Boeing 767

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boeing 767
Un Boeing 767-300ER della Delta Air Lines
Un Boeing 767-300ER della Delta Air Lines
Descrizione
Tipo aereo di linea
Equipaggio 2 piloti
Costruttore Stati Uniti Boeing
Data primo volo 26 settembre 1981
Anni di produzione 1982-presente
Data entrata in servizio 8 settembre 1982
Data ritiro dal servizio in servizio
Utilizzatore principale Stati Uniti Delta Air Lines
Altri utilizzatori Stati Uniti American Airlines
Giappone All Nippon Airways
Stati Uniti UPS Airlines
Esemplari 1057 (settembre 2013)[1]
Costo unitario 767-200ER: US$127,5–139,0 milioni[2]
767-300ER: US$144,5–161,5 milioni[2]
767-300F: US$155,0–166,0 milioni
767-400ER: US$158,0–173,0 milioni[2]
Altre varianti Boeing E-767
Boeing KC-767
Boeing KC-46
Northrop Grumman E-10 MC2A
Dimensioni e pesi
Lunghezza 54,9 m (180 ft 3 in)
Apertura alare 47,6 m (156 ft 1 in)
Diametro fusoliera 5,41 m (17 ft 9 in) (altezza)
5,03 m (16 ft 6 in) (larghezza)
Superficie alare 283,3  (3050 ft²)
Peso a vuoto 86 070 kg (189 750 lb)
Peso max al decollo 158 760 kg (350 000 lb)
Passeggeri 218 (3 classi)
269 (2 classi)
350 (1 classe)
Capacità 106,8 m³ (3770 ft³)
30 LD2
Propulsione
Motore 2 turbofan General Electric CF6-80C2 o 2 turbofan Rolls Royce RB211-524
Spinta -CF6: 276 kN (62 100 lbf) ciascuna -RB211: 270 kN (60 600 lbf)
Prestazioni
Velocità max Mach 0,86 (913 km/h) a 10 668 m (V di crociera max)
Velocità di crociera Mach 0,80 (851 km/h) a 10 668 m
Corsa di decollo 2 410 m (7 900 ft) al MTOW
Autonomia 7 300 km al MTOW
Quota di servizio 10 668 m (35 000 ft)
Note dati riferiti alla versione 767-300. Per una tabella comparativa con le altre versioni si consulti il paragrafo Dati tecnici.

i dati sono estratti da Boeing 767 specifications,[3] Boeing 767 airport report,[4] Airliners.net 767-300 page[5]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Boeing 767 è un bimotore a getto di linea, con configurazione a fusoliera larga ed ala bassa, prodotto dall'azienda aeronautica statunitense Boeing, ora Boeing Commercial Airplanes, dagli anni ottanta.

Caratterizzato da una disposizione spaziosa e comoda, un basso consumo di combustibile, un'ottima flessibilità operativa, un livello acustico poco elevato, una tecnologia di ultima generazione e un'avionica completamente digitale, il modello è ancora in produzione.

La FAA, l'autorità per l'aviazione civile statunitense, dal 10 giugno 2010 ha riscontrato crepe sulla struttura di aggancio dei reattori alle ali di tre aerei Boeing 767 della compagnia aerea American Airlines ed ha aperto un'inchiesta.[6]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Progettato nel 1978 e messo in produzione nel 1981 nella sua prima versione 767-200, ha conosciuto varie rielaborazioni fino all'ultima versione uscita nel 2000, la 767-400.

È un aereo di linea a fusoliera larga, widebody in inglese, e fu introdotto nello stesso periodo del Boeing 757, simile ma a fusoliera stretta (narrowbody).
Il 767 ha un rapporto "sedili-per-corridoio" di circa 3,5 in classe economica, questo rende più veloce la distribuzione del cibo a bordo o l'uscita dall'aereo, mentre molti altri aerei di linea widebody tipicamente hanno un rapporto di variabile tra 4 e 5 sedili per corridoio sempre in classe economica.
Il 767 ha però una fusoliera leggermente più stretta rispetto a tutti gli altri widebody: per questo nella versione cargo le merci devono essere caricate su appositi container e pallet non standard.

La cabina di pilotaggio è del tutto simile a quella del 757 e i piloti che hanno l'abilitazione per il 767 possono volare anche sul 757 e viceversa.

Verrà sostituito dal Boeing 787 e, se non ci saranno altri ordini consistenti, la produzione verrà interrotta con la consegna degli ultimi esemplari già ordinati.

A maggio 2013 la Boeing ha ricevuto per questo modello un totale di 1108 ordini e 1049 aeromobili sono stati consegnati[1].

Versioni[modifica | modifica sorgente]

Civili[modifica | modifica sorgente]

767-100[modifica | modifica sorgente]

Questa versione non venne mai prodotta perché la Boeing preferì direttamente commercializzare diverse configurazioni della serie -200.

767-200[modifica | modifica sorgente]

Il primo modello di produzione, lanciato nel 1978 e prodotto dal 1981 fino al 1994. Entrò in servizio con la United Airlines nel 1982. L'ultima consegna è avvenuta nel febbraio del 1992. Il suo principale competitor era l'Airbus A310, attualmente[quando?] non è previsto un aereo equivalente moderno del 767-200, la Boeing prevede di rimpiazzarlo con il 787-8.

767-200ER[modifica | modifica sorgente]

È una variante con maggiore autonomia (ER, Extended range) lanciata nel 1982. La prima compagnia che lo ricevette fu la El Al nel 1984. Fu il primo 767 a completare un viaggio transatlantico non stop ed infrangere il record di distanza per aerei di linea bimotori diverse volte. Il suo principale competitor era l'Airbus A310. Non è previsto un aereo equivalente moderno del 767-200ER e la Boeing prevede di rimpiazzarlo con il 787-8.

767-300[modifica | modifica sorgente]

Una versione allungata lanciata nel 1982 e ordinata dalla Japan Airlines nel 1983. Volò la prima volta il 14 gennaio 1986 e fu consegnata il 25 settembre. Anche per il 767-300, il 787-8 sarà l'equivalente moderno.

767-300ER[modifica | modifica sorgente]

Condor Boeing 767-330ER

La versione con maggiore autonomia della serie -300 lanciata nel 1984. Volò per la prima volta nel 1986 ma non fu ordinata da nessuno fino a quando la American Airlines ne comprò alcuni nel 1987 e li mise in servizio nel 1988. Nel 1995 la EVA Air utilizzò un 767-300ER per inaugurare il primo volo transpacifico con un 767. Il 787-8 sarà l'equivalente moderno del 767-300ER.

767-300F[modifica | modifica sorgente]

È la versione cargo del 767-300ER ordinata dalla United Parcel Service nel 1993 e consegnata nel 1995.

767-400ER[modifica | modifica sorgente]

Un'altra versione per il lungo raggio lanciata nel 1997 e costruita per la Delta Air Lines e la Continental Airlines per rimpiazzare la loro flotta di Lockheed L-1011 TriStar e McDonnell Douglas DC-10. È il solo 767 che ha le estremità alari "rastremate" in modo da aumentare l'efficienza aerodinamica contribuendo alla riduzione del consumo di carburante. La prima consegna fu nel 2000. Il 767-400ERX era un'apposita versione studiata per la Kenya Airways. Era una combinazione tra la dimensione di un 767-400ER (non esistono versioni -400 non ER) e l'autonomia di un 767-300ER. L'ordine della Kenya Airways fu cancellato in favore dei 777 e il progetto venne abbandonato. Per il 767-400ER, il 787-9 sarà il suo equivalente moderno. Prodotto in 38 esemplari, 16 utilizzati dalla Continental Airlines, 21 utilizzati dalla Delta Air Lines e uno dall'USAF (E-10 MC2A).

Militari[modifica | modifica sorgente]

E-767[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Boeing E-767.

È la piattaforma AWACS usata dall'aviazione giapponese. Dispone delle stesse strumentazioni del Boeing E-3 Sentry ma montate su un 767-200ER. La Japan Air Self-Defense Force dispone di 4 E-767.

KC-767[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Boeing KC-767.

È un aereo da trasporto e da rifornimento in volo basato sul 767-200ER. Quattro KC-767A sono operativi con l'Aeronautica Militare Italiana e altrettanti con la Japan Air Self-Defense Force, designati KC-767J.
Anche l'USAF, nel 2003, aveva espresso interesse per questo aereo e aveva ipotizzato un contratto di affitto per 100 esemplari, poi modificato (80 esemplati acquistati e 20 affittati), poi congelato ed infine cancellato nel gennaio 2006.
Il KC-767 è uscito sconfitto da un confronto con l'Airbus A330 MRTT in tre concorsi: per l'USAF (primo concorso, 29 febbraio 2008), per la Royal Air Force (28 febbraio 2005) e la Royal Australian Air Force (aprile 2004).

KC-46[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Boeing KC-46.

È l'aereo da rifornimento in volo basato sul 767-200ER per l'USAF, vincitore (contro il l'Airbus A330 MRTT) del contratto (secondo concorso) KC-X per la fornitura di 179 tankers, per sostituire le ormai datate aerocisterne KC-135 Stratotanker.

E-10 MC2A[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Northrop Grumman E-10 MC2A.

È un 767-400ER utilizzato per sostituire le funzioni dell'E-3 Sentry AWACS, dell'E-8 Joint STARS e dell'Boeing EC-135 ELINT ("Electronic Intelligence"), tutti basati sulla fusoliera del Boeing 707. È un sistema completamente nuovo dotato di un radar molto potente. Questo aereo doveva essere il nuovo AWACS dell'USAF e della NATO ma il programma è clamorosamente defunto.

Milestone[modifica | modifica sorgente]

Modello Primo ordine Rollout Primo volo Certificazione Prima consegna Ingresso in
servizio
Prima compagnia
in servizio
Ultima consegna
767-200 17 luglio 78 4 agosto 81 26 settembre 81 30 luglio 82 19 agosto 82 8 settembre 82 United 1º aprile 1994
EVA Air
767-200ER 16 dicembre 82
(Ethiopian Airlines)
14 febbraio 84 6 marzo 84 marzo 84 26 marzo 84 27 marzo 84 El Al 27 marzo 2003
(sconosciuto)
767-300 29 settembre 83 14 gennaio 86 30 gennaio 86 22 settembre 86 25 settembre 86 20 ottobre 86 Japan Airlines 23 agosto 2001
Shanghai Airlines
767-300ER 3 marzo 87
(go ahead 21 luglio 84)
3 novembre 86 9 dicembre 86 20 gennaio 88 19 febbraio 88 3 marzo 88 American Airlines
767-300F 15 gennaio 93 8 maggio 95 20 giugno 95 12 ottobre 95 12 ottobre 95 16 ottobre 95 United Parcel Service
767-400ER 20 marzo 97 26 agosto 99 9 ottobre 99 20 luglio 00 29 agosto 00 14 settembre 00 Continental Airlines 31 maggio 2002
Continental Airlines
Italian KC-767A
Tanker Transport
9 luglio 01 24 febbraio 05 23 maggio 05 23 settembre 09 29 dicembre 2010 17 maggio 2011 Italian Air Force
Japanese KC-767A
Tanker Transport
17 dicembre 01 4 maggio 05 21 dicembre 06 13 febbraio 08 19 febbraio 08 1º aprile 09 Japanese Air Self-Defense Force

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Ordini e consegne (5 luglio 2014)[1]
Modello Ordini Consegne da consegnare
767-200 128 128 -
767-200ER 121 121 -
767-2C 4 - 4
767-300 104 104 -
767-300ER 583 583 -
767-300F 132 88 44
767-400ER 38 38 -
Totale 1110 1062 48
Consegne (settembre 2013)[1]
Compagnia aerea 767-200 767-200ER 767-2C 767-300 767-300ER 767-300F 767-400ER Totale
Francia Aeromaritime (UTA) - 2 - - 1 - - 3
Algeria Air Algerie - - - 3 - - - 3
Kazakistan Air Astana - - - - 1 - - 1
Canada Air Canada 10 9 - - 6 - - 25
Cina Air China - 6 - 4 - - - 10
Francia Air France - - - - 3 - - 3
Mauritius Air Mauritius - 2 - - - - - 2
Nuova Zelanda Air New Zealand - 3 - - 5 - - 8
Zimbabwe Air Zimbabwe - 2 - - - - - 2
Giappone All Nippon Airways 25 - - 34 33 4 - 96
Stati Uniti American Airlines 13 17 - - 58 - - 88
Australia Ansett Australia 5 - - - - - - 5
Corea del Sud Asiana Airlines - - - 9 2 1 - 12
Colombia Avianca - 2 - - - - - 2
Irlanda AWAS - 4 - - 29 - - 33
Azerbaigian Azerbaijan Airlines - - - - 3 2 - 5
Singapore BOC Aviation - - - - 3 - - 3
Regno Unito British Airways - - - - 28 - - 28
Stati Uniti Business Jet / VIP Customer(s) USAF - - - - - - 1 1
Canada Canadian Airlines - - - - 14 - - 14
Taiwan China Airlines 2 - - - - - - 2
Cina China Eastern Yunnan Airlines - - - - 3 - - 3
Germania Condor - - - - 11 - - 11
Stati Uniti Delta Air Lines 15 - - 28 53 - 21 117
Belgio DHL International - - - - - 6 - 6
Egitto Egyptair - 3 - - 2 - - 5
Israele El Al Israel Airlines 2 2 - - - - - 4
Etiopia Ethiopian Airlines - 3 - - 3 - - 6
Taiwan EVA Air 4 - - - 4 - - 8
Svizzera Flightlease - - - - 4 - - 4
Stati Uniti GECAS - - - - 29 1 - 30
Irlanda GPA Group - 1 - - 13 - - 14
Bahrein Gulf Air - - - - 20 - - 20
Cina Hainan Airlines - - - - 3 - - 3
Stati Uniti ILFC 1 4 - - 52 - - 57
Italia Italian Air Force Tanker - 4 - - - - - 4
Paesi Bassi ITOCHU AirLease B.V. - - - - 3 - - 3
Giappone ITOCHU Corporation - 4 - - - - - 4
Giappone JAL International 3 - - 22 32 3 - 60
Giappone Japan ASDF Tanker - 4 - - - - - 4
Kazakistan Kazakhstan Airlines - 1 - - - - - 1
Kuwait Kuwait Airways - 3 - - - - - 3
Mozambico Linhas Aéreas de Moçambique - 1 - - - - - 1
Cile LAN Airlines - - - - 34 8 - 42
Austria Lauda Air - - - - 7 - - 7
Polonia Polskie Linie Lotnicze LOT - 2 - - 3 - - 5
Germania LTU - - - - 5 - - 5
Stati Uniti Macquarie AirFinance - 1 - - - - - 1
Ungheria Malev Hungarian Airlines Ltd. - 2 - - - - - 2
Paesi Bassi Martinair Holland - - - - 6 - - 6
Mongolia Mongolian Airlines - - - - 1 - - 1
Arabia Saudita Mid East Jet - 1 - - - - - 1
Regno Unito MyTravel Airways - - - - 3 - - 3
Stati Uniti PACE Airlines - 6 - - - - - 6
Canada Pacific Western Airlines 2 - - - - - - 2
Emirati Arabi Uniti Presidential Flight Abu Dhabi Amiri Flight - - - - 1 - - 1
Australia Qantas - 7 - - 22 - - 29
Brunei Royal Brunei Airlines - - - - 2 - - 2
Svezia SAS - 2 - - 14 - - 16
Norvegia SAS Norway 2 - - - - - - 2
Cina Shanghai Airlines - - - 4 2 - - 6
El Salvador TACA International Airlines 1 - - - 2 - - 3
Brasile Transbrasil 3 - - - - - - 3
Regno Unito TUI Travel 11 - - - 7 - - 18
Turkmenistan Turkmenistan Airlines - - - - 1 - - 1
Stati Uniti TWA 10 - - - - - - 10
Mondo Unidentified Customer(s) - 1 - - 3 - - 4
Stati Uniti United Airlines 19 10 - - 37 - 16 82
Stati Uniti UPS - - - - - 59 - 59
Stati Uniti US Airways - 6 - - - - - 6
Uzbekistan Uzbekistan Airways - - - - 9 - - 9
Brasile Varig Airlines - 6 - - 4 - - 10
TOTALE 128 121 0 104 581 85 38 1057

Disastri e incidenti[modifica | modifica sorgente]

Un Boeing 767 della American Airlines
Un Boeing 767 della Air Seychelles

Incidenti specifici[modifica | modifica sorgente]

  • Gimli Glider: il 23 luglio 1983 il volo Air Canada 143 finì il carburante in quanto il Boeing 767 è stato il primo boeing ad avere gli indicatori del combustibile in litri e non in galloni. L'aereo fece uno scalo tecnico ma non rifornì in quanto secondo i calcoli c'era abbastanza carburante per arrivare a destinazione. Tornato in volo, dopo poco tempo entrambi i motori dell'aereo si spensero contemporaneamente e l'aereo fu costretto ad una lunghissima planata fino all'atterraggio. Non ci furono vittime grazie alla bravura del comandante Bob Pearson che era anche un esperto deltaplanista. L'aereo fu ribattezzato Gimli Glider (l'aliante di gimli).
  • Thailandia: il 26 maggio 1991 Durante il volo Bangkok-Vienna operato da Lauda Air, per motivi mai precisamente chiariti, l'azionamento del reverse sul motore uno causò lo stallo del velivolo. La conseguente discesa incontrollata, mandò in pezzi prima il timone, poi l'intero piano di coda, seguiti, a causa delle torsioni, da ali e fusoliera, per finire nella jungla. Morirono tutte le 223 persone a bordo.
  • Volo Ethiopian Airlines 961: il 23 novembre 1996 il volo 961 della Ethiopian Airlines fu dirottato, finì il carburante e si schiantò nell'oceano Indiano vicino alle isole Comore. Delle 175 persone a bordo, 123 morirono.
  • Il 31 ottobre 1999 il volo 990 della EgyptAir in rotta da New York verso Il Cairo si schiantò nell'oceano Atlantico poco dopo il decollo. Nessun superstite tra le 217 persone a bordo. Dopo quasi 3 anni di indagini gli americani (NTSB) e gli egiziani (ECAA) non trovarono un punto di incontro e giunsero a conclusioni completamente diverse: per gli americani fu il primo ufficiale che volontariamente fece schiantare l'aereo commettendo un omicidio/suicidio per vendetta nei confronti di alcuni suoi superiori; per gli egiziani fu un guasto agli elevatori che rese l'aereo ingovernabile facendolo schiantare.
  • Due Boeing 767 sono stati coinvolti negli attentati dell'11 settembre 2001. Il volo American Airlines 11, un 767-223ER, si schiantò nella torre nord del World Trade Center, uccidendo le 92 persone a bordo. Il volo United Airlines 175, un 767-222, si schiantò nella torre sud, uccidendo le 65 persone a bordo.
  • Il 10 maggio 2007 un Boeing 767 della Austrian Airlines con più di 200 persone a bordo e con destinazione Vienna, Austria effettuò un atterraggio d'emergenza dopo il decollo dall'aeroporto di New York-John Kennedy. Alle 19:30 l'aereo riatterrò all'aeroporto di New York causa del fumo segnalato in cabina di pilotaggio.
  • Volo Polskie Linie Lotnicze LOT 016: il 1º novembre 2011 alle ore 14:30 un boeing Boeing 767-300ER della compagnia aerea polacca di bandiera, Polskie Linie Lotnicze LOT, ha effettuato un atterraggio d'emergenza all'aeroporto di Varsavia-Okęcie perché constatava problemi al carrello d'atterraggio. L'aereo, soprannominato Poznań, era partito dall'Aeroporto Internazionale di Newark-Liberty con numero di registrazione SP-LPC e numero di serie 28656. A bordo dell'aereo c'erano 220 passeggeri e 11 persone dell'equipaggio, fra cui due piloti, Tadeusz Wrona e Jerzy Szwarc.[7][8][9]

L'incidente diplomatico cinese[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 il governo della Cina comprò un 767-300ER come aereo executive per il presidente Jiang Zemin. Inizialmente l'aereo venne consegnato alla Delta Air Lines nel giugno del 2000 ma fu immediatamente rivenduto alla China United Airlines. Dopo il suo trasferimento al governo cinese, l'aereo fu portato a San Antonio, in Texas, per essere dotato di nuovi interni.

Nell'autunno del 2001 il governo cinese annunciò la scoperta di 23 dispositivi di ascolto nascosti negli interni dell'aereo accusando la CIA di averli piazzati. I 22 ufficiali e tecnici del governo cinese incaricati di sorvegliare l'allestimento dei nuovi interni furono arrestati con l'accusa di negligenza e corruzione.

Un Boeing 767-300ER di Neos

La CIA e il presidente statunitense George W. Bush negarono di essere a conoscenza dell'esistenza di questi dispositivi di ascolto. Gli esperti di diplomazia ritennero che l'incidente avrebbe peggiorato i rapporti tra i due stati e la reputazione della Boeing nell'importante mercato cinese ne avrebbe risentito. I rapporti però rimasero gli stessi e le compagnie cinesi continuarono ad acquistare gli aerei Boeing. L'esemplare coinvolto però non viene più usato dal governo: fu riconvertito con gli allestimenti standard e trasferito alla Air China per il normale servizio passeggeri; ed è l'unico 767 della flotta di Air China che utilizza motori CF6.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Incidenti Boeing 767
Modello Distrutti Incidenti Vittime Ultimo incidente Fonte
Boeing 767 (tutti) 13 41 851 20 aprile 2009 Boeing 767, ASN. URL consultato il 13 luglio 2011.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Boeing 767 dell'Alitalia, intitolato ad Alberto Nassetti
  • Due Boeing 767 della flotta Alitalia erano intitolati ai piloti Alberto Nassetti (I-DEIC) e Pierpaolo Racchetti (I-DEIB), prematuramente scomparsi il 30 giugno 1994 nell'incidente di Tolosa durante un volo di collaudo di un Airbus A330. Oltre ai due piloti della compagnia italiana morirono altre 5 persone (di cui 3 membri dell'equipaggio e altri 2 ospiti), fra cui anche l'allora capo collaudatore di Airbus, Nick Warner. Nel corso del 2007 entrambi gli aerei sono stati riconsegnati al locatore e successivamente venduti alla compagnia brasiliana TAM Linhas Aéreas. L'Alitalia, quindi, ha provveduto ad aggiungere i nomi dei due sfortunati piloti-collaudatori a due Boeing 777, il velivolo Madonna di Campiglio - Alberto Nassetti (I-DISU) ed il velivolo Portofino - Pierpaolo Racchetti (I-DISE).
  • Il flusso d'aria generato dai motore di un 767-400ER in decollo potrebbe gonfiare un piccolo dirigibile, il Goodyear Blimp, in 7 secondi. Se fosse attaccato ad un'automobile, un motore General Electric GE CF6-80C2B8F alla massima spinta in decollo porterebbe l'auto da 0 a 100 km/h in mezzo secondo. [1]
  • Il 767 è l'aereo più usato sulle rotte sopra l'Atlantico. Un Boeing 767-400ER consuma circa 227 litri di jet-kero per passeggero sulla rotta New York - Londra, circa la metà di quello che consumerebbe un'automobile utilitaria per lo stesso tragitto.
  • La Delta Air Lines è il più grande operatore del 767, con una flotta di 101 aerei (di cui 75 di proprietà e 26 in leasing) tra 767-300, -300ER e -400ER. La compagnia, inoltre, ha altri 18 velivoli in opzione, precisamente 6 -300ER e 12 -400ER. I 767-200, invece, sono stati ritirati nella primavera del 2006. [2]
  • I 767-200 e -300, come tutti i -400ER, hanno gli stessi interni del 777, conosciuti come Boeing Signature Interior. Il 767-400ER è dotato degli stessi finestrini (leggermente più grandi) usati sul 777.
  • Sergey Brin e Larry Page, i due fondatori di Google, hanno acquistato un Boeing 767 modificandone gli interni ad uso personale.

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Specifiche tecniche[10]
767-200 767-200ER 767-300 767-300ER 767-300F 767-400ER
Configurazione posti classe first: 2-1-2 • classe business: 2-2-2 • classe economica: 2-3-2
Passeggeri 181 (3 classi)
224 (2 classi)
255 (1 classe)
218 (3 classi)
269 (2 classi)
350 (1 classe)
52 700 kg 245 (3 classi)
304 (2 classi)
375 (1 classe)
Cargo 90,1  118,4  (438,2 ) 144,3 
Motori
Spinta massima
P&W JT9D-7R4
P&W PW4000-94
GE CF6-80A
GE CF6-80C2
PW 4000
267,78 kN
GE CF6-80C2
275,78 kN
P&W JT9D-7R4
P&W PW4000-94
GE CF6-80A
GE CF6-80C2
PW 4000
281,57 kN
GE CF6-80C2
276,23 kN
GE CF6-80C2
276,23 kN
PW 4000
281,57 kN
GE CF6-80C
282,46 kN
Capacità massima
carburante
90 770 
Peso massimo al
decollo (MTOW)
142 880 kg 179 170 kg 158 760 kg 186 880 kg 185 060 kg 204,120 kg)
Raggio massimo 7 300 km 12 195 km 7 300 km 11 070 km 6 025 km 10 415 km
Velocità di crociera
a 10 668 m
0,80 Mach
851 km/h
Apertura alare 47,6 m 51,9 m
Lunghezza totale 48,5 m 54,9 m 61,3 m
Altezza di coda 15,8 m 16,8 m
Larghezza interna
della cabina
4,7 m

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d 767 Model Summary Through July 2013 in Active.Boeing.Com, http://active.boeing.com/, 4 luglio 2013. URL consultato il 9 agosto 2013.
  2. ^ a b c Boeing Commercial Airplanes prices in Boeing, http://www.boeing.com/. URL consultato il 3 aprile 2009.
  3. ^ 767 specifications, Boeing.
  4. ^ Boeing 767 airport report, Boeing
  5. ^ Boeing 767-300 page. Airliners.net
  6. ^ American Airlines, crepe strutturali su tre Boeing 767.
  7. ^ (IT) Polonia, Boeing atterra senza carrello da www.tgcom.mediaset.it
  8. ^ (IT) Polonia, Boeing atterra senza carrello da www.tgcom.mediaset.it
  9. ^ (PL) Video dell'atterraggio d'emergenza da www.wiadomosci.gazeta.pl
  10. ^ Boeing 767 family - Technical Information. URL consultato il 26 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]