Triclorofluorometano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Triclorofluorometano
Schema di struttura del triclorofluorometano
Nomi alternativi
Freon 11, F11, CFC-11, R-11
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CCl3F
Massa molecolare (u) 137,37
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [75-69-4]
Numero EINECS 200-892-3
PubChem 6389
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,49
Solubilità in acqua 1,1 g/L a 20 °C
Temperatura di fusione –111 °C
Temperatura di ebollizione 23,6 °C
Tensione di vapore (Pa) a 293 (20 °C) K 88 600
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 1900 orale, ratto
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente
Frasi H 312
Consigli P 273, 280, 501

Il triclorofluorometano, chiamato anche freon-11, CFC-11 o R-11 è un clorofluorocarburo di formula CCl3F. In condizioni normali è un liquido incolore con un leggero odore etereo. La sua temperatura di ebollizione23,6 °C ( K) è prossima alla temperatura ambiente.

Reattività[modifica | modifica sorgente]

R-11 è un composto stabile, ma può decomporsi a contatto con scintille, fiamme o oggetti molto caldi, formando vapori altamente tossici e corrosivi, contenenti cloro, acido cloridrico e acido fluoridrico. Per contatto con metalli reattivi come alluminio in polvere, bario, calcio, magnesio e sodio si decompone violentemente.[1]

Uso[modifica | modifica sorgente]

R-11 è stato il primo fluido refrigerante di largo impiego. Ha un punto di ebollizione elevato (rispetto alla maggioranza dei fluidi refrigeranti) e quindi può essere utilizzato in sistemi che funzionano a bassa pressione, rendendo la progettazione meccanica di tali sistemi meno impegnativa rispetto a fluidi refrigeranti come R-12 o R-22 che richiedono una pressione maggiore.

R-11 ha un alto contenuto di cloro, che può facilmente essere rilasciato dalla molecola se esposta a radiazione ultravioletta. Per questo motivo R-11 è il fluido refrigerante col più alto potenziale di distruzione dell'ozono (Ozone Depletion Potential, ODP), e per definizione gli viene assegnato il valore 1,0. La produzione negli Stati Uniti è stata interrotta il 1 gennaio 1996.

R-11 viene usato come sostanza di riferimento per studi di spettroscopia NMR al 19F. Trova applicazione inoltre come solvente solido in studi di ionizzazione con raggi gamma.[2]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ National refrigerants, MSDS di R-11. URL consultato il 23 marzo 2012.
  2. ^ Almond e Jenkins 2006

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia