Carlos Sainz Jr.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Sainz Jr.
2016209185746 2016-07-27 Champions for Charity - Sven - 1D X - 0219 - DV3P4812 mod-2.jpg
Sainz nel 2016
Nome Carlos Sainz Vázquez de Castro[1]
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 178 cm
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Squadra Renault
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 15 marzo 2015
Stagioni 2015-
Scuderie Toro Rosso 2015-2017
Renault 2017-
Miglior risultato finale 9º (2017)
GP disputati 60
Punti ottenuti 118
Statistiche aggiornate al Gran Premio di Abu Dhabi 2017

Carlos Sainz Vázquez de Castro, meglio noto come Carlos Sainz Jr. (Madrid, 1º settembre 1994), è un pilota automobilistico spagnolo, attivo in Formula 1 dal 2015 con Toro Rosso e Renault.

È figlio del pilota di rally Carlos Sainz.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kart (2005-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto il suo debutto ufficiale sui kart nel 2005;[2] tra i suoi successi vanta quello della prestigiosa gara Monaco Kart Cup del 2009.[2]

Formula BMW (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Sainz nel 2010 al Circuito di Sepang

Nel 2010 entra a far parte del Red Bull Junior Team e, contemporaneamente, partecipa al campionato europeo di Formula BMW con una vettura del team EuroInternational, ottenendo il titolo di Rookie Cup e vincendo il prestigioso Gran Premio di Macao.[2]

Formula Renault e Formula 3 (2011-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 vince la Northern European Cup della Formula Renault 2.0 e si classifica secondo nella Eurocup.[2] L'anno seguente ha corso con vettura del team Carlin Motorsport nel campionato britannico di Formula 3, ottenendo 4 vittorie e il 6º posto in classifica generale, in quello europeo della stessa Formula, ottenendo la 5ª posizione in classifica, e nella Formula 3 Euro Series, ottenendo la 9ª posizione.[2] Nel 2014 ha vinto la Formula Renault 3.5 Series[3] con una vettura del team DAMS.

GP3 (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 ha corso anche nel campionato di GP3 con una vettura del team MW Arden, ottenendo due podi e il 10º posto in classifica generale.

Formula 1 (2013-)[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014: i primi test[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 prende parte ai test di Silverstone al volante sia della Toro Rosso,[4] sia della Red Bull,[5] mentre nel novembre del 2014 partecipa ai test di Abu Dhabi alla guida di una RB10 della Red Bull.[6]

2015-2016: le prime stagioni in Toro Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Sainz sul circuito di Malesia, durante la gara del 2016

Il 28 novembre 2014 è stato annunciato il suo ingaggio da parte della Scuderia Toro Rosso per il campionato mondiale di Formula 1 2015.[7] Al Gran Premio d'esordio in Australia Sainz si dimostra competitivo, ma a causa di problemi al pitstop termina la gara al 9º posto, ottenendo con tale piazzamento i primi punti iridati. In Malesia ottiene di meglio, chiudendo 8º. In Cina non guadagna alcun punto, né tantomeno in Bahrain dove si ritira per un guasto meccanico. In Spagna chiude 9º dopo aver raggiunto la quinta posizione in qualifica. A Monaco arriva decimo dopo essere partito dalla corsia box. Dal Canada a Monza non ottiene nessun punto, complice i tanti ritiri. A Singapore chiude nono, dietro al compagno di squadra Max Verstappen. In Giappone chiude decimo. Nel finale di stagione ottiene solo un piazzamento a punti, negli Stati Uniti, dove chiude in settima posizione. Conclude la stagione al 15º posto, con 18 punti conquistati.

Nel 2016 la stagione parte molto bene: in Australia chiude nono, dopo essere partito dalla settima casella. In Bahrain si ritira, ma in Cina torna a punti, nono. Dopo un ritiro in Russia, in Spagna conclude al sesto posto, dopo essere stato nei primissimi giri, in terza posizione. A Monaco chiude sesto, mentre in Canada conclude nono, dopo essere partito indietro per un suo errore alla “Curva dei Campioni“. Dopo un ritiro nel Gran Premio d'Europa, il pilota spagnolo ottiene tre ottavi posti in Austria, Gran Bretagna e Ungheria che lo portano in decima posizione nel mondiale. In Germania chiude quattordicesimo. Nell'ultima parte del mondiale ottiene solo due piazzamenti a punti: due sesti posti, negli Stati Uniti e in Brasile.

2017: l'ultimo anno in Toro Rosso e il passaggio in Renault[modifica | modifica wikitesto]

Sainz durante i test 2017 a Barcellona

Nel 2017 Sainz viene confermato dalla Toro Rosso, con la quale ottiene diversi piazzamenti a punti (per un totale di 48), tra cui un 4º posto a Singapore; il 7 ottobre viene annunciato il suo passaggio in Renault per gli ultimi quattro Gran Premi della stagione[8]. Al suo primo gran premio con il team francese, Sainz arriva subito a punti; è costretto invece al ritiro per problemi tecnici nella gara successiva.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2015 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Russia.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Toro Rosso STR10 9 8 13 Rit 9 10 12 Rit Rit Rit Rit 11 9 10 Rit 7 13 Rit 11 18 15º
2016 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Toro Rosso STR11 9 Rit 9 12 6 8 9 Rit 8 8 8 14 Rit 15 14 11 17 6 16 6 Rit 46 12º
2017 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Toro Rosso / Renault[9] STR12 / R.S.17 8 7 Rit 10 7 6 Rit 8 Rit Rit 7 10 14 4 Rit Rit 7 Rit 11 Rit 54
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Censo electoral definitivo (PDF), in rfeda.es, Real Federación Española de Automovilismo, 24 settembre 2012. URL consultato il 30 novembre 2014 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2013).
  2. ^ a b c d e (EN) Carlos Sainz Jr., in redbull.com. URL consultato il 23 dicembre 2014.
  3. ^ Jerez - Gara 1 Sainz campione, vince Stevens Ma a incantare è la Visser, in italiaracing.net, 18 ottobre 2014. URL consultato il 30 novembre 2014.
  4. ^ Sainz Jr: «Il giorno più bello della mia vita», in corrieredellosport.it, 19 luglio 2013. URL consultato il 23 dicembre 2014.
  5. ^ Test Silverstone F1 2013, terza giornata: Vettel miglior tempo, Susie Wolff al debutto, in derapate.it, 19 luglio 2014. URL consultato il 23 dicembre 2014.
  6. ^ Marko, i test di Abu Dhabi hanno dimostrato che Sainz è pronto, in gpupdate.net, 28 novembre 2014. URL consultato il 23 dicembre 2014.
  7. ^ (EN) Sainz to race for Scuderia Toro Rosso, in scuderiatororosso.com, 28 novembre 2014. URL consultato il 28 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2014).
  8. ^ Ufficiale: Sainz alla Renault da Austin, Kvyat torna sulla Toro Rosso, in Motorsport.com. URL consultato il 07 ottobre 2017.
  9. ^ Ha corso con la Toro Rosso fino al Gran Premio del Giappone. Dalla gara successiva è passato alla Renault

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]