Manor MRT05

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manor MRT05
Wehrlein Bahrain 2016.jpg
La MRT05 guidata da Pascal Wehrlein durante il Gran Premio del Bahrain
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Manor Racing
Categoria Formula 1
Squadra Manor Racing
Progettata da John McQuilliam
Sostituisce Marussia MR03B
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in fibra di carbonio
Motore Mercedes PU106C, V6, turbo
Trasmissione Cambio sequenziale a 8 rapporti + retromarcia
Altro
Carburante Petronas
Pneumatici Pirelli
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 2016
Piloti 88. Indonesia Rio Haryanto
94. Germania Pascal Wehrlein
31. Francia Esteban Ocon
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
21 0 0 0

La Manor MRT05 è una vettura di Formula 1 costruita dalla scuderia Manor per partecipare al Campionato del Mondo 2016. È la prima vettura che la scuderia fa correre col proprio nome, ed è la prima equipaggiata con un motore Mercedes. La monoposto è stata presentata il 22 febbraio 2016, presso il Circuito di Catalogna, a Barcellona.[1]

Livrea e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La livrea è blu nella parte inferiore della carrozzeria con una sottile striscia bianca che divide la zona rossa di cui sono verniciati la parte superiore e il musetto della monoposto.[2]

Gli sponsor presenti sulla vettura sono Daffy's Gin, Pertamina, Rebellion Timepieces, Rescale, Shazam, e la Pirelli, fornitrice unica degli pneumatici in F1, per la stagione 2016.[3]

Vettura[modifica | modifica wikitesto]

Presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º ottobre 2015 la Manor ufficializza l'accordo con la Mercedes: la casa tedesca diventa, dal 2016, la fornitrice delle power unit (sostituendo la Ferrari), oltre che collaborare più strettamente con la Manor per l'approntamento della monoposto. La Manor ha a disposizione la trasmissione, e parte delle sospensioni della Williams, anch'essa già supportata dai motori della Mercedes, così come utilizza come carburante quello della Petronas, già in uso da parte di Mercedes e Williams.[4]

Alla sua presentazione, effettuata il 22 febbraio 2016, il direttore tecnico, John McQuilliam, l'ha defininta come la miglior vettura che abbiamo presentato. Certamente la meglio sviluppata, la più ambiziosa e la più aggressiva. Il direttore tecnico ha anche affermato che lo sviluppo della monoscocca è stato ritardato, al fine di attendere la definizione del propulsore da montare.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Il musetto della vettura rappresenta la sua parte più convenzionale. È stata rimossa l'appendice attaccata al vecchio muso che rispondeva alle esigenze di sicurezza sugli incidenti frontali, stabiliti dalla Federazione. La forma del muso ricorda quella della Ferrari SF15-T e della Toro Rosso STR10. Le sospensioni hanno una nuova geometria, di tipo push rod, col tirante dello sterzo non allineato ai bracci delle sospensioni. Il cofano motore ha una forma tondeggiante, mentre la presa d'aria è sezionata in due parti. Le fiancate sono caratterizzate da prese d'aria ampie e da tre deviatori di flusso, con forma sdoppiata nell'area superiore. Per quanto riguarda gli scarichi, i due condotti sono posti all'esterno del supporto dell'alettone.[6][7]

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

[8]

Test[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2016.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2016 il pilota tedesco Pascal Wehrlein afferma, sul suo profilo Twitter, di essere stato ingaggiato dalla Manor come pilota titolare. L'ufficializzazione viene effettuata pochi minuti dopo il tweet di Wehrlein. Il numero scelto dal tedesco è il 94, utilizzato anche nel DTM. Tale numero è stato utilizzato, nel mondiale di F1, solo da Johnny Claes, nel Gran Premio di Germania 1951.[9] Il tedesco ha svolto nel 2015 anche il ruolo di pilota di riserva alla Mercedes.[10] Ruolo che mantiene anche per il 2016.[11] Il 18 febbraio la Manor ufficializza Rio Haryanto quale altro pilota titolare. L'indonesiano, impegnato nel 2015 in GP2, dopo mesi di trattative, è riuscito a trovare i finanziamenti necessari. Haryanto è il primo pilota indonesiano a correre nel mondiale di F1.[12] Haryanto sceglie, quale numero, l'88, non utilizzato dalla 500 Miglia di Indianapolis 1959, da Gene Hartley. Alexander Rossi, impiegato da titolare dalla scuderia britannica in qualche gara del 2015, resta quale pilota di riserva.[13]

Dal Gran Premio del Belgio, Esteban Ocon, pilota francese, collaudatore della Renault, ma legato alla Mercedes, sostituisce, quale titolare, Haryanto.[14] Haryanto è confermato quale pilota di riserva.[15]

Titolari[modifica | modifica wikitesto]

88. Indonesia Rio Haryanto (gare 1-12)
31. Francia Esteban Ocon (gare 13-)
94. Germania Pascal Wehrlein (gare 1-)

Riserve[modifica | modifica wikitesto]

Carriera agonistica[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio avviene nella prima gara della stagione, il Gran Premio d'Australia 2016. I due piloti si classificano ultimi nelle prove ufficiali, mentre Wehrlein chiude sedicesimo in gara, ultimo fra i piloti giunti al traguardo.

Wehrlein, nelle qualifiche del Gran Premio d'Austria, supera la Q1 e chiude la Q2 con il dodicesimo posto in griglia. In gara, nonostante una collisione con Kevin Magnussen, ottiene il suo primo punto nel mondiale, con un decimo posto. Per la scuderia britannica si tratta di un ritorno a punti dopo due anni, vale a dire dal Gran Premio di Monaco 2014.

Risultati in F1[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2016 Manor Racing Mercedes PU106C Hybrid V6 P Indonesia Haryanto Rit 17 21 Rit 17 15 19 18 16 Rit 21 20 1 11º
Germania Wehrlein 16 13 18 18 16 14 17 Rit 10 Rit 19 17 Rit Rit 16 15 22 17 Rit 15 14
Francia Ocon 18 18 18 16 21 18 21 12 13

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ F1 | Manor supera i crash test, su formulapassion.it. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  2. ^ Nuova Manor F1 2016: presentata la MRT05, su Derapate.allaguida.it. URL consultato il 10 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Manor MRT05, su chicanef1.com. URL consultato il 13 aprile 2016.
  4. ^ Franco Nugnes, Manor-Mercedes è ufficiale: sarà junior team argento, su omnicorse.it, 1º ottobre 2015. URL consultato il 1º ottobre 2015.
  5. ^ (EN) Manor MRT05 breaks cover in Barcelona, su formula1.com, 22 febbraio 2016. URL consultato il 7 aprile 2016.
  6. ^ (EN) Will Tyson, Manor MRT05: Technical analysis, su f1fanatic.co.uk, 7 marzo 2016. URL consultato il 7 aprile 2016.
  7. ^ Luca Ferrari, F1 Manor: la MRT05 vista da vicino, su formulapassion.it, 29 febbraio 2016. URL consultato il 9 aprile 2016.
  8. ^ (EN) Specification (PDF), su manorf1team.com. URL consultato il 15 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  9. ^ (FR) Statistiques Numéro-Numéro 94, su statsf1.com. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  10. ^ Formula 1: la Manor ingaggia Wehrlein, protetto Mercedes, su gazzetta.it, 6 febbraio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  11. ^ (FR) Olivier Ferret, F1 - Wehrlein, titulaire chez Manor, reste 1er réserviste de Mercedes F1, su nextgen-auto.com, 16 febbraio 2016. URL consultato il 17 febbraio 2016.
  12. ^ Jonathan Noble, Haryanto sulla Manor si prende l'ultimo abitacolo, su Motorsport.com. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  13. ^ (FR) Olivier Ferret, HF1 - Rossi devient (aussi) pilote de réserve officiel de Manor, su nextgen-auto.com, 9 marzo 2016. URL consultato il 9 marzo 2016.
  14. ^ Esteban Ocon debutta a Spa-Francorchamps, su quattroruote.it, 10 agosto 2016. URL consultato il 12 agosto 2016.
  15. ^ a b Matteo Nugnes, Rio Haryanto ha accettato di fare la riserva alla Manor, su it.motorsport.com, 11 agosto 2016. URL consultato il 12 agosto 2016.
  16. ^ (EN) Manor - Team, su manorf1team.com. URL consultato il 15 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1