Bahrain International Circuit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Circuito di Manama)
Jump to navigation Jump to search
Bahrain International Circuit
Tracciato di Bahrain International Circuit
Localizzazione
StatoBahrein Bahrein
LocalitàSakhir
Caratteristiche
Lunghezza5 412[1] m
Curve15
Nel 2010 è stata utilizzata la configurazione di 6 299 metri chiamata Endurance Circuit. Nel 2020, oltre alla configurazione di 5 412 metri chiamata Grand Prix Circuit, è stata utilizzata anche quella di 3 543 metri chiamata Outer Circuit.[2]
Inaugurazione2004
Categorie
Formula 1
Campionato del mondo endurance
Formula 2
Formula 1
Tempo record1'31"447[1]
Stabilito daPedro de la Rosa
suMcLaren MP4-20
il3 aprile 2005
record in gara
Campionato del mondo endurance
Tempo record1'44"183
suAudi R18 e-tron quattro
il2013
Mappa di localizzazione
Coordinate: 26°01′57″N 50°30′38″E / 26.0325°N 50.510556°E26.0325; 50.510556

Il circuito "Sakhir" di Manama (nome ufficiale: Bahrain International Circuit, in arabo: حلبة البحرين الدولية) è un circuito automobilistico costruito in località Sakhir, alla periferia di Manama, capitale del Bahrein, per ospitare a partire dal 2004 il Gran Premio del Bahrein di Formula 1 e altre competizioni.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione di un circuito nazionale per il Bahrein fu voluta dal principe Salman bin Hamad Al Khalifa, presidente onorario della Bahrain Motor Federation.

La realizzazione è stata affrettata per consentire di essere pronti per lo svolgimento del primo Gran Premio del Bahrein il 4 aprile 2004. Il circuito venne completato in tempo per il 2004, anche se non vennero terminati i lavori di tutte le strutture di supporto.[3]

La sua costruzione è costata nell'ordine dei 150 milioni di dollari su progetto dello studio dell'architetto tedesco Hermann Tilke che aveva precedentemente disegnato il circuito di Sepang in Malaysia,[4] così come l'incarico principale per i lavori è stato affidato alla società WCT Engineering che aveva costruito lo stesso circuito che è evidentemente il modello per il circuito di Manama.

Prima del Gran Premio del Bahrein 2005 l'uscita della curva 4 fu leggermente allargata, rendendo il tratto leggermente più veloce. Ciò andò a modificare la lunghezza ufficiale del circuito di cinque metri.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Vista satellitare del circuito

Essendo posizionato al centro di un deserto, il circuito soffre del problema della sabbia soffiata dal vento sulla pista che può compromettere la regolarità delle gare. Per alleviare ciò gli organizzatori usano uno speciale spray adesivo con cui vengono trattate le zone sabbiose immediatamente intorno al tracciato. Tuttavia nel mese di febbraio del 2009 una violenta tempesta di sabbia ha provocato l'interruzione dei test privati che stavano conducendo Ferrari, BMW e Toyota.[5]

Nel 2007 è stato il primo circuito a essere nominato dalla FIA Institute Centre of Excellence', grazie alla sicurezza del tracciato, alla capacità dei marshall e alla bontà del centro medico; nonché per il livello tecnologico che consente di mantenere questi standard elevati.[6]

Nel 2009, la direzione dell'autodromo ha annunciato la collaborazione con @bahrain per sviluppare l'area attorno al circuito. @bahrain fa parte del gruppo Mumtalakat. Essa creerà in un'area di 1 000 000 , un complesso di strutture dedicate agli affari, l'intrattenimento e l'educazione per un valore commerciale di oltre 2 miliardi di dollari, con uno dei più grandi investimenti effettuati nel Paese nel periodo.[7]

Tracciati[modifica | modifica wikitesto]

In aggiunta al Grand Prix Circuit, utilizzato in Formula 1 dal 2004 al 2009 e dal 2012, l'impianto può utilizzare tre configurazioni alternative più brevi, chiamate Outer Circuit, Paddock Circuit e Oasis / Inner Circuit. Sono anche disponibili un ovale e una striscia per dragster.

Nel 2010, per celebrare i 60 anni della Formula 1, è stato scelto di utilizzare il layout chiamato Endurance Circuit, caratterizzato da 24 curve e una lunghezza di 6 299 metri.[8]

Nel 2011 gli organizzatori annunciarono che il Gran Premio sarebbe tornato ad utilizzare il circuito usato fino al 2009.[9] Il Gran Premio, che doveva essere la prima corsa della stagione, è stato cancellato dagli organizzatori a causa delle proteste anti-governative nel paese.[10] Fu ventilata la possibilità che il Gran Premio potesse essere disputato a dicembre, spostando anche il Gran Premio di Abu Dhabi, e svolgendo le due gare ad una settimana di distanza l'una dall'altra.[11] Un'altra ipotesi prevedeva l'effettuazione del Gran Premio a ottobre, con lo spostamento del Gran Premio d'India il 4 dicembre.[12] Successivamente il Gran Premio era stato riproposto come 17ª gara del calendario in data 30 ottobre al posto dell'appuntamento in India che si doveva disputare l'11 dicembre.[13] A distanza di pochi giorni gli organizzatori decisero di annullare definitivamente il Gran Premio per quella stagione.[14]

Nel 2020, in occasione del nuovo Gran Premio di Sakhir, introdotto dalla FIA per garantire un certo numero di gare durante la stagione, condizionata dalla pandemia di COVID-19,[15] è stato scelto di utilizzare il layout chiamato Outer Circuit, caratterizzato da 11 curve e una lunghezza di 3 543 metri.[16]

In Formula 1 il record assoluto del circuito per la configurazione chiamata Grand Prix Circuit è di 1'27"264 stabilito da Lewis Hamilton su Mercedes durante le qualifiche del Gran Premio del Bahrein 2020.[17] Il record assoluto del circuito per la configurazione chiamata Endurance Circuit è di 1'53"883 stabilito da Sebastian Vettel su Red Bull Racing durante le qualifiche del Gran Premio del Bahrein 2010,[18] mentre il record assoluto del circuito per la configurazione chiamata Outer Circuit è di 53"377 stabilito da Valtteri Bottas su Mercedes durante le qualifiche del Gran Premio di Sakhir 2020,[19] che rappresenta il tempo più rapido della storia della Formula 1 stabilito in una sessione di qualifica.[20]

Eventi ospitati[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica del circuito

Oltre al campionato di Formula 1 il tracciato ospita il WEC, la Supercars, la GP2 Series, GP2 Asia Series, la Chevrolet Lumina Series, la Speedcar Series, la Thunder Arabia e la Radical Sportscars. Nel passato sono state ospitate anche gare del Campionato FIA GT, e un Bahrain Superprix con vetture di Formula 3. La prima finale mondiale della Formula BMW ha avuto luogo proprio sul circuito. Un'altra gara tradizionale è la 24 Ore del Bahrein.[21]

Nella stagione 2020 di Formula 1 il circuito ha ospitato l'edizione del Gran Premio di Sakhir,[15] mentre nel 2021 i test prestagionali.[22]

Albo d'oro della Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Gran Premio del Bahrein[modifica | modifica wikitesto]

Anno Pilota Scuderia
2004 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari
2005 Spagna Fernando Alonso Francia Renault
2006 Spagna Fernando Alonso Francia Renault
2007 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari
2008 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari
2009 Regno Unito Jenson Button Regno Unito Brawn-Mercedes
2010 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari
2011 Non disputato
2012 Germania Sebastian Vettel Austria Red Bull-Renault
2013 Germania Sebastian Vettel Austria Red Bull-Renault
2014 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes
2015 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes
2016 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes
2017 Germania Sebastian Vettel Italia Ferrari
2018 Germania Sebastian Vettel Italia Ferrari
2019 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes
2020 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes
2021 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes

Vittorie per pilota[modifica | modifica wikitesto]

vittorie pilota anno(i)/vettura
5 Regno Unito Lewis Hamilton 2014/Mercedes - 2015/Mercedes - 2019/Mercedes - 2020/Mercedes - 2021/Mercedes
4 Germania Sebastian Vettel 2012/Red Bull - 2013/Red Bull - 2017/Ferrari - 2018/Ferrari
3 Spagna Fernando Alonso 2005/Renault - 2006/Renault - 2010/Ferrari
2 Brasile Felipe Massa 2007/Ferrari - 2008/Ferrari
1 Germania Michael Schumacher 2004/Ferrari
1 Regno Unito Jenson Button 2009/Brawn
1 Germania Nico Rosberg 2016/Mercedes

Vittorie per squadra[modifica | modifica wikitesto]

vittorie team anno(i)/pilota
6 Italia Ferrari 2004/Michael Schumacher - 2007/Felipe Massa - 2008/Felipe Massa - 2010/Fernando Alonso - 2017/Sebastian Vettel - 2018/Sebastian Vettel
6 Germania Mercedes 2014/Lewis Hamilton - 2015/Lewis Hamilton - 2016/Nico Rosberg - 2019/Lewis Hamilton - 2020/Lewis Hamilton - 2021/Lewis Hamilton
2 Francia Renault 2005/Fernando Alonso - 2006/Fernando Alonso
2 Austria Red Bull 2012/Sebastian Vettel - 2013/Sebastian Vettel
1 Regno Unito Brawn 2009/Jenson Button

Gran Premio di Sakhir[modifica | modifica wikitesto]

Anno Pilota Scuderia
2020 Messico Sergio Pérez Regno Unito Racing Point-BWT Mercedes

Vittorie per pilota[modifica | modifica wikitesto]

vittorie pilota anno(i)/vettura
1 Messico Sergio Pérez 2020/Racing Point

Vittorie per squadra[modifica | modifica wikitesto]

vittorie team anno(i)/pilota
1 Regno Unito Racing Point 2020/Sergio Pérez

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Bahrain International Circuit, su formula1.com. URL consultato il 3 aprile 2005.
  2. ^ (EN) Bahrain International Circuit – Outer Track, su formula1.com. URL consultato il 6 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Bahrain 'tried to stop GP', su news.bbc.co.uk, BBC News, 25 marzo 2004. URL consultato il 13 aprile 2007.
  4. ^ Il decennio Tilke: da Sepang a Yeongam, tutte le piste del guru, su f1web.it. URL consultato il 10 marzo 2012.
  5. ^ Acqua, sabbia e neve: quando la natura si ribella alla Formula 1, su f1web.it. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  6. ^ (EN) Bahrain named Centre of Excellence by FIA, su formula1.com. URL consultato il 13 aprile 2007.
  7. ^ (EN) Jobs 'for generations to come', su gulf-daily-news.com. URL consultato il 27 agosto 2009.
  8. ^ (EN) Bahrain unveils new layout for F1 race, su autosport.com. URL consultato il 25 gennaio 2010.
  9. ^ Nel 2011 il Bahrain tornerà al vecchio circuito, su gpupdate.net. URL consultato il 17 agosto 2010.
  10. ^ (EN) Bahrain Grand Prix off after anti-government protests, su news.bbc.co.uk, BBC Sport, 21 febbraio 2011. URL consultato il 21 febbraio 2011.
  11. ^ Recupero del Bahrain in dicembre?, su italiaracing.net. URL consultato il 4 aprile 2011.
  12. ^ (FR) Bahreïn en octobre et l'Inde en décembre?, su motorsport.nextgen-auto.com. URL consultato il 19 maggio 2011.
  13. ^ Il Bahrain torna in F.1. Si corre il 30 ottobre, su gazzetta.it. URL consultato il 3 giugno 2011.
  14. ^ Annullato definitivamente il Gp del Bahrein, su tmnews.it. URL consultato il 10 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  15. ^ a b (EN) Formula 1 to return to Turkey’s Istanbul Park as four more races are added to the 2020 F1 calendar, su formula1.com, 25 agosto 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  16. ^ F1 to use Bahrain’s ‘outer track’ for Sakhir Grand Prix, sub-60s laps expected, su formula1.com, 28 agosto 2020. URL consultato il 28 agosto 2020.
  17. ^ (EN) Formula 1 Gulf Air Bahrain Grand Prix 2020 − Qualifying Session Final Classification (PDF), su fia.com, 28 novembre 2020. URL consultato il 28 novembre 2020.
  18. ^ 2020 Formula 1 Gulf Air Bahrain Grand Prix − Qualifying, su formula1.com, 13 marzo 2010. URL consultato il 13 marzo 2010.
  19. ^ (EN) Formula 1 Rolex Sakhir Grand Prix 2020 − Qualifying Session Final Classification (PDF), su fia.com, 5 dicembre 2020. URL consultato il 5 dicembre 2020.
  20. ^ (EN) Matt Morlidge, Sakhir GP: Valtteri Bottas edges George Russell, Max Verstappen for pole in fastest-ever F1 qualifying, su skysports.com, 5 dicembre 2020. URL consultato il 5 dicembre 2020.
  21. ^ (EN) 24 hour Race of Bahrain 15-16 December 2006, su bahraingp.com.bh. URL consultato l'11 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2009).
  22. ^ Formula 1 Aramco Pre-season Testing 2021, su formula1.com, 22 febbraio 2021. URL consultato il 22 febbraio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su bahraingp.com.bh. URL consultato il 29 marzo 2004 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2004).
  • Foto e informazioni dalla Tilke GmbH, su tilke.com. URL consultato il 23 agosto 2005 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2005).
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1