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) Team SA nab DAMS services, in iafrica.com, 31 agosto 2006. URL consultato il 10 aprile 2008 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2011).
  7. ^ Formula E: è ufficiale, la Nissan entra nel 2018-2019 al posto della Renault, su motorsport.it, 25 ottobre 2017. URL consultato il 2 maggio 2018.
  8. ^ Formula E, Nissan sceglie Rowland accanto a Buemi, su autosprint.corrieredellosport.it, 30 novembre 2018. URL consultato il 12 dicembre 2018.
  9. ^ GP2 and Formula 3000 entry list and complete results speedsportmag.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo