GP2 Series 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
GP2 Series 2015
Edizione nº 11 della GP2 Series
Dati generali
Inizio18 aprile
Termine29 novembre
Prove22
Titoli in palio
PilotiStoffel Vandoorne
ScuderieART Grand Prix
Altre edizioni
Precedente - Successiva

La stagione 2015 del Campionato mondiale FIA di GP2 Series è stata, nella storia della categoria, la 11ª ad assegnare il Campionato Piloti e la 11ª ad assegnare il Campionato Scuderie. È iniziata il 18 aprile con un weekend di gare sul Bahrain International Circuit di Manama, e si è conclusa il 29 novembre, sul Circuito di Yas Marina, negli Emirati Arabi Uniti, per un totale di 11 doppi appuntamenti. La serie è stata vinta dal pilota belga Stoffel Vandoorne, mentre la classifica riservata alle scuderie è stata vinta dalla scuderia francese ART Grand Prix.

La pre-stagione[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato ufficializzato il 10 dicembre 2014.[1] Il 20 marzo 2015 viene comunicata la decisione definitiva di cancellare la gara tedesca dal calendario iridato della Formula 1, ciò comporta la cancellazione anche della tappa della GP2. Il 30 luglio è stato annunciato che il round previsto in Germania è sostituito con una gara, da tenersi sul Circuito di Manama, il 20 e 21 novembre, in contemporanea con una gara del Mondiale Endurance; il tracciato che già ha ospitato la gara inaugurale della stagione.[2]

Gara Circuito Giri Lunghezza Data Ora Supporto
1 G1 Bahrein Bahrain International Circuit, Manama 32 32 x 5,412 km = 173,184 km 18 aprile 13:10 Gran Premio del Bahrein 2015
23 23 x 5,412 km = 124,476 km 19 aprile 14:15
2 G1 Spagna Circuito di Catalogna, Barcellona 37 37 x 4,655 km = 172,235 km 9 maggio 15:40 Gran Premio di Spagna 2015
G2 26[3] 26 x 4,655 km = 121,030 km 10 maggio 10:35
3 G1 Monaco Circuito di Montecarlo 42[4] 42 x 3,340 km = 140,280 km 22 maggio 11:15 Gran Premio di Monaco 2015
G2 30 30 x 3,340 km = 100,200 km 23 maggio 16:10
4 G1 Austria Red Bull Ring, Spielberg bei Knittelfeld 40 40 x 4,326 km =173,040 km 20 giugno 15:40 Gran Premio d'Austria 2015
G2 28 28 x 4,326 km = 121,128 km 21 giugno 10:35
5 G1 Regno Unito Circuito di Silverstone 29 29 x 5,891 km = 170,839 km 4 luglio 14:40 Gran Premio di Gran Bretagna 2015
G2 21 21 x 5,891 km = 123,711 km 5 luglio 09:35
6 G1 Ungheria Hungaroring, Mogyoród 37 37 x 4,381 km = 162,097 km 25 luglio 15:40 Gran Premio d'Ungheria 2015
G2 28 28 x 4,381 km = 122,668 km 26 luglio 10:35
7 G1 Belgio Circuito di Spa-Francorchamps 25 25 x 7,004 km = 175,100 km 22 agosto 15:40 Gran Premio del Belgio 2015
G2 18 18 x 7,004 km = 126,072 km 23 agosto 10:35
8 G1 Italia Autodromo Nazionale Monza 30 30 x 5,793 km = 173,790 km 5 settembre 15:40 Gran Premio d'Italia 2015
G2 21 21 x 5,793 km = 121,653 km 6 settembre 10:35
9 G1 Russia Sochi International Street Circuit, Soči 15[5] 15 x 5,848 km = 87,720 km 10 ottobre 14:40 Gran Premio di Russia 2015
G2 21 21 x 5,848 km = 122,808 km 11 ottobre 11:05
10 G1 Bahrein Bahrain International Circuit, Manama 32 32 x 5,412 km = 173,184 km 20 novembre 15:30 WEC 2015
G2 23 23 x 5,412 km = 124,476 km 21 novembre 10:45
11 G1 Emirati Arabi Uniti Circuito di Yas Marina, Isola Yas 31 31 x 5,554 km = 172,174 km 28 novembre 18:40 Gran Premio di Abu Dhabi 2015
G2 Cancellata[6] 29 novembre 14:20

Test[modifica | modifica wikitesto]

La prima sessione di test si è svolta sul Circuito di Yas Marina, tra il 9 e l'11 marzo 2015. La seconda è stata tenuta, dal 1° al 3 aprile, presso il Bahrain International Circuit di Al Sakhir.

Circuito Data Pilota più veloce Team Tempo Giri
Emirati Arabi Uniti Circuito di Yas Marina 9 marzo (mattina) Stati Uniti Alexander Rossi Spagna Racing Engineering 1'50"845[7] 8
9 marzo (pomeriggio) Francia Pierre Gasly Francia DAMS 1'48"897[8] 23
10 marzo (mattina) Regno Unito Alex Lynn Francia DAMS 1'49"648[9] 27
10 marzo (pomeriggio) Francia Norman Nato Regno Unito Arden International 1'49"697[10] 15
11 marzo (mattina) Nuova Zelanda Richie Stanaway Canada Status Grand Prix 1'48"411[11] 28
11 marzo (pomeriggio) Russia Sergey Sirotkin Italia Rapax Team 1'49"158[12] 29
Bahrein Bahrain International Circuit, Al Sakhir 1º aprile (mattina) Stati Uniti Alexander Rossi Russia Russian Time 1'42"479[13] 10
1º aprile (pomeriggio) Regno Unito Jordan King Spagna Racing Engineering 1'41"494[14] 20
2 aprile (mattina) Russia Sergey Sirotkin Italia Rapax Team 1'41"797[15] 10
2 aprile (pomeriggio) Giappone Nobuharu Matsushita Francia ART Grand Prix 1'40"191[16] 31
3 aprile (mattina) Francia Pierre Gasly Francia DAMS 1'39"632[17] 21
3 aprile (pomeriggio) Paesi Bassi Nigel Merkel Germania Hilmer Motorsport 1'41"566[18] 18

Piloti e team[modifica | modifica wikitesto]

Scuderie[modifica | modifica wikitesto]

Il team canadese Status Grand Prix, impegnato in GP3 Series, espande la sua attività anche in GP2, sostituendo il team malese Caterham Racing, il cui materiale tecnico venne spostato nella sede di quello canadese, a Silverstone, già nel corso della parte finale della stagione 2014.[19] Il team Russian Time termina la collaborazione con la iSport International, per sostituirla con la Virtuosi Racing.[20]

Dopo aver saltato la prima gara, in Bahrain, la Hilmer Motorsport prende parte alla stagione a partire dalla gara di Barcellona.[21] La scuderia tedesca salta anche la trasferta in Russia,[22] così come le ultime due trasferte in Medio Oriente.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pierre Gasly e Rio Haryanto, i due piloti impegnati con la Caterham nella parte finale della stagione precedente, si accasano, rispettivamente, alla DAMS[23] e alla Campos Racing. Nel primo team Gasly fa coppia col britannico Alex Lynn, promosso dalla GP3 Series, in cui correva con la Carlin,[23] mentre nel secondo l'indonesiano trova il confermato Arthur Pic.[24] L'altro pilota della Campos, Alexander Rossi, passa all'altro team spagnolo Racing Engineering. La Racing ingaggia anche il britannico Jordan King, proveniente dalla F3 europea.[25]

Raffaele Marciello, impegnato per la Racing nel 2014, oltre a diventare tester per la Sauber nel mondiale di F1,[26] corre ancora nella categoria, ma per la Trident Racing.[27] La stessa scuderia ingaggia l'austriaco René Binder, che nel 2014 corse per la Arden International.[28] Dalla Trident Sergio Canamasas passa alla MP Motorsport,[29] ove prende il posto di Marco Sørensen, passato alla Carlin Motorsport.[30]

Provenienti dalla F. Renault 3.5 Zoël Amberg, pilota elvetico, e Norman Nato, francese, fanno il loro esordio nella categoria: il primo con la Team Lazarus,[31] il secondo con la Arden International.[32] Anche l'esordiente russo Sergey Sirotkin proviene da tale categoria, e viene ingaggiato dalla Rapax Team.[33] Nel team italiano è presente anche il rumeno Robert Vișoiu, già pilota di GP3.[34] Altro esordiente è il nipponico Nobuharu Matsushita, che nel 2014 si è aggiudicato la F3 giapponese. Trova un volante alla ART Grand Prix.[35]

Richie Stanaway viene promosso in GP2, dalla Status Grand Prix, con cui correva in GP3,[36] almeno per la gara inaugurale. Il team ingaggia anche il pilota svizzero Marlon Stöckinger, che aveva già corso per la scuderia in GP3.[37]

La Hilmer ingaggia, dalla gara di Barcellona, secondo appuntamento stagionale, Johnny Cecotto Jr. e Nick Yelloly.[21]

Sono usciti dalla categoria il brasiliano Felipe Nasr, ingaggiato quale pilota in F1 dalla Sauber,[38] e il campione 2014 Jolyon Palmer, divenuto terzo pilota della Lotus, sempre nel massimo campionato.[39]Takuya Izawa è stato ingaggiato nella Super Formula, mentre Stefano Coletti è passato in IndyCar.

Dalla gara del Red Bull Ring la Hilmer sostituisce Cecotto con Simon Trummer,[40] mentre Sergio Canamasas non viene impiegato dalla MP Motorsport.[41] Dal round di Silverstone Marco Sørensen abbandona le competizioni a ruote scoperte: la Carlin Motorsport ingaggia perciò Cecotto, appena uscito dalla Hilmer.[42] Sempre da quel weekend di gara Canamasas viene ingaggiato dal Team Lazarus, che prende il posto di Zoël Amberg, non in perfette condizioni fisiche.[43] La MP Motorsport sostituisce lo spagnolo con Oliver Rowland, pilota che comanda la classifica nella F. Renault 3.5.[44]Jon Lancaster sostituisce Trummer alla Hilmer Motorsport.[45]

Dall'appuntamento di Budapest l'indonesiano Sean Gelael debutta nella categoria con la Carlin, scuderia per la quale corre in F. Renault 3.5. Prende il volante di Cecotto.[46] Il canadese Nicholas Latifi, dopo aver già gareggiato nel 2014 con la Hilmer, viene ingaggiato dalla MP Motorsport, al posto di Rowland, impiegato solo a Silverstone.[47] Lo spagnolo Sergio Canamasas cambia la terza scuderia in tre appuntamenti: in l'Ungheria corre per la Hilmer Motorsport, dove affianca Yelloly. Alla Lazarus rientra Amberg.[48]

In Belgio rientra Rowland, sempre con la MP, al posto di Latifi.[49] La gara è invece saltata dall'austriaco Binder, per un'infezione. Al suo posto, la Trident, schiera l'esordiente svedese Gustav Malja.[50] A Monza fanno il loro esordio l'ex pilota di GP3 Patrick Niederhauser, che prende il posto di Berton al Team Lazarus,[51] mentre il britannico Jann Mardenborough, impegnato in GP3 con la Carlin, è promosso in GP2 per sostituire Gelael, impegnato della World Series.[52] Nella stessa gara rientrano Johnny Cecotto Jr., che torna alla Trident, in luogo di Gustav Malja[53] e Simon Trummer, impiegato dalla Hilmer al posto di Yelloly, che passa in F. Renault 3.5.[54]

La MP Motorsport cambia entrambi i piloti: de Jong è infortunato, dopo l'incidente di Spa, mentre Rowland rientra nel campionato di F. Renault. Vengono ingaggiati René Binder (già presente in stagione con la Trident) e Meindert van Buuren, quest'ultimo esordiente in categoria.[55]

La Carlin sostituisce entrambi i piloti per la gara russa: Sean Gelael e Dean Stoneman sono impiegati al posto di Julián Leal, finora sempre presente, e Jann Mardenborough, che aveva corso a Monza al posto proprio di Gelael.[56] Alla MP Latifi, già impiegato a Budapest, sostituisce van Buuren, mentre Nathanaël Berthon riprende il suo posto alla Lazarus, in luogo di Niederhauser.[57]

Daniël de Jong, dopo essere stato impiegato nei primi 7 appuntamenti con la MP, rientra nel campionato, per il penultimo weekend, quello in Bahrain. L'olandese prende il posto di Cecotto, alla Trident.[58] Rientra in campionato anche lo svedese Gustav Malja: dopo lo sporadico impegno, per la gara di Spa, trova un ingaggio alla Rapax, in sostituzione dell'infortunato Visoiu.[59]Oliver Rowland viene ingaggiato dalla Status, per correre gli ultimi due doppi appuntamenti. A Shakir prende il posto di Stanaway, impegnato nella concomitante gara del WEC.[60]

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Team Pilota Weekend
di gare
Francia DAMS 1 Francia Pierre Gasly Tutti
2 Regno Unito Alex Lynn Tutti
Regno Unito Carlin 3 Colombia Julián Leal 1-8
Regno Unito Dean Stoneman 9-11
4 Danimarca Marco Sørensen 1-4
Venezuela Johnny Cecotto Jr. 5
Indonesia Sean Gelael 6-7, 9-11
Regno Unito Jann Mardenborough 8
Francia ART Grand Prix 5 Belgio Stoffel Vandoorne Tutti
6 Giappone Nobuharu Matsushita Tutti
Spagna Racing Engineering 7 Regno Unito Jordan King Tutti
8 Stati Uniti Alexander Rossi Tutti
Russia Russian Time 9 Nuova Zelanda Mitch Evans Tutti
10 Russia Artëm Markelov Tutti
Italia Trident 11 Italia Raffaele Marciello Tutti
12 Austria René Binder 1-6
Svezia Gustav Malja 7
Venezuela Johnny Cecotto Jr. 8-9
Paesi Bassi Daniël de Jong 10-11
Spagna Campos Racing 14 Francia Arthur Pic Tutti
15 Indonesia Rio Haryanto Tutti
Paesi Bassi MP Motorsport 16 Spagna Sergio Canamasas 1-3
Regno Unito Oliver Rowland 5, 7
Canada Nicholas Latifi 6, 9-11
Paesi Bassi Meindert van Buuren 8
17 Paesi Bassi Daniël de Jong 1-7
Austria René Binder 8
Italia Rapax 18 Russia Sergey Sirotkin Tutti
19 Romania Robert Vișoiu 1-9
Svezia Gustav Malja 10-11
Regno Unito Arden International 20 Brasile André Negrão Tutti
21 Francia Norman Nato Tutti
Canada Status Grand Prix 22 Filippine Marlon Stöckinger Tutti
23 Nuova Zelanda Richie Stanaway 1-9
Regno Unito Oliver Rowland 10-11
Germania Hilmer Motorsport 24 Regno Unito Nick Yelloly 2–7
Svizzera Simon Trummer 8
25 4
Venezuela Johnny Cecotto Jr. 2–3
Regno Unito Jon Lancaster 5
Spagna Sergio Canamasas 6
Italia Lazarus 26 Francia Nathanaël Berthon 1-7, 9-11
Austria Patrick Niederhauser 8
27 Svizzera Zoël Amberg 1-4, 6
Spagna Sergio Canamasas 5, 7-11

Circuiti e gare[modifica | modifica wikitesto]

Con la sparizione dal calendario del Gran Premio di Germania di F1 nessuna gara della categoria è più prevista in quella nazione. Le restanti gare, e sedi di corsa, sono confermate rispetto al 2014. Per mantenere 11 doppi appuntamenti, viene aggiunta una seconda gara da disputare sul circuito di Manama, in corrispondenza della tappa del WEC.

