George Russell (pilota automobilistico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
George Russell
George Russell, Silverstone 2021 (51350033659) (cropped).jpg
Russell nel 2021
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Ruolo Pilota
Squadra Williams
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 17 marzo 2019
Stagioni 2019-
Scuderie Williams 2019-2020
Mercedes 2020
Williams 2020-
Miglior risultato finale 18º (2020)
GP disputati 59
Podi 1
Punti ottenuti 19
Giri veloci 1
Statistiche aggiornate al Gran Premio d'Arabia Saudita 2021

George Russell (King's Lynn, 15 febbraio 1998) è un pilota automobilistico britannico, attivo in Formula 1 con la Williams.

Si è laureato campione della GP3 Series 2017 e della Formula 2 2018. Dal 2019 gareggia in Formula 1 con la Williams, a parte per un’esperienza in Mercedes nel 2020.

Il suo numero di gara è il 63.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kart[modifica | modifica wikitesto]

Nato a King's Lynn, Russell inizia la sua carriera sui kart nel 2006 all'età di otto anni. Nel 2012 vince il campionato europeo CIK-FIA nella classe KF3 e continua a correre nei kart fino al 2013[1].

Formula Renault[modifica | modifica wikitesto]

Russell debutta nelle monoposto nel 2014, nel campionato Formula Renault 2.0 Alps. Ottiene 1 podio e il quarto posto in campionato[2].

Formula 4[modifica | modifica wikitesto]

Nella stessa stagione 2014 Russell fa il suo debutto nella Formula 4 britannica con il team campione uscente Lanan Racing, vincendo il campionato con 5 vittorie complessive in stagione. Come premio per la vittoria del campionato ottiene un test con una vettura di GP3[3].

Formula 3 Europea[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 fa il suo debutto nella F3 europea disputando l'intera stagione con la scuderia Carlin Motorsport[4]. Si mette subito in bella mostra ottenendo la sua prima vittoria nella gara 2 dell'appuntamento iniziale della stagione a Silverstone[5] e conclude al 6º posto in campionato.

Nella stagione 2016, continua nella Formula 3 Europea passando al team Hitech Racing[6]. Ottiene 2 vittorie e 10 podi in totale, terminando il campionato al 3º posto. Nella stessa stagione partecipa al Gran Premio di Macao ottenendo il 7º posto.

GP3 Series[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 gennaio 2017 viene annunciato che Russell prenderà parte alla stagione 2017 della GP3 con la ART Grand Prix[7]. Sul circuito di Spielberg Russell conquista la sua prima pole e poi la sua prima vittoria[8][9]. Con altre 3 vittorie (una sul circuito di Monza[10]) e una grande costanza nella prestazioni si assicura il titolo di Gp3 prima della fine della stagione, con una gara di anticipo[11].

Formula 2[modifica | modifica wikitesto]

Russell in Formula 2 nel 2018.

Per la stagione 2018 Russell viene confermato dal team ART che gli permette di salire di categoria facendolo debuttare in Formula 2.[12] Alla sua quarta gara, la gara sprint di Baku, centra la prima vittoria nella categoria[13]. Nel corso dell'anno ottiene altre sei vittorie e cinque pole, laureandosi campione della categoria con 66 punti di vantaggio sul primo inseguitore, il connazionale Lando Norris[14].

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Russell entra a far parte del programma giovani della Mercedes nel gennaio 2017[7], e fa il suo debutto in una monoposto di Formula 1 il 1º agosto nei test di Budapest della stagione 2017 con la W08, disputando entrambi i giorni di test[15]. Partecipa inoltre alle prove libere degli ultimi due gran premi del 2017 con la Force India[16]. Viene confermato anche per il 2018 come collaudatore Mercedes.

Williams (2019-presente)[modifica | modifica wikitesto]

2019[modifica | modifica wikitesto]
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2019.
Russell alla guida della sua Williams durante le prove libere del Gran Premio d'Italia 2019.

Il 12 ottobre 2018 viene annunciato il suo ingaggio da parte della Williams, con un contratto pluriennale a partire dal 2019.[17]

La stagione è fortemente condizionata dalla scarsa competitività della monoposto, che relega Russell e il compagno di squadra Robert Kubica stabilmente nelle ultime due posizioni. Russell vince nettamente il confronto in qualifica col compagno di squadra, battendolo in tutte e 21 le gare disputate in stagione, ma a differenza del pilota polacco non riesce a far segnare punti, chiudendo il campionato all'ultimo posto in classifica[18].

2020: l'esperienza in Mercedes[modifica | modifica wikitesto]
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2020.
Russell alla guida della sua Williams FW43 durante il Gran Premio della Toscana 2020.

Nel 2020 la Williams schiera una monoposto più competitiva, che permette a Russell di gareggiare con il resto del gruppo. Russell continua a mettersi in evidenza in qualifica, riuscendo a superare la prima fase di eliminazione in 7 delle prime 12 gare e risultando sempre più veloce del compagno di squadra Nicholas Latifi. In gara il pilota inglese non riesce però a conquistare risultati utili; il miglior risultato stagionale arriva nel Gran Premio della Toscana, concluso in undicesima posizione dopo aver occupato a lungo un posto in zona punti. Nel Gran Premio dell'Emilia-Romagna Russell si ritira per un incidente dietro alla safety car, mentre occupava la decima posizione[19].

In seguito alla positività al SARS-CoV-2 del campione del mondo in carica Lewis Hamilton, viene chiamato dalla Mercedes a sostituire il connazionale britannico al GP di Sakhir, lasciando la sua Williams nelle mani di Jack Aitken[20]. Qualificatosi in seconda posizione con 26 millesimi di distacco dalla pole position conquistata dal compagno Valtteri Bottas, Russell conduce la prima parte di gara, scivolando poi nelle retrovie per un problema durante il cambio gomme e una foratura. Rimonta fino alla nona posizione, conquistando i primi punti in carriera e facendo segnare il giro più veloce[21]. Nel Gran Premio di Abu Dhabi Hamilton riprende il suo posto e Russell torna a competere con la Williams[22], chiudendo la gara fuori dalla zona punti. Russell conclude la sua seconda stagione in F1 al diciottesimo posto in classifica assoluta, con 3 punti.

2021[modifica | modifica wikitesto]
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2021.
Russell durante il Gran Premio d'Austria 2021

Russell viene confermato alla Williams anche per il 2021, sempre al fianco di Nicholas Latifi. Nella prima parte di stagione la Williams dimostra una maggiore competitività rispetto al 2020 e Russell va più volte vicino a conquistare i suoi primi punti per la squadra britannica, senza però riuscire a concretizzare queste occasioni. Nel Gran Premio dell'Emilia Romagna Russell è coinvolto in un violento incidente con Valtteri Bottas, al quale stava contenendo la nona posizione[23], mentre nel successivo Gran Premio del Portogallo ottiene l'undicesimo posto in qualifica, suo miglior risultato in qualifica con la Williams fino a quel momento, ma in gara la monoposto britannica risulta poco competitiva e Russell chiude solo sedicesimo[24]. Qualificatosi nuovamente undicesimo nel Gran Premio di Stiria, in gara Russell risale fino all'ottava posizione, prima di ritirarsi per un problema tecnico[25]. Nelle qualifiche del Gran Premio d'Austria Russell riporta la Williams nel gruppo dei primi dieci dopo quasi tre stagioni di assenza, ma in gara non riesce a rimanere in zona punti, chiudendo undicesimo dopo essere stato superato da Fernando Alonso negli ultimi giri.

Dopo un altro arrivo fuori dai punti nel Gran Premio di Gran Bretagna, nella rocambolesca gara di Budapest Russell giunge ottavo, marcando il primo piazzamento utile in Williams[26]. Nelle qualifiche del successivo Gran Premio del Belgio, svolte sotto la pioggia, Russell fa segnare un incredibile secondo tempo dietro a Max Verstappen, ottenendo una prima fila che mancava alla Williams dal secondo posto di Lance Stroll al Gran Premio d'Italia 2017[27]; il giorno seguente la gara termina dopo soli due giri dietro alla Safety Car causa le condizioni della pista e Russell viene quindi classificato secondo, ottenendo il suo primo podio in Formula 1[28].

Nella settimana successiva al Gran Premio d'Olanda, la Mercedes annuncia ufficialmente l'ingaggio di Russell per il 2022, come compagno di squadra di Lewis Hamilton[29]. Nelle gare seguenti Russell ottiene altri piazzamenti utili, concludendo nono a Monza e decimo in Russia, dopo aver ottenuto il terzo tempo in qualifica.[30] In seguito la competitività della Williams diminuisce e Russell, pur venendo sempre classificato, non coglie altri risultati utili.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Riassunto della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campionato Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2014 Formula 4 britannica Lanan Racing 24 5 3 4 11 483
Formula Renault 2.0 Alps Koiranen Motorsport 12 0 0 0 1 123
Eurocup Formula Renault 2.0 2 0 0 0 0 0 N.C.†
Tech 1 Racing 2 1 1 1 1
2015 F3 europea Carlin Motorsport 33 1 0 0 3 203
Masters di Formula 3 1 0 0 0 1 N.A.
2016 F3 europea Hitech Racing 30 2 3 3 10 264
Gran Premio di Macao 1 0 1 0 0 N.A.
2017 GP3 Series ART Grand Prix 14 4 4 5 7 220
Formula 1 Mercedes AMG F1 Collaudatore
Formula 1 Force India Collaudatore
2018 Formula 2 ART Grand Prix 24 7 5 6 11 287
Formula 1 Mercedes AMG F1 Collaudatore
2019 Formula 1 Williams F1 21 0 0 0 0 0 20º
2020 Formula 1 Williams F1 / Mercedes 17 0 0 1 0 3 18º
2021 Formula 1 Williams F1 20 0 0 0 1 16

† Partecipando come pilota ospite, non ha potuto conquistare punti.

Risultati nella F3 europea[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Squadra Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 Punti Pos.
2015 Carlin Volkswagen SIL
Regno Unito
HOC
Germania
PAU
Francia
MNZ
Italia
SPA
Belgio
NOR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
RBR
Austria
ALG
Portogallo
NÜR
Germania
HOC
Germania
203
8 1 5 11 9 18 8 6 8 8 6 7 6 13 3 10 5 2 6 5 6 5 7 9 10 5 4 13 8 10 7 8 Rit
2016 HitechGP Mercedes LEC
Francia
HUN
Ungheria
PAU
Francia
RBR
Austria
NOR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
SPA
Belgio
NÜR
Germania
IMO
Italia
HOC
Germania
264
3 11 18 Rit 4 Rit 4 1 3 5 2 Rit 3 9 Rit 7 9 5 5 1 3 3 Rit 7 4 3 2 7 6 Rit

Risultati in GP3[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Punti Pos.
2017 ART Grand Prix CAT
Spagna
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
JER
Spagna
YMC
Emirati Arabi Uniti
220
4 5 1 6 1 4 NP 11 1 2 1 C 2 4 2 4

Risultati in Formula 2[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Squadra 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Punti Pos.
2018 ART Grand Prix BHR
Bahrein
BAK
Azerbaigian
CAT
Spagna
MON
Monaco
LEC
Francia
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
SOC
Russia
YMC
Emirati Arabi Uniti
287
5 19 12 1 1 4 Rit Rit 1 17 1 2 2 2 Rit 8 3 7 4 1 4 1 1 4

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2019 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Russia.svg Flag of Japan.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Williams Williams FW42 16 15 16 15 17 15 16 19 18 14 11 16 15 14 Rit Rit 16 16 17 12 17 0 20º
2020 Scuderia Vettura Flag of Austria.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Hungary.svg Flag of the United Kingdom.svg F1 - GP del 70º anniversario 2020.png Flag of Spain.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Tuscany.svg Flag of Russia.svg Flag of Rhineland-Palatinate.svg Flag of Portugal.svg Flag of Emilia-Romagna (de facto).svg Flag of Turkey.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Williams
Mercedes[31]
Williams FW43
Mercedes W11[31]
Rit 16 18 12 18 17 Rit 14 11 18 Rit 14 Rit 16 12 9 15 3 18º
2021 Scuderia Vettura Flag of Bahrain.svg Flag of Emilia-Romagna (de facto).svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of France.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg White flag of surrender.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of Qatar.svg Flag of Saudi Arabia.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Williams Williams FW43B 14 Rit 16 14 14 17 12 Rit 11 12 8 2 17* 9 10 15 14 16 13 17 Rit 16
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Apice – Risultato Qualifica Sprint
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) George Russell Racing Career profile, su driverdb.com. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  2. ^ (EN) Formula Renault 2.0 Alps 2014 standings, su driverdb.com. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  3. ^ (EN) Ceccon leads Jones and Russell as GP3 test begins, su paddockscout.com, 27 novembre 2014. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  4. ^ George Russell debutta nel FIA F3 con la Carlin, su it.motorsport.com, 9 gennaio 2015. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  5. ^ Silverstone European F3: George Russell claims maiden victory, su autosport.com, 11 aprile 2015. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  6. ^ George Russell passa alla Hitech nella stagione 2016, su it.motorsport.com, 11 dicembre 2015. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  7. ^ a b Russell al via con ART Grand Prix ed entra nel programma Mercedes, su italiaracing.net, 19 gennaio 2017. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  8. ^ Spielberg, qualifica Russell in pole, Pulcini quarto, su www.italiaracing.net, 8 luglio 2017. URL consultato l'11 marzo 2021.
  9. ^ Spielberg, gara 1 Russell per il poker ART, su www.italiaracing.net, 8 luglio 2021. URL consultato l'11 marzo 2021.
  10. ^ Monza, gara Russell vince, tripletta ART, su www.italiaracing.net, 3 settembre 2017. URL consultato l'11 marzo 2021.
  11. ^ GP3 Jerez, Lorandi vince gara 2 ma è Russell il campione, su autosprint.corrieredellosport.it, 8 ottobre 2017. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  12. ^ George Russell correrà con ART anche nel 2018, ma salirà in Formula 2, su it.motorsport.com, 18 gennaio 2018. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  13. ^ Baku - Gara 2Russell di forza, su www.italiaracing.net, 29 aprile 2018. URL consultato l'11 marzo 2021.
  14. ^ Yas Marina - Gara 1 Russell, campione travolgente, su www.italiaracing.net, 24 novembre 2018. URL consultato l'11 marzo 2021.
  15. ^ F1, test Ungheria 2017: la lista di tutti i piloti in pista a Budapest 1-2 agosto, su sportface.it, 31 luglio 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  16. ^ F1 George Russell nelle PL1 di Interlagos e Abu Dhabi, su formulapassion.it, 7 novembre 2017. URL consultato il 7 novembre 2017.
  17. ^ Ufficiale: la Williams punta su George Russell con un accordo pluriennale, su it.motorsport.com, 12 ottobre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  18. ^ Team mate battles 2019: The final score – Russell vs Kubica, 9 dicembre 2019. URL consultato il 20 dicembre 2019.
  19. ^ Formula 1, GP Imola: Russell, a muro con la Safety Car in pista e il team radio., su www.italiaracing.net, 1º novembre 2020. URL consultato l'11 marzo 2021.
  20. ^ Russell il sostituto di Hamilton, la Williams a Sakhir schiera Aitken, su www.italiaracing.net, 2 dicembre 2020. URL consultato l'11 marzo 2021.
  21. ^ Sakhir - La cronaca, Clamorosa vittoria di Perez, su www.italiaracing.net, 6 dicembre 2020. URL consultato l'11 marzo 2021.
  22. ^ Hamilton pronto per tornare sulla Mercedes nel GP di Abu Dhabi, su www.italiaracing.net, 9 dicembre 2020. URL consultato l'11 marzo 2021.
  23. ^ Formula 1, brutto incidente tra Bottas e Russell nel Gran Premio di Imola: piloti illesi, su video.corriere.it, 18 aprile 2021. URL consultato il 23 aprile 2021.
  24. ^ (EN) Portugal GP: Race team notes - Williams, su pitpass.com, 2 maggio 2021. URL consultato il 3 maggio 2021.
  25. ^ La sfortuna non molla Russell: i punti in Williams sfumano ancora, su www.italiaracing.net, 29 giugno 2021. URL consultato il 30 giugno 2021.
  26. ^ Marco Di Marco, Williams: Russell in lacrime dopo aver chiuso a punti, su it.motorsport.com, 2 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  27. ^ Marco Di Marco, Russell, secondo e incredulo: "Non avevo nulla da perdere", su it.motorsport.com, 28 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  28. ^ Fabrizio Corgnati, Russell, il primo podio arriva senza correre: “Ma io festeggio comunque”, su www.tuttomotoriweb.it, 29 agosto 2021. URL consultato il 31 agosto 2021.
  29. ^ Giusto Ferronato, F1, è ufficiale: George Russell con Hamilton in Mercedes nel 2022, in Gazzetta dello Sport, 7 settembre 2021. URL consultato il 26 settembre 2021.
  30. ^ Francesco Rapetti, GP Russia - Risultati Qualifiche: è prima fila Norris-Sainz! Terzo Russell, su f1ingenerale.com, 25 settembre 2021. URL consultato il 5 novembre 2021.
  31. ^ a b Solo per il Gran Premio di Sakhir.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]