Cloruro di bario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cloruro di bario
Nome IUPAC
dicloruro di bario
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare BaCl2
Massa molecolare (u) 208,25 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [10361-37-2]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,9 (20 °C)
Solubilità in acqua 375 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 963 °C (1.236 K)
Temperatura di ebollizione 1.560 °C (1.833 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta

pericolo

Frasi H 332 - 301
Consigli P 301+310 [1]

Il cloruro di bario è il sale di bario dell'acido cloridrico. Esiste in forma anidra e in quella biidrata. A temperatura ambiente si presenta sotto forma di cristalli bianchi, igroscopici, inodori, solubili in acqua.

A livello industriale è prodotto partendo dal minerale baritina.

È uno dei più importanti sali di bario solubili in acqua. Impartisce alla fiamma un tipico colore giallo-verde. Viene utilizzato come reagente in chimica analitica e come intermedio nella produzione di tutti gli altri composti del bario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del cloruro di bario su IFA-GESTIS