Pascal Wehrlein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pascal Wehrlein
2014 DTM HockenheimringII Pascal Wehrlein by 2eight 8SC3391 (cropped).jpg
Nazionalità Germania Germania
Mauritius Mauritius
Altezza 175 cm
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula E
Ruolo Pilota
Squadra Germania Porsche Formula E Team
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 20 marzo 2016
Stagioni 2016-2017
Scuderie Manor 2016
Sauber 2017
Miglior risultato finale 18º (2017)
GP disputati 40 (39 partenze)
Punti ottenuti 6
Carriera in Formula E
Esordio 15 dicembre 2018
Stagioni 2018-
Scuderie India Mahindra Racing 2018-2020
Germania Porsche Formula E Team 2021-
Miglior risultato finale 11º (2020-2021)
GP disputati 32
Podi 2
Punti ottenuti 151
Pole position 2
Giri veloci 3
Carriera nel DTM
Esordio 5 maggio 2013
Stagioni 2013-2015, 2018
Scuderie Germania Mücke Motorsport 2013
Germania HWA Team 2014
Germania gooix/Original-Teile Mercedes-AMG 2015
Germania Mercedes-AMG Motorsport Petronas 2018
Miglior risultato finale (2015)
GP disputati 58
GP vinti 3
Podi 7
Punti ottenuti 326
Pole position 1
Giri veloci 2
Statistiche aggiornate al E-Prix di Berlino 2021

Pascal Wehrlein (Sigmaringen, 18 ottobre 1994) è un pilota automobilistico tedesco naturalizzato mauriziano, attivo in Formula 1 nel 2016 con Manor[1] e nel 2017 con Sauber. Possiede sia la nazionalità tedesca sia quella delle Mauritius, ma corre sotto la bandiera della Germania[2]. Prima di approdare in Formula 1 corse nel DTM nel 2015, vincendo il titolo alla guida della Mercedes-Benz del team HWA Racelab. Nel 2014 divenne il più giovane pilota a vincere una gara in DTM all'età di 19 anni, mentre nel 2015 fu il più giovane campione della categoria, ottenendo il titolo a 21 anni. Dal 2019 al 2020 ha corso in Formula E con il team Mahindra mentre dal 2021 corre con il team Porsche Formula E Team. Il suo numero di gara è il 94.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Wehrlein durante la stagione 2014 del DTM

Kart[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Sigmaringen da padre tedesco e madre mauriziana[3], Wehrlein iniziò a correre con i kart nel 2003 e trascorse diversi anni partecipando a eventi presenti principalmente nella sua nativa Germania. Col tempo si migliorò, passando dalle categorie junior e arrivando alla KF2 nel 2009, stagione che concluse al 5º posto nell'ADAC Kart Masters[4][5].

ADAC Formel Masters[modifica | modifica wikitesto]

Il 2010 vide il suo esordio nell'ADAC Formel Masters con il team ADAC Berlin-Brandenburg e.V. (meglio conosciuto come Mücke Motorsport). Wehrlein concluse 6º in campionato, con una vittoria al Sachsenring e altri tre podi[6][7]. Rimase nello stesso team anche per la stagione 2011, anno in cui ottenne sette vittorie (a Oschersleben, Sachsering, Zolder, Nürburgring e Lausitz) che lo portarono a conquistare il titolo[8].

Formula 3 Euro Series[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012, Wehrlein passò alla Formula 3 Euro Series, continuando con Mücke Motorsport[9]. Chiuse il campionato 2º, alle spalle del campione Daniel Juncadella.

DTM[modifica | modifica wikitesto]

Wehrlein esordì nel Deutsche Tourenwagen Masters nel 2013 a soli 18 anni. In tre stagioni, il tedesco crebbe fino a divenire uno dei piloti di testa nonostante la sua giovane età.

Nella stagione del suo esordio ottenne tre punti, concludendo 22º. Riuscì a far proprio anche il primo dei due giri più veloci conquistati in carriera.

Nel 2014 cambiò team, passando all'HWA, con cui diventò il più giovane pilota della storia a ottenere una pole position e a vincere una gara, chiudendo 8º in campionato con 46 punti. Nonostante la sua vittoria al Lausitz, il secondo miglior risultato stagionale di Wehrlein fu un 5º posto al Norisring.

