Boeing 737 Classic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boeing 737 Classic
Boeing 737-300/-400/-500
Un 737-400 della compagnia aerea britannica British Airways
Descrizione
Tipo aereo di linea
Equipaggio 2 più assistenti di volo
Costruttore Stati Uniti Boeing
Data primo volo 24 febbraio 1984
Anni di produzione 1981-2000
Data entrata in servizio 20 novembre 1984 con USAir
Esemplari 1.998
Sviluppato dal Boeing 737
Altre varianti Boeing 737 Next Generation

[senza fonte]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Boeing 737 Classic è la serie -300/-400/-500 del Boeing 737, così chiamata dopo l'introduzione della serie -600/-700/-800/-900. E' a breve-medio raggio, a fusoliera stretta, prodotto da Boeing Commercial Airplanes. La serie Classic è stata introdotta come la nuova generazione del 737. Prodotto da 1984 al 2000, ne sono stati costruiti 1.988 esemplari.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Dopo il successo del Boeing 737-200 Advanced, la Boeing ha puntato ad aumentare la capacità e la gamma di modelli, introducendo miglioramenti per aggiornare l'aereo alle specifiche moderne, mantenendo al tempo stesso alcune peculiarità delle precedenti versioni. Lo sviluppo è iniziato nel 1979 e nel 1980 le specifiche preliminari sono state presentate al Farnborough Airshow.[1] Nel marzo 1981, US Airways e Southwest Airlines hanno ordinato 10 aerei ciascuna, con un'opzione per altri 20.

Il turboventola CFM56 nella caratteristica gondola adottata sul 737 Classic.

La nuova serie è caratterizzata dai motori turboventola CFM56 che offrono vantaggi significativi in termini di consumo di carburante e riduzione del rumore, ma presentavano qualche problema data la ridotta altezza da terra del Boeing 737. La Boeing e la CFM hanno risolto il problema mettendo il motore davanti e non sotto l'ala, e spostando le parti accessorie ai lati della gondola del motore invece che in basso, dando così il caratteristico aspetto non circolare alla presa d'aria di aspirazione.[2]

Sono state apportate significative modifiche alle ali tese a migliorare l'aerodinamica. La punta delle ali è stata allungata di 23 cm con adeguamento di flap e ipersostenatori di bordo d'attacco. In cabina di pilotaggio è stata prevista la possibilità di adozione dell'Electronic Flight Instrument System, mentre la cabina passeggeri ha ottenuto miglioramenti simili a quelli introdotti nei Boeing 757.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Sono state introdotte anche alcune varianti, quali:

  • Boeing 737-300, ha volato la prima volta il 24 febbraio 1984.
  • Boeing 737-400, volò per la prima volta il 19 febbraio 1988.
  • Boeing 737-500, ha volato per la prima volta il 30 giugno 1989.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Endres 2001, op. cit., p. 126.
  2. ^ Endres 2001, op. cit., p. 128.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Periodici[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Small Family Boeing in Flight International, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 7 febbraio 1990, pp. pagg. 55-62. URL consultato il 13 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]