Modifiche al regolamento[modifica | modifica wikitesto]

La serie continua a utilizzare il modello di vettura introdotto nel 2011, ma da questa stagione i piloti potranno utilizzare, come avviene in F1, il Drag Reduction System, con le stesse regole previste nel massimo campionato, ovvero l'opportunità di suo uso solo in punti determinati del tracciato, e quando la distanza con il pilota che precede è inferiore al secondo.[61]

Sistema di punteggio[modifica | modifica wikitesto]

I punti vengono assegnati ai primi dieci classificati in gara-1 (detta anche gara lunga o feature race) e ai primi otto in gara-2 (detta anche gara corta o sprint race). Colui che conquista la pole position riceve 4 punti, mentre 2 sono assegnati a chi fa il giro più veloce, ma solo se si trova all'interno della top ten, sia in gara-1 che in gara-2. Non sono assegnati punti extra al poleman di gara-2 poiché si tratta semplicemente dell'8º arrivato in gara-1 che si trova catapultato in prima posizione a causa della regola della griglia invertita. Per quel che riguarda la classifica a squadre, il punteggio è dato dalla somma dei punti ottenuti dai due piloti appartenenti al team.

Punti nella feature race
Posizione                             10º   Pole   GPV 
Punti 25 18 15 12 10 8 6 4 2 1 4 2
Punti nella sprint race

I punti sono assegnati ai primi otto classificati.

Posizione                          GPV 
Punti 15 12 10 8 6 4 2 1 2

Risultati e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Gare[modifica | modifica wikitesto]

Gara Circuito Tempo Velocità Pole position Giro veloce Pilota vincitore Team vincitore
1 G1 Bahrein Sakhir 1h01'23"306 169,026 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Belgio Stoffel Vandoorne Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 41'35"490 179,214 km/h Giappone Nobuharu Matsushita Indonesia Rio Haryanto Spagna Campos Racing
2 G1 Spagna Barcellona 1h00'31"992 170,592 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Australia Mitch Evans Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 41'30"395 168,044 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Regno Unito Alex Lynn Francia DAMS
3 G1 Monaco Monte Carlo 58'12"368 137,593 km/h Stati Uniti Alexander Rossi Regno Unito Nick Yelloly Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 42'45"918 140,454 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Nuova Zelanda Richie Stanaway Canada Status Grand Prix
4 G1 Austria Red Bull Ring 53'42"694 193,158 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Regno Unito Alex Lynn Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 35'57"944 201,862 km/h Regno Unito Jordan King Indonesia Rio Haryanto Spagna Campos Racing
5 G1 Regno Unito Silverstone 53'13"597 192,428 km/h Russia Sergey Sirotkin Russia Sergey Sirotkin Russia Sergey Sirotkin Italia Rapax
G2 36'27"949 203,330 km/h Indonesia Rio Haryanto Indonesia Rio Haryanto Spagna Campos Racing
6 G1 Ungheria Hungaroring 1h00'10"078 161,604 km/h Regno Unito Alex Lynn Romania Robert Vișoiu Regno Unito Alex Lynn Francia DAMS
G2 43'43"229 168,289 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Giappone Nobuharu Matsushita Francia ART Grand Prix
7 G1 Belgio Spa-Francorchamps 1h22'18"099 127,561 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Australia Mitch Evans Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 38'26"855 196,550 km/h Belgio Stoffel Vandoorne Stati Uniti Alexander Rossi Spagna Racing Engineering
8 G1 Italia Monza 49'32"084 210,132 km/h Francia Pierre Gasly Francia Norman Nato Stati Uniti Alexander Rossi Spagna Racing Engineering
G2 34'17"890 212,274 km/h Regno Unito Alex Lynn Nuova Zelanda Mitch Evans Russia Russian Time
9 G1 Russia Soči 58'33"520 89,675 km/h Regno Unito Alex Lynn Belgio Stoffel Vandoorne Stati Uniti Alexander Rossi Spagna Racing Engineering
G2 40'30"089 181,636 km/h Francia Pierre Gasly Nuova Zelanda Richie Stanaway Canada Status Grand Prix
10 G1 Bahrein Sakhir 57'15"184 181,487 km/h Francia Pierre Gasly Belgio Stoffel Vandoorne Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 42'51"663 174,275 km/h Regno Unito Alex Lynn Nuova Zelanda Mitch Evans Russia Russian Time
11 G1 Emirati Arabi Uniti Yas Marina 1h03'32"405 162,472 km/h Francia Pierre Gasly Francia Nathanaël Berthon Belgio Stoffel Vandoorne Francia ART Grand Prix
G2 Cancellata

Classifica piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota BAH
Bahrein
ESP
Spagna
MON
Monaco
AUT
Austria
GBR
Regno Unito
HUN
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
RUS
Russia[5]
BAH
Bahrein
UAE
Emirati Arabi Uniti
Punti
1 Belgio Stoffel Vandoorne 1 2 1 2 1 8 1 2 3 9 5 2 1 4 2 3 3 4 1 2 1 C 341,5
2 Stati Uniti Alexander Rossi 3 4 3 4 2 7 6 8 2 4 12 19 6 1 1 Rit 1 6 18 9 4 C 181,5
3 Russia Sergey Sirotkin 12 14 16 10 5 3 2 4 1 8 3 3 9 6 Rit 5 4 21 5 4 13 C 139
4 Indonesia Rio Haryanto 2 1 4 6 16 Rit 7 1 8 1 4 5 13 10 13 11 5 2 7 18 7 C 138
5 Nuova Zelanda Mitch Evans 6 17 2 NP Rit NP 10 5 Rit 20 17 22 5 3 3 1 11 8 3 1 3 C 135
6 Regno Unito Alex Lynn 19 15 5 1 13 11 3 20 5 6 1 9 11 8 Rit 10 Rit 10 8 3 8 C 110
7 Italia Raffaele Marciello Rit 20 6 17 8 2 15 10 6 2 7 4 14 12 15 7 6 3 4 5 2 C 110
8 Francia Pierre Gasly Rit 22 7 3 14 10 13 6 4 3 2 8 19 Rit Rit 12 2 5 6 7 5 C 110
9 Giappone Nobuharu Matsushita 10 6 11 18 Rit 19 4 3 Rit 19 8 1 Rit 15 Rit 15 10 7 2 Rit 11 C 68,5
10 Nuova Zelanda Richie Stanaway 15 11 10 19 7 1 23 15 Rit 13 21 13 18 13 4 4 7 1 60
11 Francia Arthur Pic Rit 10 9 8 4 6 9 11 14 16 13 10 2 Rit 7 2 8 13 10 16 17 C 60
12 Regno Unito Jordan King 4 9 14 11 9 Rit 12 7 22† 10 6 12 8 2 8 Rit Rit 15 9 6 6 C 60
13 Russia Artëm Markelov 13 12 12 5 Rit 14 5 SQ 21 14 22 18 3 5 5 14 Rit 12 15 8 Rit C 48
14 Colombia Julián Leal 8 5 Rit 16 6 5 14 22 9 12 16 15 4 11 12 9 38
15 Spagna Sergio Canamasas 14 Rit 13 15 3 4 15 24 Rit 16 12 9 11 6 Rit 17 12 17 12 C 27
16 Francia Nathanaël Berthon 7 3 20 12 17 15 Rit 17 Rit 21 14 11 7 7 14 19 11 Rit 10 C 27
17 Romania Robert Vișoiu 5 7 18 23 15 13 11 9 12 11 9 7 15 16 9 Rit 17 18 20
18 Francia Norman Nato Ret 16 8 7 18 21 20 13 18 23 11 6 Rit 20 6 Rit 12 9 24 10 Rit C 20
19 Regno Unito Nick Yelloly Rit 14 10 9 8 Rit 7 5 Rit 17 Rit 17 19
20 Brasile André Negrão 9 8 23† 21 21 17 16 21 20 15 20 21 20 14 14 18 15 11 17 20 9 C 5
21 Regno Unito Oliver Rowland 10 7 NC Rit 22 Rit 15 C 3
22 Austria René Binder 17 Rit 22 Rit 11 16 17 14 17 18 23 24 10 8 16 Rit 20 Rit 14 C 2
23 Paesi Bassi Daniël de Jong 18 13 15 9 12 12 21 12 11 26† 10 Rit Rit NP 19 14 Rit C 1
24 Regno Unito Dean Stoneman 9 16 21 12 Rit C 1
25 Svezia Gustav Malja 10 18 16 13 16 C 1
26 Filippine Marlon Stöckinger 11 19 Rit 20 19 18 19 19 19 22 19 23 17 19 Rit 19 Rit Rit 13 19 18 C 0
27 Canada Nicholas Latifi 15 14 18 14 14 11 Rit C 0
28 Venezuela Johnny Cecotto Jr. 21 Rit 20 Rit 13 25 18 13 13 22† 0
29 Svizzera Zoël Amberg 16 18 17 13 22 Rit NP NP NP NP 0
30 Indonesia Sean Gelael 18 20 20 21 19 20 23 15 Rit C 0
31 Svizzera Simon Trummer 22 18 16 16 0
32 Regno Unito Jon Lancaster 16 17 0
33 Danimarca Marco Sørensen Rit 21 19 22 Rit 20 18 16 0
34 Svizzera Patric Niederhauser 17 17 0
35 Regno Unito Jann Mardenborough 19 20 0
 — Paesi Bassi Meindert van Buuren Rit NP 0
Pos. Pilota BAH
Bahrein
ESP
Spagna
MON
Monaco
AUT
Austria
GBR
Regno Unito
HUN
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
RUS
Russia
BAH
Bahrein
UAE
Emirati Arabi Uniti
Punti
Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)

Grassetto – Pole Position
Corsivo – Giro Veloce

† – Ritirato ma classificato

Classifica a squadre[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team N. BHR
Bahrein
ESP
Spagna
MON
Monaco
AUT
Austria
GBR
Regno Unito
HUN
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
RUS
Russia[5]
BHR2
Bahrein
ABU
Emirati Arabi Uniti
Punti
1 Francia ART Grand Prix 5 1 2 1 2 1 8 1 2 3 9 5 2 1 4 2 3 3 4 1 2 1 C 410
6 10 6 11 18 Rit 19 4 3 Rit 19 8 1 Rit 15 Rit 15 10 7 2 Ret 11 C
2 Spagna Racing Engineering 7 4 9 14 11 9 Rit 12 7 22† 10 6 12 8 2 8 Rit Rit 15 9 6 6 C 241,5
8 3 4 3 4 2 7 6 8 2 4 12 19 6 1 1 Rit 1 6 18 9 4 C
3 Francia DAMS 1 Rit 22 7 3 14 10 13 6 4 3 2 8 19 Rit Rit 12 2 5 6 7 5 C 220
2 19 15 5 1 13 11 3 20 5 6 1 9 11 8 Rit 10 Rit 10 8 3 8 C
4 Spagna Campos Racing 14 Rit 10 9 8 4 6 9 11 14 16 13 10 2 Rit 7 2 8 13 10 16 17 C 198
15 2 1 4 6 16 Rit 7 1 8 1 4 5 13 10 13 11 5 2 7 18 7 C
5 Russia Russian Time 9 6 17 2 NP Rit NP 10 5 Rit 20 17 22 5 3 3 1 11 8 3 1 3 C 183
10 13 12 12 5 Rit 14 5 SQ 21 14 22 18 3 5 5 14 Rit 12 15 8 Rit C
6 Italia Rapax 18 12 14 16 10 5 3 2 4 1 8 3 3 9 6 Rit 5 4 21 5 4 14 C 159
19 5 7 18 23 15 13 11 9 12 11 9 7 15 16 9 Rit 17 18 16 13 16 C
7 Italia Trident 11 Rit 20 6 17 8 2 15 10 6 2 7 4 14 12 15 7 6 3 4 5 2 C 111
12 17 Rit 22 Rit 11 16 17 14 17 18 23 24 10 18 18 13 13 22† 19 14 Rit C
8 Canada Status Grand Prix 22 11 19 Rit 20 19 18 19 19 19 22 19 23 17 19 Rit 19 Rit Rit 13 19 18 C 60
23 15 11 10 19 7 1 23 15 Rit 13 21 13 18 13 4 4 7 1 22 Rit 16 C
9 Regno Unito Carlin 3 8 5 Rit 16 6 5 14 22 9 12 16 15 4 11 12 9 9 16 21 12 Rit C 39
4 Rit 21 19 22 Rit 20 18 16 13 25 18 20 20 21 19 20 19 20 23 15 Rit C
10
Italia Lazarus
Daiko Team Lazarus      
26 7 3 20 12 17 15 Rit 17 Rit 21 14 11 7 7 17 17 14 19 11 Ret 10 C 31
27 16 18 17 13 22 Rit NP NP 15 24 NP NP 12 9 11 6 Rit 17 12 17 12 C
11 Paesi Bassi MP Motorsport 16 14 Rit 13 15 3 4 10 7 15 14 NC Rit Rit NP 18 14 14 11 Rit C 29
17 18 13 15 9 12 12 21 12 11 26† 10 Rit Rit NP 10 8 16 Rit 20 Rit 14 C
12 Regno Unito Arden International 20 9 8 23† 21 21 17 16 21 20 15 20 21 16 14 14 18 15 11 17 20 9 C 25
21 Rit 16 8 7 18 Rit 20 13 18 23 11 6 Rit 20 6 Rit 12 9 24 10 Rit C
13 Germania Hilmer Motorsport 24 Rit 14 10 9 8 Rit 7 5 Rit 17 Rit 17 16 16 19
25 21 Rit 20 Rit 22 18 16 17 Rit 16
Pos. Team N. BAH
Bahrein
ESP
Spagna
MON
Monaco
AUT
Austria
GBR
Regno Unito
HUN
Ungheria
BEL
Belgio
ITA
Italia
RUS
Russia
BAH
Bahrein
UAE
Emirati Arabi Uniti
Punti
Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)

Grassetto – Pole Position
Corsivo – Giro Veloce

† – Ritirato ma classificato

Test post-stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Il Circuito di Yas Marina ospita dei test tra il 2 e il 4 dicembre.

Circuito Data Pilota più rapido Team Tempo Giri
Emirati Arabi Uniti Circuito di Yas Marina 2 dicembre (mattina) Giappone Nobuharu Matsushita Francia ART Grand Prix 1'49"180[62] 25
2 dicembre (pomeriggio) Giappone Nobuharu Matsushita Francia ART Grand Prix 1'47"903[63] 29
3 dicembre (mattina) Russia Artëm Markelov Russia Russian Time 1'49"008[64] 21
3 dicembre (pomeriggio) Canada Nicholas Latifi Francia DAMS 1'47"860[65] 27
4 dicembre (mattina) Nuova Zelanda Mitch Evans Spagna Campos Racing 1'48"922[66] 24
4 dicembre (pomeriggio) Giappone Nobuharu Matsushita Francia ART Grand Prix 1'48"313[67] 35

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ GP2 Ufficializzato il calendario 2015 e confermati i team già presenti, formulapassion.it, 10 dicembre 2014. URL consultato il 20 marzo 2015.
  2. ^ Matteo Nugnes, GP2 e GP3 in Bahrein insieme al WEC a novembre, omnicorse.it, 30 luglio 2015. URL consultato il 19 agosto 2015.
  3. ^ La gara 2 di Barcellona è stata condotta per 25 giri, pari a 116,375 km.
  4. ^ La gara 1 a Montecarlo è stata condotta per 40 giri, pari a 133,600 km
  5. ^ a b c La gara 1 di Soči era inizialmente prevista su 28 giri, pari a 163,744 km. A causa di un incidente alla prima partenza, e alla necessità di riparare le barriere, è stata ridotta a 15 giri, per il sopraggiungere dell'oscurità. Solo la metà dei punti è stata assegnata. Sochi - Metà punteggio per gara 1, su italiaracing.net, 11 ottobre 2015. URL consultato il 13 ottobre 2015.
  6. ^ La gara 2 a Abu Dhabi è stata interrotta, nel corso del primo giro, per incidente, e non più ripresa, per la necessità di ripristinare il tracciato per la seguente gara di Formula 1. Era prevista su 22 giri, pari a 122,188 km. Jacopo Rubino, Yas Marina - Cancellata gara 2-Grande carambola al primo giro, italiaracing.net, 29 novembre 2015. URL consultato il 2 dicembre 2015.
  7. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi – 1º turno-Rossi subito davanti, italiaracing.net, 9 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  8. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi – 2º turno-Gasly leader di giornata, su italiaracing.net, 9 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  9. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi – 3º turno-Lynn si presenta, italiaracing.net, 10 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  10. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi – 4º turno-Tandem Arden con Nato-Negrao, italiaracing.net, 10 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  11. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi – 5º turno-Stanaway in ottimo… Status, italiaracing.net, 11 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  12. ^ Antonio Caruccio, Abu Dhabi - 6º turno-Sirotkin e Rapax al vertice, italiaracing.net, 11 marzo 2015. URL consultato il 20 marzo 2015.
  13. ^ Marco Cortesi, Al Sakhir, 1º turno-Evans beffa tutti, italiaracing.net, 1º aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  14. ^ Marco Cortesi, Al Sakhir - 2º turno-King chiude al comando, su italiaracing.net, 1º aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  15. ^ Antonio Caruccio, Al Sakhir – 3º turno -Rapax al top con Sirotkin, italiaracing.net, 2 aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  16. ^ Antonio Caruccio, Al Sakhir – 4º turno -A sorpresa Matsushita, italiaracing.net, 2 aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  17. ^ Antonio Caruccio, Al Sakhir – 5º turno-Gasly torna a farsi vedere, italiaracing.net, 3 aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  18. ^ Antonio Caruccio, Al Sakhir – 6º turno-Melker chiude i giochi, italiaracing.net, 3 aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  19. ^ Massimo Costa, Status rileva il team Caterham, italiaracing.net, 17 ottobre 2014. URL consultato il 16 aprile 2015.
  20. ^ (EN) Peter Allen, Russian Time retains Evans and Markelov, brings in Virtuosi, paddockscout.com, 20 febbraio. URL consultato il 16 aprile 2015.
  21. ^ a b Massimo Costa, Montmelò, libere: Vandoorne leader-Il ritorno del team Hilmer, italiaracing.net, 8 maggio 2015. URL consultato il 9 maggio 2015.
  22. ^ Antonio Caruccio, Sochi - Hilmer assente, italiaracing.net, 8 ottobre 2015. URL consultato il 9 ottobre 2015.
  23. ^ a b Massimo Costa, Gasly e Lynn firmano con DAMS, italiaracing.net, 9 gennaio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  24. ^ Marco Cortesi, Haryanto passa da Campos, italiaracing.net, 6 febbraio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  25. ^ Massimo Costa, Rossi è con Racing Engineering, italiaracing.net, 27 febbraio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  26. ^ Marciello diventa terzo pilota della Sauber, omnicorse.it, 31 dicembre 2014. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  27. ^ (EN) Marciello joins Trident for 2015 season, GPUpdate, 23 gennaio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2015.
  28. ^ (EN) Rene Binder completes Trident 2015 line up, gp2series.com, 11 febbraio 2015. URL consultato l'11 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2015).
  29. ^ (EN) Griz David, Canamasas gets MP Motorsport seat for GP2 season opener, Paddock Scout, 15 aprile 2015. URL consultato il 15 aprile 2015.
  30. ^ Sorensen con Leal da Carlin, italiaracing.net, 27 gennaio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  31. ^ La Lazarus annuncia l'ingaggio di Zoel Amberg, omnicorse.it, 26 marzo 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  32. ^ Matteo Nugnes, Norman Nato passa in GP2 con la Arden nel 2015, omnicorse.it, 29 gennaio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  33. ^ Sergey Sirotkin debutta in GP2 con la Rapax, omnicorse.it, 19 febbraio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  34. ^ La Rapax porta Robert Visoiu in GP2 nel 2015, omnicorse.it, 6 marzo 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  35. ^ Matteo Sala, GP2 Nobuharu Matsushita affiancherà Vandoorne nel team ART, formulapassion.it, 14 febbraio 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  36. ^ Richie Stanaway in Bahrein con la Status GP, omnicorse.it, 13 aprile 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  37. ^ Matteo Nugnes, Stockinger torna alla Status GP per esordire in GP2, omnicorse.it, 5 marzo 2015. URL consultato il 16 aprile 2015.
  38. ^ La Sauber annuncia Nasr per il 2015, gpupdate.net, 6 novembre 2014. URL consultato il 7 novembre 2014.
  39. ^ Franco Nugnes, Lotus: Jolyon Palmer sarà il terzo pilota di Enstone, omnicorse.it, 20 gennaio 2015. URL consultato il 21 gennaio 2015.
  40. ^ Trummer con Hilmer a Zeltweg, italiaracing.net, 18 giugno 2015. URL consultato il 28 giugno 2015.
  41. ^ Antonio Caruccio, Spielberg - Canamasas assente, italiaracing.net, 19 giugno 2015. URL consultato il 28 giugno 2015.
  42. ^ Marco Costa, Sorensen lascia la GP2-Cecotto con Carlin a Silverstone, italiaracing.net, 1º luglio 2015. URL consultato il 3 luglio 2015.
  43. ^ Marco Costa, Canamasas approda da Lazarus, italiaracing.net, 3 luglio 2015. URL consultato il 3 luglio 2015.
  44. ^ Antonio Caruccio, Rowland debutta con MP a Silverstone, italiaracing.net, 2 luglio 2015. URL consultato il 3 luglio 2015.
  45. ^ (EN) Filiberto Geoni, Rowland and Lancaster join the grid for Silverstone, su gp2fanatic.wordpress.com, 2 luglio 2015. URL consultato il 5 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2015).
  46. ^ Gelael debutta con Carlin, italiaracing.net, 17 luglio 2015. URL consultato il 21 luglio 2015.
  47. ^ Antonio Caruccio, Gelael debutta con Carlin, italiaracing.net, 22 luglio 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  48. ^ Antonio Caruccio, Canamasas passa ad Hilmer, italiaracing.net, 24 luglio 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  49. ^ Massimo Costa, Rowland ritorna con MP a Spa, italiaracing.net, 14 agosto 2015. URL consultato il 17 agosto 2015.
  50. ^ Giacomo Rauli, Gustav Malja debutta in GP2 a Spa con Triden, omnicorse.net, 19 agosto 2015. URL consultato il 19 agosto 2015.
  51. ^ Antonio Caruccio, Niederhauser debutta a Monza, italiaracing.net, 29 agosto 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  52. ^ Marco Cortesi, Mardenborough con Carlin a Monza, italiaracing.net, 2 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  53. ^ Antonio Caruccio, Cecotto di nuovo con Trident, italiaracing.net, 3 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  54. ^ Antonio Caruccio, Torna Trummer con Hilmer, italiaracing.net, 3 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  55. ^ Massimo Costa, MP a Monza con Van Buuren e Binder, italiaracing.net, 3 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  56. ^ Gelael e Stoneman con Carlin, italiaracing.net, 5 ottobre 2015. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  57. ^ Latifi con MP nel finale di anno, italiaracing.net, 11 settembre 2015. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  58. ^ In Bahrein Trident con De Jong accanto a Marciello, omnicorse.it, 17 novembre 2015. URL consultato il 19 novembre 2015.
  59. ^ Gustav Malja sostituisce l'infortunato Visoiu a Sakhir, omnicorse.it, 16 novembre 2015. URL consultato il 19 novembre 2015.
  60. ^ Giacomo Rauli, Rowland terminerà la stagione in GP2 con Status, omnicorse.it, 9 novembre 2015. URL consultato il 19 novembre 2015.
  61. ^ (EN) DRS to be introduced on GP2 cars in 2015, gp2series.com, 17 settembre 2014. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  62. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 1º turno-Matsushita apre le danze, su italiaracing.net, 2 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  63. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 2º turno-Matsushita fa il vuoto, su italiaracing.net, 2 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  64. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 3º turno-Markelov precede Latifi, su italiaracing.net, 3 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  65. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 4º turno-Latifi la sorpresa, su italiaracing.net, 3 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  66. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 5º turno-Evans beffa Rowland, su italiaracing.net, 4 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  67. ^ Antonio Caruccio, Yas Marina, 6º turno-Torna in vetta Matsushita, su italiaracing.net, 4 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo