Ioduro di potassio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ioduro di potassio
Ioduro di potassio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare KI
Massa molecolare (u) 166,01 g/mol
Aspetto solido da incolore a bianco
Numero CAS [7681-11-0]
Numero EINECS 231-659-4
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,13 (20 °C)
Solubilità in acqua 1430 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 686 °C (959 K)
Temperatura di ebollizione 1.330 °C (1.603 K)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

Lo ioduro di potassio è il sale di potassio dell'acido iodidrico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido da incolore a bianco inodore.

Lo ioduro di potassio è, tra gli ioduri, quello più comune e importante commercialmente per le sue applicazioni in medicina e in fotografia. Viene anche consigliato a chi è stato esposto a radiazioni nucleari, tuttavia apporti eccessivi di iodio all'organismo risultano dannosi per la tiroide. Le soluzioni concentrate di ioduro di potassio disciolgono lo iodio in seguito alla formazione di anioni complessi:

I + I2 → I3

Le soluzioni degli ioduri infatti solubilizzano lo iodio elementare per formazione dello ione triioduro I3. Tipico esempio è la tintura di iodio, contenente iodio, ioduro di potassio ed etanolo in soluzione acquosa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dello ioduro di potassio su IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia