Boeing X-40

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
X-40
Immagine dell'X-40
Immagine dell'X-40
Descrizione
Tipo spazioplano
Equipaggio nessuno
Costruttore Stati Uniti Boeing
Utilizzatore principale Stati Uniti USA
Esemplari 1

[senza fonte]

voci di aeroplani sperimentali presenti su Wikipedia

L'X-40 o X40-A è un velivolo sperimentale senza pilota destinato al volo spaziale ed il rientro a terra. È una versione più piccola dell'X-37 costruito per testarne l'aerodinamica e altre caratteristiche. Una volta messo in quota può volare ed atterrare autonomamente in modo da essere riutilizzato per voli successivi. Il progetto è sviluppato dalla NASA in collaborazione con la Boeing.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Il prototipo dell'X-40A ha eseguito, con successo, 7 voli di test tra il 2000 ed il 2001 che ne hanno confermato la stabilità aerodinamica. Il volo finale è stato effettuato il 17 maggio 2001.

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica sorgente]

L' X-40A è attualmente immagazzinato allo stabilimento Boeing a Seal Beach, in California[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jenkins, Landis e Miller 2003, p. 50

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Dennis R. Jenkins, Tony Landis; Jay Miller, American X-Vehicles: An Inventory X-1 to X-50 (PDF), Monographs in Aerospace History No. 31, Washington, NASA, giugno 2003, SP-2003-4531.
  • (EN) Jay Miller, The X-Planes: X-1 to X-45, Midland, Hinckley, 2001, ISBN 1-85780-109-1.
  • (IT) Aerei gennaio-febbraio 2001, Dossier 1, Parma, Delta editrice, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]