Cloruro di cadmio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloruro di cadmio
Cadmium chloride hemipentahydrate.jpg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CdCl2
Massa molecolare (u) 183,32
201,32 (monoidrato)
Aspetto solido bianco
Numero CAS [10108-64-2]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,33 (monoidrato)
Solubilità in acqua 1400 g/L (20 °C, monoidrato)
Temperatura di fusione 307 (34 °C, monoidrato)
Temperatura di ebollizione 960 °C (1233 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta pericoloso per l'ambiente tossico a lungo termine

pericolo

Frasi H 350 - 340 - 360 - 330 - 301 - 372 - 410
Consigli P 260 - 284 - 301+310 - 320 - 405 - 501 [1][2]

Il cloruro di cadmio è un sale di cadmio dell'acido cloridrico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco inodore. Può cristallizzare come monoidrato. È un composto cancerogeno, mutageno, molto tossico e nocivo per la riproduzione, pericoloso per l'ambiente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda della sostanza su IFA-GESTIS
  2. ^ Smaltire in accordo alle leggi vigenti.