Integratore alimentare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polline, pappa reale e propoli

Si definiscono integratori alimentari quei prodotti specifici volti a favorire l'assunzione di determinati principi nutritivi non presenti negli alimenti di una dieta non corretta.
Gli integratori vengono consigliati nei casi in cui l'organismo abbia carenza di determinati alimenti: non hanno dunque proprietà curative, ma servono a integrare una normale dieta, completandola. Per le loro proprietà nutrizionali, vanno assunti entro limiti di sicurezza (upper safe level: UL), tenendo conto delle RDA (recommended dietary allowances), ossia le raccomandazioni degli specialisti.

Tipologie di integratori[modifica | modifica sorgente]

Integratori alimentari

Esistono in commercio molti tipi di integratori, diversificati a seconda delle necessità.

Integratori per miodesopsia[modifica | modifica sorgente]

A tutt'oggi, non esistono casi di miglioramento riconosciuti dalla medicina, imputabili all'assunzione di prodotti specifici.

Integratori sostitutivi del pasto[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di prodotti a basso contenuto calorico, che vengono solitamente assunti per tenere il peso corporeo sotto controllo, eliminando il normale pasto e sostituendolo con bevande o altri prodotti contenenti l'esatta razione giornaliera di principi nutritivi.

Integratori vitaminici[modifica | modifica sorgente]

Gli integratori vitaminici vanno assunti perché, di regola, l'organismo non produce vitamine ma si limita ad utilizzare quelle esistenti in natura ed ingerite con gli alimenti. La dove il regime alimentare non sia sufficiente a raggiungere la razione necessaria alla fisiologia dell'organismo, gli integratori vitaminici possono assumere un importante ruolo nell'alimentazione.
In ogni caso, occorre seguire le indicazioni del medico, per evitare fenomeni di ipervitaminosi che potrebbero causare danni al fegato se non riesce ad espellere le quantità di vitamine in eccesso.

Gli integratori di sali minerali e proteici[modifica | modifica sorgente]

Sportivi del Pentathlon

Gli integratori di sali minerali, i proteici e gli aminoacidi risultano essere un utile apporto alla dieta degli sportivi, in quanto con la sudorazione si perdono molti sali (oltre che le normali tossine) e, in più, l'attività sportiva intensa richiede una massa muscolare sempre efficiente.
Peraltro, gli integratori proteici andrebbero assunti non pensando di accelerare lo sviluppo muscolare, ma per recuperare le perdite e rifornire l'organismo di energia e nutrienti in misura adeguata al bisogno, cioè per evitare stanchezza ed eccessivo affaticamento.
Anche in questo caso, un abuso di integratori proteici comporta effetti collaterali indesiderati a carico del metabolismo; ad es., la cearina causa affaticamento dei reni.

Gli integratori energetici[modifica | modifica sorgente]

Gli integratori di questo tipo sono a base di zuccheri semplici e composti, integrati con vitamine del gruppo B, C ed E.
Sono consigliati nel caso che non sia possibile o non sia sufficiente una normale dieta, inclusiva ad es. di pane e marmellata, biscotti, dolci, cereali, patate.
Gli integratori energetici favoriscono alcune "attività involontarie" (battito cardiaco, respirazione, digestione, mantenimento della temperatura corporea, ecc.)

I principali integratori alimentari[modifica | modifica sorgente]

Radici di ginseng

Nell'area degli integratori, vi sono dunque prodotti caratterizzati da componenti nutrizionali specifici, come le vitamine e i sali minerali, ma anche una serie di prodotti naturali, come pappa reale e propoli.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina