Apertura alare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'apertura alare è la distanza che intercorre tra il punto A ed il punto B

L'apertura alare è la distanza che separa, negli animali alati o negli aeromobili, le estremità delle ali.

Apertura alare in natura[modifica | modifica sorgente]

La maggiore apertura alare per un animale vivente (3,63 m) è stata misurata nel 1965 su un esemplare di albatros urlatore (Diomedea exulans).[1]

Tra le specie estinte il record appartiene ad un specie di pterosauro, l'Hatzegopteryx, i cui fossili indicano un'apertura alare di oltre 12 metri.[senza fonte]

Tra gli uccelli le dimensioni minime competono ad una specie di colibrì, il Mellisuga helenae, in cui il maschio ha un'apertura di circa 3 cm.[2]

Dimensioni ancora inferiori possono essere raggiunte da alcuni insetti.

Apertura alare in aeronautica[modifica | modifica sorgente]

La foto riproduce un aliante che per le loro caratteristiche sono dotati di un'ala di grande apertura ma una ridotta corda alare, hanno quindi un grande allungamento alare.

Gli aerei con una maggiore apertura alare solitamente sono più efficienti perché subiscono una minore resistenza aerodinamica ed i vortici che si creano alle estremità alari influiscono meno sulla portanza generata dall'ala. Gli aerei con le ali lunghe subiscono però una maggiore forza di inerzia lungo l'asse longitudinale, riducendo la velocità di rollio con conseguente perdita di manovrabilità. Per questo gli aerei acrobatici e militari di solito possiedono un'apertura alare ridotta. Inoltre ali molto lunghe sono più pesanti, e vi è un limite all'apertura alare imposto dalle dimensioni degli hangar degli aeroporti. Attualmente il limite è fissato ad 80m e l'Airbus A380 è l'aereo d'aviazione commerciale con maggiore apertura alare (79,8m). Un'apertura alare troppo ridotta, d'altro canto, può essere un problema per la stabilità in manovra, poiché l'aeromobile in questo caso è soggetto a effetti giroscopici importanti che, ad esempio, nel caso di velocità di rollio molto elevate può anche subire un momento cabrante abbastanza intenso. Questo problema negli aerei da combattimento è spesso risolto grazie ai controlli del computer di bordo, che corregge le manovre del pilota. Esempi di apertura alare ridotta si hanno nei biplani.

Dato che la portanza generata è proporzionale alla superficie alare, gli aerei con ali corte avranno una maggiore corda alare, quindi maggiore manovrabilità. Una misura importante in ingegneria aeronautica per determinare le caratteristiche di un aereo è il rapporto tra l'apertura alare e la corda alare.

Il rapporto tra l'apertura alare e la corda è detto allungamento alare, ed è una caratteristica molto importante di tutti i velivoli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Largest Wingspan Of Any Living Bird], Guinness World Records. (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2005).
  2. ^ Camfield A, Mellisuga helenae in Animal Diversity Web, 2004. URL consultato il 1º novembre 2012.