Cloruro di cesio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloruro di cesio
Cloruro di cesio
Struttura Cristallina del cloruro di cesio
Nome IUPAC
cloruro di cesio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CsCl
Massa molecolare (u) 168,36 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7647-17-8]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,97 (20 °C)
Solubilità in acqua 1860 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 646 °C (919 K)
Temperatura di ebollizione 1.382 °C (1.655 K)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P ---[1]

Il cloruro di cesio è il composto chimico con formula CsCl. Questo solido trasparente è un'importante fonte di ioni di cesio.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Il cloruro di cesio può essere preparato dalla reazione dell'idrossido di cesio o carbonato di cesio con acido cloridrico: Il sale è poi purificato tramite cristallizzazione.

Struttura Cristallina[modifica | modifica wikitesto]

Caesium chloride crystal structure

La struttura è un interbloccaggio semplice tra anioni e cationi. C'è una grossa differenza tra la grandezza dei due ioni e la struttura può essere pensata come un cubo formato da palline da golf e basket alternate.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il cloruro di cesio è utilizzato nella produzione di vetro conduttore elettrico.[2]

I radioisotopi del cloruro di cesio sono utilizzati in medicina nucleare, compreso il trattamento del cancro. Per la produzione di fonti radioattive è normale scegliere una certa forma dei radioisotopi. Per esempio nei generatori radiotermici (RTGs) viene usato il titanato di stronzio perché insolubile in acqua così da salvaguardare ambiente e salute in caso di rottura del contenitore della fonte. Tuttavia per le terapie mediche i radioisotopi devono essere ad elevata densità e quindi non è possibile utilizzare un composto insolubile del cesio.

Il 13 settembre 1987 a Goiânia, in Brasile, una sorgente è stata rubata da rottami di metallo in disuso da una clinica radioterapica, e ci sono stati molti morti e feriti a causa della radiazione gamma (la fonte è stata aperta e fracassata, rilasciando il solubile cloruro di cesio in acqua)[3][4][5].

L'utilizzo del cloruro di cesio è ampiamente diffuso anche nella ultracentrifugazione del DNA, in una tecnica conosciuta come centrifugazione isopicnica. Quando il DNA viene centrifugato in questa soluzione, frammenti di DNA si spostano verso il tubo fino a raggiungere una zona in cui la densità del DNA è uguale alla densità della soluzione. A questo punto, si ferma lo spostamento del DNA. Questo permette la separazione del DNA di diversa densità (per esempio, i frammenti di DNA con diverso contenuto di AT o GC).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 24.07.2010
  2. ^ Tver'yanovich, Y. S. et al. (1998). Glass Phys. Chem., 24, 446.
  3. ^ The Radiological Accident in Goiania, IAEA, 1988
  4. ^ Foderaro, Lisa. "Columbia Scientists Prepare for a Threat: A Dirty Bomb". The New York Times. July 8, 2010.
  5. ^ The Worst Nuclear Disasters

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]