Nel 2015, il DTM tornò ad avere due gare per ogni weekend, portando così a 18 i round totali della stagione. A causa dell'inconsistenza della maggioranza dei team e dei piloti, Wehrlein conquistò facilmente il titolo, arrivando a punti in tutti gli eventi eccetto tre. Ottenne cinque podi, un giro veloce e due vittorie. Fu il primo pilota a vincere il campionato senza aver ottenuto alcuna pole position durante la stagione, oltre a essere il più giovane campione della storia della categoria[10].

Nel 2018 torna a correre nel Deutsche Tourenwagen Masters con il team HWA, con il quale aveva già partecipato ai precedenti campionati di categoria, a bordo della Mercedes-AMG C63 DTM numero 94. Nelle prime due gare della stagione, disputate sul circuito di Hockenheim, concluse rispettivamente in quinta e sesta posizione, guadagnando in totale 18 punti e posizionandosi al terzo posto della classifica generale.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Wehrlein alla guida della Force India durante i test prestagionali della Formula 1 nel 2015

2016: Manor[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2016.

Nel settembre 2014, la Mercedes annunciò l'ingaggio di Wehrlein come terzo pilota[11]. Prese parte ai test prestagionali tenutisi a Barcellona, alla guida sia della Force India sia della Mercedes.

Nel febbraio 2016, la Manor ingaggiò Wehrlein in qualità di pilota titolare[1][10]. La Manor ottenne l'accesso alla galleria del vento della Mercedes in cambio dell'assunzione del pilota tedesco[12].

Wehrlein fece il suo esordio al Gran Premio d'Australia, che concluse al sedicesimo posto dopo essere partito in ultima posizione, venendo staccato di un giro dal vincitore Nico Rosberg.

Nel Gran Premio del Bahrein 2016 migliorò questo risultato, rimanendo a centro gruppo e chiudendo in tredicesima posizione.

Il 18 maggio 2016 prova la Mercedes W07 durante i test seguenti al Gran Premio di Spagna, sostituendo Esteban Ocon.

Nel Gran Premio d'Austria Wehrlein si mise in luce, sfruttando la buona competitività della sua Manor. Il pilota tedesco si qualificò al dodicesimo posto, miglior risultato di sempre per la scuderia britannica, tagliando poi il traguardo in decima posizione in gara e ottenendo il primo punto in carriera.

Wehrlein nel 2016

Nonostante alcune altre buone prestazioni, il punto ottenuto in Austria rimase l'unico della stagione, al termine della quale Wehrlein annunciò il suo passaggio in Sauber per il 2017.

2017: Sauber[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2017.
Wehrlein alla guida della Sauber C36

La stagione 2017 non iniziò nel migliore dei modi per Wehrlein, che, infortunatosi durante la Race of Champions, fu costretto a saltare la prima sessione di test invernali a Barcellona. Wehrlein tornò in pista per la seconda sessione di test, svoltasi una settimana più tardi, dicendosi pronto ad affrontare al meglio la stagione. A Melbourne però, dopo aver preso parte alle prime due sessioni di prove libere, dovette dare forfait per via del suo ancora precario stato di forma e fu sostituito da Antonio Giovinazzi.[13]

Sostituito dal pilota italiano anche in Cina, Wehrlein tornò al volante nel Gran Premio del Bahrein, tagliando il traguardo in undicesima posizione. Nel Gran Premio di Spagna giunse ottavo, conquistando i primi punti della stagione per la Sauber. Giunse nuovamente a punti nel rocambolesco Gran Premio d'Azerbaigian, nel quale arrivò decimo su dodici piloti al traguardo.

Nel resto della stagione la scarsa competitività della Sauber relegò il pilota tedesco nelle retrovie, impedendogli di lottare per la zona punti. Wehrlein colse il miglior risultato nel Gran Premio di Singapore, chiuso in dodicesima posizione.

A fine stagione il team elvetico annunciò i nomi dei piloti per il 2018: fu riconfermato Marcus Ericsson, affiancato dall'esordiente Charles Leclerc[14]. Con questa decisione la Sauber di fatto estromise Wehrlein.

2018: Mercedes[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018, in assenza di un sedile come pilota titolare, viene confermato per il quinto anno consecutivo collaudatore della Mercedes.[15]

2019-2020: Ferrari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2019 viene ingaggiato dalla Ferrari come pilota di sviluppo al simulatore, venendo poi riconfermato per la stagione 2020.[16][17]

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2018-2019.

Nella stagione 2018-2019 prende parte al Campionato di Formula E con il team Mahindra Racing, ma salta la prima gara per problemi legati al contratto con la Mercedes.[18][19] Esordisce dunque a Marrakech il 12 gennaio. In gara abbandona subito per una tamponata subita da Lucas Di Grassi, dopo un'ottima qualifica. A Santiago fa una gara eccellente, terminata al 2º posto dietro a Sam Bird, che lo ha passato nelle prime fasi di gara, conquistando il suo primo podio nella categoria. Nell''E-Prix di Città del Messico fa la pole position e conduce la gara fino all'ultimo metro, quando Di Grassi lo supera sulla linea, a causa dell'energia a 0: riceverà poi una penalità per aver tagliato una curva nel duello con il brasiliano; sarà classificato 6º. A Hong Kong si ritira subito per un incidente con Felipe Nasr e il compagno Jérôme d'Ambrosio. Seguono vari piazzamenti a punti; 7º a Sanya, 10º sia Roma sia a Parigi, mentre a Montecarlo parte 2º, ma fa un errore che lo fa retrocedere al 4º posto; non riesce a rimediare e arriva in questa posizione. A Berlino arriva 10º, mentre a Berna è protagonista di una gara maledetta: prima viene colpito e incastrato nel muro da Maximilian Günther, la squadra ripara la macchina approfittando di una bandiera rossa, quindi torna in gara, ma poco dopo ha un problema alla macchina e si deve ritirare. A New York arriva 7º nella prima gara e 12º nella seconda. Termina la stagione al 12º posto con 58 punti ottenuti.

2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2019-2020.

Il team Mahindra Racing conferma Wehrlein per la stagione 2019-2020[20]. Nelle prime due gare stagionali a Dirʿiyya non raggiunge i punti ma nell'E-Prix di Santiago lotta per il podio, ma alla fine si deve accontentare del quarto posto. Nella gara a Marrakech finisce 22º poi la Formula E si ferma a causa della pandemia di COVID-19 e riprende in agosto a Berlino, ma Wehrlein non ne prende parte: la Mahindra lo sostituisce con Alex Lynn[21].

2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula E 2020-2021.

Nella nuova stagione Wehrlein passa alla Porsche insieme ad André Lotterer[22]. Arriva a punti in tutte le prime cinque E-Prix della stagione con anche un terzo posto nella seconda gara dell'E-Prix di Roma. Nelle tre gare successive non raggiunge i punti, in Messico conquista la pole-position nella prima qualifica, in gara taglia il traguardo per primo ma poi viene squalificato, visto che il suo team non aveva comunicato i treni di pneumatici Michelin montati sulle proprie monoposto[23]. Nella seconda gara sul tracciato messicano arriva 2º ma riceve un'altra penalità che lo esclude dal podio, portandolo al quarto posto[24]. Conclude la stagione al 11º posto.

2021-2022[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula E 2021-2022.

Nel agosto del 2021 Wehrlein insieme a Lotterer vengono confermati della Porsche per l'ottava stagione della Formula E[25].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Sommario[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Serie Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2010 ADAC Formel Masters ADAC Berlin-Brandenburg e.V. 20 1 1 1 4 147
2011 ADAC Formel Masters ADAC Berlin-Brandenburg e.V. 24 8 7 4 13 331
2012 Formula 3 Euro Series Mücke Motorsport 24 1 1 1 11 226
Formula 3 europea 20 1 1 1 6 179
Masters di Formula 3 1 0 0 0 0 N/A
Gran Premio di Macao di Formula 3 1 0 0 0 0 N/A
2013 Formula 3 europea Mücke Motorsport 3 1 2 2 3 49 14º
DTM Mücke Motorsport 10 0 0 1 0 3 22º
2014 DTM HWA AG 10 1 1 0 1 46
Formula 1 Mercedes Terzo pilota
2015 DTM HWA AG 18 2 0 1 5 169
Formula 1 Mercedes Terzo pilota
Force India
2016 Formula 1 Manor 21 0 0 0 0 1 19º
2017 Formula 1 Sauber 18 0 0 0 0 5 18º
2018 DTM Mercedes-AMG Motorsport Petronas 20 0 0 0 1 108
2018–19 Formula E Mahindra Racing 12 0 1 2 1 58 12º
2019-20 Formula E 4 0 0 0 0 14 18°
2021 Formula E Porsche Formula E Team 15 0 1 0 1 79 11°

ADAC Formel Masters[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Punti Pos.
2010 ADAC Berlin-Brandenburg e.V. OSC1
Germania
SAC
Germania
HOC
Germania
ASS
Germania
LAU
Germania
NÜR
Germania
OSC2
Germania
147
3 8 4 3 2 1 10 7 13 4 4 5 5 10 9 8 5 7 NP 6 4
2011 ADAC Berlin-Brandenburg e.V. OSC
Germania
SAC
Germania
ZOL
Belgio
NÜR
Germania
RBR
Austria
LAU
Germania
ASS
Germania
HOC
Germania
331
1 2 2 1 Rit 5 1 1 1 1 1 SQ 13 3 SQ 1 4 3 6 SQ 5 3 5 Rit

Formula 3 Euro Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Punti Pos.
2012 Mücke Motorsport Dallara F312/023 Mercedes HOC
Germania
BRH
Regno Unito
RBR
Austria
NOR
Germania
NÜR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
VAL
Spagna
HOC
Germania
226
Rit 9 8 5 3 5 2 6 4 7 3 Rit 3 4 1 7 3 3 5 3 4 2 8 2

Formula 3 europea[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Punti Pos.
2012 Mücke Motorsport Mercedes HOC
Germania
PAU
Francia
BRH
Regno Unito
RBR
Austria
NOR
Germania
SPA
Belgio
NÜR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
VAL
Spagna
HOC
Germania
179
Rit 8 Rit 9 5 5 2 4 7 Rit 14 12 3 1 7 3 5 4 2 2
2013 Mücke Motorsport Mercedes MNZ
Italia
SIL
Regno Unito
HOC
Germania
BRH
Regno Unito
RBR
Austria
NOR
Germania
NÜR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
VAL
Italia
HOC
Germania
49 14º
3 1 2

DTM[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Punti Pos.
2013 Mücke Motorsport DTM AMG Mercedes C-Coupé HOC
Germania
BRH
Regno Unito
SPL
Austria
LAU
Germania
NOR
Germania
MSC
Russia
NÜR
Germania
OSC
Germania
ZAN
Paesi Bassi
HOC
Germania
3 22º
11 10 10 17 20† 11 10 11 12 17
2014 HWA Team DTM AMG Mercedes C-Coupé HOC
Germania
OSC
Germania
HUN
Ungheria
NOR
Germania
MSC
Russia
SPL
Austria
NÜR
Germania
LAU
Germania
ZAN
Paesi Bassi
HOC
Germania
46
11 Rit 14 5 8 Rit 10 1 7 20†
2015 HWA AG DTM AMG Mercedes C-Coupé HOC
Germania
LAU
Germania
NOR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
SPL
Austria
MSC
Russia
OSC
Germania
NÜR
Germania
HOC
Germania
169
2 8 5 13 1 5 10 6 2 21† 1 10 5 5 3 5 8 20
2018 Mercedes-AMG Motorsport Petronas Mercedes-AMG C63 DTM HOC
Germania
LAU
Germania
HUN
Ungheria
NOR
Germania
ZAN
Paesi Bassi
BRH
Regno Unito
MIS
Italia
NÜR
Germania
SPL
Austria
HOC
Germania
108
5 6 8 3 13 12 13 9 4 6 7 4 6 12 7 9 13 6 11 SQ

Non ha concluso la gara, ma è stato classificato per aver completato più del 75% della distanza.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2016 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Manor Manor MRT05 16 13 18 18 16 14 17 Rit 10 Rit 19 17 Rit Rit 16 15 22 17 Rit 15 14 1 19º
2017 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Sauber Sauber C36 SP INF 11 16 8 Rit 15 10 14 17 15 Rit 16 12 17 15 Rit 14 14 14 5 18º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 Punti Pos
2018-19 Mahindra Racing Spark-Mahindra M5ELECTRO DIR MAR
Rit*
SAN
2
MEX
6
HKG
Rit*
SAY
7
ROM
10
PAR
10
MON
4
BER
10
BRN
Rit
NYC
7
NYC
12
58 12º
2019-20 Mahindra Racing Spark-Mahindra M6ELECTRO DIR
11
DIR
15
SAN
4
MEX
9
MAR
22*
BER BER BER BER BER BER 14 18º
2020-21 TAG Heuer Porsche Formula E Team Porsche 99X Electric DIR
5
DIR
10
ROM
7
ROM
3
VAL
Rit
VAL
18
MON
Rit
PUE
SQG
PUE
4*
NYC
Rit
NYC
4
LON
10
LON
5
BER
21
BER
6
79 11º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito
  • G: Pilota col giro più veloce nel gruppo di qualifica.
  • *: Fanboost

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ian Parkes, F1 news: il pilota del vivaio Mercedes, Pascal Wehrelin, si assicura il sedile F1 della Manor per il 2016, su autosport.com, 10 febbraio 2016. URL consultato il 10 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2016).
  2. ^ (EN) Background: chi è Pascal Wehrlein?, in GP Today. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Manor ingaggia Pascal Wehrlein per la nuova stagione di Formula 1, in The Guardian, 10 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) Risultati [collegamento interrotto], in pascal-wehrlein.de. URL consultato il 9 aprile 2012.
  5. ^ (EN) ADAC Kart Masters — KF2 2009, in Driver Database. URL consultato il 9 aprile 2012.
  6. ^ (DE) Alexander H.H. Tischer, ADAC Masters Weekend Sachsenring (PDF), in ADAC, 9 settembre 2010. URL consultato il 9 aprile 2012.
  7. ^ (DE) Alexander H.H. Tischer, Fahrer — Meisterschaftsstand (PDF), in ADAC, 3 ottobre 2010. URL consultato il 9 aprile 2012.
  8. ^ (DE) Il percorso di Pascal Wehrlein per la Formula 1, su adac-stiftungsport.de, 10 febbraio 2016. URL consultato il 17 febbraio 2016.
  9. ^ (DE) Mücke insieme a Wehrlein nell'Euro Series 2012, in Motorsport-Total.com, 23 dicembre 2011. URL consultato il 23 dicembre 2011.
  10. ^ a b Formula 1: la Manor ingaggia Wehrlein, protetto Mercedes, La Gazzetta dello Sport, 10 febbraio 2016.
  11. ^ (EN) Mercedes: il teenager Pascal Wehrlein nominato terzo pilota, su bbc.co.uk, 15 settembre 2014. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  12. ^ (EN) Ian Parkes, Forte accordo tra Mercedes e Manor con il prestito di Pascal Wehrlein in F1 nel 2016, su autosport.com, 10 febbraio 2016. URL consultato il 10 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2016).
  13. ^ Andrea Mattavelli, Giovinazzi sostituirà Wehrlein nella gara di Melbourne!, in Tuttomotorsport.com, 25 marzo 2017. URL consultato il 25 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2017).
  14. ^ F1 | Ufficiale: Leclerc-Ericsson per il debutto di Alfa Romeo Sauber | FP, in FormulaPassion.it, 2 dicembre 2017. URL consultato il 6 dicembre 2017.
  15. ^ F1, Pascal Wehrlein collaudatore in Mercedes, su corrieredellosport.it, 26 gennaio 2018. URL consultato il 28 gennaio 2018.
  16. ^ Ferrari: Wehrlein al posto di Kvyat per lavorare al simulatore, su formulapassion.it, 9 gennaio 2019. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  17. ^ (EN) Wehrlein stays as simulator driver for 2020, su formula1.com, 8 gennaio 2020. URL consultato il 14 aprile 2020.
  18. ^ Pascal Wehrlein e Jerome D’Ambrosio correranno per Mahindra nella quinta stagione, 16 ottobre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  19. ^ Mahindra: Rosenqvist al via a Riad, poi cederà il volante a Wehrlein. Per Katherine Legge test con la M5Electro, su motori.ilmessaggero.it, 25 novembre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  20. ^ (EN) Mahindra retains Wehrlein and D’Ambrosio, adds ZF powertrain, su www.motorsport.com. URL consultato il 4 ottobre 2019.
  21. ^ Formula E, Lynn sostituisce Wehrlein alla Mahindra, su it.motorsport.com. URL consultato il 24 giugno 2020.
  22. ^ (EN) Pascal Wehrlein joins Andre Lotterer at TAG Heuer Porsche Formula E Team for season seven, su fiaformulae.com, 14 agosto 2020. URL consultato il 14 agosto 2020 (archiviato il 2 novembre 2020).
  23. ^ Puebla - Gara 1 Wehrlein escluso, festa Audi, su www.italiaracing.net, 20 giugno 2021. URL consultato il 25 giugno 2021.
  24. ^ Puebla da incubo per Wehrlein: perde anche il podio di gara 2, su www.italiaracing.net, 21 giugno 2021. URL consultato il 25 giugno 2021.
  25. ^ Porsche conferma Wehrlein e Lotterer per la Season 8, su f1ingenerale.com, 11 agosto 2021. URL consultato l'11 agosto 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]