Gran Premio d'Austria 2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Austria Gran Premio d'Austria 2021
1044º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 9 di 22 del Campionato 2021
Circuit Red Bull Ring.svg
Data 4 luglio 2021
Nome ufficiale XL BWT Großer Preis von Österreich
Luogo Red Bull Ring
Percorso 4,318 km / 2,683 US mi
Circuito permanente
Distanza 71 giri, 306,452 km/ 190,420 US mi
Clima Parzialmente nuvoloso
Risultati
Pole position Giro più veloce
Paesi Bassi Max Verstappen Paesi Bassi Max Verstappen
Red Bull Racing-Honda in 1'03"720 Red Bull Racing-Honda in 1'06"200
(nel giro 62)
Podio
1. Paesi Bassi Max Verstappen
Red Bull Racing-Honda
2. Finlandia Valtteri Bottas
Mercedes
3. Regno Unito Lando Norris
McLaren-Mercedes

Il Gran Premio d'Austria 2021 è stata la nona prova della stagione 2021 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è corsa domenica 4 luglio sul Red Bull Ring di Spielberg ed è stata vinta dall'olandese Max Verstappen su Red Bull Racing-Honda, al quindicesimo successo in carriera; Verstappen ha preceduto all'arrivo il finlandese Valtteri Bottas su Mercedes e il britannico Lando Norris su McLaren-Mercedes.

Grazie ai risultati ottenuti, Max Verstappen conquista il suo primo Grand Chelem in carriera a 23 anni, nuovo record nella storia della Formula 1.[1]

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppi futuri[modifica | modifica wikitesto]

La Formula 1 annuncia la partnership con l’azienda Crypto.com che si occupa dello scambio di valute con sede a Hong Kong, che sponsorizzerà tutte le Qualifiche Sprint della categoria a partire da quella che si terrà in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna del successivo 18 luglio.[2]

L'Aston Martin annuncia che il designer aerodinamico Andrew Alessi, in forza alla Red Bull Racing da 13 anni, passerà al team britannico dove guiderà, gestirà e svilupperà il design, la pianificazione, la produzione e le operazioni del dipartimento aerodinamico.[3]

La Honda, fornitore in forza alla Red Bull Racing e alla Scuderia AlphaTauri, e che al termine del campionato lascerà la massima categoria, annuncia che nel 2022 continuerà ad assemblare le power unit a Sakura prima dello spostamento del polo motoristico a Milton Keynes denominato Red Bull PowerTrains Limited.[4]

Il campione del mondo Lewis Hamilton rinnova con la Mercedes fino alla stagione 2023.[5]

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Per questa gara, la Pirelli, fornitrice unica degli pneumatici, porta gomme di mescola C3, C4 e C5, le più morbide della gamma tra quelle disponibi.[6] Ad inizio stagione, le mescole scelte furono le C2, C3 e C4.[7] Per via della modifica al calendario che ha visto la disputa del Gran Premio di Stiria sullo stesso circuito la settimana precedente l'azienda italiana ha voluto differenziare la tipologia di gomme scelta.[6] Il fornitore, inoltre, porta nelle prove libere due treni di gomme, con le posteriori di costruzione più rigida, nello sviluppo degli pneumatici da 18 pollici per la prossima stagione. Se il test darà risultati positivi, le nuove posteriori debutteranno nel Gran Premio di Gran Bretagna del 18 luglio e saranno utilizzate per il resto della stagione.[8]

La Federazione stabilisce tre zone ove i piloti possono attivare il Drag Reduction System: la prima zona è fissata tra la Castrol Edge (curva 1) e la Remus (curva 3), con punto di distacco fra i piloti posto prima della Castrol Edge; la seconda zona tra la Remus e la Schlossgold (curva 4), con il punto di determinazione del distacco fissato prima della Remus; la terza zona è sul rettilineo dei box, con detection point prima della Red Bull Mobile (curva 10).[9]

La Federazione rende noto che al termine della gara del precedente Gran Premio di Stiria, tra le prime dieci vetture classificate è stata sorteggiata l'AlphaTauri di Yuki Tsunoda per le verifiche tecniche. Esse sono risultate essere conformi al regolamento tecnico.[10]

La Federazione stabilisce due punti del tracciato dove i piloti sono costretti a rispettare i limiti di quest'ultimo. I punti in questione riguardano la curva 9 e la curva 10. Andando oltre i limiti del tracciato in questi due punti i piloti vedranno il tempo cancellato dalla direzione di gara. In aggiunta, non rispettando i limiti alla curva 10 sarà invalidato anche il giro successivo.[11]

Prima dell'inizio della prima sessione di prove libere del venerdì sulla vettura di George Russell viene sostituito il motore a combustione interna, il turbocompressore, l'MGU-H e l'impianto di scarico, montando la terza unità, il sistema di recupero dell'energia e l'unità di controllo elettronico, montando la seconda unità. Sulle vetture di Lewis Hamilton, Daniel Ricciardo, Lando Norris, Lance Stroll e Sebastian Vettel viene installato il sistema di recupero dell'energia e l'unità di controllo elettronico, montando la seconda unità. Sulla vettura di Esteban Ocon viene sostituito l'impianto di scarico, montando la quinta unità, così come sulle vetture di Nikita Mazepin e Mick Schumacher, dove viene montata la quarta unità. Tutti i piloti non sono penalizzati sulla griglia di partenza in quanto tutti i nuovi componenti installati rientrano tra quelli sostituibili entro il numero massimo prestabilito.[12]

Aspetti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Il Gran Premio torna a disputarsi tradizionalmente nella parte centrale del campionato, come accaduto fin dalla stagione 2014, quando il Gran Premio d'Austria tornò a far parte del campionato mondiale di Formula 1. L'edizione 2020, comunque disputatasi nel mese di luglio, rappresentò la gara inaugurale della stagione. La Federazione, a causa delle problematiche dettate dalla pandemia di COVID-19, fu costretta ad annullare diversi Gran Premi prima di dare il via al campionato con il Gran Premio d'Austria a inizio luglio.[13] L'Austria ospitò per la prima volta l'inizio di una stagione iridata, e fu la prima volta dal 1966 che la stagione iniziò con una gara europea, con la data d'inizio del mondiale spostata di diversi mesi, in reazione al diffondersi della pandemia, rispetto a quella programmata del 15 marzo con il tradizionale Gran Premio d'Australia, annullato a causa della pandemia.[14]

La modifica da parte della Federazione al calendario avvenuta nelle settimane precedenti per via della posticipazione del Gran Premio di Turchia, inizialmente aggiunto al calendario con l'obiettivo di sostituire l'annullamento del Gran Premio del Canada, ha portato alla programmazione di tre Gran Premi in tre weekend di fila, come già successo una volta nel campionato 2018 e per tre volte nella stagione 2020. Il Gran Premio d'Austria viene confermato nella data del 4 luglio, cui è stato preceduto la settimana precedente dal Gran Premio di Stiria, collocato nella data originaria del Gran Premio di Francia, a sua volta spostato di una settimana.[15]

Il Paese austriaco, insieme all'Italia, grazie già alla disputa del Gran Premio dell'Emilia-Romagna avvenuta ad aprile e quello omonimo in programma a settembre, diventa il secondo Paese ad ospitare due gare valide per il campionato mondiale in questa stagione, in questo caso a distanza di una settimana dall'altra, come nel campionato 2020, ma con i Gran Premi invertiti, prima il Gran Premio di Stiria e poi quello omonimo, sempre sul circuito del Red Bull Ring, come accaduto la stagione precedente.[15]

A differenza dell'edizione precedente tenutasi a porte chiuse, il Gran Premio vede la partecipazione degli spettatori sulle tribune, come già accaduto in Bahrein, a Monte Carlo, in Francia e la settimana precedente per il Gran Premio di Stiria. Il limite, per la precedente corsa avvenuta nello stesso impianto, fu fissato a 15 000 presenze, mentre in questa occasione la capienza a disposizione viene fissata a 90 000 spettatori, il numero più alto finora consentito ai tifosi per assistere ad un Gran Premio di Formula 1 in questo campionato.[16]

La Ferrari chiede più comunicazione con la Federazione riguardo alle nuove direttive emanate nelle settimane precedenti sulle pressioni delle gomme, sulle ali flessibili, sulle power unit e sui pit stop. Secondo la scuderia di Maranello tutte le squadre iscritte al mondiale devono sedersi intorno a un tavolo invece di "subire" passivamente le decisioni federali cui far fronte.[17]

L'Alpine, l'Aston Martin e la McLaren chiedono alla FIA di eliminare il divieto di intervenire sulla frizione dopo le prove libere del venerdì nei weekend di gara dove si disputano le Qualifiche Sprint.[18]

La FIA conferisce alla Ferrari tre stelle, il massimo riconoscimento, per l'impegno dimostrato sul fronte ambientale nell’ambito dell’Environmental Accreditation Programme, un programma che la Federazione ha creato per accompagnare i principali membri dello sport e dell’industria automobilistica nello sviluppo di un processo di certificazione riguardante la sostenibilità ambientale.[19]

Il pilota messicano della Red Bull Racing Sergio Pérez prende parte al suo duecentesimo Gran Premio in Formula 1.[20]

Il britannico Callum Ilott prende il posto di Antonio Giovinazzi all'Alfa Romeo Racing,[21] mentre l'israeliano Roy Nissany quello di George Russell alla Williams, nel corso della prima sessione di prove libere del venerdì.[22] L'attuale leader del campionato di Formula 2, Guanyu Zhou, prende invece il posto di Fernando Alonso all'Alpine, sempre nell'analoga sessione. Per il pilota cinese si tratta del debutto nella massima categoria in un weekend di gara.[23]

In questa stagione, il Gran Premio, come il precedente, è sponsorizzato da BWT, azienda austriaca attiva nel campo dei sistemi di trattamento dell'acqua. L'azienda sponsorizzò l'ex scuderia Force India, poi rinominata in Racing Point, a sua volta in Aston Martin da questo campionato, dalla stagione 2017 alla stagione 2019.[9]

L'ex pilota di Formula 1, il britannico Derek Warwick, è nominato commissario aggiunto per la gara. Ha svolto già in passato tale funzione, l'ultima al Gran Premio di Spagna. Per questo Gran Premio, come il precedente, è la casa automobilistica tedesca Mercedes a fornire la safety car e la medical car.[24]

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

A dominare la prima sessione di prove è stato Max Verstappen, che ha dimostrato di avere lo stesso passo del precedente Gran Premio di Stiria. Dietro all'olandese ci sono le due Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr.. L'olandese ha colto un tempo di otto decimi inferiore a quanto ottenuto nella prima sessione della gara disputata la settimana precedente.

Al quarto posto si è piazzato Valtteri Bottas, mentre Lewis Hamilton, solo settimo, si è concentrato maggiormente sullo studio degli pneumatici prototipo portate dalla Pirelli. Ha poi effettuato delle comparazioni aerodinamiche.

Molti piloti hanno avuto problemi alla curva 3, con Daniel Ricciardo che ha sbagliato il punto di frenata, e Nikita Mazepin, che, cercando di rimettersi in traiettoria dopo essere andato lungo, ha rischiato il contatto con Hamilton. Questo punto del tracciato non è stato l'unico dove i piloti hanno fatto errori. Yuki Tsunoda è andato fuori nella via di fuga in curva 5 e Lance Stroll è stato autore di un testacoda in curva 6, transitando sull'erba della via di fuga interna.[25]

Sono stati tre i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 9, mentre 15 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 10, durante la prima sessione di prove libere. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Pierre Gasly, Nikita Mazepin e Mick Schumacher;[26] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Pierre Gasly (quattro volte), Kimi Räikkönen (tre volte), Lewis Hamilton, Callum Ilott e Yuki Tsunoda (due volte), Sebastian Vettel e Nikita Mazepin (una volta).[27]

Una leggera pioggerellina accompagna la seconda sessione, almeno nella sua fase finale. Le due Mercedes comandano la graduatoria, precedendo Verstappen, il più rapido del mattino. Questi tre piloti sono gli unici a chiudere un giro al di sotto del minuto e cinque secondi. Alle spalle dei tre sono risultate, anche se staccate, le due Aston Martin e le due AlphaTauri.

A differenza della prima sessione le Ferrari sono lontane in classifica. L'arrivo della pioggia ha impedito ai piloti della scuderia italiana di cercare il giro veloce. Anche al pomeriggio ci sono stati alcuni errori dei piloti, come nel caso di Lando Norris, autore di un testacoda.[28]

Sono stati 10 i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 9, mentre 9 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 10, durante la seconda sessione di prove libere. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Nikita Mazepin (quattro volte), Pierre Gasly, Nicholas Latifi, Charles Leclerc, Carlos Sainz Jr., Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher (una volta);[29] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Kimi Räikkönen, Pierre Gasly e Carlos Sainz Jr. (due volte), Esteban Ocon, Nicholas Latifi e Yuki Tsunoda (una volta).[30]

L'Alfa Romeo Racing è stata multata di 900 euro dalla FIA in quanto Kimi Räikkönen ha superato il limite di velocità stabilito in pit lane.[31]

Al termine della seconda sessione di libere sulle vetture di Valtteri Bottas e Pierre Gasly vengono sostituite le trasmissioni. Entrambi i piloti non sono penalizzati in griglia di partenza per aver usato, per sei Gran Premi consecutivi, la stessa unità.[32]

Verstappen, nella sessione del sabato, torna a essere il pilota più rapido. Su una pista in cui la temperatura dell'asfalto raggiunge i 51 °C, l'olandese è l'unico a scendere sotto il minuto e cinque secondi sul giro. Alle sue spalle ci sono ancora le due Mercedes, con Bottas che precede Hamilton, anche se il campione del mondo si è visto cancellare il suo giro più rapido, che lo avrebbe portato a tre decimi dal tempo del pilota della Red Bull.

Dietro al duo della scuderia tedesca è salito Pierre Gasly, davanti ad Antonio Giovinazzi. I primi 25 minuti della sessione sono stati dedicati da tutti i piloti, tranne quelli della Red Bull, all'utilizzo delle gomme prototipo portate dalla Pirelli, in vista della stagione 2022.[33]

Sono stati quattro i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 9, mentre 9 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 10, durante la terza sessione di prove libere. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Nikita Mazepin, Kimi Räikkönen, Pierre Gasly e Fernando Alonso;[34] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Lando Norris (due volte), Nikita Mazepin, Charles Leclerc, Lance Stroll, Pierre Gasly, Carlos Sainz Jr., Nicholas Latifi e Lewis Hamilton (una volta).[35]

L'Alpine è stata multata di 400 euro dalla FIA in quanto Esteban Ocon ha superato il limite di velocità stabilito in pit lane.[36]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì[37] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-Honda 1'05"143 37
2 16 Monaco Charles Leclerc Italia Ferrari 1'05"409 +0"266 33
3 55 Spagna Carlos Sainz Jr. Italia Ferrari 1'05"431 +0"288 33

Nella seconda sessione del venerdì[38] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 44 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 1'04"523 31
2 77 Finlandia Valtteri Bottas Germania Mercedes 1'04"712 +0"189 34
3 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-Honda 1'04"740 +0"217 35

Nella sessione del sabato mattina[39] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-Honda 1'04"591 15
2 77 Finlandia Valtteri Bottas Germania Mercedes 1'05"129 +0"538 22
3 44 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 1'05"277 +0"686 20

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i tempi dei piloti della Haas e dell'Alfa Romeo Racing, si piazza al comando Lando Norris, sopravanzato in seguito da Max Verstappen. Alle spalle dell'olandese si porta Carlos Sainz Jr., che viene però battuto dai piloti della Mercedes. La pista sembra in miglioramento.

La qualificazione è difficile per Esteban Ocon e Pierre Gasly, rispettivamente diciassettesimo e diciottesimo, a poco più di un minuto dal termine. Anche Lance Stroll e Yuki Tsunoda si trovano in una situazione di pericolo, tanto che, con i miglioramenti dei tempi delle Aston Martin, il giapponese sarebbe eliminato, così come George Russell. Entrambi migliorano e passano alla fase seguente. Non entrano in Q2 Räikkönen, Ocon, Latifi, Schumacher e Mazepin.

Nella seconda fase il primo a prendere la pista è Sergio Pérez: il messicano chiude in 1'04"554, con gomme medie. Pérez rientra in pista, sempre optando per la mescola media, al fine di sfruttare la scia dei piloti già presenti sul tracciato. Hamilton, per 53 millesimi, batte il tempo del pilota della Red Bull.

Verstappen segna 1'04"208, mentre Sainz Jr. sale alle spalle Pérez. Bottas batte il tempo di quest'ultimo, a differenza di Charles Leclerc che è sesto, prima che Gasly scali quarto, a sua volta battuto dalle Aston Martin, con Vettel secondo. Il tedesco opta per gomme morbide, a differenza di Norris, che sale secondo, ma con gomme medie. Con questa mescola hanno maggiore difficoltà le due Ferrari e Ricciardo.

Bottas risale terzo e Russell conquista il decimo tempo, ed entra in Q3, per la prima volta con la scuderia britannica. Non entrano nella Q3 i due piloti della Ferrari, Ricciardo, Alonso, penalizzato da Vettel nel suo tentativo più veloce, e Giovinazzi.

Nella fase finale si alternano al comando della graduatoria prima i piloti dell'Aston Martin, poi Gasly e Norris (1'03"958); i due piloti della Mercedes, Hamilton e Bottas, hanno il terzo e quarto tempo. Successivamente è Verstappen a battere il tempo del britannico della McLaren. Russell si limita a un solo giro rapido, sfruttando così una pista in miglioramento, che porta i piloti a cercare di affrontare il tracciato più tardi possibile.

Verstappen non si migliora nel primo settore, contrariamente a Norris che registra il miglior tempo assoluto nella prima parte del circuito. L'olandese è in ritardo anche nel secondo settore di pista, ma Norris non riesce a battere il tempo del pilota della Red Bull, che così fa sua la pole position. Norris conserva la seconda posizione, mentre Pérez, terzo, precede le due Mercedes. La McLaren conquista la prima fila per la prima volta dal Gran Premio del Brasile 2012 con la pole position di Lewis Hamilton.[40]

Sono stati tre i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 9, mentre uno il tempo cancellato per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 10, durante le qualifiche. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Pierre Gasly, Charles Leclerc e Daniel Ricciardo;[41] nel secondo caso si è visto cancellare il tempo Antonio Giovinazzi.[42]

Al termine delle prove ufficiali, Sebastian Vettel e Fernando Alonso vengono convocati dai commissari sportivi in quanto il tedesco ha ostacolato lo spagnolo, durante la Q2.[43][44] Vettel viene penalizzato di tre posizioni sulla griglia di partenza e di un punto sulla superlicenza.[45] Valtteri Bottas e Carlos Sainz Jr. vengono convocati per aver guidato troppo lentamente nell'entrata delle curve 9 e 10, durante la Q2.[46][47] Entrambi i piloti non ricevono sanzioni.[48][49]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualifica[50] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-Honda 1'04"249 1'03"927 1'03"720 1
2 4 Regno Unito Lando Norris Regno Unito McLaren-Mercedes 1'04"345 1'04"415 1'03"768 2
3 11 Messico Sergio Pérez Austria Red Bull Racing-Honda 1'04"833 1'04"483 1'03"990 3
4 44 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 1'04"506 1'04"258 1'04"014 4
5 77 Finlandia Valtteri Bottas Germania Mercedes 1'04"563 1'04"376 1'04"049 5
6 10 Francia Pierre Gasly Italia AlphaTauri-Honda 1'04"841 1'04"412 1'04"107 6
7 22 Giappone Yuki Tsunoda Italia AlphaTauri-Honda 1'04"967 1'04"518 1'04"273 7
8 5 Germania Sebastian Vettel Regno Unito Aston Martin-Mercedes 1'04"846 1'04"493 1'04"570 11[45]
9 63 Regno Unito George Russell Regno Unito Williams-Mercedes 1'04"907 1'04"553 1'04"591 8
10 18 Canada Lance Stroll Regno Unito Aston Martin-Mercedes 1'04"927 1'04"547 1'04"618 9
11 55 Spagna Carlos Sainz Jr. Italia Ferrari 1'04"596 1'04"559 N.D. 10
12 16 Monaco Charles Leclerc Italia Ferrari 1'04"906 1'04"600 N.D. 12
13 3 Australia Daniel Ricciardo Regno Unito McLaren-Mercedes 1'04"977 1'04"719 N.D. 13
14 14 Spagna Fernando Alonso Francia Alpine-Renault 1'04"472 1'04"856 N.D. 14
15 99 Italia Antonio Giovinazzi Svizzera Alfa Romeo Racing-Ferrari 1'04"782 1'05"083 N.D. 15
16 7 Finlandia Kimi Räikkönen Svizzera Alfa Romeo Racing-Ferrari 1'05"009 N.D. N.D. 16
17 31 Francia Esteban Ocon Francia Alpine-Renault 1'05"051 N.D. N.D. 17
18 6 Canada Nicholas Latifi Regno Unito Williams-Mercedes 1'05"195 N.D. N.D. 18
19 47 Germania Mick Schumacher Stati Uniti Haas-Ferrari 1'05"427 N.D. N.D. 19
20 9 Federazione Automobilistica Russa Nikita Mazepin[51] Stati Uniti Haas-Ferrari 1'05"951 N.D. N.D. 20
Tempo limite 107%: 1'08"746

In grassetto sono indicate le migliori prestazioni in Q1, Q2 e Q3.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Il poleman Max Verstappen mantiene il comando della gara al via, mentre Lando Norris resiste agli attacchi di Sergio Pérez, conservando la seconda posizione. Seguono, poi, le due Mercedes e le due AlphaTauri. La gara viene subito congelata, con l'entrata della safety car, per la necessità di porre in sicurezza la vettura di Esteban Ocon, vittima di un incidente con Antonio Giovinazzi, alla terza curva.

Alla ripartenza Pérez attacca Norris, ma va nella ghiaia, alla staccata della curva 4, e viene passato da diverse vetture. Hamilton, scalato terzo, mette pressione a Norris. Tra il dodicesimo e tredicesimo giro effettuano la prima sosta le due AlphaTauri, seguite, al quattordicesimo giro, da Stroll. Nello stesso giro Charles Leclerc prende la settima posizione a Pérez. Al diciassettesimo passaggio Daniel Ricciardo prende la quinta posizione a Vettel che, immediatamente, va ai box per il cambio gomme.

Al ventesimo giro Hamilton coglie la seconda posizione su Norris, che subisce anche una penalizzazione di cinque secondi per la manovra su Pérez, effettuata a inizio gara. Verstappen comanda con margine sui due britannici; seguono poi Bottas, Ricciardo, Leclerc, Pérez e Sainz Jr.. Ricciardo si ferma, per il cambio degli pneumatici, al ventinovesimo giro, seguito, nel giro successivo, da Norris e Bottas. Il britannico della McLaren sconta cinque secondi di penalità, e rientra in gara alla spalle del finlandese. Hamilton si ferma poco dopo, così come Verstappen, ma le posizioni di vertice rimangono invariate. Al trentatreesimo giro effettua il passaggio al cambio gomme anche Pérez. Il messicano torna in pista decimo. Leclerc attende il trentaquattresimo giro per il suo pit stop, ma rientra in gara alle spalle del messicano, che precedeva prima delle soste. Verstappen comanda davanti al duo della Mercedes, con Norris quarto, a sua volta davanti a Sainz Jr., Gasly, Ricciardo, Pérez e Leclerc.

Al quarantesimo passaggio Leclerc tenta di passare Pérez: il messicano si difende con una manovra simile a quella effettuata da Norris nei suoi confronti, e viene anche lui punito con cinque secondi sul tempo di gara. Davanti Hamilton non riesce a tenere il ritmo di Verstappen, con una vettura danneggiata saltando su un cordolo. Al quarantaseiesimo passaggio si ferma Gasly, mentre Sainz Jr. attende il quarantanovesimo giro. Lo spagnolo torna in gara ottavo, alle spalle di Leclerc. Il monegasco tenta ancora, al quarantasettesimo giro, di passare Pérez. Anche in questo caso la manovra di difesa del messicano è guidicata meritevole di una penalizzazione di cinque secondi. Pérez, al cinquantaduesimo giro, sorpassa Ricciardo, anche se, di fatto, è penalizzato in totale 10 secondi, che verranno aggiunti al tempo finale di gara.

Le difficoltà tecniche di Hamilton consentono prima a Bottas di passare il suo compagno di team, poi costringono il campione del mondo a cedere la terza posizione a Norris. Verstappen, che gode di margine ampio su Bottas, ora secondo, opta per una seconda sosta. Ciò consente all'olandese di terminare la gara senza dubbi sulla tenuta delle gomme, e anche di assicurarsi il giro veloce (1'06"200). Il secondo miglior giro della gara, che è fatto segnare da Sainz Jr. al settantesimo giro, è più alto di oltre un secondo e mezzo. Negli ultimi giri Leclerc tenta, senza fortuna, di sorpassare Ricciardo. Con il sopraggiungere del compagno di team Carlos Sainz Jr., che gode di gomme più fresche, il monegasco cede la posizione allo spagnolo, che è poi capace di passare il pilota della McLaren, a due giri dal termine. Nel giro finale c'è un contatto tra Kimi Räikkönen e Sebastian Vettel. Le due monoposto terminano nella ghiaia.

Verstappen vince la sua quindicesima gara in carriera in Formula 1, conquistando il cinquantesimo podio. Il pilota della Red Bull fa suo, per la prima volta a 23 anni, nuovo record, il Grand Chelem, ovvero conquistando, nella stessa gara, pole position, giro veloce e vittoria comandando il Gran Premio per tutti i suoi giri.[1] Per la prima volta dal 2013, stagione in cui ha conquistato il suo ultimo mondiale costruttori, la Red Bull Racing vince cinque Gran Premi di fila, mentre la Mercedes, nell'era turbo-ibrida, non riesce a vincere per la prima volta per cinque gare di seguito.[52]

Sono stati sette i tempi cancellati ai piloti per aver oltrepassato i limiti della pista all'uscita della curva 9, mentre 14 i tempi cancellati per aver oltrepassato i limiti all'uscita della curva 10, durante la gara. Nel primo caso si sono visti cancellare il tempo Nikita Mazepin (tre volte), Antonio Giovinazzi, Kimi Räikkönen, Mick Schumacher e Pierre Gasly (una volta);[53] nel secondo caso si sono visti cancellare il tempo Kimi Räikkönen (tre volte), Yuki Tsunoda, Pierre Gasly, Fernando Alonso e Charles Leclerc (due volte), Sebastian Vettel, Carlos Sainz Jr. e Daniel Ricciardo (una volta).[54]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I risultati del Gran Premio[55] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 33 Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Racing-Honda 71 1h23'54"543 1 26
2 77 Finlandia Valtteri Bottas Germania Mercedes 71 +17"973 5 18
3 4 Regno Unito Lando Norris Regno Unito McLaren-Mercedes 71 +20"019 2 15
4 44 Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes 71 +46"452 4 12
5 55 Spagna Carlos Sainz Jr. Italia Ferrari 71 +57"144 10 10
6 11 Messico Sergio Pérez Austria Red Bull Racing-Honda 71 +57"915[56] 3 8
7 3 Australia Daniel Ricciardo Regno Unito McLaren-Mercedes 71 +1'00"395 13 6
8 16 Monaco Charles Leclerc Italia Ferrari 71 +1'01"195 12 4
9 10 Francia Pierre Gasly Italia AlphaTauri-Honda 71 +1'01"844 6 2
10 14 Spagna Fernando Alonso Francia Alpine-Renault 70 +1 giro 14 1
11 63 Regno Unito George Russell Regno Unito Williams-Mercedes 70 +1 giro 8
12 22 Giappone Yuki Tsunoda Italia AlphaTauri-Honda 70 +1 giro[57] 7
13 18 Canada Lance Stroll Regno Unito Aston Martin-Mercedes 70 +1 giro[58] 9
14 99 Italia Antonio Giovinazzi Svizzera Alfa Romeo Racing-Ferrari 70 +1 giro 15
15 7 Finlandia Kimi Räikkönen Svizzera Alfa Romeo Racing-Ferrari 70 +1 giro[59] 16
16 6 Canada Nicholas Latifi Regno Unito Williams-Mercedes 70 +1 giro[60] 18
17 5 Germania Sebastian Vettel Regno Unito Aston Martin-Mercedes 69 Collisione con K. Räikkönen[61] 11
18 47 Germania Mick Schumacher Stati Uniti Haas-Ferrari 69 +2 giri 19
19 9 Federazione Automobilistica Russa Nikita Mazepin[51] Stati Uniti Haas-Ferrari 69 +2 giri[62] 20
Rit 31 Francia Esteban Ocon Francia Alpine-Renault 0 Collisione con A. Giovinazzi 17

Max Verstappen riceve un punto addizionale per aver segnato il giro più veloce della gara.

Classifiche mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Decisioni della FIA[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della gara, Kimi Räikkönen e Sebastian Vettel vengono convocati dai commissari sportivi per via di una collisione avvenuta tra i due piloti.[63][64] Räikkönen viene penalizzato con un drive through convertito in 20 secondi sul tempo di gara e di due punti sulla superlicenza. Il finlandese, sedicesimo all'arrivo, guadagna una posizione a seguito della penalità inflitta a Nicholas Latifi.[65]

George Russell e Kimi Räikkönen vengono convocati in quanto il pilota britannico si è spostato di traiettoria in frenata, nel difendersi da un tentativo di sorpasso del finlandese.[66][67] I commissari decidono di non prendere provvedimenti verso il pilota britannico.[68]

Sergio Pérez, Carlos Sainz Jr., Charles Leclerc, Nikita Mazepin, Nicholas Latifi, Antonio Giovinazzi, Daniel Ricciardo e Pierre Gasly vengono convocati per non aver rispettato le doppie bandiere gialle.[69][70][71][72][73][74][75][76] Tutti i piloti, ad eccezione di Nikita Mazepin e Nicholas Latifi, non ricevono sanzioni.[77][78][79][80][81][82] Il pilota russo e quello canadese sono entrambi penalizzati con uno stop and go di 10 secondi convertito in 30 secondi sul tempo di gara e di tre punti sulla superlicenza. La penalità inflitta al pilota russo non ha effetto pratico visto che arriva ultimo, mentre il canadese, quindicesimo all'arrivo, scala di una posizione.[83][84]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Matteo Senatore, Grand Chelem a 23 anni, mai nessuno come Verstappen, su formulapassion.it, 5 luglio 2021. URL consultato il 5 luglio 2021.
  2. ^ Stefano Ollanu, Le criptovalute sbarcano in Formula 1, su formulapassion.it, 29 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.
  3. ^ Stefano Ollanu, Altro aerodinamico Red Bull passa in Aston Martin, su formulapassion.it, 1º luglio 2021. URL consultato il 1º luglio 2021.
  4. ^ Marco Belloro, Honda assemblerà le power unit a Sakura anche nel 2022, su formulapassion.it, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  5. ^ Stefano Ollanu, Ufficiale: Hamilton in Mercedes sino al 2023, su formulapassion.it, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  6. ^ a b Formula 1 Austria Anteprima gomme Pirelli per il doppio GP, su newsf1.it, 21 giugno 2021. URL consultato il giugno 2021.
  7. ^ Giacomo Rauli, F1 2021: Pirelli svela le scelte di gomme per tutti e 23 i GP!, su it-motorsport.com, 19 febbraio 2021. URL consultato il 25 marzo 2021.
  8. ^ Franco Nugnes, Pirelli: nuova gomma posteriore nella libere del GP d'Austria, su it.motorsport.com, 25 giugno 2021. URL consultato il 25 giugno 2021.
  9. ^ a b (EN) Formula 1 BWT Grosser Preis Von Österreich 2021, su formula1.com. URL consultato il 29 giugno 2021.
  10. ^ (EN) Post Race physical inspections on car number 22, Styrian GP (PDF), su fia.com, 30 giugno 2021.
  11. ^ Race Directors' Event Notes (PDF), su fia.com, 1º luglio 2021. URL consultato il 1º luglio 2021.
  12. ^ (EN) New PU elements for this Event (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  13. ^ Formula 1, calendario 2020: primi 8 GP in Europa, su sport.sky.it, 2 giugno 2020. URL consultato il 2 giugno 2020.
  14. ^ Matteo Nugnes, Ora è ufficiale: il GP d'Australia di Formula 1 è cancellato, su it.motorsport.com, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  15. ^ a b (EN) 2021 F1 calendar reshuffled, as Turkey drops off and extra Austria race added, su formula1.com, 14 maggio 2021. URL consultato il 14 maggio 2021.
  16. ^ (EN) Another sea of Orange fans for Verstappen: '140,000 spectators in Austria'., su gpblog.com, 23 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.
  17. ^ Valerio Barretta, Direttive, Ferrari chiede più comunicazione alla FIA, su formulapassion.it, 29 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.
  18. ^ Stefano Ollanu, Nodo frizione per le Qualifiche Sprint, su formulapassion.it, 30 giugno 2021. URL consultato il 30 giugno 2021.
  19. ^ Alberto Amedeo Isidoro, Ferrari sempre più “green”: 3 stelle FIA per il cavallino, su formulapassion.it, 30 giugno 2021. URL consultato il 30 giugno 2021.
  20. ^ (EN) 2021 Austrian Grand Prix - Grand Prix Preview, su fia.com, 1º luglio 2021. URL consultato il 1º luglio 2021.
  21. ^ Alfa Romeo, Ilott nelle PL1 del GP Austria, su formulapassion.it, 21 giugno 2021. URL consultato il 21 giugno 2021.
  22. ^ Valerio Barretta, Williams, Nissany nelle PL1 del GP Austria, su formulapassion.it, 22 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.
  23. ^ Matteo Senatore, GP Austria, Zhou in pista nelle PL1 con Alpine, su formulapassion.it, 28 giugno 2021. URL consultato il 29 giugno 2021.
  24. ^ (EN) 2021 Austrian Grand Prix – Event&Timing Information, su fia.com, 30 giugno 2021. URL consultato il 5 30 giugno 2021.
  25. ^ Franco Nugnes, F1, Austria, Libere 1: ci sono le Ferrari dietro a Verstappen, su it.motorsport.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  26. ^ (EN) P1 deleted lap times turn 9 (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  27. ^ (EN) P1 deleted lap times turn 10 (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  28. ^ Franco Nugnes, F1, Austria, Libere 2: la Mercedes tira fuori le unghie, su it.motorsport.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  29. ^ (EN) P2 deleted lap times turn 9 (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  30. ^ (EN) P2 deleted lap times turn 10 (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  31. ^ (EN) Offence - Car 7 - Pit lane speeding (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  32. ^ (EN) New gearboxes for this Event (PDF), su fia.com, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  33. ^ Franco Nugnes, F1, Austria, Libere 3: Verstappen spegne ogni illusione Mercedes, su it.motorsport.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  34. ^ (EN) P3 deleted lap times turn 9 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  35. ^ (EN) P3 deleted lap times turn 10 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  36. ^ (EN) Offence - Car 31 - Pit lane speeding (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  37. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  38. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  39. ^ Sessione di prove libere del sabato
  40. ^ (FR) Emmanuel Touzot, Verstappen en pole devant Norris en Autriche, Russell 9e, su motorsport.nextgen-auto.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  41. ^ (EN) Qualifying deleted lap times turn 9 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  42. ^ (EN) Qualifying deleted lap times turn 10 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  43. ^ (EN) Summons - Car 5 - alleged impeding of car 14 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  44. ^ (EN) Summons - Car 14 - alleged impeding by car 5 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  45. ^ a b Sebastian Vettel penalizzato di tre posizioni sulla griglia di partenza e di un punto sulla superlicenza per aver ostacolato Fernando Alonso in Q2, cfr. (EN) Offence - Car 5 - Impeding car 14 (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  46. ^ (EN) Summons - Car 77 - alleged driving unnecessarily slowly (Turns 9 and 10) (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  47. ^ (EN) Summons - Car 55 - alleged driving unnecessarily slowly (turn 9 and 10) (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  48. ^ (EN) Decision - Car 77 - Alleged driving unnecessarily slowly (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  49. ^ (EN) Decision - Car 55 - Alleged driving unnecessarily slowly. (PDF), su fia.com, 3 luglio 2021. URL consultato il 3 luglio 2021.
  50. ^ Sessione di qualifica
  51. ^ a b Nikita Mazepin è un pilota russo, ma è costretto a correre da atleta neutrale usando la designazione RAF (Russian Automobile Federation) per rispettare le restrizioni imposte dal TAS di Losanna dopo la sentenza sul doping di Stato che ha coinvolto l'agenzia antidoping russa, cfr. Simone Peluso, Doping di Stato Russia: Mazepin correrà come atleta indipendente, su formulapassion.it, 6 febbraio 2021. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  52. ^ Spielberg - La cronaca-Verstappen e la Red Bull senza rivali, su italiaracing.net, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  53. ^ (EN) Race deleted lap times turn 9 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  54. ^ (EN) Race deleted lap times turn 10 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  55. ^ Risultati del Gran Premio
  56. ^ Sergio Pérez penalizzato di 10 secondi sul tempo di gara e di quattro punti sulla superlicenza per aver costretto, in due occasioni, Charles Leclerc ad uscire fuori dal tracciato in un tentativo di sorpasso del monegasco. Il messicano, quinto all'arrivo, scala di una posizione, cfr. (EN) Offence - Car 11 - forcing another driver off the track T4 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021. (EN) Offence - Car 11 - forcing another driver off the track T6 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  57. ^ Yuki Tsunoda penalizzato di cinque secondi sul tempo di gara e di un punto sulla superlicenza per aver oltrepassato la linea bianca d'ingresso della corsia dei box. La posizione d'arrivo del giapponese non varia, cfr. (EN) Offence - Car 22 - Crossing the white line at pit entry (2nd) (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  58. ^ Lance Stroll penalizzato di cinque secondi sul tempo di gara per aver superato la velocità stabilita dentro la corsia dei box. La posizione d'arrivo del canadese non varia, cfr. (EN) Offence - Car 18 - Pit lane speeding (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  59. ^ Kimi Räikkönen penalizzato con un drive through convertito in 20 secondi sul tempo di gara e di due punti sulla superlicenza per aver causato una collisione con Sebastian Vettel. Il finlandese, sedicesimo all'arrivo, guadagna una posizione a seguito della penalità inflitta a Nicholas Latifi, cfr. (EN) Offence - Car 7 - causing a collision with car 5 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  60. ^ Nicholas Latifi penalizzato con uno stop and go di 10 secondi convertito in 30 secondi sul tempo di gara e di tre punti sulla superlicenza per non aver rispettato le doppie bandiere gialle. Il canadese, quindicesimo all'arrivo, scala di una posizione, cfr. (EN) Offence - Car 6 - Not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  61. ^ Sebastian Vettel è classificato avendo coperto il 90% della distanza di gara, cfr. (EN) Formula 1 BWT Grosser Preis von Österreich 2021 - Race Result, su formula1.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  62. ^ Nikita Mazepin penalizzato con uno stop and go di 10 secondi convertito in 30 secondi sul tempo di gara e di tre punti sulla superlicenza per non aver rispettato le doppie bandiere gialle. La penalità non ha effetto pratico visto che il russo arriva ultimo, cfr. (EN) Offence - Car 9 - Not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  63. ^ (EN) Summons - Car 7 - alleged causing a collision with car 5 in T5 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  64. ^ (EN) Summons - Car 5 - alleged causing a collision by car 7 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  65. ^ (EN) Offence - Car 7 - causing a collision with car 5 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  66. ^ (EN) Summons - Car 63 - Alleged moving under braking in T4 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  67. ^ (EN) Summons - Car 7 - alleged moving under braking in t4 by car 63 (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  68. ^ (EN) Decision - Car 63 - alleged moving under braking (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  69. ^ (EN) Summons - Car 11 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  70. ^ (EN) Summons - Car 55 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  71. ^ (EN) Summons - Car 16 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  72. ^ (EN) Summons - Car 9 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  73. ^ (EN) Summons - Car 6 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  74. ^ (EN) Summons - Car 99 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  75. ^ (EN) Summons - Car 3 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  76. ^ (EN) Summons - Car 10 - alleged not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  77. ^ (EN) Decision - Car 11 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  78. ^ (EN) Decision - Car 55 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  79. ^ (EN) Decision - Car 16 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  80. ^ (EN) Decision - Car 99 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  81. ^ (EN) Decision - Car 3 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  82. ^ (EN) Decision - Car 10 - alleged not respecting double waved yellows (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  83. ^ (EN) Offence - Car 9 - Not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
  84. ^ (EN) Offence - Car 6 - Not respecting double waved yellow flags (PDF), su fia.com, 4 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021.
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2021
Flag of Bahrain.svg Flag of Emilia-Romagna (de facto).svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of France.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg White flag of surrender.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of Qatar.svg Flag of Saudi Arabia.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
  Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
2020
Gran Premio d'Austria Edizione successiva:
2022
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1