Perclorato di potassio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Perclorato di potassio
Struttura del perclorato di potassio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare KClO4
Massa molecolare (u) 138,55 g/mol
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7778-74-7]
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 17 g/l (20 °C)
Costante di solubilità a 298 K 1,05 × 10-2 
Temperatura di fusione 400 °C (673 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
comburente irritante

pericolo

Frasi H 271 - 302
Consigli P 220 [1]

Il perclorato di potassio è il sale di potassio dell'acido perclorico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco inodore. In medicina viene usato come farmaco antitiroideo per curare l'ipertiroidismo, di solito in combinazione con un altro farmaco. È un composto nocivo e un forte ossidante. È uno degli ossidanti maggiormente utilizzati in pirotecnica, rientrando nelle composizioni di razzi come carica propulsiva, di stelle e petardi, come componente della polvere flash M-100 assieme alla polvere di alluminio.

Cristallo di perclorato di potassio

Con sostanze riducenti forma miscele esplosive. Queste miscele presentano una sensibilità agli urti e alle cariche elettrostatiche in misura molto minore rispetto a quelle a base di clorato di potassio.

Possiede la più ridotta solubilità in acqua tra tutti i perclorati (2,08 g KClO4 in 100 g H2O a 25 °C).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda del perclorato di potassio su IFA-GESTIS

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia