Elettromeccanica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'elettromeccanica (parola composta da "elettro-" e "meccanica") è il settore delle costruzioni meccaniche concernente una macchina elettrica, sia statica (trasformatore-raddrizzatore-inverter) che rotante (motore elettrico - generatore).

Ambito[modifica | modifica wikitesto]

Scienza che studia le applicazioni e soluzioni elettromeccaniche, nelle quali l'energia elettrica si trasforma in un movimento meccanico di qualsiasi tipo o che muta l'energia meccanica in energia elettrica.

Vengono inclusi nella definizione di "mercato dell'elettromeccanica, o elettromeccanico" i prodotti e le tecnologie utilizzate per la costruzione, il controllo ( es. interruttore ) e la manutenzione della macchina elettrica.

Professioni[modifica | modifica wikitesto]

L'elettromeccanico/a è l'artigiano o l'impresa che realizza, o ripara, qualsiasi tipo di macchina elettrica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Amedeo Benedetti, "Impianti elettrici, illuminazione", in Bibliografia Artigianato. La manualistica artigiana del Novecento: pubblicazioni su arti e mestieri in Italia dall'Unità ad oggi, Genova, Erga, 2004, pp. 259-284. ISBN 88-8163-358-2

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ingegneria