Campionato FIA di Formula 2 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato FIA di Formula 2 2019
Edizione nº 15 del Campionato FIA di Formula 2
Dati generali
Inizio30 marzo
Termine1º dicembre
Prove24
Titoli in palio
Pilotida assegnare
su Dallara F2 2018
Squadreda assegnare
su Dallara F2 2018
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 2019 del Campionato FIA di Formula 2 è, nella storia della categoria, la 15ª ad assegnare il Campionato Piloti e la 15ª ad assegnare il Campionato Scuderie, la terza con la nuova denominazione, che ha sostituito la precedente GP2 Series. Iniziata il 30 marzo con un weekend di gare sul circuito di Sakhir, in Bahrein, si concluderà il 1º dicembre sul Circuito di Yas Marina, negli Emirati Arabi Uniti, per un totale di 12 appuntamenti, come la stagione precedente. Essa è anche la seconda stagione in cui è stata utilizzata la vettura Dallara F2 2018.

La pre-stagione[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato ufficializzato il 5 dicembre 2018. La stagione è iniziata il 30 marzo, in occasione del Gran Premio del Bahrein. Il numero di weekend gare resta 12, ricalcando il calendario della stagione 2018.[1]

Gara Circuito Giri Lunghezza Data Ora Supporto
1 G1 Bahrein Bahrain International Circuit, Manama 32 32 x 5,412 km = 173,184 km 30 marzo 10:15 Gran Premio del Bahrein 2019
G2 23 23 x 5,412 km = 124,476 km 31 marzo 11:30
2 G1 Azerbaigian Circuito di Baku 29 29 x 6,003 km = 174,087 km 27 aprile 12:00 Gran Premio d'Azerbaigian 2019
G2 21 21 x 6,003 km = 126,063 km 28 aprile 13:00
3 G1 Spagna Circuito di Catalogna, Barcellona 37 37 x 4,655 km = 172,235 km 11 maggio 16:40 Gran Premio di Spagna 2019
G2 26 26 x 4,655 km = 121,030 km 12 maggio 11:30
4 G1 Monaco Circuito di Monte Carlo 42 42 x 3,337 km = 140,154 km 24 maggio 12:00 Gran Premio di Monaco 2019
G2 30 30 x 3,337 km = 100,110 km 25 maggio 16:45
5 G1 Francia Circuito Paul Ricard, Le Castellet 30 30 x 5,842 km = 175,260 km 22 giugno 16:45 Gran Premio di Francia 2019
G2 21 21 x 5,842 km = 122,682 km 23 giugno 11:25
6 G1 Austria Red Bull Ring, Spielberg 45 45 x 4,326 km = 194,670 km 29 giugno 16:45 Gran Premio d'Austria 2019
G2 28 28 x 4,326 km = 121,128 km 30 giugno 11:00
7 G1 Regno Unito Circuito di Silverstone 29 29 x 5,891 km = 170,839 km 13 luglio 15:45 Gran Premio di Gran Bretagna 2019
G2 21 21 x 5,891 km = 123,711 km 14 luglio 10:00
8 G1 Ungheria Hungaroring, Mogyoród 37 37 x 4,381 km = 162,097 km 3 agosto Gran Premio d'Ungheria 2019
G2 28 28 x 4,381 km = 122,668 km 4 agosto
9 G1 Belgio Circuito di Spa-Francorchamps 25 25 x 7,004 km = 175,100 km 31 agosto Gran Premio del Belgio 2019
G2 18 18 x 7,004 km = 126,072 km 1º settembre
10 G1 Italia Autodromo nazionale di Monza 30 30 x 5,793 km = 173,790 km 7 settembre Gran Premio d'Italia 2019
G2 21 21 x 5,793 km = 121,653 km 8 settembre
11 G1 Russia Autodromo di Soči 28 28 x 5,848 km = 163,744 km 28 settembre Gran Premio di Russia 2019
G2 21 21 x 5,848 km = 122,808 km 29 settembre
12 G1 Emirati Arabi Uniti Circuito di Yas Marina, Isola Yas 31 31 x 5,554 km = 172,174 km 30 novembre Gran Premio di Abu Dhabi 2019
G2 22 22 x 5,554 km = 122,188 km 1º dicembre

Test[modifica | modifica wikitesto]

Si svolgono due sessioni di test precampionato: la prima sul Circuito di Valencia tra il 26 e 28 febbraio e la seconda sul Circuito di Catalogna tra il 5 e il 7 marzo.[2]

Circuito Data Pilota più veloce Team Tempo Giri
Spagna Circuito di Jerez de la Frontera 26 febbraio (mattina) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'25"819[3] 17
26 febbraio (pomeriggio) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'25"358[4] 51
27 febbraio (mattina) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'24"723[5] 40
27 febbraio (pomeriggio) Francia Dorian Boccolacci Spagna Campos Racing 1'25"493[6] 33
28 febbraio (mattina) Germania Mick Schumacher Italia Prema Racing 1'24"028[7] 33
28 febbraio (pomeriggio) Regno Unito Jordan King Paesi Bassi MP Motorsport 1'25"493[8] 33
Spagna Circuito di Catalogna, Barcellona 5 marzo (mattina) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'28"821[9] 18
5 marzo (pomeriggio) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'28"655[10] 37
6 marzo (mattina) Brasile Sérgio Sette Câmara Francia DAMS 1'27"392[11] 34
6 marzo (pomeriggio) Svizzera Ralph Boschung Italia Trident 1'28"789[12] 27
7 marzo (mattina) Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix 1'27"024[13] 24
7 marzo (pomeriggio) Stati Uniti Juan Manuel Correa Rep. Ceca Sauber Junior Team by Charouz 1'30"095[14] 49

Piloti e squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto alla stagione precedente, abbandona la categoria il team Russian Time[15] e prende il suo posto il team UNI-Virtuosi, mantenendo a 10 il totale delle squadre.[16] La Charouz Racing System diventa Junior Team della Sauber, cambiando denominazione in Sauber Junior Team by Charouz.[17] La BWT Arden comincia una collaborazione con la HWA Racelab, squadra già impegnata in Formula 3.[18]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Il campione del 2018, George Russell, come da regolamento, non può prendere parte alla nuova stagione.

La squadra campione in carica, la Carlin, ingaggia il giapponese Nobuharu Matsushita, al ritorno nella categoria[19], e Louis Delétraz, proveniente dalla Charouz.[20] La ART Grand Prix fa salire di categoria il russo Nikita Mazepin[21] e ingaggia Nyck De Vries,[22] proveniente dalla Prema.

La Prema conferma l'indonesiano Sean Gelael[23] e fa debuttare il campione della F3 europea 2018 Mick Schumacher.[24] Il nuovo team UNI-Virtuosi ingaggia Guanyu Zhou, al debutto nella categoria[25], e Luca Ghiotto, al suo quarto anno nella categoria.[26] Il team Trident fa salire di categoria Giuliano Alesi, proveniente da tre stagioni di GP3 Series con il team[27], e ingaggia lo svizzero Ralph Boschung.[28] La DAMS conferma Nicholas Latifi per la quarta stagione con il team[29], e ingaggia Sérgio Sette Câmara, proveniente dalla Carlin.[30] Jack Aitken, lasciata la ART, si trasferisce alla Campos[31], assieme a Dorian Boccolacci.[32]

La Arden ingaggia il campione della GP3 2018, Anthoine Hubert[33], e Tatiana Calderón, prima donna a correre nella categoria.[34] Il Sauber Junior Team by Charouz ingaggia Callum Ilott e fa debuttare Juan Manuel Correa.[35] La MP Motorsport ingaggia il rientrante Jordan King e il debuttante Mahaveer Raghunathan.[36]

Tabella Riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Team Pilota Weekend
di gare
Regno Unito Carlin 1 Svizzera Louis Delétraz 1-
2 Giappone Nobuharu Matsushita 1-
Francia ART Grand Prix 3 Russia Nikita Mazepin 1-
4 Paesi Bassi Nyck De Vries 1-
Francia DAMS 5 Brasile Sérgio Sette Câmara 1-
6 Canada Nicholas Latifi 1-
Regno Unito UNI-Virtuosi Racing 7 Cina Guanyu Zhou 1-
8 Italia Luca Ghiotto 1-
Italia Prema Racing 9 Germania Mick Schumacher 1-
10 Indonesia Sean Gelael 1-
Rep. Ceca Sauber Junior Team by Charouz 11 Regno Unito Callum Ilott 1-
12 Stati Uniti Juan Manuel Correa 1-
Spagna Campos Racing 14 Francia Dorian Boccolacci 1-5
India Arjun Maini 6-
15 Regno Unito Jack Aitken 1-
Paesi Bassi MP Motorsport 16 Regno Unito Jordan King 1-3, 5-
Russia Artem Markelov 4
17 Paesi Bassi Mahaveer Raghunathan[37] 1-5, 7-
Messico Patricio O'Ward 6
Regno Unito BWT Arden 18 Colombia Tatiana Calderón 1-
19 Francia Anthoine Hubert 1-
Italia Trident 20 Francia Giuliano Alesi 1-
21 Svizzera Ralph Boschung 1-5
Stati Uniti Ryan Tveter 6
Francia Dorian Boccolacci 7-

Circuiti e gare[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario resta identico rispetto al 2018, così come i circuiti in programma, con 12 appuntamenti e 24 gare.[1]

Risultati e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Sistema di punteggio[modifica | modifica wikitesto]

Vengono assegnati due punti extra a chi realizza il giro più veloce tra i primi 10 e, a differenza della F1, vengono assegnati punti anche a chi realizza la pole position.

Sistema di punteggio Gara 1
Posizione                             10ª   Pole   Giro veloce 
Punti 25 18 15 12 10 8 6 4 2 1 4 2
Sistema di punteggio Gara 2

I punti vengono assegnati ai primi 8, che partono a posizioni invertite rispetto all'arrivo in Gara 1.

Posizione                          Giro veloce 
Punti 15 12 10 8 6 4 2 1 2

Riassunto della stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gara Circuito Tempo Velocità media Pole position Giro veloce Pilota vincitore Team vincitore
1 G1 Bahrein Manama 59'19"517 174,904 km/h Italia Luca Ghiotto Cina Guanyu Zhou Canada Nicholas Latifi Francia DAMS
G2 42'36"192 174,958 km/h Paesi Bassi Nyck De Vries Italia Luca Ghiotto Regno Unito UNI-Virtuosi
2 G1 Azerbaigian Baku 1h02'27"628 149,829 km/h Giappone Nobuharu Matsushita Regno Unito Jack Aitken[38] Regno Unito Jack Aitken Spagna Campos Racing
G2 48'43"284 140,332 km/h Brasile Sérgio Sette Câmara[39] Canada Nicholas Latifi Francia DAMS
3 G1 Spagna Montmeló 1h01'10"688 168,794 km/h Italia Luca Ghiotto Regno Unito Jordan King Canada Nicholas Latifi Francia DAMS
G2 42'25"916 170,961 km/h Canada Nicholas Latifi Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix
4 G1 Monaco Monte Carlo 1h30'56"153 90,272 km/h Paesi Bassi Nyck De Vries Giappone Nobuharu Matsushita Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix
G2 44'23"388 135,314 km/h Canada Nicholas Latifi[40] Francia Anthoine Hubert Regno Unito BWT Arden
5 G1 Francia Le Castellet 1h15'35"425 139,163 km/h Brasile Sérgio Sette Câmara Paesi Bassi Nyck De Vries Paesi Bassi Nyck De Vries Francia ART Grand Prix
G2 37'19"524 197,312 km/h Giappone Nobuharu Matsushita Francia Anthoine Hubert Regno Unito BWT Arden
6 G1 Austria Red Bull Ring 53'32"606 193,406 km/h Paesi Bassi Nyck De Vries Brasile Sérgio Sette Câmara Giappone Nobuharu Matsushita Regno Unito Carlin
G2 38'45"691 186,955 km/h Paesi Bassi Nyck De Vries Brasile Sérgio Sette Câmara Francia DAMS
7 G1 Regno Unito Silverstone Cina Guanyu Zhou Brasile Sérgio Sette Câmara Italia Luca Ghiotto Regno Unito UNI-Virtuosi
G2 Regno Unito Jack Aitken Regno Unito Jack Aitken Spagna Campos Racing
8 G1 Ungheria Hungaroring Paesi Bassi Nyck De Vries Regno Unito Jordan King Canada Nicholas Latifi Francia DAMS
G2 Giappone Nobuharu Matsushita Germania Mick Schumacher Italia Prema Racing
9 G1 Belgio Spa-Francorchamps
G2
10 G1 Italia Monza
G2
11 G1 Russia Soči
G2
12 G1 Emirati Arabi Uniti Yas Marina
G2

Classifica piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Piloti BHR
Bahrein
BAK
Azerbaigian
CAT
Spagna
MON
Monaco
LEC
Francia
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
YMC
Emirati Arabi Uniti
Punti
1 Paesi Bassi Nyck De Vries 6 7 2 4 5 1 1 7 1 10 3 3 6 3 2 6 196
2 Canada Nicholas Latifi 1 3 4 1 1 6 12 10 5 6 9 6 2 5 1 7 166
3 Brasile Sérgio Sette Câmara 3 2 Rit 6 18 17 3 6 2 5 5 1 4 18 4 3 143
4 Regno Unito Jack Aitken 7 11 1 3 2 8 17 13 3 4 10 18 5 1 3 5 134
5 Italia Luca Ghiotto 2 1 9 Rit 4 2 SQ Rit Rit 12 2 2 1 15 6 8 131
6 Cina Guanyu Zhou 10 4 Rit 10 3 4 5 3 4 3 6 8 3 8 9 9 107
7 Giappone Nobuharu Matsushita 9 12 13 12 11 Rit 2 9 9 9 1 5 9 7 5 2 89
8 Francia Anthoine Hubert 4 9 10 11 6 5 8 1 8 1 4 17 18 11 11 11 77
9 Svizzera Louis Delétraz 5 5 Rit Rit 12 11 7 2 Rit 7 7 Rit 7 2 Rit 13 60
10 Regno Unito Jordan King 17 8 3 Rit 7 7 6 11 8 7 10 9 7 4 57
11 Germania Mick Schumacher 8 6 Rit 5 15 12 13 11 Rit Rit 18 4 11 6 8 1 45
12 Stati Uniti Juan Manuel Correa 16 18 7 2 Rit 15 16 12 7 2 11 10 12 10 14 14 36
13 Francia Dorian Boccolacci 15 17 5 7 14 18 4 5 Rit 13 Rit 14 30
14 Regno Unito Callum Ilott 14 16 Rit 9 8 3 NP 14 Rit 8 14 9 8 4 10 10 28
15 Russia Artem Markelov 6 4 16
16 Indonesia Sean Gelael Rit 10 6 8 9 9 Rit 15 Rit 17 16 12 SQ SQ 15 17 11
17 Russia Nikita Mazepin 19 13 8 Rit 17 14 10 8 Rit 16 12 11 16 12 12 15 6
18 Svizzera Ralph Boschung 11 14 12 Rit 10 10 9 Rit Rit 15 Rit 18 3
19 Francia Giuliano Alesi 12 SQ Rit Rit Rit 16 11 Rit 10 14 13 Rit 17 Rit 13 12 1
20 Paesi Bassi Mahaveer Raghunathan 18 19 11 13 16 19 15 Rit 12 18 15 16 17 19 0
21 Colombia Tatiana Calderón 13 15 Rit Rit 13 13 14 Rit 11 19* 17 13 14 17 16 Rit 0
22 India Arjun Maini SQ 15 13 13 Rit 16 0
23 Messico Patricio O'Ward 19 14 0
24 Stati Uniti Ryan Tveter 15 16 0
Pos. Pilota BHR
Bahrein
BAK
Azerbaigian
CAT
Spagna
MON
Monaco
LEC
Francia
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
YMC
Emirati Arabi Uniti
Punti
Fonte:[41]
Legenda Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato

 * – Indica i piloti ritirati ma ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza di gara.

Classifica Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra N. BHR
Bahrein
BAK
Azerbaigian
CAT
Spagna
MON
Monaco
LEC
Francia
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
YMC
Emirati Arabi Uniti
Punti
1 Francia DAMS 5 3 2 Rit 6 18 17 3 6 2 5 5 1 4 18 4 3 309
6 1 3 4 1 1 6 12 10 5 6 9 6 2 5 1 7
2 Regno Unito UNI-Virtuosi Racing 7 10 4 Rit 10 3 4 5 3 4 3 6 8 3 8 9 9 238
8 2 1 9 Rit 4 2 SQ Rit Rit 12 2 2 1 15 6 8
3 Francia ART Grand Prix 3 19 13 8 Rit 17 14 10 8 Rit 16 12 11 16 12 12 15 202
4 6 7 2 4 5 1 1 7 1 10 3 3 6 3 2 6
4 Spagna Campos Racing 14 15 17 5 7 14 18 4 5 Rit 13 SQ 15 13 13 Rit 16 164
15 7 11 1 3 2 8 17 13 3 4 10 18 5 1 3 5
5 Regno Unito Carlin 1 5 5 Rit Rit 12 11 7 2 Rit 7 7 Rit 7 2 Rit 13 149
2 9 12 13 12 11 Rit 2 9 9 9 1 5 9 7 5 2
6 Regno Unito BWT Arden 18 13 15 Rit Rit 13 13 14 Rit 11 19* 17 13 14 17 16 Rit 77
19 4 9 10 11 6 5 8 1 8 1 4 17 18 11 11 11
7 Rep. Ceca Sauber Junior Team by Charouz 11 14 16 Rit 9 8 3 NP 14 Rit 8 14 9 8 4 10 10 64
12 16 18 7 2 Rit 15 16 12 7 2 11 10 12 10 14 14
8 Paesi Bassi MP Motorsport 16 17 8 3 Rit 7 7 6 4 6 11 8 7 10 9 7 4 73
17 18 19 11 13 16 19 15 Rit 12 18 19 14 15 16 17 19
9 Italia Prema Racing 9 8 6 Rit 5 15 12 13 11 Rit Rit 18 4 11 6 8 1 46
10 Rit 10 6 8 9 9 Rit 15 Rit 17 16 12 SQ SQ 15 17
10 Italia Trident 20 12 SQ Rit Rit Rit 16 11 Rit 10 14 13 Rit 17 Rit 13 12 4
21 11 14 12 Rit 10 10 9 Rit Rit 15 15 16 Rit 14 Rit 18
Pos. Squadra N. BHR
Bahrein
BAK
Azerbaigian
CAT
Spagna
MON
Monaco
LEC
Francia
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
YMC
Emirati Arabi Uniti
Punti
Fonte:[42]
Legenda Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato

 * – Indica i piloti ritirati ma ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza di gara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jacopo Rubino, All'insegna della continuità il calendario 2019 della Formula 2, su italiaracing.net, 5 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  2. ^ In Spagna i test pre campionato 2019, in italiaracing.net, 17 dicembre 2018. URL consultato il 17 dicembre 2018.
  3. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez, 1º turno De Vries inizia al comando, italiaracing.net, 26 febbraio 2019. URL consultato il 26 febbraio 2019.
  4. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez - 2º turno De Vries mantiene la vetta, italiaracing.net, 26 febbraio 2019. URL consultato il 26 febbraio 2019.
  5. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez - 3º turno Ghiotto bracca De Vries, italiaracing.net, 27 febbraio 2019. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  6. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez - 4º turno Acuto Boccolacci, lavoro sul passo, italiaracing.net, 27 febbraio 2019. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  7. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez - 5º turno Schumacher da pole con la Prema, italiaracing.net, 28 febbraio 2019. URL consultato il 1º marzo 2019.
  8. ^ Jacopo Rubino, Test a Jerez - 6º turno King supera Fuoco di un soffio, italiaracing.net, 28 febbraio 2019. URL consultato il 1º marzo 2019.
  9. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 1º turno Ancora De Vries e Ghiotto davanti, italiaracing.net, 5 marzo 2019. URL consultato il 5 marzo 2019.
  10. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 2º turno De Vries si conferma leader, italiaracing.net, 5 marzo 2019. URL consultato il 5 marzo 2019.
  11. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 3º turno In... sette meglio della pole 2018, italiaracing.net, 6 marzo 2019. URL consultato il 6 marzo 2019.
  12. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 4º turno Acuto di Boschung con la Trident, italiaracing.net, 6 marzo 2019. URL consultato il 6 marzo 2019.
  13. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 5º turno De Vries e Ghiotto, ancora loro, italiaracing.net, 7 marzo 2019. URL consultato il 7 marzo 2019.
  14. ^ Jacopo Rubino, Test al Montmelò - 6º turno Si chiude nel segno di Correa, italiaracing.net, 7 marzo 2019. URL consultato il 7 marzo 2019.
  15. ^ Marco Di Marco, Russian Time termina la sua avventura in Formula 2 e mette in vendita il team, su motorsport.com, 25 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  16. ^ Giacomo Rauli, Dal 2019 il team UNI-Virtuosi prenderà il posto di Russian Time nel campionato FIA F2, su motorsport.com, 4 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  17. ^ 14 novembre 2018, Charouz diventa lo Junior Team della Sauber nelle serie F2-F3-F4, in italiaracing.net. URL consultato il 19 febbraio 2019.
  18. ^ Massimo Costa, Collaborazione tra Arden e HWA, su italiaracing.net, 21 gennaio 2019. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  19. ^ Nobuharu Matsushita torna in FIA F2: nel 2019 correrà con il team Carlin, su motorsport.com, 26 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  20. ^ Deletraz passa al team Carlin per il terzo anno in Formula 2, su italiaracing.net, 7 gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  21. ^ Nikita Mazepin continua con la ART Grand Prix, ma salta in Formula 2 nel 2019, su it.motorsport.com, 27 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  22. ^ Nyck de Vries completa la line-up della ART Grand Prix per la Formula 2 2019, su it.motorsport.com, 28 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  23. ^ La Prema conferma Gelael per il 2019: sarà il compagno di Mick Schumacher in F2, su motorsport.com, 28 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  24. ^ Mick Schumacher debutta in Formula 2 con la Prema nel 2019, su motorsport.com, 27 novembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  25. ^ Guanyu Zhou è il primo pilota ufficializzato dal team UNI-Virtuosi per la stagione 2019 di FIA F2, su it.motorsport.com, 5 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  26. ^ Luca Ghiotto returns to former Russian Time team for F2, su formulascout.com, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  27. ^ Giuliano Alesi passa in Formula 2 e resta legato ai colori del team Trident, su it.motorsport.com, 7 dicembre 2018. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  28. ^ Ralph Boschung completes Trident 2019 line-up, su fiaformula2.com, 11 marzo 2019. URL consultato l'11 marzo 2019.
  29. ^ Nicholas Latifi correrà in FIA F2 anche nel 2019 e lo farà sempre con il team DAMS, su it.motorsport.com, 11 dicembre 2018. URL consultato il 12 dicembre 2018.
  30. ^ Sette Camara passa in DAMS "Possiamo fare un ottimo campionato", su italiaracing.net, 14 dicembre 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  31. ^ Jack Aitken rimane in FIA F2: nel 2019 correrà con il team Campos Racing, su it.motorsport.com, 7 gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  32. ^ Boccolacci si accorda con Campos, su italiaracing.net, 22 marzo 2019. URL consultato il 22 marzo 2019.
  33. ^ Hubert debutta con Arden ed è il pilota di punta dell'Academy Renault, su italiaracing.net, 23 gennaio 2019. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  34. ^ (EN) Tatiana Calderon completes BWT Arden's 2019 line-up, su fiaformula2.com, 22 febbraio 2019. URL consultato il 22 febbraio 2019.
  35. ^ (EN) Illot and Correa join Sauber Junior Team for 2019 season, su fiaformula2.com, 19 febbraio 2019. URL consultato il 19 febbraio 2019.
  36. ^ (EN) MP Motorsport confirm their 2019 line-up, su fiaformula2.com, 22 marzo 2019. URL consultato il 22 marzo 2019.
  37. ^ Pilota indiano che corre con licenza olandese
  38. ^ Nobuharu Matsushita ha ottenuto il giro veloce nella gara 1 in Azerbaigian, ma terminando oltre il decimo posto (13º) non ha diritto al punto aggiuntivo.
  39. ^ Luca Ghiotto ha ottenuto il giro veloce nella Gara 2 in Azerbaijan, ma si è ritirato non ottenendo il punto aggiuntivo.
  40. ^ Sean Gelael ha ottenuto il giro veloce in gara 2 a Monaco, ma avendo terminato oltre il decimo posto (15º), non ha diritto al punto aggiuntivo.
  41. ^ (EN) Driver Standings – Formula 2, su www.fiaformula2.com. URL consultato il 30 marzo 2019.
  42. ^ (EN) Team Standings – Formula 2, su www.fiaformula2.com. URL consultato il 30 marzo 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo