Racing Engineering

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spagna Racing Engineering
SedeSanlúcar de Barrameda
Categorie
Campionato FIA di Formula 2 (2017-)
F3 spagnola
Dati generali
Anni di attivitàdal 1999
FondatoreAlfonso de Orléans
Campionato FIA di Formula 2 (2017-)
Anni partecipazionedal 2005
Miglior risultato3º (2008, 2011, 2013)
Gare disputate482
Vittorie28
Aggiornamento: Fine stagione 2017
Piloti nel 2017
3. Paesi Bassi Nyck De Vries
4. Svezia Gustav Malja

La Racing Engineering è una squadra automobilistica spagnola, che compete nella GP2 Series. La scuderia fu fondata nel 1999 da Alfonso de Orléans-Borbón, e il quartier generale si trova a Sanlúcar de Barrameda, in Andalusia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dani Clos a Monza nel 2011

Nel 2000 e nel 2001 la squadra ha preso parte alla 24 Ore di Le Mans nella classe GT con una Porsche 911 GT3, in entrambi i casi senza concludere la corsa. Negli anni successivi, dal 2001 al 2006, ha partecipato alla F3 spagnola, vincendo in tutte le occasioni il trofeo riservato alle scuderie e ottenendo il titolo piloti con Ander Vilariño nel 2001, con Ricardo Maurício nel 2003 e con Borja García nel 2004. Nel 2002 e nel 2003 è stata presente anche nella World Series by Nissan, nella quale ha vinto il titolo scuderie nel primo anno.[1]

A partire dal 2005, il team si è dedicato alla GP2 Series; nel primo anno ha colto due vittorie con Neel Jani, mentre nel 2007 Javier Villa ha ottenuto la vittoria in tre gare. Nella stagione 2008, la scuderia ha schierato il confermato Villa e Giorgio Pantano, che ha vinto quattro gare in stagione e si è laureato campione tra i piloti,[2] mentre la scuderia si è piazzata al terzo posto.

Le stagioni 2009 e 2010 hanno visto la squadra collocarsi sempre in quarta posizione tra le scuderie, con alcune vittorie all'attivo con Lucas Di Grassi, Dani Clos e Christian Vietoris.

Nel 2011 il team ha debuttato nella GP2 Asia Series, cogliendo il 9º posto in classifica, con una vittoria di Clos. Quest'ultimo ha corso anche nella serie principale, insieme a Vietoris, sostituito da Álvaro Parente in due weekend. A fine stagione il team è terzo in classifica, con 73 punti e due vittorie ottenute da Vietoris.

Nel 2012 i due piloti della scuderia, Fabio Leimer e Nathanaël Berthon, hanno raccolto un totale di otto podi, accumulando 212 punti che hanno portato la squadra al quarto posto finale.

Nel 2013 il team ha concluso il Campionato al terzo posto con Fabio Leimer e Julian Leal al volante. Il giovane svizzero Fabio Leimer ha vinto il titolo mentre il compagno di squadra Julian Leal ha concluso la stagione al 12º posto in classifica.

Nel 2014, la squadra ha assunto Stefano Coletti e il pilota della FDA Raffaele Marciello come piloti per la stagione. La squadra ha ottenuto tre vittorie e il quarto posto nel campionato a squadre, con Coletti al 6º posto e Marciello all'8º posto nel campionato piloti.

Per il 2015, i piloti diventano Jordan King e Alexander Rossi. La squadra ha chiuso al secondo posto in classifica con tre vittorie di Rossi che ha concluso al secondo posto mentre King al 12°.

Il team ha mantenuto Jordan King per la stagione 2016 mentre al posto di Alexander Rossi arriva Norman Nato, il team conclude sempre al secondo posto in classifica.

Nel 2017 approdano al team spagnolo Louis Delétraz e Gustav Malja, dall'ottavo appuntamento in poi Louis Delétraz e Nyck De Vries si scambieranno i sedili con lo svizzero che si accasa nel team italiano Rapax. Il team conclude il campionato in ottava posizione, il peggior risultato mai ottenuto nella categoria, con all'attivo un solo podio ottenuto da Gustav Malja nella gara sprint nel Principato di Monaco.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

GP2 Series e Formula 2[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vettura Piloti Gare Vittorie Pole GPV Punti C.P. C.S.
2005 Dallara-Mecachrome Svizzera Neel Jani 23 2 1 0 48
Spagna Borja García 22 0 0 0 17,5 14º
2006 Dallara-Mecachrome Regno Unito Adam Carroll 21 0 0 0 33
Spagna Javier Villa 21 0 0 0 0 26º
2007 Dallara-Mecachrome Spagna Javier Villa 21 3 0 0 42
Brasile Sérgio Jimenez 5 0 0 0 4 24º
Venezuela Ernesto Viso 3 0 0 0 0 29º
Portogallo Filipe Albuquerque[3] 2 (4) 0 0 0 0 32º
Spagna Marcos Martínez 8 0 0 0 5 22º
2008 Dallara-Mecachrome Spagna Javier Villa 19 0 0 0 8 17º 4º
Italia Giorgio Pantano 19 4 4 4 76
2009 Dallara-Mecachrome Brasile Lucas Di Grassi 20 1 1 2 63
Spagna Dani Clos 20 0 0 0 4 21º
2010 Dallara-Mecachrome Spagna Dani Clos 19 1 1 1 51
Germania Christian Vietoris 17 1 0 0 29
Cina Ho-Pin Tung[3] 2 (15) 0 0 0 0 28º
2011 Dallara-Mecachrome Spagna Dani Clos 18 0 0 0 30
Germania Christian Vietoris 14 2 1 2 35
Portogallo Álvaro Parente[3] 4 (12) 0 0 0 8 16º
2012 Dallara-Mecachrome Svizzera Fabio Leimer 23 0 1 2 152
Francia Nathanaël Berthon 23 0 0 0 60 12º
2013 Dallara-Mecachrome Colombia Julián Leal 23 0 0 0 62 12º
Svizzera Fabio Leimer 23 3 1 1 201
2014 Dallara-Mecachrome Italia Raffaele Marciello 20 1 0 0 72
Monaco Stefano Coletti 20 2 0 5 115
2015 Dallara-Mecachrome Regno Unito Jordan King 21 0 0 1 60 12°
Stati Uniti Alexander Rossi 21 3 1 0 181.5
2016 Dallara-Mecachrome Francia Norman Nato 22 2 1 1 136
Regno Unito Jordan King 22 2 0 1 122
2017 Dallara-Mecachrome Paesi Bassi Nyck De Vries 22 1 0 0 114
Svezia Gustav Malja 22 0 0 0 44 13°

GP2 Asia Series[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Vettura Piloti Gare Vittorie Pole GPV Punti C.P. C.S.
2011 Dallara-Mecachrome Francia Nathanaël Berthon 4 0 0 0 0 23º
Spagna Dani Clos 4 1 0 0 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Racing Engineering - Team - History, Racing-Engineering.com. URL consultato il 22 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2012).
  2. ^ Pantano iridato in GP2 (Gazzetta dello Sport), 13 settembre 2008. URL consultato il 22 marzo 2012.
  3. ^ a b c Tra parentesi i risultati complessivi del pilota, ottenuti anche con altre scuderie.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo