Eptafluoruro di iodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eptafluoruro di iodio
Formula di struttura
Modello 3D della molecola Modello 3D della molecola
Nome IUPAC
Eptafluoruro di iodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare IF7
Massa molecolare (u) 259.90 g/mol1
Numero CAS [16921-96-3]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2.6 g/cm3 (6 °C)
2.7 g/cm3 (25 °C)
Solubilità in acqua (20 °C) solubile[1]
Temperatura di fusione 4.5 °C (punto triplo)
Temperatura di ebollizione 4.8 °C (sublima a 1 atm)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Comburente Irritante
Frasi R 8
Frasi S --

L'eptafluoruro di iodio, anche conosciuto come iodio(VII) fluoruro o iodio fluoruro, è il composto di formula IF7.[2][3] questo composto ha un inusuale struttura a bipiramide a base pentagonale come previsto dalla Teoria VSEPR.[4] Forma cristalli incolori, i quali fondono a 4.5 °C: l'intervallo di temperatura del liquido è molto stretto, con il punto di ebollizione a 4.77 °C. I densi vapori hanno un odore acre e "muffo".

La molecola di IF7 non segue la regola dell'ottetto, per cui è una molecola ipervalente.

Preparazione[modifica | modifica sorgente]

IF7 è preparato passando F2 attraverso IF5 liquido a 90 °C, riscaldando poi i vapori a 270 °C. Alternativamente, questo composto può essere preparato da fluoro e PdI2 secco o KI per minimizzare la formazione di IOF5, un'impurità derivante dall'idrolisi.[5][6]

Indicazioni di sicurezza[modifica | modifica sorgente]

IF7 è molto irritante per la pelle e le mucose. È anche un forte ossidante, ed il contatto con sostanze organiche può causare la loro ignizione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pradyot Patnaik. Handbook of Inorganic Chemicals. McGraw-Hill, 2002, ISBN 0-07-049439-8
  2. ^ J. E. Macintyre, Dictionary of Inorganic Compounds (Vol. 3). London: Chapman & Hall (1992).
  3. ^ O'Neil, Maryadele J. (Ed.). (2001). The Merck Index (13th ed.). Whitehouse Station, NJ: Merck.
  4. ^ K. O. Christe, E. C. Curtis, D. A. Dixon, On the problem of heptacoordination: vibrational spectra, structure, and fluxionality of iodine heptafluoride in Industrial & Engineering Chemistry, vol. 115, n. 4, 1993, pp. 1520–1526. DOI:10.1021/ja00057a044.
  5. ^ W. C. Schumb, M. A. Lynch, Jr., Iodine Heptafluoride in Industrial & Engineering Chemistry, vol. 42, n. 7, 1950, pp. 1383–1386. DOI:10.1021/ie50487a035.
  6. ^ Ruff O., Keim R., "Das Jod-7-fluorid" (The iodine-7-fluoride) in Zeitschrift für Anorganische und Allgemeine Chemie, vol. 193, n. 1/2, 1930, pp. 176–186. DOI:10.1002/zaac.19301930117.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia